Mauro Vecchio

Copyright, prove tecniche d'embargo?

Sequestrati almeno 70 domini web dedicati a contraffazione o in attività di linking al P2P. Le autorità federali avrebbero smesso di seguire la strada indicata dal DMCA. Adottando i metodi più bruschi di una legge sempre più vicina

Roma - Tre minacciose aquile, rappresentate in altrettanti sigilli di recente apposti dalle autorità statunitensi sulla homepage di circa 70 spazi web. Al centro, quella del National Intellectual Property Rights (IPR) Coordination Center, che ha così stretto tra gli artigli del copyright numerosi domini legati alla contraffazione e al P2P.

Siti come quello di Torrent-Finder, motore di ricerca specializzato in tracker BitTorrent. Gli agenti dell'ICE Homeland Security Investigations hanno all'improvviso chiuso ogni sua attività online, sequestrandone il dominio web grazie ad una specifica ordinanza emanata da una non meglio specificata corte a stelle e strisce.

Ma i sigilli federali sono stati apposti alle porte virtuali di una più estesa rete di spazi web. Da usaburberryscarf.com a sunglasses-mall.com; da dvdcollectionsale.com a merrytimberland.com. Per la maggior parte siti specializzati nella vendita di beni contraffatti, ma anche un pugno di search engine come Torrent-Finder.
O come RapGodfathers.com, dedito ad attività di linking verso servizi di file-hosting come RapidShare e Megaupload. Pare che gli agenti federali si siano presentati alle porte fisiche del suo data center a Dallas, con un mandato di perquisizione firmato dal giudice. Al contrario di quanto accaduto con Torrent-Finder dove nessuna ordinanza sarebbe stata emessa.

Nemmeno i responsabili di RapGodfathers.com ci hanno visto chiaro: i detentori dei diritti avrebbero in pratica smesso di inviare gli abituali avvisi di violazione in base alle disposizioni del Digital Millennium Copyright Act (DMCA). Notifiche che avevano di fatto portato - almeno secondo gli stessi responsabili - alla rimozione dei link incriminati.

Pare ora che le autorità a stelle e strisce siano passate a metodi più rapidi per combattere fenomeni illeciti come quello della pirateria. All'approccio morbido - l'ordine di rimuovere il link - seguirebbe quello radicale, basato sul sequestro dello spazio online su ordine del giudice. Anche se c'è chi giura che questo stesso ordine non sia sempre disponibile alla verifica.

La lunga lista di domini presi in consegna dalle aquile del copyright ha allarmato non poco gli attivisti. Nessuno farebbe più caso alla differenza sostanziale tra un utente che scarica illegalmente, un tracker che lo permette e un motore di ricerca che si limiti ad indicizzare una serie di link.

Ma a preoccupare maggiormente gli osservatori è la direzione in cui sembra correre spedito il governo statunitense. Ovvero verso l'adozione del Combating Online Infringement and Counterfeits Act (COICA), che vorrebbe abbattersi a livello civile sia sul responsabile di uno spazio online che su chi abbia registrato il relativo dominio.

Un vero e proprio embargo dei siti pirata, già approvato all'unanimità dai membri della Commissione Giudiziaria del Senato. Alcuni degli spazi elencati hanno tuttavia ripreso le attività dopo essersi spostati su un nuovo dominio. Che sia iniziata una nuova stagione della caccia al file sharing illecito?

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, più vicino l'embargo dei siti pirataLa Commissione Giudiziaria del Senato a stelle e strisce ha approvato all'unanimità il COICA. Quella proposta di legge che darà alle autorità federali la facoltà di tagliar fuori dalla rete interi siti web legati al file sharing
  • AttualitàUSA, ingegneri contro l'embargo dei piratiLettera aperta ai senatori che hanno promosso il disegno di legge noto come COICA. I protagonisti dell'IT temono per la libera comunicazione online, minacciata dalla lotta esasperata al file sharing illecito
  • AttualitàUSA: embargo per i siti pirataPresentato un disegno di legge che affiderebbe al DoJ il compito di perseguire a livello civile i domini legati alla condivisione selvaggia. Sia interni che esterni agli States. Agli ISP il compito di bloccare le fonti estere
120 Commenti alla Notizia Copyright, prove tecniche d'embargo?
Ordina
  • Nessuno farebbe più caso alla differenza sostanziale tra un utente che scarica illegalmente, un tracker che lo permette e un motore di ricerca che si limiti ad indicizzare una serie di link.

    Nessuno farebbe più caso alla differenza sostanziale tra i rapinatori che rubano illegalmente la banca, il palo che lo permette, il fornitore di indirizzi che si limiti a indicizzare una serie di fornitori di arnesi da scasso.

    Quanta ipocrisia al mondo!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Nessuno farebbe più caso alla differenza
    > sostanziale tra un utente che scarica
    > illegalmente, un tracker che lo permette e un
    > motore di ricerca che si limiti ad indicizzare
    > una serie di
    > link.

    >
    > Nessuno farebbe più caso alla differenza
    > sostanziale tra i rapinatori che rubano
    > illegalmente la banca, il palo che lo permette,
    > il fornitore di indirizzi che si limiti a
    > indicizzare una serie di fornitori di arnesi da
    > scasso.
    >
    > Quanta ipocrisia al mondo!
    in effetti l'indicizzatore dei fornitori di arnesi da scasso e' piuttosto legale.. si chiamano PAGINE GIALLE (o google > lockpicking se vuoi fare proprio il molto sofisticato)
    non+autenticato
  • rimozione dei link incriminati via DMCA?
    ora i siti dei "ladri non colpevoli" stanno richiedendo:

    - una copia scannerizzata della firma degli shareholder delle corporation detenenti i diritti di autore,
    - una copia del documento depositato ed approvato per tutte le nazione in cui si richiede la rimozione del link, presso i vari isituti di brevettazione e trademark
    - una copia dei documenti governativi che comprovano che la firma spedita sia effettivamente del richiedente la rimozione e maggior shareholder

    e con questa collaborazione poi ci si stupisce se si smette di mandare le richieste DMCA e si passa direttamente alle denunce?

    e a stupirsi saranno quelli che non possono rubare in santa pace, perche' i poveri cristiani che lavorano e gli rubano i prodotti non si stupiscono manco per il ...
    non+autenticato
  • Tutto quello che stà avvenendo è per un abuso fatto negli anni del diritto d'autore, cosa diversa dalla libertà di espressione, fra l'altro le cose sgradite, quelle veramente sgradite, già oggi subiscono censura, i governi compreso quello italiano cercano un buon compromesso fra privacy e intercettazione della violazione del diritto d'autore.

    Basti guardare il percorso AGCOM, rimandato al 17 dicembre proprio per garantire il rispetto della privacy e la libertà di espressione su internet, questa però non va confusa con la violazione del copyright.

    Da operatore nel settore H.E. ogni giorno che passa perdiamo fatturato, questo non toglie che nel rispetto proprio della libertà di espressione abbiamo sopportato per mesi (è passato quasi un anno dall'incontro avuto al ministero dello sviluppo economico da parte di una delegazione di nostri rappresentanti) e nonostante tutto abbiamo dato il tempo necessario a finchè fosse più chiara possibile la situazione.

    Per coloro che giudicano la categoria come disfattisti della libertà di internet, sarebbe bene che queste persone si facessero un esame di coscenza e capire prima loro quanto hanno abusato di internet, e poi giudicare gli altri.

    Non siamo oscurantisti o detrattori di alcuna tecnologia, ma vogliamo il rispetto delle regole che in una società civile sono alla base della convivenza.
    non+autenticato
  • Sbaglierò, ma a me sa che l'AGCOM ha rinviato la discussione sul copyright in rete al 17 dicembre non per altro se non per vedere che succede col governo. Il quale come è noto si trascinerà fino alla fiducia di metà dicembre, poi si vedrà. La situazione politica potrebbe ingarbugliarsi vieppiù, e quelli dell'AGCOM aspettano per vedere che aria tira (e da che parte tira).

    Quanto al resto, mi spiace per il vostro fatturato ma non avete ancora capito come sta girando il mondo. Grazie alla crisi che le vostre amiche banche e i vostri amici finanzieri con contorno di imprenditori paraculi e economisti in polpe e parrucca hanno innescato, in tutto il mondo stanno tagliando tutto a tutti (salari, posti di lavoro, pensioni, servizi pubblici, speranze e futuri) e la gente di soldi per i vostri prodotti ne ha sempre meno. Tanto meno un pubblico giovane, che è quello che di media ne consuma di più. Allo stesso tempo la gente non è disposta, e non lo sarebbe più nemmeno se i soldi li avesse, a pagare quel che può avere gratis, e i concetti stessi di copyright e diritti d'autore sono da rivedere profondamente. Dato che come li conosciamo non reggono più, nella realtà sociale sono disfatti, meri cadaveri normativi ai quali pretendete di continuare ad incatenare le persone.

    Quindi fatevene una ragione, la gente continuerà a scaricare utilizzando tutti i sistemi che i blocchi aguzzeranno l'ingegno per aggirare. E ce ne sono diversi. Come sta scoprendo il vostro amico Sarkozy, al quale stanno facendo capire che la sua cara HADOPI si sta rivelando un flop clamoroso. Tanto è vero che perfino quel nano malefico lì (ognuno ha il suo) ci sta, come dire, ripensando. E se affonda HADOPI, il modello ideale di tutti i mozzaorecchi del copyright, bye bye...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Civil Servant
    [...]
    > Quanto al resto, mi spiace per il vostro
    > fatturato ma non avete ancora capito come sta
    > girando il mondo. Grazie alla crisi che le vostre
    > amiche banche e i vostri amici finanzieri con
    > contorno di imprenditori paraculi e economisti in
    > polpe e parrucca hanno innescato, in tutto il
    > mondo stanno tagliando tutto a tutti (salari,
    > posti di lavoro, pensioni, servizi pubblici,
    > speranze e futuri) e la gente di soldi per i
    > vostri prodotti ne ha sempre meno.
    [...]

    Grandissimo Quotone.
    non+autenticato
  • essì, da straquotare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Civil Servant
    > Quanto al resto, mi spiace per il vostro
    > fatturato ma non avete ancora capito come sta
    > girando il mondo.

    L'abbiamo capito tutti, come sta girando, ma non dimenticare cosa succede quando il mondo gira in questo modo: la storia è piena di esempi.

    > Grazie alla crisi che le vostre
    > amiche banche e i vostri amici finanzieri con
    > contorno di imprenditori paraculi e economisti in
    > polpe e parrucca hanno innescato, in tutto il
    > mondo stanno tagliando tutto a tutti (salari,
    > posti di lavoro, pensioni, servizi pubblici,
    > speranze e futuri) e la gente di soldi per i
    > vostri prodotti ne ha sempre meno. Tanto meno un
    > pubblico giovane, che è quello che di media ne
    > consuma di più.

    Questo non è un buon motivo per rubare. Anche perché non stai rubando cibo per non morire di fame.

    > Allo stesso tempo la gente non è
    > disposta, e non lo sarebbe più nemmeno se i soldi
    > li avesse, a pagare quel che può avere gratis,

    Questo è il pensiero comune di qualsiasi ladro.

    > e
    > i concetti stessi di copyright e diritti d'autore
    > sono da rivedere profondamente.

    No, i concetti sono chiarissmi, tra l'altro scritti sulla carta dei diritti umani.
    Ciò che sarebbe da rivedere, eventualmente, sono certi dettagli come le quote di ripartizione e la durata di tali diritti.

    > Dato che come li
    > conosciamo non reggono più, nella realtà sociale
    > sono disfatti, meri cadaveri normativi ai quali
    > pretendete di continuare ad incatenare le
    > persone.

    La lunga mano della legge ha ben più delle catene, a disposizione.

    > Quindi fatevene una ragione, la gente continuerà
    > a scaricare utilizzando tutti i sistemi che i
    > blocchi aguzzeranno l'ingegno per aggirare.

    E le leggi diverranno sempre più aspre. Vediamo chi cede prima?

    > E ce
    > ne sono diversi. Come sta scoprendo il vostro
    > amico Sarkozy, al quale stanno facendo capire che
    > la sua cara HADOPI si sta rivelando un flop
    > clamoroso.

    Peccato, perché il prossimo passo sarà peggiore, per i ladri.

    > Tanto è vero che perfino quel nano
    > malefico lì (ognuno ha il suo) ci sta, come dire,
    > ripensando. E se affonda HADOPI, il modello
    > ideale di tutti i mozzaorecchi del copyright, bye
    > bye...

    Fai pure lo sbruffone, quando ti si presenteranno a casa delle persone in divisa, riderai meno.
    ruppolo
    33147
  • H.E. sta per Home Entertainment? Comunque vorrei sottoporre anche un altro punto di vista. Non abbiamo più i soldini. Voi perdete fatturato, noi guardiamo con apprensione il contatore del gas e tagliamo il superfluo. Potrei stare al freddo e comprarmi l'ultimo cofanetto di Avatar, ma preferisco rinunciare alla visione degli omini blu per non diventare blu io stesso dal congelamento. Detto questo, ci tengo a sottolineare che il fatto che non prenderò suddetto cofanetto, non implica automaticamente che me lo procurerò in altro modo. Come si usa dire di questi tempi, c'è crisi. Non circola moneta nelle nostre tasche. E lo stato e gli enti erogatori di energia non rinunciano alla loro fetta di torta. E da quello che leggo certi giorni, vedo che nessuno vuole rinunciare alla sua fetta di torta. Quindi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Uomo Medio
    > H.E. sta per Home Entertainment? Comunque vorrei
    > sottoporre anche un altro punto di vista. Non
    > abbiamo più i soldini.

    E allora si RINUNCIA. Conosci il significato di tale parola?

    > Voi perdete fatturato, noi
    > guardiamo con apprensione il contatore del gas e
    > tagliamo il superfluo.

    ESATTO!

    > Potrei stare al freddo e
    > comprarmi l'ultimo cofanetto di Avatar, ma
    > preferisco rinunciare alla visione degli omini
    > blu per non diventare blu io stesso dal
    > congelamento.

    Appunto.

    > Detto questo, ci tengo a
    > sottolineare che il fatto che non prenderò
    > suddetto cofanetto, non implica automaticamente
    > che me lo procurerò in altro modo.

    Infatti, nessuno qui sta dicendo che è implicito.

    > Come si usa
    > dire di questi tempi, c'è crisi. Non circola
    > moneta nelle nostre tasche. E lo stato e gli enti
    > erogatori di energia non rinunciano alla loro
    > fetta di torta. E da quello che leggo certi
    > giorni, vedo che nessuno vuole rinunciare alla
    > sua fetta di torta.
    > Quindi?

    Quindi si rinuncia al superfluo! Non stiamo parlando del pane, non stiamo parlando di sopravvivenza! Stiamo parlando di persone che non sanno rinunciare, persone che non si lasciano sfuggire l'occasione per rubare, nemmeno la più piccola. Persone che danno dei ladri agli altri. Ipocriti, insomma. Grandissimi ipocriti, senza alcun rispetto per il prossimo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 dicembre 2010 11.15
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • Sono d'accordo: libertà e diritto d'autore non si possono mescolare, perchè il diritto d'autore è l'antitesi della libertà.



    > Per coloro che giudicano la categoria come
    > disfattisti della libertà di internet, sarebbe
    > bene che queste persone si facessero un esame di
    > coscenza e capire prima loro quanto hanno abusato
    > di internet, e poi giudicare gli
    > altri.

    Noi non abbiamo abusato di internet: l'abbiamo usata per lo scopo per la quale era stata ideata: condividere informazioni.

    Invece, il settore di H.E. ne ha abusato, tentando di trasformarla in una grande pay tv. Così come ha abusato delle tecnologie digitali: avete stravolto i sistemi di registrazione digitale, inventando abominazioni come il DRM, e cercando di piegare un mezzo ai vostri scopi. QUesto è inaccettabile.


    >
    > Non siamo oscurantisti o detrattori di alcuna
    > tecnologia

    Strano, leggendo il vostro forum penserei il contrario.
    http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=...


    > ma vogliamo il rispetto delle regole
    > che in una società civile sono alla base della
    > convivenza.

    Già, e l'avete dimostrato:
    http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=...

    http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=...
    non+autenticato
  • > > Per coloro che giudicano la categoria come
    > > disfattisti della libertà di internet, sarebbe
    > > bene che queste persone si facessero un esame di
    > > coscenza e capire prima loro quanto hanno
    > abusato
    > > di internet, e poi giudicare gli
    > > altri.
    >
    > Noi non abbiamo abusato di internet: l'abbiamo
    > usata per lo scopo per la quale era stata ideata:
    > condividere
    > informazioni.
    >
    Le TUE informazioni, le MIE decido IO se e come condividerle...
    non+autenticato
  • I TUOI dati semmai. (Ad esempio una nuova scoperta conseguente ad una tua ricerca)

    Informazione presuppone comunicazione, che o c'è stata a monte da un esterno verso te (quindi "tue" un corno), o da te verso almeno un soggetto esterno (quindi non più solo "tue").

    Anche le informazioni più riservate di questo mondo hanno almeno un destinatario.
    non+autenticato
  • > Le TUE informazioni, le MIE decido IO se e come
    > condividerle...

    Perfetto : tienitele per TE !
  • a me questa cosa PIACE E MOLTO

    ABBASSO LA PIRATERIA ZOZZONA
    non+autenticato
  • sono d'accordo con la seconda frase: la pirateria è deprecabile

    però mettiamoci d'accordo: se vuoi usare una parola del passato non la stravolgere. Pirata= lucro! Quindi se IO ho l'idea e IO la produco e IO la distribuisco, TU non puoi appropriartene (dire che è tua) e nemmeno venderla senza averla prima comperata DA ME. Ci sto.
    Tra l'altro tra i "pirati" ci stanno spesso le mafie, quindi...
    Ma chi scarica e condivide NON lo fa per lucro, quindi NON è un pirata, e secondo me non fa neppure niente di male, visto che NESSUNO ha ancora dimostrato che a ogni download corrisponde un mancato acquisto.

    Detto questo, sulla prima frase occhio che la cosa riguarda un ambito ben più ampio della pirateria...diventa un controllo del dissenso...poi ao', se ti piace stare (ancora più) a pecora davanti ai governi...son gusti...
    non+autenticato
  • Hai ragione e mi chiedo se quelli che si fanno chiamare "partito pirata" non si tirino la zappa sui piedi, visto che con tale denominazione, si equiparano ai pirati propriamente detti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Saltapecchi o
    > Hai ragione e mi chiedo se quelli che si fanno
    > chiamare "partito pirata" non si tirino la zappa
    > sui piedi, visto che con tale denominazione, si
    > equiparano ai pirati propriamente detti.

    Ma ti sei mai chiesto perche' si equiparano ai pirati ?
    Mi permetto di consigliarti un paio di libri:

    http://www.ibs.it/code/9788886926041/bey-hakim/uto...

    http://www.unilibro.it/find_buy/Scheda/libreria/au...
    krane
    22544
  • - Scritto da: kiolp
    > a me questa cosa PIACE E MOLTO
    >
    > ABBASSO LA PIRATERIA ZOZZONA

    ABBASSO LA MUSICA COMMERCIALE E VIVA LA CREATIVE COMMONS...VIVA JAMENDO.COM
    e per come si stanno comportando questi qua se anche avessi 100 miliardi di dollari ed i brani costassero un centesimo di dollaro...non li comprerei lo stesso...per me possono morire di fame...cosi' imparano a rispettare i diritti civili, il mercato ed a far prevalere il buon senso sull'egoismo...devono fallire tutti...quelli che hanno come sola etica quella del dio danaro...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky
    > - Scritto da: kiolp
    > > a me questa cosa PIACE E MOLTO

    > > ABBASSO LA PIRATERIA ZOZZONA

    > ABBASSO LA MUSICA COMMERCIALE E VIVA LA CREATIVE
    > COMMONS...VIVA JAMENDO.COM
    > e per come si stanno comportando questi qua se
    > anche avessi 100 miliardi di dollari ed i brani
    > costassero un centesimo di dollaro...non li
    > comprerei lo stesso...per me possono morire di
    > fame...cosi' imparano a rispettare i diritti
    > civili, il mercato ed a far prevalere il buon
    > senso sull'egoismo...devono fallire
    > tutti...quelli che hanno come sola etica quella
    > del dio danaro...

    Purtroppo non muoiono di fame perche' li foraggi ogni volta che compri una macchina fotografica o un hard disc, ci vuole proprio il linciaggio !Arrabbiato
    krane
    22544
  • - Scritto da: Franky
    > ABBASSO LA MUSICA COMMERCIALE E VIVA LA CREATIVE
    > COMMONS...VIVA JAMENDO.COM

    Innamorato
  • E tu che parli tanto, quanti brani hai prodotto? O sei solo un parassita?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > E tu che parli tanto, quanti brani hai prodotto?
    > O sei solo un parassita?

    E tu con quanti cantanti hai parlato ? Com'e' che sono proprio i cantanti, soprattutto quelli giovani, a dire di copiare i propri brani ?
    krane
    22544
  • Su FreenetOcchiolino
    E poi voglio vedere proprio come faranno ad oscurarli...
  • è facile oscurare anche quelli ormai. Basta applicare la patch di kirs che molti data center governativi hanno ormai. è questione di mesi ma la applicheranno.
    non+autenticato
  • la cosa? link?
    non+autenticato
  • - Scritto da: kiolp
    > è facile oscurare anche quelli ormai. Basta
    > applicare la patch di kirs che molti data center
    > governativi hanno ormai. è questione di mesi ma
    > la
    > applicheranno.

    Delle due:
    1) stai trollando
    2) non sai minimamente di cosa stai parlando
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)