Alfonso Maruccia

Olanda, per la legalizzazione del P2P

Artisti olandesi propongono una licenza volontaria collettiva per compensare la condivisione dei contenuti audiovisivi tramite P2P. Attività che diverrebbe completamente legale per uso privato

Roma - Le organizzazioni degli artisti si schierano contro il governo e la sua intenzione di modificare la tradizionale posizione olandese rispetto al file sharing. Scaricare contenuti multimediali è attualmente permesso in Olanda ma il governo vuole eliminare questa concessione. Due organizzazioni degli artisti rispondono proponendo la legalizzazione del P2P, con l'istituzione di un sistema di "equo compenso" da estendere - in un secondo tempo - anche agli ISP.

La libertà dei consumatori su Internet è il diritto essenziale da proteggere, dicono le organizzazioni nel comunicato che annuncia la controproposta pro-P2P, e per questo si prevede la legalizzazione dei sistemi di condivisione in due fasi successive: nella prima l'imposta aggiuntiva attualmente presente sui supporti vergini verrà sostituita da una tassa sui dispositivi multimediali portatili e dell'elettronica di consumo in grado di riprodurre i contenuti.

Smartphone, iPod, lettori MP3 e televisori verrebbero a costare cinque euro in più, dice la proposta, e il denaro raccolto con la nuova tassa andrebbe equamente ripartito tra artisti e proprietari del diritto d'autore. Resterebbero fuori dalla legalizzazione i contenuti come ebook, software e videogiochi.
Quando infine il P2P sarà diventato ancora più diffuso e comune di quanto lo sia adesso, dicono gli artisti, la tassa aggiuntiva verrà trasformata in un contributo generale da addebitare alla somma necessaria a pagare la connessione a Internet. Il P2P per scopi commerciali resterà escluso dalla legalizzazione, dicono le organizzazioni.

La licenza volontaria collettiva in salsa olandese dovrà ovviamente scontrarsi con la ritrosia dell'industria dei contenuti, per non parlare di chi ha iniziato a fare del business con contenuti digitali "legittimi", chi sviluppa dispositivi multimediali e gli ISP. Resta lo spiraglio di un'evoluzione delle leggi olandesi in direzione progressista, processo favorito da sentenze come quella che ha recentemente stabilito la convenienza dei download illegali rispetto al contrasto del download a scrocco.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàCopyright, Usenet è quasi innocenteGiudizio finale per la lunga contesa tra un servizio di "indexing" olandese e uno studio cinematografico: indicare dove poter scaricare contenuti "illegali" non è reato. Promuovere gli upload, invece, non si fa
  • AttualitàMaroni, il ministro è un pirataIl reggente del dicastero degli Interni torna a parlare di P2P. Ribadendo il suo utilizzo del file sharing. Fimi piccata, Agorà Digitale chiede l'appoggio della proposta di legge sulle licenze collettive estese
  • AttualitàAGCOM, indagine sul file sharingL'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha pubblicato uno studio conoscitivo che mira a fare il punto su pirateria e regolamentazione nazionale. In controtendenza con i paesi più impegnati nella lotta per il diritto d'autore
  • Diritto & InternetScambioEtico: urgente legalizzare il P2PIn seguito alle manifestazioni in quattro città italiane, ScambioEtico.org prepara una lettera per il Governo già sottoscritta da alcuni gruppi. Per chiedere che la proposta di legalizzazione del P2P non rimanga ferma in Parlamento
  • BusinessFrancia, licenza di condividereUna proposta per traghettare la condivisione online nel quadro della legalità
  • AttualitàStallman: mecenatismo, non disconnessioniUna proposta per arrestare la dottrina Sarkozy. Il netizen potrà scambiare e condividere di tutto e di più, a prezzo di un contributo fisso. Ciascuno sceglierà come ripartirlo fra gli artisti. Per creare un mercato più equo
48 Commenti alla Notizia Olanda, per la legalizzazione del P2P
Ordina
  • non ci si potrà + fare le canne ... ma continua a regalare qualche piccola soddisfazione!
    non+autenticato
  • - Scritto da: hp sucks
    > non ci si potrà + fare le canne ... ma continua a
    > regalare qualche piccola
    > soddisfazione!

    Non si potrà più? Che dici!
  • > Non si potrà più? Che dici!

    Dice che in Olanda sono stufi dei turisti della canna.
    C'è una proposta di legge per vietare l'accesso ai coffe shops agli stranieri
    guast
    1319
  • - Scritto da: guast
    > > Non si potrà più? Che dici!
    >
    > Dice che in Olanda sono stufi dei turisti della
    > canna.
    > C'è una proposta di legge per vietare l'accesso
    > ai coffe shops agli
    > stranieri

    E i turisti della tromba invece?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: guast
    > > > Non si potrà più? Che dici!
    > >
    > > Dice che in Olanda sono stufi dei turisti della
    > > canna.
    > > C'è una proposta di legge per vietare l'accesso
    > > ai coffe shops agli
    > > stranieri
    >
    > E i turisti della tromba invece?

    Quelli sono gia stati parecchio ridimensionati.
    Da quant'è che non ci vai?
  • Sarebbe la versione Olandese dell'"equo compenso" italiano....(non uso un altro termine che sarebbe un po più offensivo...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sarebbe la versione Olandese dell'"equo compenso"
    > italiano....(non uso un altro termine che sarebbe
    > un po più
    > offensivo...)
    si , ma con fini modalita' ed evoluzione DEL TUTTO DIVERSI
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sarebbe la versione Olandese dell'"equo compenso"
    > italiano....(non uso un altro termine che sarebbe
    > un po più
    > offensivo...)

    già
    non+autenticato
  • Più banalmente, basterebbe eliminare la vendita dei contenuti, e si risolverebbe tutto: l'industria dei contenuti sparirebbe, e non ci sarebbero più ostacoli.

    Tanto, con questo nuovo modello, la produzione "industriale" di contenuti diventa del tutto inutile.
    non+autenticato
  • basterebbe che si accontentassero di vedere il cd come promozione per i concerti Sorride
    ma quando mai Triste
    non+autenticato
  • Possono accadere due cose:
    1) Le majors rinunciano alla vendita dei brani, li rendono gratuiti, e puntano tutto sui concerti. Così loro guadagnano, noi possiamo scaricare e siamo tutti contenti.

    2) Le majors continuano a puntare sulla vendita dei cd, falliscono perchè tutti li scaricano, i vecchi artisti spariscono dalla scena, i nuovi artisti, per non fare la stessa fine, non avranno altra scelta che fare i concerti e distribuire i loro cd gratis.

    In entrambi i casi, il risultato è uguale... chi si adatta, sopravvive, chi non si adatta, si estingue.
    non+autenticato
  • speriamo Sorride
    purtroppo mi ricorda un po' la fiducia nell'inevitabilità della rivoluzione in marx... Triste
    ripeto, speriamo Sorride
    io il mio contributo ce lo metto A bocca aperta

    http://www.youtube.com/watch?v=_izhwx2yWl0

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • perché:

    - il cantantucolo può non meritare una lira
    - la *musica* può essere *rumore* e il film peggio di un filmino amatoriale

    se si sovvenzionano gli incapaci, essi toglieranno spazio agli artisti autentici

    - se io non compro, una ragione ci sarà, ed è:

    - A: non ho i soldi
    - B: eh! ma chi è questo? Beethoven era musicista, non questo qui

    e non voglio foraggiare emeriti incapaci, che oltretutto:

    basano il loro lucro sull'ignoranza musicale diffusa che fa sì che il 90% della gente non sappia suonarsi da sé un brano anche semplice.

    Ad un ragazzo avvelenato dal tunz-tunz, feci una volta ascoltare Vivaldi (concerto per due mandolini e orchrestra in SOL maggiore); quello rimase estasiato, non sospettava che ci fosse vita oltre il tunz-tunz

    smise di comprare/scaricare il tunz-tunz e si rivolse alla vera musica

    ricordatevi che non è vero che con il file sharing si mandano in rovina gli artisti: gli incapaci sì, perché non piacciono a nessuno e nessuno vorrà spendere una lira per essi, avendo avuto la possibilità di verificare quantoi facciano schifo (ecco il terrore dei discografici: il poter scoprire quanto fa schifo un disco prima di comprarlo, mentre essi preferirebbero fregarti facendotelo scoprire solo dopo aver incamerato i tuoi soldi)
  • > Ad un ragazzo avvelenato dal tunz-tunz, feci una
    > volta ascoltare Vivaldi (concerto per due
    > mandolini e orchrestra in SOL maggiore); quello
    > rimase estasiato, non sospettava che ci fosse
    > vita oltre il
    > tunz-tunz
    >
    > smise di comprare/scaricare il tunz-tunz e si
    > rivolse alla vera
    > musica
    >

    Raro e incredibile... allora i miracoli esistono!:)
    non+autenticato
  • > basano il loro lucro sull'ignoranza musicale
    > diffusa che fa sì che il 90% della gente non
    > sappia suonarsi da sé un brano anche
    > semplice.

    Quoto tutto, ma in particolare questo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > basano il loro lucro sull'ignoranza musicale
    > > diffusa che fa sì che il 90% della gente non
    > > sappia suonarsi da sé un brano anche
    > > semplice.
    >
    > Quoto tutto, ma in particolare questo.

    Se pensiamo che il 99% della gente non sa programmarsi da se' un computer, anche semplice, la cosa e' ancora piu' triste.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > basano il loro lucro sull'ignoranza musicale
    > > > diffusa che fa sì che il 90% della gente non
    > > > sappia suonarsi da sé un brano anche
    > > > semplice.
    > >
    > > Quoto tutto, ma in particolare questo.
    >
    > Se pensiamo che il 99% della gente non sa
    > programmarsi da se' un computer, anche semplice,
    > la cosa e' ancora piu'
    > triste.
    Compresi i paladini del tutto aggratiseA bocca aperta
    non+autenticato
  • > Se pensiamo che il 99% della gente non sa
    > programmarsi da se' un computer, anche semplice,
    > la cosa e' ancora piu'
    > triste.
    Io invece ne sono felice: ci campo. Quando ho iniziato io era difficilissimo entrare nel mondo dei computer: un apple 2 costava piu' di una automobile, non c'era internet e non c'erano libri o riviste italiane che ti aiutassero (gia' un articolo sul bubble sort pareva una cosa avanzatissima). Oggi e' tutto gratis e facile, puoi imparare a sviluppare software scaricandoti tutto da internet (legalmente): dai libri ai corsi al software di sviluppo.
    Mi sarei dunque aspettato che oggi il mercato fosse inflazionatissimo: imparare e' gratis, basta la buona volonta'. Invece di giovani bravi ce ne e' ancora pochino... grazie al cielo (per me Occhiolino )
    non+autenticato
  • In base a quale regola uno che usa il computer deve saperlo programmare?
    Io uso l'automobile, ma non la so certo smontare/rimontare/riparare/modificare
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > In base a quale regola uno che usa il computer
    > deve saperlo programmare?

    In base a nessuna.
    Si stava solo tristemente commentando il fatto che il computer e' probabilmente lo strumento piu' diffuso tra quelli che praticamente nessuno sa usare.

    > Io uso l'automobile, ma non la so certo
    > smontare/rimontare/riparare/modificare

    Certo.
    Ma sai che si puo' smontare, rimontare, riparare, modificare.
    Sai che c'e' differenza tra meccanico, carrozziere, gommista e benzinaio.
    Sai che in autostrada puoi mettere la quinta, mentre quando sei in salita di montagna, vai di prima e seconda.
    Sai che quando il serbatoio e' quasi vuoto devi fare rifornimento, e sai pure se devi metterci benzina o gasolio o gas a seconda del tipo di motore.
    Le sai tutte queste cose, vero?

    Ora fai le debite proporzioni con i possessori di computer.
  • Azz... vero.... supermegaultratriste ma vero... Bella questa cosa degli strumenti utilizzati ma che non si sanno usare;)
    non+autenticato
  • secondo me si trasformerà in una specie di "canone rai".
    Nei giorni scorsi si diceva che <<siccome hai l'elettricità allora automaticamente hai la TV>> (assurda)

    e in questo caso diventerà:
    <<Siccome hai la connessione internet allora è chiaro che scarichi>> (non così assurda Occhiolino )
    e tutti dichiareranno che non scaricano...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Boston George
    > secondo me si trasformerà in una specie di
    > "canone rai".
    > Nei giorni scorsi si diceva che <<siccome hai
    > l'elettricità allora automaticamente hai la TV>>
    > (assurda)

    > e in questo caso diventerà:
    > <<Siccome hai la connessione internet allora è
    > chiaro che scarichi>> (non così assurda Occhiolino )
    > e tutti dichiareranno che non scaricano...

    E perche' ? Io pagherei volentieri una tassa del genere per poter scaricare tutto quello che mi pare.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Boston George
    > > secondo me si trasformerà in una specie di
    > > "canone rai".
    > > Nei giorni scorsi si diceva che <<siccome hai
    > > l'elettricità allora automaticamente hai la TV>>
    > > (assurda)
    >
    > > e in questo caso diventerà:
    > > <<Siccome hai la connessione internet allora è
    > > chiaro che scarichi>> (non così assurda Occhiolino )
    > > e tutti dichiareranno che non scaricano...
    >
    > E perche' ? Io pagherei volentieri una tassa del
    > genere per poter scaricare tutto quello che mi
    > pare.

    E io invece no.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Boston George
    > > > secondo me si trasformerà in una specie di
    > > > "canone rai".
    > > > Nei giorni scorsi si diceva che <<siccome
    > > > hai l'elettricità allora automaticamente
    > > > hai la TV (assurda)

    > > > e in questo caso diventerà:
    > > > <<Siccome hai la connessione internet allora è
    > > > chiaro che scarichi>> (non così assurda Occhiolino )
    > > > e tutti dichiareranno che non scaricano...

    > > E perche' ? Io pagherei volentieri una tassa del
    > > genere per poter scaricare tutto quello che mi
    > > pare.

    > E io invece no.

    Ok litighiamo Arrabbiato
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: Boston George
    > > > > secondo me si trasformerà in una specie di
    > > > > "canone rai".
    > > > > Nei giorni scorsi si diceva che <<siccome
    > > > > hai l'elettricità allora automaticamente
    > > > > hai la TV (assurda)
    >
    > > > > e in questo caso diventerà:
    > > > > <<Siccome hai la connessione internet
    > allora
    > è
    > > > > chiaro che scarichi>> (non così assurda Occhiolino
    > )
    > > > > e tutti dichiareranno che non scaricano...
    >
    > > > E perche' ? Io pagherei volentieri una tassa
    > del
    > > > genere per poter scaricare tutto quello che mi
    > > > pare.
    >
    > > E io invece no.
    >
    > Ok litighiamo Arrabbiato

    Perche'?
    Esiste una semplice soluzione.
    Chi dichiara di voler scaricare mp3 dal mulo paga questi 5 euro ed e' a posto.
    Chi non e' interessato a scaricare quella roba, non li paga.
  • E scarica comunque: non risolviamo nulla.
  • - Scritto da: Valeren
    > E scarica comunque: non risolviamo nulla.

    A quel punto, pero', se chi ha dichiarato di non voler scaricare, e poi scarica, puo' essere incriminato per falso e avrebbero pure ragione.
  • io dichiaro che scaricherò senza pagare A bocca aperta

    poi però dimostratelo Sorride

    ps (tornando IT): a me non piace, l'equo compenso mi fa venire l'orticaria...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 01234

    > io dichiaro che scaricherò senza pagare A bocca aperta
    >
    > poi però dimostratelo Sorride

    Attenzione: si sta paragonando una sottoscrizione al nulla. Anche se volontaria è comunque sempre meglio di nulla.
    FDG
    11001
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: krane
    > > > > - Scritto da: Boston George
    > > > > > secondo me si trasformerà in una specie di
    > > > > > "canone rai".
    > > > > > Nei giorni scorsi si diceva che <<siccome
    > > > > > hai l'elettricità allora automaticamente
    > > > > > hai la TV (assurda)

    > > > > > e in questo caso diventerà:
    > > > > > <<Siccome hai la connessione internet
    > > > > > allora è chiaro che scarichi>> (non così
    > > > > > assurda Occhiolino )
    > > > > > e tutti dichiareranno che non scaricano...
    > > > > E perche' ? Io pagherei volentieri una tassa
    > > > > del genere per poter scaricare tutto quello
    > > > > che mi pare.

    > > > E io invece no.

    > > Ok litighiamo Arrabbiato

    > Perche'?

    Perche' siamo su P.I., vuoi mica parlare civilmenteA bocca aperta ?

    > Esiste una semplice soluzione.
    > Chi dichiara di voler scaricare mp3 dal mulo paga
    > questi 5 euro ed e' a posto.
    > Chi non e' interessato a scaricare quella roba,
    > non li paga.

    Se lo scaricamento fosse legale oltretutto basterebbe un traker di stato con tutto il materiale per distribuire gli introiti della tassa correttamente in percentuali a chi viene scaricato, senza siae da stipendiare ma solo con una macchina che faccia le giuste proporzioni.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Se lo scaricamento fosse legale oltretutto
    > basterebbe un traker di stato con tutto il
    > materiale per distribuire gli introiti della
    > tassa correttamente in percentuali a chi viene
    > scaricato, senza siae da stipendiare ma solo con
    > una macchina che faccia le giuste
    > proporzioni.

    Dopodiche' si' che Califano dovra' richiedere il sussidio per gli artisti.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)