Claudio Tamburrino

Wikileaks uguale terrorismo 2.0?

Le diplomazie, sempre allerta, minimizzano le rivelazioni del sito e lo accusano di terrorismo. Paura e delirio ci sono stati, in effetti, solo nelle ambasciate

Roma - Cablegate, come se ne parla negli States, o "l'undici settembre della diplomazia", come le ha definite Frattini, le attese pubblicazioni di Wikileaks (per il momento, per altro, solo una parte dei 250 mila segreti totali preannunciati) hanno guadagnato la copertina del tedesco Der Spiegel, cinque pagine di approfondimento sul New York Times e le prime pagine di praticamente tutti i giornali del mondo. Spaccando le opinioni tra chi ritiene quello degli attivisti di Wikileaks un atto di libertà, chi parla invece apertamente di terrorismo da parte di malvagi cracker, e chi vorrebbe tutto ridotto a mero gossip.

Wikileaks ha colpito numerosi governi, non limitandosi a quelli occidentali (anche se restano alcuni osservatori che vedono il sito eterodiretto da una mano oscura e orientale opposta ai governi democratici: Al Qaida o qualche altro asso del male). Certo, essendo documenti riservati della diplomazia statunitense colpita è principalmente Washington e la sua rete di relazioni internazionali: alla fine scottata è l'amministrazione di Obama che viene definita, in conseguenza di tutto ciò, dallo stesso Assange come "un regime contro la libertà di stampa".

Fra gli scoop più inquietanti una direttiva classificata spedita nel luglio 2009 da Hillary Clinton a 30 ambasciate con cui chiedeva a nome del Dipartimento di Stato Usa dati personali sui vertici delle Nazioni Unite, comprese le password usate, le chiavi in codice usate per comunicare e anche i dati biometrici.
Eppure fra gli offesi anche organismi non occidentali come i Talebani (che preventivamente hanno avvertito che processeranno eventuali fonti identificate negli scottanti documenti), il Governo libico, e quello iraniano di cui viene svelato, per esempio, un tentativo di assassinare nel gennaio 2010 un presentatore televisivo irano-americano residente a Londra.

Fra i segreti svelati anche la conferma che dietro l'intrusione nei sistemi informatici di Google in Cina c'era, come ipotizzato da Mountain View fin dall'inizio, Pechino. Allo stesso modo il Governo cinese si sarebbe infiltrato a partire nel 2002 nei sistemi informatici statunitensi, del Dalai Lama e di altre aziende americane.

Per l'Italia escono fuori commenti duri dai diplomatici USA. Il ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini, ha iniziato riferendo sulla vicenda che si tratta di "strategie dirette a colpire l'immagine dell'Italia sulla scena internazionale", e ha finito per dire che Assange "vuole distruggere il mondo", esortando "la comunità internazionale a reagire compatta senza commentare e senza retrocedere sul metodo della diplomazia, senza lasciarsi andare a crisi di fiducia, che se diventa sfiducia reciproca può bloccare collaborazioni fondamentali per risolvere grandi situazioni di crisi".

Eppure la questione è ben più ampia, dal momento che più dei segreti svelati, a far male è stata la paura che l'annuncio di Julian Assange ha ingenerato: a poche ore dall'orario prefissato per la divulgazione dei documenti il sito (già oggetto di un numero sfidante di contatti) si è trovato sotto attacco Denial of Service ed è andato down per qualche ora. Questo, per altro, non bloccava il suo scopo: documenti erano già stati inviati ad alcuni dei principali quotidiani internazionali (The Guardian, che ha messo su un interessante Database, Der Spiegel, Le Monde e El Pais) che si erano già attivati per pubblicare le scottanti rivelazioni.

Una paura che, peraltro, non ha sconvolto la popolazione come nel caso del terrorismo, bensì i governanti colpiti nel loro nucleo di privacy e segretezza che proprio nella diplomazia ha sempre avuto la sua maggiore esemplificazione. Tanto che, per esempio, paesi attenti al controllo dell'informazione come la Cina protrebbero temere che anche solo l'eco delle divulgazioni di Wikileaks possa spingere i suoi cittadini a farsi domande pericolose; l'Australia ha detto di star pensando se avviare procedure penali nei confronti dei responsabili delle divulgazioni (Assange ha passaporto aussie); Washington, invece, continua a condannare l'operato del sito, in quanto metterebbe in pericolo le vite dei diplomatici: il presidente dell'House Homeland Security Committee, Peter King, ha chiesto anche che Wikileaks fosse identificata ufficialmente come "organizzazione terroristica" e di "processare Assange per spionaggio".

Come ha detto William Gibson, in un discorso quanto mai lungimirante, si tratta di nuovi mezzi contrapposti a modi tradizionali di gestione del potere: "le verità potranno essere già rivelate o essere destinate a venire alla luce prima o poi. ╚ qualcosa che vorrei sottoporre all'attenzione di ogni uomo di stato, leader politico e dirigente d'azienda: il futuro, alla fine, vi porterà allo scoperto. Non riuscirete a mantenere i vostri segreti. Il futuro, maneggiando strumenti di trasparenza inimmaginabili, l'avrà vinta su di voi. Alla fine, quello che avrete fatto sarà sotto gli occhi di tutti".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
256 Commenti alla Notizia Wikileaks uguale terrorismo 2.0?
Ordina
  • - Scritto da: Darth Vader
    > http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli
    >
    > E muti.

    Ah, dienticavo: non parla di Italia ma di BERLUSCONI.

    Ancora più muti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli
    >
    > E muti.

    http://www.disinformazione.it/clinton.htm

    Sicuramente una persona pura e degna della massima fiducia, quando dice una cosa lui puoi essere sicuro che e' la cristallina verita'!
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Darth Vader
    > >
    > http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli
    > >
    > > E muti.
    >
    > http://www.disinformazione.it/clinton.htm
    >
    > Sicuramente una persona pura e degna della
    > massima fiducia, quando dice una cosa lui puoi
    > essere sicuro che e' la cristallina
    > verita'!

    qualche anno fa tutti nel centrosinistra ad osannare la Clinton e Obama come il ticket perfetto. I nuovi fari luminosi della democrazia mondiale.

    Basta un mezzo complimento a Berlusconi ed ecco che la Clinton diventa campionessa di disinformazione.

    Certo che voi antiberlusconiani siete impagabili. Se la realtà non si accorda con le vostr idee, tanto peggio per la realtà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Darth Vader

    > http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli

    > > > E muti.

    > > http://www.disinformazione.it/clinton.htm

    > > Sicuramente una persona pura e degna della
    > > massima fiducia, quando dice una cosa lui puoi
    > > essere sicuro che e' la cristallina verita'!

    > qualche anno fa tutti nel centrosinistra ad
    > osannare la Clinton e Obama come il ticket
    > perfetto. I nuovi fari luminosi della democrazia
    > mondiale.

    > Basta un mezzo complimento a Berlusconi ed ecco
    > che la Clinton diventa campionessa di
    > disinformazione.

    > Certo che voi antiberlusconiani siete impagabili.
    > Se la realtà non si accorda con le vostr idee,
    > tanto peggio per la realtà.

    Ma perche' pensi che tutti quelli con cui parli siano antiberlusconiani ? Solo perche' pongono domande ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    >
    > Ma perche' pensi che tutti quelli con cui parli
    > siano antiberlusconiani ? Solo perche' pongono
    > domande
    > ?

    Guarda, io capisco che uno è antiberlusconiano da una cosa sola: parla in continuazione di Berlusconi.

    Chi vota Berlusconi (il termine "berlusconiano" non esiste) non ne parla quasi mai.

    Mi pare che qui ci sia una sola categoria di persone che è andata a spulciare sui report di Wikileaks per capire cosa dicevano, indovina un po' di chi, di Berlusconi. Io onestamente non l'ho fatto. Perché non me ne frega niente. Io sono contento che abbiano approvato la riforma del federalismo, della scuola, dell'università, che abbiano reintrodotto il nucleare, che non abbiano fatto il matrimonio gay / DICO / PACS, che abbiano arrestato 4000 mafiosi tra cui 28 dei 30 più pericolosi, che abbiano fermato gli sbarchi di clandestini a Lampedusa, che i dipendenti pubblici non siano più assenti dal posto di lavoro a farsi i fatti propri o un secondo lavoro, che abbiamo patito la crisi meno di quanto ci si sarebbe aspettati in un paese con il nostro debito pubblico...

    Non me ne frega niente di chi lo ha fatto, né di chi si porta a letto chi lo ha fatto.

    Ti ricordi lo spot contro l'omofobia? Quello con la voce che dice: ti interessa di che orientamento sessuale è il chirurgo che ti opera? Bene: a me del bunga bunga o delle D'Addario non me ne frega niente.

    Poi, se vuoi, discutiamo di quello che non è stato fatto. E protestiamo pure insieme. Qui, invece, il dibattito politico è da 2 anni che si è avvitato sulle indiscrezioni e invenzioni pruriginose e immobiliari di Repubblica, Santoro, Travaglio, Gabanelli e compagnia cantante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > - Scritto da: krane

    > > Ma perche' pensi che tutti quelli con cui parli
    > > siano antiberlusconiani ? Solo perche' pongono
    > > domande ?

    > Guarda, io capisco che uno è antiberlusconiano da
    > una cosa sola: parla in continuazione di
    > Berlusconi.

    Quindi tu sei evidentemente antiberlusconiano Rotola dal ridere
    La risposta seria a domani, sto uscendo, buona serata.




    > Chi vota Berlusconi (il termine "berlusconiano"
    > non esiste) non ne parla quasi
    > mai.
    >
    > Mi pare che qui ci sia una sola categoria di
    > persone che è andata a spulciare sui report di
    > Wikileaks per capire cosa dicevano, indovina un
    > po' di chi, di Berlusconi. Io onestamente non
    > l'ho fatto. Perché non me ne frega niente. Io
    > sono contento che abbiano approvato la riforma
    > del federalismo, della scuola, dell'università,
    > che abbiano reintrodotto il nucleare, che non
    > abbiano fatto il matrimonio gay / DICO / PACS,
    > che abbiano arrestato 4000 mafiosi tra cui 28 dei
    > 30 più pericolosi, che abbiano fermato gli
    > sbarchi di clandestini a Lampedusa, che i
    > dipendenti pubblici non siano più assenti dal
    > posto di lavoro a farsi i fatti propri o un
    > secondo lavoro, che abbiamo patito la crisi meno
    > di quanto ci si sarebbe aspettati in un paese con
    > il nostro debito
    > pubblico...
    >
    > Non me ne frega niente di chi lo ha fatto, né di
    > chi si porta a letto chi lo ha
    > fatto.
    >
    > Ti ricordi lo spot contro l'omofobia? Quello con
    > la voce che dice: ti interessa di che
    > orientamento sessuale è il chirurgo che ti opera?
    > Bene: a me del bunga bunga o delle D'Addario non
    > me ne frega
    > niente.
    >
    > Poi, se vuoi, discutiamo di quello che non è
    > stato fatto. E protestiamo pure insieme. Qui,
    > invece, il dibattito politico è da 2 anni che si
    > è avvitato sulle indiscrezioni e invenzioni
    > pruriginose e immobiliari di Repubblica, Santoro,
    > Travaglio, Gabanelli e compagnia
    > cantante.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > - Scritto da: krane
    >
    > > > Ma perche' pensi che tutti quelli con cui
    > parli
    > > > siano antiberlusconiani ? Solo perche' pongono
    > > > domande ?
    >
    > > Guarda, io capisco che uno è antiberlusconiano
    > da
    > > una cosa sola: parla in continuazione di
    > > Berlusconi.
    >
    > Quindi tu sei evidentemente antiberlusconiano
    > Rotola dal ridere
    > La risposta seria a domani, sto uscendo, buona
    > serata.
    >
    >
    >
    >
    > > Chi vota Berlusconi (il termine "berlusconiano"
    > > non esiste) non ne parla quasi
    > > mai.
    > >
    > > Mi pare che qui ci sia una sola categoria di
    > > persone che è andata a spulciare sui report di
    > > Wikileaks per capire cosa dicevano, indovina un
    > > po' di chi, di Berlusconi. Io onestamente non
    > > l'ho fatto. Perché non me ne frega niente. Io
    > > sono contento che abbiano approvato la riforma
    > > del federalismo, della scuola, dell'università,
    > > che abbiano reintrodotto il nucleare, che non
    > > abbiano fatto il matrimonio gay / DICO / PACS,
    > > che abbiano arrestato 4000 mafiosi tra cui 28
    > dei
    > > 30 più pericolosi, che abbiano fermato gli
    > > sbarchi di clandestini a Lampedusa, che i
    > > dipendenti pubblici non siano più assenti dal
    > > posto di lavoro a farsi i fatti propri o un
    > > secondo lavoro, che abbiamo patito la crisi meno
    > > di quanto ci si sarebbe aspettati in un paese
    > con
    > > il nostro debito
    > > pubblico...
    > >
    > > Non me ne frega niente di chi lo ha fatto, né di
    > > chi si porta a letto chi lo ha
    > > fatto.
    > >
    > > Ti ricordi lo spot contro l'omofobia? Quello con
    > > la voce che dice: ti interessa di che
    > > orientamento sessuale è il chirurgo che ti
    > opera?
    > > Bene: a me del bunga bunga o delle D'Addario non
    > > me ne frega
    > > niente.
    > >
    > > Poi, se vuoi, discutiamo di quello che non è
    > > stato fatto. E protestiamo pure insieme. Qui,
    > > invece, il dibattito politico è da 2 anni che si
    > > è avvitato sulle indiscrezioni e invenzioni
    > > pruriginose e immobiliari di Repubblica,
    > Santoro,
    > > Travaglio, Gabanelli e compagnia
    > > cantante.

    Guarda che non sono stato io a tirare fuori l'argomento. Io non ho mai nemmeno votato Berlusconi. Io voto lega e ho parlato dei risultati che secondo me ha conseguito il governo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Darth Vader
    > > > - Scritto da: krane

    > > > > Ma perche' pensi che tutti quelli
    > > > > con cui parli siano
    > > > > antiberlusconiani ? Solo perche'
    > > > > pongono domande ?

    > > > Guarda, io capisco che uno è antiberlusconiano
    > > > da una cosa sola: parla in continuazione di
    > > > Berlusconi.

    > > Quindi tu sei evidentemente antiberlusconiano
    > > Rotola dal ridere
    > > La risposta seria a domani, sto uscendo, buona
    > > serata.


    > > > Chi vota Berlusconi (il termine
    > "berlusconiano"
    > > > non esiste) non ne parla quasi
    > > > mai.
    > > >
    > > > Mi pare che qui ci sia una sola categoria di
    > > > persone che è andata a spulciare sui report di
    > > > Wikileaks per capire cosa dicevano, indovina
    > un
    > > > po' di chi, di Berlusconi. Io onestamente non
    > > > l'ho fatto. Perché non me ne frega niente. Io
    > > > sono contento che abbiano approvato la riforma
    > > > del federalismo, della scuola,
    > dell'università,
    > > > che abbiano reintrodotto il nucleare, che non
    > > > abbiano fatto il matrimonio gay / DICO / PACS,
    > > > che abbiano arrestato 4000 mafiosi tra cui 28
    > > dei
    > > > 30 più pericolosi, che abbiano fermato gli
    > > > sbarchi di clandestini a Lampedusa, che i
    > > > dipendenti pubblici non siano più assenti dal
    > > > posto di lavoro a farsi i fatti propri o un
    > > > secondo lavoro, che abbiamo patito la crisi
    > meno
    > > > di quanto ci si sarebbe aspettati in un paese
    > > con
    > > > il nostro debito
    > > > pubblico...
    > > >
    > > > Non me ne frega niente di chi lo ha fatto, né
    > di
    > > > chi si porta a letto chi lo ha
    > > > fatto.
    > > >
    > > > Ti ricordi lo spot contro l'omofobia? Quello
    > con
    > > > la voce che dice: ti interessa di che
    > > > orientamento sessuale è il chirurgo che ti
    > > opera?
    > > > Bene: a me del bunga bunga o delle D'Addario
    > non
    > > > me ne frega
    > > > niente.
    > > >
    > > > Poi, se vuoi, discutiamo di quello che non è
    > > > stato fatto. E protestiamo pure insieme. Qui,
    > > > invece, il dibattito politico è da 2 anni che
    > si
    > > > è avvitato sulle indiscrezioni e invenzioni
    > > > pruriginose e immobiliari di Repubblica,
    > > Santoro,
    > > > Travaglio, Gabanelli e compagnia
    > > > cantante.
    >
    > Guarda che non sono stato io a tirare fuori
    > l'argomento. Io non ho mai nemmeno votato
    > Berlusconi. Io voto lega e ho parlato dei
    > risultati che secondo me ha conseguito il
    > governo.

    A no ? E chi ha messo il link con relativo : E muti Rotola dal ridereRotola dal ridere
    Aprendo un tread appostito ?

    Certo poi il tread prima l'ha aperto quell'antiberlusconiano di Underktaker.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: Darth Vader
    > > > > - Scritto da: krane
    >
    > > > > > Ma perche' pensi che tutti quelli
    > > > > > con cui parli siano
    > > > > > antiberlusconiani ? Solo perche'
    > > > > > pongono domande ?
    >
    > > > > Guarda, io capisco che uno è
    > antiberlusconiano
    > > > > da una cosa sola: parla in continuazione di
    > > > > Berlusconi.
    >
    > > > Quindi tu sei evidentemente antiberlusconiano
    > > > Rotola dal ridere
    > > > La risposta seria a domani, sto uscendo, buona
    > > > serata.
    >
    >
    > > > > Chi vota Berlusconi (il termine
    > > "berlusconiano"
    > > > > non esiste) non ne parla quasi
    > > > > mai.
    > > > >
    > > > > Mi pare che qui ci sia una sola categoria di
    > > > > persone che è andata a spulciare sui report
    > di
    > > > > Wikileaks per capire cosa dicevano, indovina
    > > un
    > > > > po' di chi, di Berlusconi. Io onestamente
    > non
    > > > > l'ho fatto. Perché non me ne frega niente.
    > Io
    > > > > sono contento che abbiano approvato la
    > riforma
    > > > > del federalismo, della scuola,
    > > dell'università,
    > > > > che abbiano reintrodotto il nucleare, che
    > non
    > > > > abbiano fatto il matrimonio gay / DICO /
    > PACS,
    > > > > che abbiano arrestato 4000 mafiosi tra cui
    > 28
    > > > dei
    > > > > 30 più pericolosi, che abbiano fermato gli
    > > > > sbarchi di clandestini a Lampedusa, che i
    > > > > dipendenti pubblici non siano più assenti
    > dal
    > > > > posto di lavoro a farsi i fatti propri o un
    > > > > secondo lavoro, che abbiamo patito la crisi
    > > meno
    > > > > di quanto ci si sarebbe aspettati in un
    > paese
    > > > con
    > > > > il nostro debito
    > > > > pubblico...
    > > > >
    > > > > Non me ne frega niente di chi lo ha fatto,
    > né
    > > di
    > > > > chi si porta a letto chi lo ha
    > > > > fatto.
    > > > >
    > > > > Ti ricordi lo spot contro l'omofobia? Quello
    > > con
    > > > > la voce che dice: ti interessa di che
    > > > > orientamento sessuale è il chirurgo che ti
    > > > opera?
    > > > > Bene: a me del bunga bunga o delle D'Addario
    > > non
    > > > > me ne frega
    > > > > niente.
    > > > >
    > > > > Poi, se vuoi, discutiamo di quello che non è
    > > > > stato fatto. E protestiamo pure insieme.
    > Qui,
    > > > > invece, il dibattito politico è da 2 anni
    > che
    > > si
    > > > > è avvitato sulle indiscrezioni e invenzioni
    > > > > pruriginose e immobiliari di Repubblica,
    > > > Santoro,
    > > > > Travaglio, Gabanelli e compagnia
    > > > > cantante.
    > >
    > > Guarda che non sono stato io a tirare fuori
    > > l'argomento. Io non ho mai nemmeno votato
    > > Berlusconi. Io voto lega e ho parlato dei
    > > risultati che secondo me ha conseguito il
    > > governo.
    >
    > A no ? E chi ha messo il link con relativo : E
    > muti
    > Rotola dal ridereRotola dal ridere
    > Aprendo un tread appostito ?
    >
    > Certo poi il tread prima l'ha aperto
    > quell'antiberlusconiano di
    > Underktaker.

    Bè, dopo una 40ina di post antiberlusconiani, permetti che si dica qualcosa? Ho detto "non ne parla quasi mai" non che non ne parla per niente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    >
    > Guarda, io capisco che uno è antiberlusconiano da
    > una cosa sola: parla in continuazione di
    > Berlusconi.

    Beh, qualsiasi persona dotata di senso civico e onestà non può che essere disgustata da Berlusconi, dal suo operato e da quello del suo governo.
    Quindi lamentarci in continuazione ci viene naturale...

    > Chi vota Berlusconi (il termine "berlusconiano"
    > non esiste) non ne parla quasi
    > mai.

    Soddisfatti voi... comunque di apologeti berlusconiani come te se ne trovano, purtroppo.

    > Mi pare che qui ci sia una sola categoria di
    > persone che è andata a spulciare sui report di
    > Wikileaks per capire cosa dicevano, indovina un
    > po' di chi, di Berlusconi. Io onestamente non
    > l'ho fatto. Perché non me ne frega niente. Io
    > sono contento che abbiano approvato la riforma
    > del federalismo, della scuola, dell'università,
    > che abbiano reintrodotto il nucleare, che non
    > abbiano fatto il matrimonio gay / DICO / PACS,
    > che abbiano arrestato 4000 mafiosi tra cui 28 dei
    > 30 più pericolosi, che abbiano fermato gli
    > sbarchi di clandestini a Lampedusa, che i
    > dipendenti pubblici non siano più assenti dal
    > posto di lavoro a farsi i fatti propri o un
    > secondo lavoro, che abbiamo patito la crisi meno
    > di quanto ci si sarebbe aspettati in un paese con
    > il nostro debito
    > pubblico...

    Tutto quello che credi di sapere sugli argomenti che citi, è sbagliato.
    Sei profondamente disinformato, su tutto. Se ti informassi un minimo al di fuori della TV, ti renderesti conto delle palle che ti hanno raccontato finora.
    Inoltre sei moralmente riprovevole per le tue posizioni sugli immigrati e sulle minoranze.


    > Non me ne frega niente di chi lo ha fatto, né di
    > chi si porta a letto chi lo ha
    > fatto.

    Neanche a noi, non fosse per l'orribile danno di immagine che quell'uomo causa all'Italia tutta. Nel mondo guardano cosa succede all'estero (mica come da noi), e si chiedono COME POSSIAMO avere gente così al governo.

    > Poi, se vuoi, discutiamo di quello che non è
    > stato fatto. E protestiamo pure insieme. Qui,
    > invece, il dibattito politico è da 2 anni che si
    > è avvitato sulle indiscrezioni e invenzioni
    > pruriginose e immobiliari di Repubblica, Santoro,
    > Travaglio, Gabanelli e compagnia
    > cantante.

    Che ridere le invenzioni immobiliari, qual era quel giornale che per tre mesi ha parlato sempre e solo della casa di Fini? (nota: la risposta è contenuta nella domanda)

    OK, basta con le pu**anate.
    Parliamo di corruzione di testimoni, giudici e finanzieri.
    Parliamo di P2, massoneria, conventicole varie che controllano l'economia.
    Parliamo di fondi neri, di società off-shore e degli strani giri di soldi
    Parliamo di collusione con la mafia, di rapporti tra criminalità organizzata e potere politico.
    Parliamo di accordi strategici con la Russia sull'approvvigionamento energetico presi arbitrariamente, senza consultare o informare né il Parlamento né la società civile, né gli alleati (che sono un tantino pissed off). Per conto di chi lavora B.? Cosa gliene viene in tasca?
    Parliamo di depenalizzazione del falso in bilancio, dello scudo fiscale e di tutte le azioni del governo che hanno fatto un favore ai delinquenti.
    Parliamo dello smantellamento dell'istruzione, della polizia, della giustizia, dell'asservimento di tutti i poteri dello Stato ad un unico potere, il Governo.
    Parliamo dello svuotamento della democrazia, con una legge elettorale che toglie ai cittadini il potere di nominare i propri rappresentanti, e lo consegna nelle mani dei partiti.
    Parliamo dello sperpero inaudito dei fondi pubblici, e dello stato pietoso dei servizi pubblici a fronte di tasse mai così elevate.
    Parliamo dell'informazione quasi completamente asservita al governo (e vi lamentate dei 4-giornalisti-4 rimasti a fare veramente giornalismo d'inchiesta)
    Parliamo dell'autorevolezza internazionale del Paese ormai completamente dissipata
    Parliamo di una politica energetica dissennata che ci farà sperperare soldi e tempo in inutili e costose centrali nucleari quando l'unica strada percorribile è quella della riduzione dei consumi e delle energie rinnovabili.
    Parliamo dello smantellamento dell'istruzione pubblica, mentre quella cattolica è sempre più privilegiata.

    Però vorrei anche io che si smettesse di parlare di B., possibilmente perché ce lo siamo finalmente levato dalle palle e si è iniziato a rimediare a vent'anni di guasti.
    Funz
    12995
  • ... Assange ha detto che al prossimo giro colpirà le banche. Ergo è un uomo morto. Gli USA stanno allo scherzo, ma le banche ... figurarsi.
    non+autenticato
  • Qui non si fa che sparlare di Berlusconi, ironizzando sui famosi (o fantomatici) festini, di cui parla (senza avere nulla, se non chiacchiere di seconda mano) l'ambasciatrice USA.

    Non si parla degli ottimi rapporti tenuti da B. con la Libia o la Russia, o di come finalmente l'Italia sia vista come un alleato affidabile, non come il paese bizantino che puntualmente complotta con il nemico (vedi Aidid).
    Oggi la Russia non é pi˙ il nemico con cui i patrioti di sinistra complottavano l'invasione e l'occupazione del nostro paese, forse per questo la sinistra critica Berlusconi: ora che la Russia non é pi˙ il nemico i compagni la odiano.

    Vi faccio notare anche che l'odio antiberlusconiano di cui sono pieni forum, blog e trasmissioni tv puntualmente non resiste nel mondo reale,
    visti i risultati delle ultime elezioni, probabilmente confermati dalle prossime: siete solo quattro gatti con la bocca troppo larga che se la cantano e se la suonano da soli nei forum, masticando e sputando veleno contro un politico che sta cercando di far diventare l'Italia una nazione normale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Undertaker
    > Qui non si fa che sparlare di Berlusconi,
    > ironizzando sui famosi (o fantomatici) festini,
    > di cui parla (senza avere nulla, se non
    > chiacchiere di seconda mano) l'ambasciatrice USA.

    Precisazione del Dipartimento di Stato:

    "Informazioni e valutazioni sono state raccolte consultando anche membri del governo italiano, esponenti della coalizione di maggioranza, nonché gli ambienti imprenditoriali"

    Sull'aggettivo "fantomatico": ma non aveva detto B. che li utilizzava per rilassarsi e che non avrebbe cambiato il suo stile di vita? Se non esistono, come si rilassa, allora?
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: pippuz
    > - Scritto da: Undertaker
    > > Qui non si fa che sparlare di Berlusconi,
    > > ironizzando sui famosi (o fantomatici) festini,
    > > di cui parla (senza avere nulla, se non
    > > chiacchiere di seconda mano) l'ambasciatrice
    > USA.
    >
    > Precisazione del Dipartimento di Stato:
    >
    > "Informazioni e valutazioni sono state raccolte
    > consultando anche membri del governo italiano,
    > esponenti della coalizione di maggioranza,

    Fini e Bocchino?

    nonché
    > gli ambienti
    > imprenditoriali"

    De Benedetti e Della Valle?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippuz
    > - Scritto da: Undertaker
    > > Qui non si fa che sparlare di Berlusconi,
    > > ironizzando sui famosi (o fantomatici) festini,
    > > di cui parla (senza avere nulla, se non
    > > chiacchiere di seconda mano) l'ambasciatrice
    > USA.
    >
    > Precisazione del Dipartimento di Stato:

    Precisazione dell ministro degli esteri USA (Clinton):

    http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli...
    non+autenticato
  • > Precisazione dell ministro degli esteri USA
    > (Clinton):
    >
    > http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli

    Insomma, dai più importanza alle dichiarazioni diplomatiche che si sono dimostrate (com'era prevedibile) un sacco di fregnacce rispetto a documenti ufficiali.

    Inoltre, le parole "sostegno generoso", l' "amicizia", etc. non mi sembrano siano incompatibili con il fatto che B. venga ritenuto "incapace e vanitoso" e "portavoce di Putin".
    pippuz
    1260
  • > Insomma, dai più importanza alle dichiarazioni
    > diplomatiche che si sono dimostrate (com'era
    > prevedibile) un sacco di fregnacce rispetto a
    > documenti
    > ufficiali.
    >

    guarda che gli yankiee pensassero quelle cose dei vari leader politici era intuibile da chiunque fosse un minimo informato e non guardasse il mondo come un eterno scontro fra le forze del bene contro gli orchi di mordor. Quello che ha imbarazzato non è tanto il sapere cosa gli USA pensino quanto il fatto che ci sia un prova che pensino tali cose.

    > Inoltre, le parole "sostegno generoso", l'
    > "amicizia", etc. non mi sembrano siano
    > incompatibili con il fatto che B. venga ritenuto
    > "incapace e vanitoso" e "portavoce di
    > Putin".

    Personalmente mi aspetto che il capo del governo italiano debba fare gli interessi dell'italia e non quelli degli USA. O dobbiamo diventare un protettorato USA per il semplice motivo di far dispetto al berlusco ?
  • - Scritto da: shevathas
    >
    > Personalmente mi aspetto che il capo del governo
    > italiano debba fare gli interessi dell'italia e
    > non quelli degli USA. O dobbiamo diventare un
    > protettorato USA per il semplice motivo di far
    > dispetto al berlusco
    > ?

    E, comunque, lasciami dire che essere considerato il miglior amico degli USA e un amico della Russia non può che farci bene. Fintanto che le aziende italiane prendono commesse in entrambi i paesi... almeno finché non arriva la magistratura a rovinare tutto con le sue inchieste suicide su Finmeccanica.
    non+autenticato
  • > guarda che gli yankiee pensassero quelle cose dei
    > vari leader politici era intuibile da chiunque
    > fosse un minimo informato e non guardasse il
    > mondo come un eterno scontro fra le forze del
    > bene contro gli orchi di mordor. Quello che ha
    > imbarazzato non è tanto il sapere cosa gli USA
    > pensino quanto il fatto che ci sia un prova che
    > pensino tali cose.

    Tutte cose che ho sostenuto in altri post, quindi sono d'accordissimo.

    > Personalmente mi aspetto che il capo del governo
    > italiano debba fare gli interessi dell'italia e
    > non quelli degli USA. O dobbiamo diventare un
    > protettorato USA per il semplice motivo di far
    > dispetto al berlusconi?

    Assolutamente no, mica dico che dobbiamo fare l'interesse degli USA o di altri, solo il nostro. Ci mancherebbe, B. o non B. Solo che non ci si dica che l'immagine internazionale dell'Italia non è mai stata così buona, almeno le fregnacce che ce le risparmino.

    D'altronde non è mica B. che ha iniziato una politica energetica con partner avversi agli USA, succede da (almeno) Mattei in poi.
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: pippuz
    > > Precisazione dell ministro degli esteri USA
    > > (Clinton):
    > >
    > >
    > http://www.corriere.it/politica/10_dicembre_01/cli
    >
    > Insomma, dai più importanza alle dichiarazioni
    > diplomatiche che si sono dimostrate (com'era
    > prevedibile) un sacco di fregnacce rispetto a
    > documenti
    > ufficiali.
    >
    > Inoltre, le parole "sostegno generoso", l'
    > "amicizia", etc. non mi sembrano siano
    > incompatibili con il fatto che B. venga ritenuto
    > "incapace e vanitoso" e "portavoce di
    > Putin".

    Vedi, essere amici Putin non è necessariamente una condizione negativa. Soprattutto nel momento in cui c'è bisogno di qualcuno che faccia da mediatore. "Portavoce" mi sa tanto di invidia.

    Incapace e vanitoso... bè, vedremo dove arriverà la Dibble.
    non+autenticato
  • > Vedi, essere amici Putin non è necessariamente
    > una condizione negativa. Soprattutto nel momento
    > in cui c'è bisogno di qualcuno che faccia da
    > mediatore. "Portavoce" mi sa tanto di
    > invidia.

    Invidia di cosa, scusa?

    Il problema non è di per sé essere amici di Putin, il problema è che spesso non sappiamo neanche di cosa parlino i due, visto che quando si incontrano la parte ufficiale è minima. L'amicizia con Putin diventa un problema nel momento in cui ci sono in mezzo "regali sontuosi", ""misteriosi intermediari". O davvero sei così convinto che B. e P. parlino tra di loro solo nell'interesse dell'Italia e della Russia? Perché allora non rispondono al proprio parlamento (almeno il primo, mi basterebbe) di cosa parlano i due, nonostante le ripetute richieste?
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: pippuz
    > > Vedi, essere amici Putin non è necessariamente
    > > una condizione negativa. Soprattutto nel momento
    > > in cui c'è bisogno di qualcuno che faccia da
    > > mediatore. "Portavoce" mi sa tanto di
    > > invidia.
    >
    > Invidia di cosa, scusa?
    >
    > Il problema non è di per sé essere amici di
    > Putin, il problema è che spesso non sappiamo
    > neanche di cosa parlino i due, visto che quando
    > si incontrano la parte ufficiale è minima.
    > L'amicizia con Putin diventa un problema nel
    > momento in cui ci sono in mezzo "regali
    > sontuosi", ""misteriosi intermediari". O davvero
    > sei così convinto che B. e P. parlino tra di loro
    > solo nell'interesse dell'Italia e della Russia?
    > Perché allora non rispondono al proprio
    > parlamento (almeno il primo, mi basterebbe) di
    > cosa parlano i due, nonostante le ripetute
    > richieste?

    Già, ma se poi l'ENI prende delle comessi in Russia, magari si capisce senza che te lo dicano.
    non+autenticato
  • A noi di quarto ce lo può sucare assange!
    non+autenticato
  • - Scritto da: SSS
    > A noi di quarto ce lo può sucare assange!
    LOL sempre sia lodato Quarto!!!
  • ...Oppure vuole scoraggiare il mondo politico a fare o dire puttanate?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eugenio Odorifero
    > ...Oppure vuole scoraggiare il mondo politico a
    > fare o dire
    > puttanate?

    la seconda forse?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 27 discussioni)