Mauro Vecchio

Facebook e le nuove esistenze social

Annunciate alcune modifiche al profilo di 500 milioni di utenti. Le informazioni personali verranno messe maggiormente in evidenza, così come le fotografie e i gruppi di amici. Per fare dello spazio in blu un nuovo snodo personale

Roma - Ad annunciarlo è stato Mark Zuckerberg in persona, nel corso di una lunga intervista rilasciata al broadcaster statunitense CBS e al suo programma 60 Minutes. Più di mezzo miliardo di utenti di Facebook avrà presto modo di sperimentare alcune significative modifiche al proprio profilo in blu, che potrebbe trasformarsi in maniera ancora più evidente in una sorta di limitato microcosmo dell'esistenza virtuale.

Due i principi basilari adottati dal team di Facebook per questo vasto restyling dei profili. Da un lato, la ricerca di una maggiore enfasi visuale, che metta maggiormente in evidenza l'aspetto fotografico. Dall'altro, una più chiara esposizione di tutte quelle informazioni utili a comprendere il percorso di vita di un utente, al di là dei semplici dati relativi alla nascita, alla professione, all'orientamento politico o religioso.

Informazioni che comunque verranno maggiormente evidenziate in ogni profilo, posizionate al di sotto del nome completo di ciascuno degli utenti. Tra le nuove categorie scelte dai responsabili di Facebook, la filosofia di vita di ognuno, le esperienze professionali accumulate o i progetti - anche amatoriali - intrapresi. In sostanza, un invito a raccontare in maniera più dettagliata la propria esistenza.
Poi, le novità di tipo fotografico. I singoli profili di Facebook saranno decisamente più visivi, con un flusso di immagini che apparirà al di sotto del nome completo e quindi delle informazioni basilari di ciascun utente. Gli amici potranno in pratica osservare le ultime fotografie in cui un iscritto sia stato taggato, senza dover accedere alla specifica sezione dedicata alle fotografie.

Come sottolineato dal CEO Mark Zuckerberg, Facebook cercherà di offrire maggiore risalto agli amici di ogni iscritto, innanzitutto suddividendoli in gruppi personalizzabili. Si tratta dell'ultima novità della feature Groups, che ora darà la possibilità di visualizzare la foto del proprio partner o una serie di elenchi suddivisi per tipologia di rapporto: compagni di stanza, familiari, persino una classifica dei migliori amici.

Il sito in blu ha però deciso di introdurre le ultime modifiche in maniera graduale, probabilmente per evitare rivolte di massa come ad ogni sostanziale revisione grafica introdotta in passato. Gli utenti potranno per ora decidere se aprirsi subito al nuovo profilo o tenersi quello vecchio. Considerato che il passaggio è irreversibile e che prima o poi l'intero popolo di Facebook dovrà trasmigrare verso questa nuova versione dell'esistenza social.

Uno stato d'agitazione ha pervaso alcuni osservatori, date modifiche che porterebbero gli utenti a rivelare un numero ancora maggiore di informazioni personali. Pare che Facebook non abbia previsto alcun cambiamento alle attuali opzioni a tutela della privacy.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàContrappunti/ L'apertura di Facebookdi M. Mantellini - Cambio di passo e di prospettiva? Fino a oggi l'avvento di Facebook non ha cambiato drasticamente il modo di comunicare in Rete. E l'email, la vecchia email, anche questa volta sopravviverà
  • AttualitàLe affinità elettive di FacebookI vertici del sito in blu hanno annunciato il (ri)lancio dei gruppi. Ovvero di una più ristretta cerchia di profili con cui condividere informazioni. Apprezzamenti da parte di EFF: questa è privacy
  • AttualitàFacebook ti legge in facciaAnnunciata una speciale feature che permetterà il riconoscimento automatico dei volti social. Per semplificare la vita di chi tagga. E il sito in blu ha pensato anche a come suggerire pagine ai neofiti
8 Commenti alla Notizia Facebook e le nuove esistenze social
Ordina