Mauro Vecchio

Assange, la strada per l'estradizione

La giustizia britannica ha negato al founder la possibilità di essere rilasciato su cauzione dopo l'arresto. I possibili scenari sul suo trasferimento dalla Svezia agli Stati Uniti. Visa e Mastercard tagliano i ponti finanziari verso il sito

Roma - Julian Paul Assange rimarrà in carcere, almeno fino alla sua prossima apparizione al cospetto della giustizia britannica. A stabilirlo è stato il togato Howard Riddle, che ha negato al founder di Wikileaks la possibilità di essere rilasciato su cauzione. Il trentanovenne di origini australiane resterà così in cella fino al prossimo 14 dicembre, dato uno stile di vita fortemente votato al nomadismo.

Come sottolineato dallo stesso giudice Riddle, ci sarebbero fondati motivi per ritenere che Assange possa non ripresentarsi più in aula, di fatto sfuggendo all'iter processuale che potrebbe concludersi con la sua estradizione in terra svedese. Il founder di Wikileaks si è consegnato questa mattina alla polizia di Londra, arrestato "su appuntamento" dopo l'accusa di molestie sessuali e stupro da parte delle autorità di Svezia.

La strada per l'estradizione.
In seguito alle formalità di rito, Julian Assange è tornato a respingere qualsiasi accusa nei suoi confronti, negando il suo consenso all'estradizione in terra svedese. Il team legale del founder ha sottolineato come le stesse autorità di Svezia non abbiano fornito dettagli sufficienti a dimostrare la sua effettiva colpevolezza. Il timore è che Assange possa venir privato dei suoi diritti e sottoposto ad un processo non affatto equo.
Stando ai tempi standard delle procedure dibattimentali britanniche, il founder di Wikileaks dovrebbe presentarsi per una full hearing entro 21 giorni dall'arresto. Qualora venga estradato in Svezia, Assange rischierebbe successivamente un nuovo trasferimento in terra statunitense. Dal 1960 Stati Uniti e Svezia fanno valere un trattato di cooperazione in casi come quello di Assange.

Alcuni ostacoli potrebbero però rallentare - se non bloccare - l'iter. Il trattato tra i due paesi non prevede infatti reati come quelli indicati dalle autorità a stelle e strisce, che hanno accusato Assange di violazione dell'Espionage Act e dunque di aver attentato alla sicurezza nazionale. Un secondo impedimento potrebbe essere causato dal fatto che le attività del founder di Wikileaks siano avvenute al di fuori del territorio statunitense.

E qui potrebbe profilarsi all'orizzonte un caso molto simile a quello che aveva coinvolto l'hacker Gary McKinnon, reo di essersi intrufolato nei sistemi informatici statunitensi. Come McKinnon, Assange potrebbe ricadere in qualche modo tra le grinfie della giurisdizione a stelle e strisce. I legali del founder hanno già sottolineato come tutto questo abbia a che fare con oscure trame politiche e non con le reali accuse mosse nei confronti del loro assistito.

Finanziamenti bloccati.
Ieri a muoversi sono state le autorità svizzere, che hanno bloccato un conto postale in precedenza aperto da Assange. Ufficialmente, il founder avrebbe fornito false generalità. Le società statunitensi Visa e MasterCard hanno poi provveduto a bloccare qualsiasi trasferimento di denaro verso il sito delle spifferate, in attesa di ulteriori sviluppi nelle indagini.

"Posso usare una carta Visa o Mastercard per il pagamento di pornografia e per supportare i fanatici anti-aborto - ha commentato Jeff Jarvis sul suo blog - per supportare i bigotti omofobici della Proposition 8 e il Klu Klux Klan. Ma non posso usarle per supportare Wikileaks, la trasparenza, il Primo Emendamento e la vera riforma di governo".

Tra blocchi e apparizioni di massa.
Le autorità della Tunisia hanno annunciato il blocco del sito Wikileaks e di tutte quelle fonti alternative relative alle rivelazioni riguardanti il paese africano. Per tutta risposta, gli attivisti di Nawaat.org hanno aperto un sito chiamato Tunileaks - versione locale del sito delle spifferate - già inserito dal governo di Tunisi in una speciale blacklist di siti anti-governativi.

Nel frattempo, lo stesso Assange ha annunciato via Twitter la nascita di più di 300 mirror site di Wikileaks. Calchi perfetti del sito delle spifferate, che dovrebbero impedire il blocco delle pubblicazioni in caso di ulteriori attacchi verso il sito madre. Il team di Wikileaks ha sottolineato come le attività continueranno nonostante il recente arresto di Assange.

"Le società democratiche hanno bisogno di mezzi d'informazione forti, e Wikileaks è uno di questi - si può leggere in un articolo scritto da Assange e pubblicato su The Australian - Essi contribuiscono a far sì che i governi rimangano onesti. Wikileaks ha rivelato alcune scomode verità sulle guerre in Iraq e in Afghanistan e ha divulgato per primo le notizie sulla corruzione delle grandi multinazionali".

"Esistono guerre giuste - ha continuato Assange - C'è chi ha detto che io sono contro la guerra. Per la cronaca, non è così. A volte le nazioni devono andare in guerra, e di guerre giuste ce ne sono. Ma niente è più sbagliato di un governo che mente ai suoi cittadini su quelle guerre e poi chiede agli stessi cittadini di rischiare la propria vita e le proprie tasse per quelle menzogne. Se una guerra è giustificata, allora che si dica la verità, e i cittadini decideranno se appoggiarla".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàContrappunti/ Verità, finzione, Wikileaksdi M. Mantellini - Cos'è il giornalismo? E cos'è il buon giornalismo? E cos'è ancora un servizio reso all'umanità garantendo trasparenza? Un reato, ecco cos'è: lesa maestà dello status quo
  • AttualitàLampi di Cassandra/ Hanno tutti paura di Wikileaks!di M. Calamari - Le ultime notizie non sono buone. E non perché un sito finisce offline o un contratto viene stracciato con motivazioni men che granitiche. Perché un pezzetto della trasparenza conquistata grazie alla Rete si dissolve
  • AttualitàWikileaks, vacanza al confinoIn Svizzera i nuovi server. Assange individuato a Londra. E il senatore Lieberman prepara un decreto destinato a intralciare il giornalismo in genere. Il sito delle soffiate è sotto scacco?
174 Commenti alla Notizia Assange, la strada per l'estradizione
Ordina
  • Con la faccenda Assange la Svezia sta facendo la figura del paese fascista. La sua immagine di paese moderno e progressista macchiata per così poco e per sempre.

    Personalmente, era tra i paesi in cui avrei sempre voluto soggiornare per conoscere e poter apprezzare. Ma ora la sua reputazione mi è irrimediabilmente compromessa.
  • - Scritto da: fiertel91
    > Con la faccenda Assange la Svezia sta facendo la
    > figura del paese fascista. La sua immagine di
    > paese moderno e progressista macchiata per così
    > poco e per
    > sempre.
    >
    > Personalmente, era tra i paesi in cui avrei
    > sempre voluto soggiornare per conoscere e poter
    > apprezzare. Ma ora la sua reputazione mi è
    > irrimediabilmente
    > compromessa.

    non puoi già arrivare al finale della storia e quindi sentirti deluso

    il procedimento penale penso che anche in Svezia sia obbligatorio, casomai ti dovresti scandalizzare se una volta in Svezia fosse estradato negli USA per reati che negli USA debbono ancora essere previsti

    quanto sopra è inverosimile, ma se avvenisse allora sarebbe giusto indignarsi
  • - Scritto da: ChristianTN
    > non puoi già arrivare al finale della storia e
    > quindi sentirti
    > deluso

    Non è presunzione del finale, ma delusione per il presente. L'accanimento al limite della legge contro Assange è di per sè quanto basta per rovinare l'ottima fama della Svezia.
  • - Scritto da: fiertel91
    > - Scritto da: ChristianTN
    > > non puoi già arrivare al finale della storia e
    > > quindi sentirti
    > > deluso
    >
    > Non è presunzione del finale, ma delusione per il
    > presente. L'accanimento al limite della legge
    > contro Assange è di per sè quanto basta per
    > rovinare l'ottima fama della
    > Svezia.

    ma secondo te, avendo i giudici una denuncia per stupro da parte di 2 donne non dovrebbero sentire Assange?

    (permettimi una battuta: basterebbe farlo ministro italiano e potrebbe appellarsi al legittimo impedimento XD)

    se la Svezia usasse questa scusa per poi spedire Assange negli USA allora ci sarebbe da scandalizzarsi
  • - Scritto da: ChristianTN
    > ma secondo te, avendo i giudici una denuncia per
    > stupro da parte di 2 donne non dovrebbero sentire
    > Assange?

    beh vista la gravità ( http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/08/julian-.../ ), cioè un reato estinguibile con una multa da 500€, direi che non vedo questo disperato bisogno di sentirlo, potrebbe anche dire "o ti presenti o ti dichiaro colpevole, paga 1000€"
  • - Scritto da: p4bl0
    > - Scritto da: ChristianTN
    > > ma secondo te, avendo i giudici una denuncia per
    > > stupro da parte di 2 donne non dovrebbero
    > sentire
    > > Assange?
    >
    > beh vista la gravità (
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/08/julian-

    guarda non dubito che il caso contro Assange sia di dimensioni maggiori rispetto al fatto compiuto, quello che dico che probabilmente il sistema Svedese funziona così

    certo è che potrebbero anche andare i magistrati inquirenti a sentirlo in Inghilterra, ma forse questo non è previsto nel loro modis operandi

    facciamo una serie di ipotesi che sono legate al nostro modo di vedere la giustizia

    quindi, prima di indignarmi (personalmente), aspetterei di vedere un'effettiva collisione tra questo procedimento e il desiderio statunitense di metterlo "sotto interrogatorio"
  • guardate che in italia si viene denunciati e condannati per violenza sessuale per molto meno, per i ns giudici "Toccare il braccio ad una collega in maniera lasciva é violenza sessuale provare a baciare la propria moglie o fidanzata senza il suo consenso é violenza sessuale ed in piu con l ultima legge voluta dalla carfagna e company basta una semplice denuncia e ti portano subito dentro perche proprio per questo reato specifico nn sono piu previsti gli arresti domiciliari che, sono previsti per dirne una per il tentato omicidi, per capirsi basta la semplice dichiarazione della persona offesa in barba a tt le leggi penali e costituzionali del ns paese ed a le leggi del buonsenso per essere portati dentro, quindi nn stp,iamoci di quello che succede in svezia
    non+autenticato
  • - Scritto da: topo gigo
    > guardate che in italia si viene denunciati e
    > condannati per violenza sessuale per molto meno,
    > per i ns giudici "Toccare il braccio ad una
    > collega in maniera lasciva é violenza sessuale
    > provare a baciare la propria moglie o fidanzata
    > senza il suo consenso é violenza sessuale ed in
    > piu con l ultima legge voluta dalla carfagna e
    > company basta una semplice denuncia e ti portano
    > subito dentro perche proprio per questo reato
    > specifico nn sono piu previsti gli arresti
    > domiciliari che, sono previsti per dirne una per
    > il tentato omicidi, per capirsi basta la semplice
    > dichiarazione della persona offesa in barba a tt
    > le leggi penali e costituzionali del ns paese ed
    > a le leggi del buonsenso per essere portati
    > dentro, quindi nn stp,iamoci di quello che
    > succede in
    > svezia

    In effetti oggi tutti i reati di "natura sessuale" sono diventati il grande jolly per incastrare chiunque risulti scomodo, fomentare l'odio verso gli stranieri, fare leva sull'opinione pubblica per creare leggi liberticide che annullino i diritti che abbiamo conquistato con anni di civiltà.
    Spero solo che il caso Assange serva a far aprire una seria riflessione su questo fatto.
    non+autenticato
  • Come dicono qui in TOSCANA , gatta ci cova, intervisterei quelle due ragazza per sentire la verità! Ma dai si vete lontano un miglio che è tutto un pretesto.
  • logico che è tutto costruito.
    Dossieraggio, ricordatevi questa parola.
    Cos'è il dossieraggio? E' indagare su di te e costriure ad hoc un dossier compromettente su di te.

    Se non basta, ti mettono un paio di etti di eroina in casa e poi ti suonano al campanello alee 5 di mattina per farti una perquisizione.
    In parole povere, sei fottuto.
    non+autenticato
  • Ma sono venuti apposta con la roba x l'after hour su... perché pensi sempre male! SorrideSorride
    non+autenticato
  • altro che estradizione, la pena di morte ci va per un individuo del genere! ma vi rendete conto che questo folle sarebbe disposto a far scoppiare un conflitto mondiale, pubblicando documenti riservati rubati e farciti con contenuti finti? robe da pazzi...
    non+autenticato
  • E queste cose le hai sentite al TG di Fede o le hai lette sul TGCOM?
    non+autenticato
  • Da bravo, torna a giocare con il lego e lascia le cose serie agli adulti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: johnny trivella
    > altro che estradizione, la pena di morte ci va
    > per un individuo del genere! ma vi rendete conto
    > che questo folle sarebbe disposto a far scoppiare
    > un conflitto mondiale, pubblicando documenti
    > riservati rubati e farciti con contenuti finti?
    > robe da
    > pazzi...

    la trivella ti è scappata di mano e ti si è conficcata nel cervello?
    non+autenticato
  • trolla meno vah
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)