Sempre più videosorvegliati

di V. Frediani (consulentelegaleinformatico.it) - Cosa dice la legge in materia di sorveglianza video e privacy? Quali sono i diritti dei cittadini ripresi da telecamera? Quali le... garanzie? Un quadro della situazione

Roma - La videosorveglianza è uno strumento ad oggi adottato in varie occasioni, spesso a discapito della privacy. Su tale argomento è più volte intervenuto il Garante per la protezione dei dati personali, sanzionando spesso i titolari degli impianti di videosorveglianza per il mancato rispetto dell'obbligo di informativa previsto dall'art. 10 della legge 675/96. Difatti, contemporaneamente all'installazione di telecamere mobili e fisse, all'interno ed all'esterno di ambienti - ed anche se funzionanti per ragioni di sicurezza - il titolare deve informare l'utenza sulla presenza delle telecamere con opportuni cartelli.

Tali cartelli debbono essere ben visibili ed esplicativi della presenza delle telecamere.

Una disciplina specifica in materia di videosorveglianza è stata divulgata dal Garante mediante l'adozione di un Provvedimento generale datato 29 novembre 2000, secondo cui chi intende svolgere attività di videosorveglianza deve osservare delle cautele, seguendo costantemente il principio di proporzionalità tra mezzi impiegati e fini perseguiti.
Primariamente tutti gli interessati devono determinare esattamente le finalità perseguite attraverso la videosorveglianza e verificarne la liceità in base alle norme vigenti (se l'attività è svolta in presenza di un pericolo concreto o per la prevenzione di specifici reati, occorre rispettare le competenze che le leggi assegnano per tali fini solo a determinate amministrazioni pubbliche, prevedendo che alle informazioni raccolte possano accedere solo queste amministrazioni).

Secondariamente, il trattamento dei dati deve avvenire secondo correttezza e per scopi determinati, espliciti e legittimi, e nei casi in cui la legge impone la notificazione al Garante dei trattamenti di dati personali effettuati da determinati soggetti, questi devono indicare, fra le modalità di trattamento, anche la raccolta di informazioni mediante apparecchiature di videosorveglianza.

Occorre rispettare i principi di pertinenza e di non eccedenza, raccogliendo solo i dati strettamente necessari per il raggiungimento delle finalità perseguite, registrando le sole immagini indispensabili, limitando l'angolo visuale delle riprese, evitando - quando non indispensabili - immagini dettagliate, ingrandite o dettagli non rilevanti, e stabilendo in modo conseguente la localizzazione delle telecamere e le modalità di ripresa.

È essenziale fornire alle persone che possono essere suscettibili di riprese, delle indicazioni chiare, anche se sintetiche, che avvertano della presenza di impianti di videosorveglianza. Il titolare del trattamento deve inoltre indicare il periodo di eventuale conservazione delle immagini, prima della loro cancellazione, e prevedere il loro mantenimento solo in relazione a illeciti che si siano verificati o ad indagini delle autorità giudiziarie o di polizia.
Altra fase importante è la designazione per iscritto di soggetti responsabili e incaricati del trattamento dei dati, i quali abbiano accesso esclusivo all'utilizzo degli impianti ed alla visione delle registrazioni.

È da tener presente inoltre che i dati raccolti per determinati fini (ragioni di sicurezza, tutela del patrimonio) non possono essere utilizzati per finalità diverse o ulteriori (come pubblicità, analisi dei comportamenti di consumo) e non possono essere diffusi o comunicati a terzi (salvo che per esigenze di polizia o di giustizia).

Infine, la localizzazione esatta delle telecamere nonché le modalità di ripresa in aderenza alle finalità che hanno suggerito l'installazione del sistema di videosorveglianza, dovranno avvenire nel rispetto dei principi fondamentali fissati dall'art. 9 legge 675/96, specie in ordine alla pertinenza e non eccedenza dei dati rispetto agli scopi perseguiti. Quindi i dati personali oggetto di trattamento devono essere:
a) trattati in modo lecito e secondo correttezza;
b) raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini non incompatibili con tali scopi;
c) esatti e, se necessario, aggiornati;
d) pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
e) conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.

Altro aspetto concerne l'adozione in via preventiva di misure minime di sicurezza al fine di assicurare un corretto uso dei dati, evitando il rischio che gli stessi possano finire nella disponibilità di persone estranee alla struttura o comunque non autorizzate.
In un unico caso, il Garante ha ribadito - come risulta confermato da diverse pronunce in tal senso - che debba considerarsi escluso l'obbligo di adozione delle suddette cautele: difatti qualora l'immagine ripresa non consenta una precisa rappresentazione del soggetto interessato, non andando di fatto a ledere alcun diritto, non sarà necessario uniformarsi a quanto sopra previsto.

dott.ssa Valentina Frediani
www.consulentelegaleinformatico.it
17 Commenti alla Notizia Sempre più videosorvegliati
Ordina
  • Cominciamo a dire un po' i numeri della cosa
    non+autenticato
  • Inizialmente, quando sono comparse le prime telecamere nei punti caldi delle città, si diceva e si assicurava che le immagini riprese venivano memorizzate e archiviate in modo che potessero essere visionate solo nel caso in cui fosse successo qualcosa che ne avesse reso necessaria la visione.
    Ci assicuravano che nessuno poteva osservare le immagini in diretta perchè sarebbe stata una violazione dei diritti all riservatezza delle persone.

    Ora che tutti ci siamo "abituati" alla presenza delle telecamere, i vecchi principi di riservatezza stanno scomparendo piano piano e nessuno accenna più al fatto che le immagini non potrebbero essere visualizzate in diretta.

    Quante volte si vede al telegiornale una qualche centrale operativa in cui gli operatori osservano dalle loro postazioni tutto quello che gli ignari passanti stanno facendo ? E se chi mi sta osservando mi conosce ? E se per caso avessi una relazione affettiva che voglio tenere nascosta ai miei conoscenti ? Possibile che si possa essere spiati in questo modo e non essere nemmeno informati che qualcuno ci sta osservando ?

    E non mi si venga a dire che se non ho nulla da nascondere non mi devo preoccupare. Quì ci sono in ballo i principi fondamentali della libertà dell'individuo. Si tira spesso in ballo il fascismo e il comunismo per parlare della violazione dei diritti umani e delle schedature fatte sulle persone, ma mai nessun regime è arrivato a fare una cosa così vergognosa come quella sta sta facendo in questi ultimi tempi la democrazia.

    Un giorno sui libri di storia leggeremo dei crimini commessi dal fascismo, dal comunismo e ... dalla DEMOCRAZIA.

    Forse la globalizzazione ci sta spingendo ad andare oltre la "democrazie locali" e a cercare una nuova forma di governo che coinvolga di pù la comunità globale per le scelte che sono globali ?

    non+autenticato
  • Non solo ma molte telecamere sono dotate di microfoni potenti !!!! A cosa servono i microfoni?
    non+autenticato
  • Lavoro nel settore della SIcurezza da 13 anni e ti posso dire
    che la questura della mia citta' aveva ed ha tuttora telecamere
    brandeggiabili con zoom ottici che arrivano a contarti i capelli
    in testa.

    Ma non installate ieri , installate nel passato con la trasmissione video su fibra ottica , quando ancora in italia della fibra se ne parlava poco o nulla.
    non+autenticato
  • >
    > Quante volte si vede al telegiornale una
    > qualche centrale operativa in cui gli
    > operatori osservano dalle loro postazioni
    > tutto quello che gli ignari passanti stanno
    > facendo ? E se chi mi sta osservando mi
    > conosce ? E se per caso avessi una relazione
    > affettiva che voglio tenere nascosta ai miei
    > conoscenti ?

    Semplice, non andare in un luogo pubblico.
    allora bisognerebbe togliere tutti i vetri riflettenti o quelli opachi solo da una parte perche' gli altri ti vedono ma tu non li vedi.

    > Possibile che si possa essere
    > spiati in questo modo e non essere nemmeno
    > informati che qualcuno ci sta osservando ?

    Nei luoghi pubblici è cosi', se non ti va bene, ti ricordo allora di eliminare anche: canocchiali e teleobbiettivi.

    > E non mi si venga a dire che se non ho nulla
    > da nascondere non mi devo preoccupare. Quì
    > ci sono in ballo i principi fondamentali
    > della libertà dell'individuo.

    Se hai qualcosa da nascondere vai in un luogo privato.
    A Milano ho sentito che usano le telecamere nei parchi per evitare che entrino teppisti, anche in moto, cosa faresti tu?
    Metteresti vigili? allora sei proprio giovane, quando ci sono i vigili tutti buoni, ma come si girano.....

    > ma mai
    > nessun regime è arrivato a fare una cosa
    > così vergognosa come quella sta sta facendo
    > in questi ultimi tempi la democrazia.

    Mettere una telecamera per proteggere da delinquenti è una cosa vergognosa?

    cosa hanno fatto i vari regimi (che tge giudichi meno vergognose):

    -Gasare le persone
    -Inserirle nei forni crematori
    -Torturarle
    -Omicidi di massa

    Piazza Tienammen (o come si scrive) non ti ricorda qualcosa?

    Se ti capita di ascoltare anche delle canzoni, quando senti cose del tipo:

    Primavera di Praga
    Desaperesidos

    Pensa a cosa si riferiscono.

    > Un giorno sui libri di storia leggeremo dei
    > crimini commessi dal fascismo, dal comunismo
    > e ... dalla DEMOCRAZIA.

    classica trollata politica.
    non+autenticato
  • > Semplice, non andare in un luogo pubblico.
    > allora bisognerebbe togliere tutti i vetri
    > riflettenti o quelli opachi solo da una
    > parte perche' gli altri ti vedono ma tu non
    > li vedi.
    appunto e cosiOcchiolino

    > Se hai qualcosa da nascondere vai in un
    > luogo privato.
    anche liOcchiolino

    > Mettere una telecamera per proteggere da
    > delinquenti è una cosa vergognosa?
    siOcchiolino

    > cosa hanno fatto i vari regimi (che tge
    > giudichi meno vergognose):
    >
    > -Gasare le persone
    > -Inserirle nei forni crematori
    > -Torturarle
    > -Omicidi di massa
    >
    > Piazza Tienammen (o come si scrive) non ti
    > ricorda qualcosa?
    > Se ti capita di ascoltare anche delle
    > canzoni, quando senti cose del tipo:
    >
    > Primavera di Praga
    > Desaperesidos
    >
    > Pensa a cosa si riferiscono.
    un paio d'anni
    ;)

    > > Un giorno sui libri di storia leggeremo
    > dei
    > > crimini commessi dal fascismo, dal
    > comunismo
    > > e ... dalla DEMOCRAZIA.
    >
    > classica trollata politica.
    mi sa tanto che ha un bel po di ragione, quindi
    non+autenticato
  • il decalogo del garante e' molto piu' chiaro di questo articolo. lo trovate qui: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=45...
    non+autenticato
  • > il decalogo del garante e' molto piu' chiaro
    > di questo articolo. lo trovate qui:
    > http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?
    chi lo sta rispettando ?????
    ;)
    non+autenticato
  • Hai qualcosa da nascondere?!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai qualcosa da nascondere?!

    Fattene mettere qualcuna pure a casa, così stai + sicuro
    non+autenticato
  • Ma va a guardare Il Grande Fratello ...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai qualcosa da nascondere?!

    solo chi non ha idee non ha niente da nascondere. ma non sforzarti, pensare e' sconsigliato a chi non e' abituato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Hai qualcosa da nascondere?!
    >
    > solo chi non ha idee non ha niente da
    > nascondere.

    gia'
    poi cambiano comunque i comportamenti
    la tua spontaneita'
    ergo i tuoi diritti vengono limiitati
    non+autenticato

  • > solo chi non ha idee non ha niente da
    > nascondere. ma non sforzarti, pensare e'
    > sconsigliato a chi non e' abituato.

    Ma che problema c'e' , milioni di italiani si drogano di televisione , figurati se si preoccupano di queste cose.

    Il problema si e' posto ora , ma sono anni che siamo spiati da telecamere , ora magari ce ne sono di piu'.
    non+autenticato
  • > Hai qualcosa da nascondere?!
    Parente di Berlusconi o semplice cretino acefalo?
    non+autenticato