Mauro Vecchio

Anonymous e il legittimo cyberdissenso

Il gruppo di attivisti non avrebbe intenzione di rubare dati o di attaccare le infrastrutture critiche di aziende come Visa. Solo di esprimere il proprio disappunto a mezzo DDoS. Non ci sarebbe la loro mano dietro ai disservizi di Amazon

Roma - "Anonymous non è un gruppo di hacker. Siamo comuni cittadini della Rete, motivati da una sensazione collettiva di stanchezza. Siamo stufi di tutte quelle grandi e piccole ingiustizie a cui assistiamo ogni giorno. Nostro attuale obiettivo è quello di stimolare le coscienze su Wikileaks, così come sui subdoli metodi adottati da alcune aziende nel tentativo di compromettere il tranquillo funzionamento del sito".

Così un recente ed insolito comunicato stampa, diramato online dal gruppo di attivisti digitali Anonymous. Un brevissimo manifesto che ha cercato di far luce su natura ed obiettivi della comunità di dissidenti nata nella regione web di 4chan. Azioni del tutto simboliche, quelle finora adottate da Anonymous, espressioni di un "legittimo dissenso" nei confronti di alcune delle aziende a stelle e strisce che avevano in precedenza deciso di tagliare i ponti con il sito delle soffiate.

"Non vogliamo rubare le vostre informazioni personali o i numeri delle vostre carte di credito - si può leggere nel comunicato diramato online - Inoltre non è nostra intenzione attaccare le infrastrutture critiche di società come Visa, Mastercard e PayPal. Il punto di Operation: Payback non è mai stato questo. I nostri sforzi si sono concentrati sui rispettivi siti web, che rappresentano come il volto pubblico di queste aziende".
Anonymous, avanza la cyberguerra?
Le dichiarazioni del gruppo di attivisti sembrano aver come acceso gli animi di altri comuni cittadini della Rete. Stando al parere di alcuni esperti di sicurezza, decine di migliaia di utenti avrebbero scaricato negli ultimi giorni il software necessario agli attacchi. Pare che tra i nuovi obiettivi sia stato incluso anche il sito Moneybookers, competitor britannico di PayPal. Anche questo avrebbe smesso di accettare trasferimenti di denaro nei confronti di Wikileaks.

Se Operation: Payback continua a mietere vittime a mezzo DDoS, l'arresto dello smanettone olandese di 16 anni pare essersi rivelato determinante. Il giovane programmatore avrebbe infatti ricoperto un ruolo fondamentale all'interno del gruppo degli Anonymous, gestendo un server IRC per il coordinamento degli attacchi. L'arresto da parte della polizia olandese avrebbe in sostanza smorzato il furore degli entusiasmi all'interno di Anonymous.

Amazon, interruzioni hardware
Non è stato il "legittimo dissenso" a causare la serie di disservizi che ha colpito i server del retailer statunitense Amazon. Le piattaforme operative in alcuni paesi europei - Regno Unito, Francia, Germania e Italia - sarebbero all'improvviso finite offline a causa di un problema tecnico legato all'hardware della rete di data center nel Vecchio Continente. La mano di Anonymous è dunque da escludere, come inoltre sottolineato dallo stesso comunicato stampa del gruppo.

Gawker, la fuga delle password
Ad agire sarebbe stato un gruppo di presunti attivisti chiamato Gnosis. Tutti i siti appartenenti a Gawker Media (tra cui Gizmodo e il blog ValleyWag) sono stati improvvisamente costretti al silenzio in seguito ad un raid che ha compromesso le credenziali d'accesso di circa 1,5 milioni di utenti. Il braccio armato di Gnosis si è in sostanza intrufolato nel database della società statunitense, costringendo i suoi lettori a cambiare le proprie password d'accesso.

Il movente del gruppo non è attualmente chiaro. C'è chi ha parlato di un collegamento diretto tra Gnosis e gli Anonymous, decisi a colpire Gawker Media per aver condotto una campagna ritenuta denigratoria nei confronti della comunità di 4chan. Tra i dati finiti online ci sarebbero anche una serie di conversazioni tenutesi in chat tra gli editor di Gawker, non particolarmente morbide nei confronti degli Anonymous.

FBI, caccia agli anonimi
Contro il gruppo di cyberdissidenti si starebbero muovendo anche gli agenti del Federal Bureau of Investigation (FBI), in collaborazione con l'unità contro i crimini informatici del Department of Justice (DoJ) statunitense. Gli ostacoli potrebbero essere numerosi, in primis quello relativo alla natura decentrata del gruppo. Un ex-membro del DoJ ha poi sottolineato come la maggior parte dei partecipanti potrebbe essere costituita da ragazzini di 15 o 16 anni, animati da un senso di protesta e operativi in paesi come Belgio e Olanda.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
56 Commenti alla Notizia Anonymous e il legittimo cyberdissenso
Ordina
  • http://www.guardian.co.uk/news/blog/2010/dec/14/wi...

    anche se in verita' non e' ancora detto, gli avvocati svedesi sono ricorsi in appello contro la decisione del giudice, hanno tempo 2 ore

    condizioni della liberta' vigilata:
    200mila sterline come cauzione
    coprifuoco per gran parte del giorno
    un tag elettronico da portare sempre addosso
    l'obbligo di firma al distretto locale ogni giorno alle 6 di sera
    ritiro del passaporto

    comunque la conferma la sapremo tra qualche ora
    non+autenticato
  • Confermata la liberta' condizionata!

    pero' per ora dovra' rimanere in cella fino a che non si trovano 200mila sterline in contanti per la cauzione. (per legge non vengono accettati assegni)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Confermata la liberta' condizionata!
    >
    > pero' per ora dovra' rimanere in cella fino a che
    > non si trovano 200mila sterline in contanti per
    > la cauzione. (per legge non vengono accettati
    > assegni)

    Questa è una buona notizia, le pressioni stanno servendo.
  • Benissimo, ho appena estinto il mio saldo paypal, tra un paio di giorni sarà possibile chiudere il conto. Userò i bonifici bancari delle banche on line per pagare via Internet. Metodo più economico anche se un po’ più lento. Per la libertà c’è WikiLeaks, per tutto il resto c’è paypal.

    Vi invito a diffondere le vostre opinioni sui blog che lo permettono in modo da fare capire alla gente che c'è chi fa una (piccola) azione per difendere la propria liberà e che non siamo tutti pecore del gregge.
  • Finalmente qualcuno che va al nocciolo del problema....Senza far sfoggio di fantomatiche competenze informatiche acquisite su wikipedia...

    In che paese di merda viviamo.....

    - Scritto da: Sandro kensan
    > Benissimo, ho appena estinto il mio saldo paypal,
    > tra un paio di giorni sarà possibile chiudere il
    > conto. Userò i bonifici bancari delle banche on
    > line per pagare via Internet. Metodo più
    > economico anche se un po’ più lento. Per la
    > libertà c’è WikiLeaks, per tutto il resto c’è
    > paypal.
    >
    > Vi invito a diffondere le vostre opinioni sui
    > blog che lo permettono in modo da fare capire
    > alla gente che c'è chi fa una (piccola) azione
    > per difendere la propria liberà e che non siamo
    > tutti pecore del
    > gregge.
    non+autenticato
  • Io eviterei di associare WikiLeaks alla parola libertà, dato che per quanto ne sappiamo hanno la stessa credibilità dei governi che "combattono".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osso
    > Io eviterei di associare WikiLeaks alla parola
    > libertà, dato che per quanto ne sappiamo hanno la
    > stessa credibilità dei governi che
    > "combattono".
    si, si, va bene infatti NESSUNO ha smentito i documenti, ma tutti attaccano Assange, chissà perchè...
    non+autenticato
  • E a te questo basta a ergerli a depositari della verità nonché a paladini della libertà?
    Ti accontenti di poco allora visto che non anno rivelato nulla che già non si sapesse, e visto che i segreti più grossi Assange dice di averli ancora nascosti.
    A me sembra solo un gruppo di potere che cerca di fare pressioni su un altro gruppo di potere, non a caso la Russia di Putin si è subito schierata pro WikiLeaks a difendere la libertà di divulgazione.
    non+autenticato
  • "Anche se detesto quello che dici, difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo." Voltaire.
    non+autenticato
  • > Ti accontenti di poco allora visto che
    > non anno rivelato nulla che già non si sapesse,
    > e visto che i segreti più grossi

    ... ma niente di ché, tipo una decina di migliaia di morti civili in
    Iraq e Afghanistan nascosti da USA e alleati... ma sì, sono bazzecole...

    Ti sembra normale che una persona come Assange debba stare in carcere per una stupidata... queste cose accadono solo nelle peggiori dittature dei paesi non "occidentalizzati".

    Purtroppo l'Occidente (per mantenere i propri privilegi) invece di dare il buon esempio al resto del mondo, ha deciso di seguire a ruota Cina e Iran (tanto per citarne alcune), giocando al ribasso sui diritti umani.
    non+autenticato
  • ma poi, ancora a dire che non ha tirato fuori niente d'eclatante... ma tu wikileaks l'hai conosciuto solo ora, oppure sei un ottenebrato dalla TV e una Femminista.

    Putin non è che si sia "schierato" ma ha semplicemente fatto delle frecciatine contro i paesi che lo criticavano, visto che si stanno comportando allo stesso livello di quei paesi che criticano tanto.
    Sgabbio
    26177
  • Ah certo , tu sapevi anche la storia dell'uranio libico ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osso
    > non anno rivelato

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sandro kensan
    > Benissimo, ho appena estinto il mio saldo paypal

    quindi non potrai iscriverti alla Associazione "il Popolo Viola", per dire.. Sorride
    http://www.ilpopoloviola.eu/drupal/Associazione
    non+autenticato
  • dobbiamo leggerle su altri portali le notizie live?
    Qui parliamo ancora di mininova, roba del secolo scorso, mentre su twitter sta accadendo qualcosa.

    Vabbe, me la vado a leggere altrove.
    non+autenticato
  • http://www.toptechnews.com/news/Gawker-Hack-May-Ri...

    Se ve le devo cercare io, almeno assumetemi, almeno part-time.

    Be smart and fast, it's my motto Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: bingooo
    > http://www.toptechnews.com/news/Gawker-Hack-May-Ri
    >
    > Se ve le devo cercare io, almeno assumetemi,
    > almeno
    > part-time.
    >
    > Be smart and fast, it's my motto Occhiolino
    mah.. in realta' e' molto meglio questo http://thenextweb.com/media/2010/12/13/gawker-hack.../
    non+autenticato
  • sai, ho cercato di leggere con attenzione i link che hai postato

    con molta attenzione

    e sinceramente non ho capito di cosa stessi parlando
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > sai, ho cercato di leggere con attenzione i link
    > che hai postato

    > con molta attenzione

    > e sinceramente non ho capito di cosa stessi
    > parlando

    http://www.ilmioinglese.com/
    non+autenticato
  • ma davvero? una grammatica contrastiva nel 2010?A bocca aperta

    non c'è niente in quegli articoli che si aggiunga a quanto detto in questo pezzo di Mauro

    il trolling invece è liberoSorride
  • Adesso si stanno cacando sotto, saranno stati fraintesi anche loro, come il nano playmobil...
    non+autenticato
  • Chi avrebbe paura, secondo te? Gli anonimi?

    Spero di aver capito male, altrimenti vuol dire che vivi fuori dal mondo.
    non+autenticato
  • Mi sa che lui ha capito male.
    Lascialo giocare con il suo ipad.
    non+autenticato
  • usano questo software: http://sourceforge.net/projects/loic
    ma dovrebbe essere reso anonimo prima di utilizzarlo.
    Si parla di TOR cioè di "Torificare" (Torify) il software prima di utilizzarlo: resta però da vedere quanto più lento sarà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DDoS
    > usano questo software:
    > http://sourceforge.net/projects/loic

    > ma dovrebbe essere reso anonimo prima di
    > utilizzarlo.
    > Si parla di TOR cioè di "Torificare" (Torify) il
    > software prima di utilizzarlo: resta però da
    > vedere quanto più lento sarà.

    La rete Tor non reggerebbe...
    krane
    22544
  • ma infatti mi pare una cazzata

    se sfrutti tor per lanciare il ddos l'unico risultato è che hai dossato torA bocca aperta
    non+autenticato
  • ma allora come lo anonimizzi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: DDoS
    > ma allora come lo anonimizzi?

    Non lo anonimizzi.
    krane
    22544
  • ..tor è una "vpn" gratis che funge come molti "proxy"...semplicemenete usando proxy sparsi per il mondo non occidentalizzato o qualche vpn seria (made in europa)si è anonimi più che ad usare tor
    non+autenticato
  • - Scritto da: artemus
    > ..tor è una "vpn" gratis che funge come molti
    > "proxy"...semplicemenete usando proxy sparsi per
    > il mondo non occidentalizzato o qualche vpn seria
    > (made in europa)si è anonimi più che ad usare
    > tor

    Sei anonimo finche' non arrivano con il mandato da chi ti fornisce la vpn a chiedere il tuo ip.
    krane
    22544
  • - Scritto da: artemus
    > ..tor è una "vpn" gratis che funge come molti
    > "proxy"...semplicemenete usando proxy sparsi per
    > il mondo non occidentalizzato o qualche vpn seria
    > (made in europa)si è anonimi più che ad usare
    > tor

    una VPN e un Proxy sono due cose nettamente diverse.

    Complimenti per lo sfoggio che fate della vostra conoscenza in ambito IT Rotola dal ridere

    In questo forum ci sono due tipi di persone: quelle che ne sanno (almeno un po) e quelli che fanno ridere.

    Tu fai ridere!
    non+autenticato
  • - Scritto da: bingooo
    > - Scritto da: artemus
    > > ..tor è una "vpn" gratis che funge come molti
    > > "proxy"...semplicemenete usando proxy sparsi per
    > > il mondo non occidentalizzato o qualche vpn
    > seria
    > > (made in europa)si è anonimi più che ad usare
    > > tor
    >
    > una VPN e un Proxy sono due cose nettamente
    > diverse.
    >
    > Complimenti per lo sfoggio che fate della vostra
    > conoscenza in ambito IT
    > Rotola dal ridere

    Cioè questo sostiene le VPN servono per essere anonimi quando si naviga in Internet... Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere Ma dove andremo a finire dico io... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: artemus
    > ..tor è una "vpn" gratis che funge come molti
    > "proxy"...semplicemenete usando proxy sparsi per
    > il mondo non occidentalizzato o qualche vpn seria
    > (made in europa)si è anonimi più che ad usare
    > tor

    Ma cosa diavolo vai farneticando ahahha
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: DDoS
    > ma allora come lo anonimizzi?

    ROTFL! Ma su, lascia perdere, lascia i DDOS a chi sa come farli. A bocca aperta

    Parafrasando Marcello Mastroianni ne "I Soliti Ignoti", il cybercrimine è una cosa seria, non è mica per te... te al massimo puoi andare a lavorare. A bocca aperta
    non+autenticato