Alfonso Maruccia

Stallman: Chrome OS è roba da stupidi

L'alfiere del copyleft torna a maltrattare l'idea di un computing "tra le nuvole". Con i dati degli utenti presi in ostaggio dalle multinazionale, e il Governo libero di curiosarci

Roma - Richard Stallman torna a parlare di cloud computing in occasione del lancio di prova di Google Chrome OS: ora come due anni fa, il creatore del progetto GNU e della Free Software Foundation non risparmia le critiche squalificando entrambe le idee (il cloud computing e Chrome OS) come "roba da stupidi". Chi salva i propri dati tra le nuvole telematiche perde per sempre la capacità di esercitarvi il legittimo controllo, dice Stallman.

Stallman aveva già squalificato il cloud computing descrivendolo come una via di mezzo tra "una stupidaggine" e "una campagna di marketing". E ora che Google si è ritagliata il posto di alfiere del computing server-centrico, Mr.GNU ribadisce il concetto ed esprime nuova preoccupazione per le conseguenze che a distribuzione di Chrome OS potrebbe portare con sé.

Al centro del problema c'è sempre la perdita di controllo sui propri dati: "Negli Stati Uniti - dice Stallman al Guardian - perdi addirittura i diritti legai se salvi i tuoi dati su una macchina di un'azienda invece di una di tua proprietà. La polizia ha bisogno di mostrarti un mandato di perquisizione per farsi consegnare i dati da te; ma se i dati sono salvati in un server esterno, le forze dell'ordine possono ottenerli senza nemmeno fartelo presente", o senza presentarsi con un mandato presso gli uffici dell'azienda in oggetto.
Stallman descrive ancora il cloud computing come "un termine pubblicitario privo di un significato reale", una trovata dei markettari di Google e aziende similari che indica piuttosto "un'attitudine" verso il "careless computing" o la tendenza a non dare il giusto peso alla gestione diretta delle proprie informazioni sensibili e/o personali.

E il "careless computing" continuerà a guadagnare adepti, avverte il guru del movimento FOSS, perché "nasce uno stupido ogni minuto". Anche il governo USA è più che interessato a incoraggiare tale tendenza, dice Stallman, così da avere la possibilità di ficcare il naso negli affari dei netizen nordamericani senza dover richiedere il consenso preventivo come prevede la legge.

Le dure parole di biasimo di Stallman fanno il paio con la ritrosia più volte espressa da John Dvorak verso le nuvole di Google - o di qualunque altra azienda attiva nel settore. Nel suo ultimo intervento sull'argomento, il columnist di PC Magazine (ora PCMag.com) mette in parallelo il debutto pubblico di Chrome OS con il "sogno" infranto del network computer, progetto non a caso nato quando Eric Schmidt (attuale CEO di Google) rivestiva il ruolo di CTO presso Sun.

Come si sopravvive alla minaccia del cloud computing contro la riservatezza, e il diritto a farsi i legittimi fatti propri fuori dal controllo invasivo di Internet e dei server remoti? Stallman dice che "finché saremo abbastanza a mantenere il controllo sui nostri dati, avremo ancora questa possibilità. Ed è meglio impegnarsi affinché tale possibilità non sparisca".

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
229 Commenti alla Notizia Stallman: Chrome OS è roba da stupidi
Ordina
  • perché nessuno si chiede quanto valgono le proprie informazioni?

    Troppa gente fa guerre di religione, ma poi è disposto a vendere le proprie informazioni per quattro punti sconto al supermercato ...

    Le proprie informazioni personali contengono di tutto:
    - dove siamo
    - come la pensiamo
    - chi sono i nostri conoscenti, ed il relativo grado di prossimità
    - le nostre idee ed invenzioni
    - i nostri difetti e (perché no?) anche qualche scheletro nell'armadio
    - il nostro stato economico
    - ...
  • Richard Stallman sarà presente all'incontro dal tema "Software Libero: implicazioni etiche e sociali", domenica 19 dicembre alle ore 17 al CSOA La Strada, Via Passino 24, Roma.

    http://guri.hipatia.net/

    http://www.partito-pirata.it/content/richard-m-sta...
  • La soluzione è molto semplice, per condividere dati personali solo con chi vogliamo noi.
    Immaginate il vostro piccolo privato serverino a basso consumo, IP fisso, con mail e web server, a casa vostra. O nella vostra azienda. Le email non passeranno più per alcun server "pubblico", in quanto il pubblico sarete voi stessi.
    I vantaggi del cloud computing li avremo ugualmente senza subirne gli svantaggi, con tanti saluti a Google.

    Quando?

    Non appena lo spazio IPv4 sarà finito, questione di mesi. Date un'occhiata sul sito IANA alla tabella delle assegnazioni degli indirizzi IPv4 e relative date, e avrete il quadro della situazione senza bisogno di leggere alcun commento o articolo sulla questione.
    ruppolo
    33147
  • Parli di uno sheevaplug?

    O di uno di questi:

    http://www.synology.com/enu/index.php

    Se ti serve più potenza.

    Comunque, l'idea è valida.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Parli di uno sheevaplug?
    >
    > O di uno di questi:
    >
    > http://www.synology.com/enu/index.php
    >
    > Se ti serve più potenza.
    >
    > Comunque, l'idea è valida.

    No, non parlo di un NAS da 24 Watt e 19,4dB(A), ancora introvabile in Italia.

    Ma di questo:
    http://www.apple.com/it/macmini/environment.html

    10 Watt e 18 dB(A), con potenza più che sufficiente per qualsiasi esigenza casalinga, ufficio e piccola azienda.
    ruppolo
    33147
  • E ti pareva se non proponevi il modello con la mela sopra.

    Non hai nemmeno preso in considerazione il plug, vero? 5 watt, nessun rumore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > E ti pareva se non proponevi il modello con la
    > mela
    > sopra.
    >
    > Non hai nemmeno preso in considerazione il plug,
    > vero? 5 watt, nessun
    > rumore.

    Non l'ho preso in considerazione in quanto è un prodotto solo hardware, inutilizzabile da chiunque non sia un esperto di Linux, che si compila tutto ciò di cui ha bisogno.

    Come minimo ne servirebbe una versione con server web integrato con cui configurare tutti i servizi, come i server NAS. Inoltre dovrebbe essere già dotato di memoria flash di un po' di GB. Così com'è è solo un giocattolino per nerd.

    Dimenticavo: 99 dollari sono troppi, se paragonato con la Apple TV che ha già 8 GB di flash, wi-fi "n" e alimentatore incorporato, oltre che un telecomando a infrarossi uscite audio ottica e hdmi.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 dicembre 2010 10.55
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • > Dimenticavo: 99 dollari sono troppi, se
    > paragonato con la Apple TV che ha già 8 GB di
    > flash, wi-fi "n" e alimentatore incorporato,
    > oltre che un telecomando a infrarossi uscite
    > audio ottica e
    > hdmi.

    Perchè, apple tv ti fa da server?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > La soluzione è molto semplice, per condividere
    > dati personali solo con chi vogliamo
    > noi.
    > Immaginate il vostro piccolo privato serverino a
    > basso consumo, IP fisso, con mail e web server, a
    > casa vostra.
    [...]
    > situazione senza bisogno di leggere alcun
    > commento o articolo sulla
    > questione.

    Il solo immaginare la quantità di malware che andrà a colpire questi dispositivi mi fa girare la testa, ma vabbe': è un inutile fasciarsi la testa prima di averla rotta.
    Avere indirizzi statici per tutti sarà un cambiamento interessante.
    Cionondimeno io non terrei MAI il server di posta in casa.

    Un saluto
    GTFS
    non+autenticato
  • > Cionondimeno io non terrei MAI il server di posta
    > in
    > casa.

    io invece uso postfix
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede

    > Cionondimeno io non terrei MAI il server di posta
    > in
    > casa.

    Perché?
  • > Immaginate il vostro piccolo privato serverino a
    > basso consumo, IP fisso, con mail e web server, a
    > casa vostra. O nella vostra azienda. Le email non
    > passeranno più per alcun server "pubblico", in
    > quanto il pubblico sarete voi
    > stessi.

    e che differenza c'è se ha ip4? lo raggiungo ugualmente
    non+autenticato
  • - Scritto da: lol
    > > Immaginate il vostro piccolo privato serverino a
    > > basso consumo, IP fisso, con mail e web server,
    > a
    > > casa vostra. O nella vostra azienda. Le email
    > non
    > > passeranno più per alcun server "pubblico", in
    > > quanto il pubblico sarete voi
    > > stessi.
    >
    > e che differenza c'è se ha ip4? lo raggiungo
    > ugualmente

    Che l'IP4 è probabilmente dinamico, anche se è vero che puoi usare no-ip (e simili) abbinato ad un software di sincronizzazione.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 dicembre 2010 17.04
    -----------------------------------------------------------
    Ubunto
    1350
  • Questo Natale fioccheranno lettori di libri elettronici. Una vecchia tecnologia entrerà in molte case, porterà soldi a delle aziende che conteporaneamente hanno investito in pubblicità e pagato pseudogiornalisti.
    Ma cosa leggeranno mai sti sfigati che ricevono il balocco digitale? Leggeranno di più? Pagheranno di meno i libri?

    L'anno prossimo fioccheranno tavolette elettroniche minidotate con MicrosistemiOperativi menomati che dovranno connettersi in rete. Lo stesso orchestrato coacervo di interessi farà incetta di soldi.
    Ma cosa potranno fare i fortunati con il loro nuovo balocco? Qualcosa di nuovo? Potranno salvare il loro video? Potranno scaricare filmini osé? Potranno esplorare le potenzialità HW del balocco installando un linux o scrivendo programmini? Potranno fare qualcosa senza connessione?
    La connessione avrà lo stesso "ridicolo" costo che ha oggi quando senza non si potrà fare nulla?

    No, no, no !!!

    Il cloud-computing riporta la tecnologia informatica all'archetipo mega-server >> client-idiota (anni 80) che permetteva di consultare l'archivio della biblioteca di villa Fabbricotti. Bei tempi. Ma anche altri utenti e processori.

    Un passo indietro con molti vantaggi, ma non per Noi.
    1- arresto della corsa in velocità dei processori
    2- aumento dei compensi ai fornitori di accesso
    3- remunerazione degli investimenti nel potenziamento delle dorsali
    4a- USA monopolista software (cloud)
    4b- USA monopolista networking
    4c- USA monopilista delle informazioni
    5- sottrazione di risorse e strangolamento del movimento Open Source

    Il punto 5 è già in atto, le migliori tastiere e le menti più feconde nel
    circolo Open source (linux e oltre) hanno trovato impiego presso Nokia, Google, Intel, Novell. Mysql è stato assorbito. OpenOffice è stato fagocitato.
    O Linux sfonda ora,
    o il cloud
    ci lascia con le pezze
    e senza pantaloni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Scodinzolin i
    [...]
    > Il cloud-computing riporta la tecnologia
    > informatica all'archetipo mega-server >>
    > client-idiota (anni 80) che permetteva di
    > consultare l'archivio della biblioteca di villa
    > Fabbricotti. Bei tempi. Ma anche altri utenti e
    > processori.
    BBS in versione Hi Tech, e in effetti un Walled Garden e una BS hanno molto in comune.

    > Un passo indietro con molti vantaggi, ma non per
    > Noi.
    > 1- arresto della corsa in velocità dei processori
    Be' no, il cloud tiene i dati, ma l'esecuzione dell'applicazione dipende interamente dal client.

    > 2- aumento dei compensi ai fornitori di accesso
    Oh si. Decisamente.

    > 3- remunerazione degli investimenti nel
    > potenziamento delle
    > dorsali
    Questo è sacrosanto: nessuno posa cavi in fibra solo per bontà d'animo.

    > 4a- USA monopolista software (cloud)
    O Cina, o chiunque altro decida di investire.

    > 4b- USA monopolista networking
    Finché continua ad investire in rete, ma non può crescere in eterno.

    > 4c- USA monopilista delle informazioni
    Finche' il 4b è vero.

    > 5- sottrazione di risorse e strangolamento del
    > movimento Open
    > Source
    Questo accade in continuazione.
    Scrivere software gratis non fa mangiare.
    Fa pubblicità e permette di vendere la propria professionalità, ma il dover essere imprenditori di se stessi non permette il dedicarsi interamente alla scrittura del codice.
    Cosa che si può fare quando si diventa dipendenti (in teoria).

    > Il punto 5 è già in atto, le migliori tastiere e
    > le menti più feconde
    > nel
    > circolo Open source (linux e oltre) hanno trovato
    > impiego presso Nokia, Google, Intel, Novell.
    > Mysql è stato assorbito. OpenOffice è stato
    > fagocitato.

    Ed e' saltato fuori un bel fork, lascia stare.
    > O Linux sfonda ora,
    Sento un leggero tono ironico o e' solo una mia impressione?

    > o il cloud
    > ci lascia con le pezze
    > e senza pantaloni.
    Limitati a non usarlo: è la migliore pubblicità che puoi fare.

    Niente e nessuno mi toglierà il mio PC con il mio sistema operativo ^___^
    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > Niente e nessuno mi toglierà il mio PC con il mio
    > sistema operativo
    > ^___^
    > GT
    Guy linux? Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: Guybrush
    > > Niente e nessuno mi toglierà il mio PC con il
    > mio
    > > sistema operativo
    > > ^___^
    > > GT
    > Guy linux? Occhiolino

    Linux, BeOs, Windows, MacOs... ogni tanto rispolvero il vecchio Dos 6.22... uso quello che mi serve quando mi serve.
    Oltretutto se un virus mi infetta Win attacco il disco a Linux e rimuovo e viceversa.
    Con Chrome 'sto giochetto me lo posso scordare.

    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush

    > Niente e nessuno mi toglierà il mio PC con il mio
    > sistema operativo

    No, ma resterai isolato.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Guybrush

    > > Niente e nessuno mi toglierà il mio PC con il
    > > mio sistema operativo

    > No, ma resterai isolato.

    No, si colleghera' al mio via wireless, ed il mio ad un'altro...
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ruppolo
    > > - Scritto da: Guybrush
    >
    > > > Niente e nessuno mi toglierà il mio PC con il
    > > > mio sistema operativo
    >
    > > No, ma resterai isolato.
    >
    > No, si colleghera' al mio via wireless, ed il mio
    > ad
    > un'altro...

    Reti MESH, queste sconosciute.

    E comunque posso sempre farmi una Virtual Machine con sopra Chrome OS e usarla come bridge per navigare nel walled garden di mountain view senza sporcarmi i file di sistema.

    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > - Scritto da: Guybrush

    > > > > Niente e nessuno mi toglierà il mio PC
    > > > > con il mio sistema operativo
    > > > No, ma resterai isolato.
    >
    > > No, si colleghera' al mio via wireless, ed
    > > il mio ad un'altro...

    > Reti MESH, queste sconosciute.

    Veramente era proprio quello a cui volevo alludere.

    > E comunque posso sempre farmi una Virtual Machine
    > con sopra Chrome OS e usarla come bridge per
    > navigare nel walled garden di mountain view senza
    > sporcarmi i file di sistema.

    Non solo, ma si esce via tor dalla rete anarco privataA bocca aperta

    > GTFS
    krane
    22544
  • Es.: ho un account twitter. Non ci metto fatti personali che non voglia condividere col resto del mondo.

    Il problema è se voglio condividere qualcosa con una cerchia ristretta di persone, come ad esempio foto, messaggi, documenti e così via. Serve una soluzione che garantisca riservatezza.
    FDG
    10946
  • Se consideriamo Twitter come esempio di cloud, allora dobbiamo considerare cloud anche tutti i blog, forum, siti personali etc. che sono stati pubblicati fino ad oggi... Se ragioniamo così, lo stesso concetto di Internet deve essere considerato cloud... e in effetti è così (nei diagrammi solitamente internet viene rappresentato graficamente con una nuvoletta da sempre!)
    Forse... e dico forse... non tutti hanno ben capito il concetto di cloud computing: non è semplicemente la possibilità di salvare contenuti da qualche parte su internet... il tutto è accompagnato da applicazioni che vengono ESEGUITE nella cloud, e che sono disponibili da un qualsiasi computer connesso a internet, indipendentemente dal sistema operativo o dai software installati!
    Esempi: tutti i prodotti Google, Adobe Photoshop Express, Microsoft Live (o come si chiama) e altri che al momento non mi vengono in mente!Con la lingua fuori
    Ciao
    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • - Scritto da: FDG
    > Es.: ho un account twitter. Non ci metto fatti
    > personali che non voglia condividere col resto
    > del
    > mondo.
    >
    > Il problema è se voglio condividere qualcosa con
    > una cerchia ristretta di persone, come ad esempio
    > foto, messaggi, documenti e così via. Serve una
    > soluzione che garantisca
    > riservatezza.

    Io ho risolto con un serverino Mac OS X.
    Gli faccio gestire i DNS, la posta elettronica (ho un MX di backup, se il server dovesse avere problemi), server CalDAV, CardDAV e WebDAV con i quali sincronizzo contatti, calendario e files, il server web su cui ho installato EyeOS, server FTP, AFP e SMB, e infine un server Jabber.
    Con questa semplice soluzione ho tutto sincronizzato con la *mia* nuvola e posso scambiare dati, messaggi e foto con i miei amici più stretti e parenti.
    L'unico limite è la banda. Al momento dispongo di circa 8000/2100 Kbps.
  • E quanto ti è costata la cazzatella ? Diciamo tra hardware e software, immagino munito di regolare licenza...
    non+autenticato
  • - Scritto da: azzista o sessis
    > E quanto ti è costata la cazzatella ? Diciamo tra
    > hardware e software, immagino munito di regolare
    > licenza...

    Circa 600€ usato su ebay.
    Adesso trovami un'altra cazzatella che con un Core 2 Duo da 2.0 GHz e "ben" 2GB di RAM ti gestisce tutti quei servizi e in più ti permette di giocare a Command & Conquer Zero Hour (per un periodo sono stato senza il macbook ed ho usato il server come computer principale)!
  • - Scritto da: Aleph72
    > - Scritto da: azzista o sessis
    > > E quanto ti è costata la cazzatella ? Diciamo
    > tra
    > > hardware e software, immagino munito di regolare
    > > licenza...
    >
    > Circa 600€ usato su ebay.
    > Adesso trovami un'altra cazzatella che con un
    > Core 2 Duo da 2.0 GHz e "ben" 2GB di RAM ti
    > gestisce tutti quei servizi e in più ti permette
    > di giocare a Command & Conquer Zero Hour (per un
    > periodo sono stato senza il macbook ed ho usato
    > il server come computer
    > principale)!

    Pc preso su ebay + linux + wine e spendi meno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Myestic

    > Pc preso su ebay + linux + wine e spendi meno.

    Certo, può essere, ma quanto ci metti a configurare tutti quei servizi?
    Io in 30 minuti scarsi ero operativo.
    Inoltre, con un server Mac Os X, ora ho la possibilità di guardare tutti i film e ascoltare tutta la musica che ho in casa, dovunque mi trovi dal mio iPhone.
    Lascia perdere... è tutto un altro mondo!
  • - Scritto da: Aleph72
    > - Scritto da: Myestic

    > > Pc preso su ebay + linux + wine e spendi meno.

    > Certo, può essere, ma quanto ci metti a
    > configurare tutti quei servizi?
    > Io in 30 minuti scarsi ero operativo.

    Io in 30 minuti sono operativo, un Os X non saprei neanche accenderlo quindi quanto mi ci vorrebbe ? Siamo di nuovo a quanto sai usare bene un sistema.

    > Inoltre, con un server Mac Os X, ora ho la
    > possibilità di guardare tutti i film e ascoltare
    > tutta la musica che ho in casa, dovunque mi trovi
    > dal mio iPhone.

    E credi che sia una magia ? Si fa da una vita.

    > Lascia perdere... è tutto un altro mondo!

    Guarda che e' lo stesso mondo: sotto al tuo Os X c'e' un *nix e gran parte delle cose che fai arrivano da quello strato; per il resto ci sono equivalenti.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Io in 30 minuti sono operativo, un Os X non
    > saprei neanche accenderlo quindi quanto mi ci
    > vorrebbe ? Siamo di nuovo a quanto sai usare bene
    > un
    > sistema.

    Ma certo, non sto mica dicendo il contrario.
    Rispondevo solo a quello della "cazzatina".
    Ah, io OS X Server l'ho visto la prima volta quando l'ho configurato come ho scritto. Non è che lo conoscessi da prima.

    > E credi che sia una magia ? Si fa da una vita.

    Si, ma non in modo così facile ed integrato.
    Checché se ne dica, l'ecosistema Apple esiste e funziona bene.

    > Guarda che e' lo stesso mondo: sotto al tuo Os X
    > c'e' un *nix e gran parte delle cose che fai
    > arrivano da quello strato; per il resto ci sono
    > equivalenti.

    Spiegalo a quello della "cazzatina"...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 dicembre 2010 10.19
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)