Mauro Vecchio

Pisanu, abrogazione e liberazione del WiFi?

Presentato al Senato il disegno di legge n. 2494 per l'abrogazione del contestato articolo 7 del Decreto Pisanu. Incertezza sui tempi dell'iter che dovrebbe portare alla liberalizzazione degli accessi. Ma si pensa a nuove regole

Roma - "L'articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005; n. 155, e successive modificazioni, è abrogato". Recita così il primo comma dell'articolo 3 del disegno di legge n. 2494, presentato al Senato della Repubblica in data 13 dicembre 2010.

Un articolo intitolato accesso ad Internet attraverso tecnologia senza fili, che ha come scopo primario l'abrogazione del contestato articolo 7 del cosiddetto Decreto Pisanu. Ovvero della legge che obbliga gli utenti del Belpaese ad identificarsi con un documento per poter navigare da un Internet point o una caffetteria.

Il nuovo disegno di legge - controfirmato in primis dal ministro degli Interni Roberto Maroni - ha incluso "appesantimenti burocratici dovuti a fotocopiature e archiviazioni dei documenti degli utenti" tra quei fattori "fortemente penalizzanti per lo sviluppo delle nuove tecnologie e degli strumenti del web".
Per poi riportare quanto più volte evidenziato: "in nessun paese occidentale è prevista una normativa tanto rigorosa sull'accesso alle reti Internet, e soprattutto al WiFi". C'è chi ha però sottolineato come il disegno di legge n. 2494 possa difficilmente completare il suo iter prima della fine dell'anno.

Il timore a questo punto è che eccessive lungaggini procedurali possano gettare la futura liberalizzazione del WiFi in una sorta di limbo. Vari disegni di legge verranno presentati in Camera e Senato nella "prospettiva di pervenire ad un giusto equilibrio tra la libertà di comunicazione, lo sviluppo della new economy e idonei standard di sicurezza".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Pisanu, abrogazione e liberazione del WiFi?
Ordina
  • La versione che ho io del Decreto Mille Proroghe dice:

    1.All'articolo 7 del decreto-legge 27 luglio 2005, n . 144, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n . 155, sono apportate le seguenti modifiche :
    a)al comma 1, le parole : «fino al 31 dicembre 2010, chiunque» sono sostituite dalle seguenti : «fino al 31 dicembre 2011, chiunque, quale attività principale,» ; b)i commi 4 e 5 sono soppressi .
    non+autenticato
  • Questo non significa, a mio parere, che dal 1 gennaio possiamo lasciare reti aperte in locali pubblici, senza alcun controllo.
    Provate ad aprire la vostra adsl e lasciarla al libero accesso di chiunque: se attraverso la vostra connessione viene commesso un atto illecito da uno sconosciuto che si collega, la polizia postale si rivolge l'intestatario del contratto di fornitura del servizio. E come si dimostra che non avete commesso voi il reato?
    non+autenticato
  • ... entro la fine dell'anno, il DDL Pisanu è stato comunque prorogato? Altrimenti guardate che decade da solo...
  • A dire il vero sembra che sia stato "liberalizzato il wifi" stando al TG ma rimane l'obbligo di andare in questura per fare un punto d'accesso pubblico... poi vabbè, il tg1 non è affidabile.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > A dire il vero sembra che sia stato
    > "liberalizzato il wifi" stando al TG ma rimane
    > l'obbligo di andare in questura per fare un punto
    > d'accesso pubblico... poi vabbè, il tg1 non è
    > affidabile.

    Eh appunto, aspetto una voce da qualcuno di più competente.
  • Difficilmente il cane molla l'osso.

    L'11 Settembre è stato un ottimo pretesto per togliere ancora più libertà e anonimato al popolo, per arrivare al controllo totale. Siamo schiavi. Moderni, ma schiavi. La storia ci indica la soluzione alla schiavitù: la fuga. Chi può, emigri.
    Non è un caso che ci siano più italiani all'estero che in Italia!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Difficilmente il cane molla l'osso.
    >
    > L'11 Settembre è stato un ottimo pretesto per
    > togliere ancora più libertà e anonimato al
    > popolo, per arrivare al controllo totale. Siamo
    > schiavi. Moderni, ma schiavi. La storia ci indica
    > la soluzione alla schiavitù: la fuga. Chi può,
    > emigri.

    ahahahha
    che fai emigri e apri il tuo negozio all'estero?

    > Non è un caso che ci siano più italiani
    > all'estero che in
    > Italia!

    lasciamo perdere ste analisi fuori dal contesto storico che le hanno create che si fa solo figura di qualunquismo
  • E dai smettila di perseguitare Ruppolo. Cosa ti ha fatto???
    Ogni tanto cambia le tue risposte. Sei ripetitivo e privo di fantasia.

    Buon natale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lollo
    > E dai smettila di perseguitare Ruppolo. Cosa ti
    > ha
    > fatto???

    nulla di nulla, tanto di rispetto a ruppolo che è un utente registrato e non anonimo come molti altri

    > Ogni tanto cambia le tue risposte. Sei ripetitivo
    > e privo di
    > fantasia.

    lol, ti commenti da solo

    >
    > Buon natale.

    anche a te e felice anno nuovo
  • - Scritto da: ruppolo
    > Difficilmente il cane molla l'osso.
    >
    > L'11 Settembre è stato un ottimo pretesto per
    > togliere ancora più libertà e anonimato al
    > popolo, per arrivare al controllo totale. Siamo
    > schiavi. Moderni, ma schiavi. La storia ci indica
    > la soluzione alla schiavitù: la fuga. Chi può,
    > emigri.
    > Non è un caso che ci siano più italiani
    > all'estero che in
    > Italia!

    per andare dove?.. in america col patriot act?
    in olanda o svezia che controllano tutti i collegamenti in entrata od uscita dal loro paese?.. in germania che è simile a noi ma molto piu celere ad applicare le leggi?.. in francia dove si paventa il distaccamento della linea?.. ad oggi non ci sta un posto dove internet è piu libera a parte l'islanda è poche altre realtà marginali economicamente
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream
    > per andare dove?.. in america col patriot act?
    > in olanda o svezia che controllano tutti i
    > collegamenti in entrata od uscita dal loro
    > paese?.. in germania che è simile a noi ma molto
    > piu celere ad applicare le leggi?.. in francia
    > dove si paventa il distaccamento della linea?..
    > ad oggi non ci sta un posto dove internet è piu
    > libera a parte l'islanda è poche altre realtà
    > marginali
    > economicamente

    Nei paradisi fiscali tendono ad esser più liberi anche dal punto di vista di internet.
    Il più vicino a noi è San Marino.
  • Paradiso fiscale San Marino?
    Ormai manco più quello.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Non è un caso che ci siano più italiani
    > all'estero che in Italia!

    Nel solo continente americano (del nord e del sud) ci sono più italiani che in Italia, ma questo perché tanti figli di emigranti hanno voluto mantenere radici con la propria nazione.
    Prenditela con la povertà, il fascismo, le due guerre mondiali e soprattutto l'unità d'italia.
  • > Difficilmente il cane molla l'osso.

    Lo molla molto facilmente, invece, se è troppo ingordo. Non ricordi la nota favoletta?
    http://it.wikipedia.org/wiki/Il_cane_e_l%27osso
    non+autenticato
  • Peccato, ci eravamo illusi. Ora il destino e' segnato: il DDL andra' in commissione dove languira' per mesi, poi qualcuno sosterra' la necessita' di riunire i diversi Disegni di Legge per giungere ad una normativa armonica e bypartisan con conseguente stop del DDL Maroni e cosi', piano, piano si giunge a fine legislatura.
    non+autenticato
  • ho sentito che stanno facendo di tutto per anticipare il voto del ddl per l'università a questa sera cosi da evitare le manifestazioni di domani.
    per quanto riguarda l'abrogazione di questa legge è pronosticabile un ritardo al prossimo anno.

    niente di soprendente insomma da gente che non sa nemmeno pronunciare gugol
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea C.
    > ho sentito che stanno facendo di tutto per
    > anticipare il voto del ddl per l'università a
    > questa sera cosi da evitare le manifestazioni di
    > domani.
    > per quanto riguarda l'abrogazione di questa legge
    > è pronosticabile un ritardo al prossimo
    > anno.
    >
    > niente di soprendente insomma da gente che non sa
    > nemmeno pronunciare
    > gugol

    Senza scendere nel merito delle questioni, ovvero se sono condivisibili o meno le scelte fatte dal governo nel DDL l'unica cosa che voglio dire che mi sembra un attimino più importante la riforma dell'università che non l'abolizione del decreto Pisanu, che può tranquillamente aspettare qualche giorno.
    non+autenticato
  • > mi sembra un attimino più importante la riforma
    > dell'università che non l'abolizione del decreto
    > Pisanu, che può tranquillamente aspettare qualche
    > giorno.
    del resto e' solo dal 2005(*) che sta aspettando... non c'e' fretta.

    (*) in realta' le merdate iniziano nel 2001 con "autorizzazione generale del Ministero nonché il pagamento di un canone. " x le wlan attaccate alla rete pubblica... e poi le idiozie di gasparri e altri (landolfi forse qualcosa di utile l'aveva fatto, ma non il cavare il pisanu)
    non+autenticato
  • La riforma universitaria e della scuola in generale è da molto prima del 2005 che aspetta.
    non+autenticato
  • > (*) in realta' le merdate iniziano nel 2001 con
    > "autorizzazione generale del Ministero nonché il
    > pagamento di un canone. " x le wlan attaccate
    > alla rete pubblica... e poi le idiozie di
    > gasparri e altri (landolfi forse qualcosa di
    > utile l'aveva fatto, ma non il cavare il
    > pisanu)

    L'autorizzazione generale la devi pagare anche se non ti 'attacchi alla rete pubblica'.
    Essa è soggetta al passaggio su suolo pubblico.
    Se invece strutturi l'hiperlan su fondo privato, allora non sei soggetto ad autorizzazione generale nemmeno se ti connetti alla rete pubblica.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)