Claudio Tamburrino

Cina, account iTunes rubati all'asta

Sono in vendita su un sito d'aste online. Nessuno, compresa Apple, ne ha ancora chiesto la rimozione

Roma - Su TaoBao.com, il più grande sito di aste online cinese, sono attualmente in vendita circa 50mila account iTunes legati a carte di credito rubate.

Per ottenere un account iTunes carico i prezzi partono da uno yuan (circa 0,116 euro) per arrivare fino a 200 yuan (circa 23 euro). All'asta possono partecipare anche netizen che non sanno leggere il cinese, grazie a servizi di traduzione delle offerte dell'asta asiatica.

Gli account dovrebbero essere caricati con almeno sette volte il prezzo pagato, per un massimo di circa 150 euro di credito, ma da spendere entro 24 ore dall'acquisto su TaoBao: "Questo tempo è ritenuto limite di sicurezza prima che il legittimo proprietario si accorga che il suo account è stato violato".
Uno dei responsabili del servizio clienti di uno dei rivenditori ammette candidamente che sono legati a carte di credito rubate: "Altrimenti come potrebbero costare così poco?". Ma assicura altresì che, essendo numeri di carte straniere, possono essere tranquillamente utilizzati in Cina. Sottolineando sempre la necessaria velocità nell'utilizzarli.

I responsabili di Taobao riferiscono di non aver ricevuto alcuna notifica da Apple o altri circa le eventuali violazioni costituite dagli account ed è solo per questo che non hanno provveduto alla rimozione del materiale.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Cina, account iTunes rubati all'asta
Ordina