Mauro Vecchio

Pink Floyd, la quiete dopo l'etichetta

Risolte le dispute tra il gruppo britannico ed EMI Music. Quest'ultima distribuirà il catalogo dei quattro per altri cinque anni, anche in versione spacchettata. La vendita dei brani singoli aveva fatto esplodere la guerra legale

Roma - C'è chi non ha risparmiato le critiche più ironiche: Nick Mason, celebre batterista dei Pink Floyd, potrebbe aver esaurito i fondi per la sua collezione di auto da corsa. Il denaro sarebbe dunque alla base dell'improvvisa riappacificazione tra il leggendario gruppo britannico e la loro storica etichetta, la EMI.

Una tregua confermata da un comunicato stampa molto vago, con cui è stato annunciato un nuovo accordo tra "una delle band più popolari del pianeta" e l'etichetta discografica d'Albione. Una stretta di mano che durerà altri cinque anni, con EMI Music che continuerà a distribuire il vasto catalogo dei Pink Floyd.

Secondo gli scarsi dettagli della tregua, qualsiasi disputa legale tra la band e l'etichetta verrà risolta. Un particolare paragrafo del contratto con EMI aveva fatto esplodere il contenzioso: la label non poteva vendere tracce in porzioni singole, sia che si trattasse di un mercato per supporti fissi che di un contesto come quello online.
E un giudice britannico aveva anche dato ragione a Waters e soci: la vendita di canzoni spacchettate avrebbe rovinato l'integrità artistica di opere come The Dark Side of the Moon o The Wall. Pare ora che EMI possa continuare a vendere brani in formato singolo, alla faccia dell'integrità artistica.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Pink Floyd, la quiete dopo l'etichetta
Ordina
  • Una volta si chiamavano Concept Album.
    Album come "The dark side of the moon" "wish you were here" e "the wall" dovrebbero essere patrimonio dell'umanità, altro che copyright.
    In ogni caso venderli a singoli brani è un'assurdità.
    Come vendere un disco di musica classica in parti, che so tipo una stagione di vivaldi alla volta.
    Ma ormai comanda il business e proni a quello si può fare tutto.
  • Da un punto di vista artistico concondo pienamente, anche se in tutti I concerti, strano ma vero, the dark side of the moon o the wall part II sono un e'stratto di una serie di albums, quindi anche i PF fanno una compilation dei loro album ..

    In base a questo agreement in tribunale io dovrei prentedere che al loro concerto mi suonino tutti gli album e non sono una canzone... chissa se ci sono gli estremi per una class action ???Sorride

    Ma asusumendo io sia un buzzurro senza gusti raffinati (probablile).. perche' non mi lasciano comunque scegliere come spendere I miei soldi ?
    non+autenticato
  • "e'stratto" ??A bocca aperta scusate !!A bocca aperta
    non+autenticato
  • No, loro come autori hanno il diritto di fare quello che vogliono delle proprie opere, sia live che non.

    Un terzo deve chiedere l'autorizzazione (e sicuramente pagare).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Maz
    > Da un punto di vista artistico concondo
    > pienamente, anche se in tutti I concerti, strano
    > ma vero, the dark side of the moon o the wall
    > part II sono un e'stratto di una serie di albums

    Eh? Newbie, inesperto

    Ma veramente la canzone "The dark side of the moon" non esiste. Anonimo
    non+autenticato
  • Hai ragioneSorride
    Il titolo dell'album e' presente solo in un verso di "Eclipse":
    "There is no dark side of the moon really. Matter of fact it's all dark."

    Ma avevo comunque indicato in precedenza che sono un buzzurro senza cultura!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Maz
    > Hai ragioneSorride
    > Il titolo dell'album e' presente solo in un verso
    > di
    > "Eclipse":
    > "There is no dark side of the moon really. Matter
    > of fact it's all dark."
    >
    >
    > Ma avevo comunque indicato in precedenza che sono
    > un buzzurro senza
    > cultura!
    carissimo buzzurro, "the dark side of the moon" lo dicono ben 2 volte in "Brain damage":
    [...]
    And if your head explodes with dark forebodings too
    I'll see you on the dark side of the moon.
    [...]
    And if the band you're in starts playing different tunes
    I'll see you on the dark side of the moon.
    non+autenticato