Mauro Vecchio

Facebook, informazioni congelate

Il sito in blu metterà in standby l'aggiornamento del suo User Graph Project. Gli utenti dovranno essere effettivamente consapevoli della condivisione di indirizzi fisici e numeri di telefono cellulare con le varie app

Roma - L'annuncio aveva subito scatenato le polemiche più accese, mentre vari esperti in sicurezza informatica consigliavano a milioni di utenti la rimozione in massa di significative informazioni personali. Pare ora che Facebook abbia deciso di accantonare temporaneamente l'aggiornamento del suo User Graph Project, rinunciando a rendere accessibili a svariate applicazioni dati come quelli relativi ad indirizzi fisici e numeri di telefono cellulare.

Il cambiamento non era stato particolarmente gradito, al di là della finestra di dialogo con l'utente prevista dal sito in blu. Un post apparso sul developer blog di Facebook aveva infatti assicurato la presenza di un avviso contenente le specifiche richieste di ciascuna delle app, con le varie tipologie di dati da inviare ai relativi gestori. Alle informazioni definite basic - nome completo, user ID e liste di contatti - si sarebbero presto aggiunti indirizzo fisico e numero di cellulare.

Un nuovo post è quindi apparso sullo stesso developer blog, a spiegare perché Facebook abbia deciso di mettere per ora in congelatore l'aggiornamento. Il sito in blu avrebbe ricevuto un "utile feedback" in seguito all'annuncio, forse da parte degli analisti di Sophos che avevano sottolineato come i dati potessero finire tra le grinfie di app malintenzionate, cioè gestite da scammer e affini.
Qualcuno aveva poi parlato di una finestra di dialogo non particolarmente chiara, con la specifica richiesta d'accesso alle informazioni non immediatamente visibile agli utenti più superficiali. Facebook si è trovato d'accordo con queste obiezioni, annunciando delle significative modifiche affinché gli utenti possano fornire un esplicito consenso solo se effettivamente consapevoli della conseguente condivisione dei loro dati personali.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • SicurezzaFacebook, attenti al malwareSecondo recenti statistiche degli analisti di BitDefender, gli utenti in blu sarebbero seriamente minacciati da codici malevoli, nascosti dietro link e applicazioni terze
  • AttualitàFacebook, fuori certi sviluppatoriAnnunciato un giro di vite contro quei developer beccati a trasmettere i numeri unici degli utenti verso servizi di advertising. Fuori dal sito in blu per sei mesi. Mentre un'azienda è stata obbligata ad eliminare i dati raccolti
  • AttualitàUSA, privacy contro ZyngaAvviata una class action contro il colosso del social gaming. Avrebbe condiviso con società pubblicitarie i dati personali di 218 milioni di cittadini statunitensi. Chiesto un risarcimento e un'ingiunzione che blocchi le trasmissioni
  • AttualitàFacebook, utenti cavie per la pubblicità?A rivelarlo un'inchiesta del Wall Street Journal: tutte le principali applicazioni avrebbero inviato a società terze i numeri unici relativi ad ogni profilo. Milioni di profili svelati, anche quelli più protetti
8 Commenti alla Notizia Facebook, informazioni congelate
Ordina
  • Mi sta sempre piu' sulle palle.
    non+autenticato
  • 100 $ ad utente!!! corro a registrarmi!

    "tu non ci crederai
    ma vedo
    le mille bolle blu
    e vanno leggere, vanno
    si rincorrono, salgono
    scendono per il ciel."Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nadar
    > 100 $ ad utente!!! corro a registrarmi!
    >
    > "tu non ci crederai
    > ma vedo
    > le mille bolle blu
    > e vanno leggere, vanno
    > si rincorrono, salgono
    > scendono per il ciel."Triste

    Guarda, l'altro giorno ho scorso alcune fan-page un pò spinte, di FB. C'è gente che, bellatamente se ne frega dei pericoli della privacy e pubblica all'aperto, numeri di telefono email ecc.

    Se le capre vogliono comportarsi come tali, s'arrangino. E' impossibile creare un sistema a prova di tonto, per il semplice motivo che, ad un certo momento, dev'essere anche l'utente a fare la sua parte, in termini di auto-tutela. Non lo fa? Affari suoi.
    non+autenticato
  • Presto creeranno il prossimo giochino alla FarmVille in cui per entrare devi esplicitamente accettare di condividere TUTTI i tuoi dati con la app, con un messaggio che ti ricorda quanto tu "non sei alla moda" perchè N tuoi altri amici hanno accettato.

    Immaginate come con un solo click milioni di bimbimin**a accettino e si vedano i cellulari costantemente intasati da SMS di spam profilato.

    Che bello il mondo di Facebook!
  • - Scritto da: djechelon
    > Presto creeranno il prossimo giochino alla
    > FarmVille in cui per entrare devi esplicitamente
    > accettare di condividere TUTTI i tuoi dati con la
    > app, con un messaggio che ti ricorda quanto tu
    > "non sei alla moda" perchè N tuoi altri amici
    > hanno
    > accettato.
    >
    > Immaginate come con un solo click milioni di
    > bimbimin**a accettino e si vedano i cellulari
    > costantemente intasati da SMS di spam
    > profilato.
    >
    > Che bello il mondo di Facebook!





    è ora di attivare pienowind sms
    non+autenticato
  • - Scritto da: djechelon
    > Presto creeranno il prossimo giochino alla
    > FarmVille in cui per entrare devi esplicitamente
    > accettare di condividere TUTTI i tuoi dati con la
    > app, con un messaggio che ti ricorda quanto tu
    > "non sei alla moda" perchè N tuoi altri amici
    > hanno accettato.

    > Immaginate come con un solo click milioni di
    > bimbimin**a accettino e si vedano i cellulari
    > costantemente intasati da SMS di spam profilato.

    > Che bello il mondo di Facebook!

    'Mbe ? Si cambia cellulare no ? Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • L'utente medio di Facebook che è di sicuro molto esperto, sa bene (avendo letto tutte le ciaspole che ha accettato) che la sua privacy è appesa ad un filo di seta e non si spaventa certo per queste piccole minacce.
    L'utente scarso non vi mette dati sensibili.
    L'utente scaltro invece mette solo i dati e le foto di suo cuggino.
    ;)
    non+autenticato
  • ma la verità è che non a tutti interessa la privacy, il problema non è se le applicazioni hanno o no i dati ma l'uso che ne fanno, se è un uso corretto io non vedo dove sia il problema.
    non+autenticato