Roberto Pulito

AMD prepara il Fusion di serie G

Il chipmaker di Sunnyvale svela una nuova gamma di Brazos, già programmati per la commercializzazione. Continueranno il percorso embedded iniziato dai processori Geode

Roma - Advanced Micro Device continua a sviluppare e perfezionare il progetto di fusione tra processore centrale (CPU) e componente grafica discreta (GPU). Le nuove APU (Accelerated Processing Unit) della serie "G" andranno ad aggiungersi al catalogo Fusion, ma punteranno esclusivamente al settore embedded.

Con questa variante sul tema Brazos, soprannominata eBrazos, AMD intende rimpiazzare i vecchi Geode, chip a basso consumo usati anche dai primi progetti One laptop per child.

La CPU delle G-Series, di tipo x86 compatibile, sarà basata sul core del Bobcat. La GPU integrata supporterà invece DirectX 11, OpenCL, OpenGL e la decodifica dei contenuti video in Full HD. Il grosso del lavoro, rispetto alla soluzione Geode, è stato fatto dal punto di vista delle dimensioni e delle prestazioni. A livello di Thermal Design Power per il momento si è parlato di due versioni distinte: una con TDP da 9W e una che arriva a 18W.

Le nuove soluzioni della piattaforma, pensate per lavorare tra sorveglianza automatizzata, automazione industriale e dispositivi medicali, saranno disponibili entro la fine del primo trimestre di quest'anno. I processori Geode andranno invece in in pensione, entro lo scadere del 2015.

Roberto Pulito
Notizie collegate