Claudio Tamburrino

2011, attenti a quei tablet

Il nuovo anno porterà competizione e un mercato in espansione: gli e-reader si preparano a resistere con modelli a colori, mentre i netbook sembrano arrancare

Roma - Statistiche della società di analisi IDC definiscono un po' più dettagliatamente il nascente mercato dei "media tablet", anche se i numeri non sorprendono: dominio assoluto di iPad, che quest'anno dovrà vedersela con i nuovi arrivati fra i concorrenti in un mercato che si allargherà. Andando presumibilmente a soffocare del tutto i netbook.

La nuova categoria parla di "media tablet". Essi sono definiti come "dispositivi con display a colori compresi tra 5 e 14 pollici e con un sistema operativo leggero (come iOS o Android) e basati o su processori x86 o ARM". Si distinguono da device monotasking come gli e-reader per "diverse tecnologie di connettività e un'ampia gamma di applicazioni". Questo nuovo settore è ancora segnato da iPad che detiene l'80 per cento del mercato del 2010 e che anche con l'avvento del primo vero concorrente, Galaxy Tab di Samsung, nell'ultimo trimestre del 2010 ha mantenuto tre quarti del settore.

Le altre categorie di device paragonabili ai media tablet, netbook e e-reader, non sembrano poter mantenere il loro ritmo di crescita, con i primi pronti quasi ad alzare bandiera bianca.
Anche Acer, infatti, sarebbe pronta a lanciarsi nel nuovo settore, con un tablet da 7 pollici e uno da 10 (basati su Android e la nuova linea di processori Intel Sandy Bridge).
Per quanto riguarda invece i device monotasking, secondo i dati raccolti da IDC, sarebbero 2,7 milioni gli e-reader venduti nel terzo quarto 2010, contro i 4,8 milioni raggiunti dai media tablet. Le proiezioni di dati per l'ultimo trimestre dell'anno, quello festivo, vedono mantenere la stessa proporzione con 9 milioni di media tablet venduti, contro 5 milioni di e-reader.

Le stime per il 2011 vedono un mercato dei media tablet in grande espansione, con i concorrenti di iPad che arriveranno sul mercato e gli e-reader (anch'essi in crescita) sempre destinati a rappresentare una minoranza, sostanzialmente 1 contro 2: i tablet arriveranno, nelle previsioni, a toccare quota 44,6 milioni di unità, mentre gli e-reader non cresceranno altrettanto velocemente, fermandosi a 14,7 milioni di unità.

Intanto si allarga l'offerta di device: tra i prodotti in arrivo NoteSlate e HP Palm Topaz. Il primo è un dispositivo che punta più al settore degli e-reader, dovrebbe infatti avere un display eInk touchscreen (utilizzabile sia con pennino che con le dita) da 13 pollici (759x1080 pixel) e in grado di mostrare fino a 4 colori. Atteso per giugno, dovrebbe partire da 99 dollari. Nelle versioni successive promette non solo il supporto di programmi di disegno, registrazione di note e lettore MP3, ma anche lettura di PDF e testo e il riconoscimento della scrittura a mano OCR. Il secondo è atteso per il 9 febbraio ed è un tablet da 9 pollici basato sul sistema operativo webOS e sembra adesso dover essere accompagnato da un modello da 7 pollici chiamato Opal.

Su Topaz sono circolate in questi giorni immagini che mostrano un dispositivo con fotocamera frontale, porta microUSB e nessun bottone fisico. Secondo indiscrezioni sia Topaz che Opal saranno dotati di processori da 1.2Ghz e connessione WiFi, AT&T 3G e Verizon LTE.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
82 Commenti alla Notizia 2011, attenti a quei tablet
Ordina
  • Ecco qual'è il problema. Sono 3 anni che l'hardware dei netbook non cambia grazie alle restrizioni imposte da microsoft per l'acquisto della licenza di Windows (e per la demenza dei produttori che si adeguano).
    Se i netbook potessero innovare per i tablet non ci sarebbe storia
    non+autenticato
  • Su questo invece non sono d'accordo... cioè per quanto mi si da dell'ottuso capisco ancora che ce n'è molta di differenza tra netbook e tablet... soprattutto riguardo a comodità...

    Mi hanno regalato un netbook asus e devo dirti la verità, sono ultra deluso.... la batteria è inutile e non è molto comodo a letto leggerti un pdf con la corrente sempre accesa e qualche errore imprevisto di windows 7 (che devi installarti tu perchè la versione starter fa pietà).
    Da questo punto di vista meglio un tablet... sperando che diventino sempre più potenti.
    non+autenticato
  • Che problemi ha la batteria?
    In effetti lo schermo orizzontale per leggere dei documenti in verticale non è mai stato il top.
    Evidentemente Win 7 lo hai craccato male.
    non+autenticato
  • Ahah bella la stoccata, cmq ce l'ho originale windows 7.

    Riguardo al resto, sarà un problema del mio netbook... che vi devo dire... con win 7 professional e 2 gb ram la batteria dura massimo 20 min... performante eh?
    non+autenticato
  • la batteria del mio acer aspire one (primo modello) dura 6 ore (ho comprato quella a 6 celle) e w7 non si pianta per il semplice fatto che ci gira sopra xubuntu 10.10
    Per leggere uso l'amazon kindle che stanca meno la vista, per navigare preferisco la mia tastiera pur avendo un cellulare android

    il mio era un altro discorso: le licenze starter di win 7 e le equivalenti di xp vengono vendute ai produttori a prezzi stracciati da ms (che è obbligato a comprarle se vuole avere utenza e mantenere un prezzo contenuto) ma solo se il netbook rispetta determinate caratteristiche. Se non ricordo male sono:

    - Memoria non più di 1 GB
    - Processore a non più di 1,6
    - Hard Disk a non più di 250 gb

    Ovviamente potrei aver aggiunto/scordato qualcosa
    Quindi i netbook sono un mercato castrato che potrebbe magari avere più successo
    ricordatevi MS è il male per questo motivo ha il mercato in pugno e frena quindi l'innovazione

    - Scritto da: utopia
    > Su questo invece non sono d'accordo... cioè per
    > quanto mi si da dell'ottuso capisco ancora che ce
    > n'è molta di differenza tra netbook e tablet...
    > soprattutto riguardo a
    > comodità...
    >
    > Mi hanno regalato un netbook asus e devo dirti la
    > verità, sono ultra deluso.... la batteria è
    > inutile e non è molto comodo a letto leggerti un
    > pdf con la corrente sempre accesa e qualche
    > errore imprevisto di windows 7 (che devi
    > installarti tu perchè la versione starter fa
    > pietà).
    > Da questo punto di vista meglio un tablet...
    > sperando che diventino sempre più
    > potenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabrizio
    > per navigare preferisco la mia tastiera
    > pur avendo un cellulare
    > android

    Accadeva anche con i cellulari Symbian e Windows Mobile.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: Fabrizio

    >
    > il mio era un altro discorso: le licenze starter
    > di win 7 e le equivalenti di xp vengono vendute
    > ai produttori a prezzi stracciati da ms (che è
    > obbligato a comprarle se vuole avere utenza e
    > mantenere un prezzo contenuto) ma solo se il
    > netbook rispetta determinate caratteristiche. Se
    > non ricordo male sono:
    >
    >
    > - Memoria non più di 1 GB
    > - Processore a non più di 1,6
    > - Hard Disk a non più di 250 gb
    >

    >

    quello che da piu' da pensare della situazione che ancora una volta per avere qualcosa di funzionante e' l'utente che deve perdere il proprio tempo a updatare la macchina, installare e disinstallare il software ( i netbook vengono venduti con nortone virus installato) e chiedere un piacere al produttore di non far perdere la garazia...
    I vecchi netbook 701 con una distro linux sono piu' perfomanti di questi con "vista II castrat edition"...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fabrizio
    e si
    > adeguano).
    > Se i netbook potessero innovare per i tablet non
    > ci sarebbe
    > storia

    Il problema principale che i produttori di hardware ancora una volta si sono arresi alla logica m$ che e' quella di dare un s.o. castrato, pesante e pieno di inutili software aggiuntivi in partenza al 99% delle macchine costruite. Se non dual core una macchina netbook ci impega minuti per essere operativa con vista II "castrato" pardon starter.
    Se dual core costa in proporzione di piu' di un notebook medio con schermo da 15".
    Quindi o in partenza formatti e metti una distro linux che funzioni o se il cliente vuole qualcosa di piccolo ed estremamente portatile andrà per forza su un tablet ( al 99% apple)...
    non+autenticato
  • Bello vedere i flame che si scatenano subito, il punto è che qua si commenta un FATTO COMMERCIALE (l'ascesa dei i tablet giusto due anni dopo la nascita del mercato dei netbook) che è anche un FATTO TECNOLOGICO.
    E si parla di mercato dell'informatica.

    Fa piacere vedere che tra i lettori ci sono personaggi molto evoluti, e sono anche interessanti i loro commenti "io con un pc ci faccio musica, ci gioco con giochi ad elevate prestazioni hardware, programmo, elaboro immagini " ecc...
    Fa anche piacere sentire un sincero commento circa il reale rapporto prezzo/qualità di questi oggetti "bello l'iPad ma costa troppo".

    Ma di certo il mercato continuerà a viaggiare con numeri crescenti per 3 motivi evidenti:
    a) la maggior parte degli attuali utenti di information technology non programma, non fa musica, non elabora immagini, passa soltanto il tempo su siti vari di informazione o di social network. Tutte cose che con un tablet si fanno benissimo, e se possibile in alcuni casi anche più facilmente che non con un netbook, quando il touch screen funziona adeguatamente.
    b) la maggior parte di quelli che oggi giocano con il pc passano il tempo con giochetti semplici ed essenziali, per quello hanno successo le App di iPhone/iPad. D'altro canto non mancano anche tanti appassionati di giochi strafighi graficamente, ma nel tempo sono migrati su Playstation o X-Box, visto che gestirli su un PC è molto frustrante per un utente medio-basso (vedi necessità di aggiornare l'hardware e il software praticamente ogni 6 mesi per poter giocare con l'ultimo titolo uscito)
    c) l'iPad è figo, e nonostante la crisi c'è un sacco di gente in giro che di soldi ne ha ancora a bizzeffe. Provate a vedere quanto erano pieni gli alberghi in Alto Adige anche quest'anno, se non ci credete al fatto che la crisi non ha toccato tutti.

    Se sono anche parzialmente vere le tre robe che vi ho elencato, allora il mercato per questi oggetti c'è e ha senso discuterne da un punto di vista tecnico e commerciale.
    Se certi smanettoni non condividono, questi fatti però non cambiano. Perché sono fatti.
    Ma sono solidale con loro: per esempio anche io non leggo mai articoli che parlano del Grande Fratello (che pure è seguito da milioni di spettatori da anni), ma non per questo mi metto a postare sui siti che ne parlano decandando la mia visione escatologica di quello che dovrebbe farci uno con la TV dal punto di vista culturale...
    Sorride
    Live long and prosper
  • Penso fosse diretto principalmente a me il tuo commento, che rispetto ovviamente.

    La mia opinione però non era sul fatto dell'utilità per alcuni, è vero che se devo solo andare in internet mi andrebbe bene pure un 486.

    Dicevo solo che la vera evoluzione secondo me non è questa, l'innovazione è tale perchè va quasi contro la moda, cioè INVENTANDO una moda.

    Guarda internet stesso. E' andato contro il fatto che 20 anni fa tutti avevano timore dei pc interconnessi (guarda i film fine anni 80) eppure ora è la cosa più potente.

    Secondo me la vera innovazione sarebbe un tablet potente COME un pc, per accontentare tutti gli utenti, o almeno la maggiorparte, mi rifiuto di pensare che siamo così pochi ad avere queste esigenze.
    Ormai anche per autocad o per alcune applicazioni web occorre un buon pc.

    Il tuo ragionamento è molto corretto, soprattutto per la crisi, ma dimentica o meglio, è troppo pessimista per quanto riguarda l'utente medio.
    non+autenticato
  • Ottima riflessione, effettivamente se il compito di chi innova è quello di raccogliere nuove sfide, anche controcorrente, hai perfettamente ragione!
    Per certi versi poi, Apple in passato ha "rotto" di più gli schemi (basti pensare al mouse presente dal primo Mac, al dischetto da 3,5" in un mondo governato da 5.1/4" e appunto alla vocazione internet dei suoi iDevices, dall'iMac in poi)
    Al tuo commento iniziale mancava forse questa chiave di lettura, che mi hai appena indicato e che sottoscrivo integralmente.
    E comunque mi aveva colpito il "fiammeggare" di varie botte e risposta, non volevo assolutamente censurare le tue o le altrui rispettabilissime opinioni!
  • MAX ?
    Be&O
    1122
  • A mio parere la visione più centrata sui tablet è quella di Panasonic e Lenovo, la prima al CES da poco concluso ha presentato un prototipo di tablet che fa da "ponte" fra i vari "elettrodomestici" informatici nella casa del futuro, e in questo mi riallaccio ad un vecchio articolo di Calamari che preannunciava la scomparsa dei PC come li conosciamo oggi per avere una vera "Domotica" in cui l'intera casa è governata da piccoli PC inseriti nei vari elettrodomestici e in cui il Tablet fa da "Interfaccia" e che permette di passare video, navigare spostandosi dalla camera da letto al divano della sala, iniziare a guardare un film sul divano e finirlo in camera da letto, ecc...
    Questo non pregiudica comunque di avere in casa una postazione PC classica con cui finire lavori iniziati in ufficio o altre cose in cui necessitano più potenza di calcolo e altro Hardware.
    Questa a mio parere è l'innovazione del futuro in cui non ci saranno solo Pc da tavolo o portatili ma TV, Tablet, PC, e tutti gli altri elettrodomestici collegati in un'unica rete domestica.
    Paperolibero
    non+autenticato
  • Mercato arranca per i notecazz


    Apple sempre piu' su


    Non ci sono piu' le stagioni di una volta.

    Si stava meglio quando si stava peggio.



    Bello avere sempre ragione.
    non+autenticato
  • Ma non eri tu quello che chiedeva i numeri?

    Ecco i numeri sono arrivati... contento? Occhiolino

    E non copiarmi i post. Ficoso

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: Final Caz
    > Mercato arranca per i notecazz

    http://www.tomshw.it/cont/news/acer-altro-che-sopp...

    >
    >
    > Apple sempre piu' su

    http://www.google.com/finance?client=ob&q=NASDAQ:A...

    >
    >
    > Non ci sono piu' le stagioni di una volta.
    >
    > Si stava meglio quando si stava peggio.
    >
    >
    >
    > Bello avere sempre ragione.

    ;)
    non+autenticato
  • Fantastico...è uguale, anzi il clone è anche più simpatico dell'originale! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ma chi li compra i concorrenti dell'i-pad? Capisco la grande vendita di quest'ultimo, è solo ed unicamente moda e perchè obbiettivamente è un oggetto figo.
    Ma figo e basta, per quanto potranno ribattere gli "appassionati" non serve ad altro a parte sfogliare un giornale o un libro, che sinceramente si fa benissimo anche con un bel pezzo di carta.
    I netbook arrancano per l'ipad, non per i nuovi tablet, tutto qui.... ripeto, se non hanno le stesse potenzialità (o almeno le porte usb)a che cavolo servono? Stiamo impazzendo, ormai prendiamo le cose senza averne davvero bisogno.
    non+autenticato
  • il tablet E' il futuro e ne venderanno a pacchi. I netbook sono pc castrati, i tablet sono un'altra cosa. Escludi il lavoro, cosa ci fai oggi con un pc?... ecco con i tablet fanno quello...
    non+autenticato
  • Escludendo il lavoro con il pc ci faccio musica, per quanto mi dirai che ci fanno le app del mac su i-pad NON sarà mai come farlo al pc.
    Col pc ci gioco, come ci fa a stare una scheda video su un tablet???
    Col pc ci faccio grafica, idem come per la musica...
    Col pc ci collego di tutto, idem come per il resto....

    I tablet non saranno mai il futuro se non diventeranno UGUALI ad un pc come potenzialità, su tutti i fronti.
    Cavolo uno al pc non ci deve solo scrivere o leggere, che siamo ai tempi del Commodore64????

    Dai siamo realisti...l'unica potenzialità vera di un tablet, potrebbe essere solo la telefonia.
    non+autenticato
  • magari fossimo ai tempi del C=64
  • - Scritto da: deactive
    > magari fossimo ai tempi del C=64

    gli anni cominciano a pesarti, eh?Sorride
    e casomai, ai tempi dello ZX Spectrum!
    non+autenticato
  • preferivo il C64 ! Rotola dal ridere
    Le console War dell'epoca !!!
    Be&O
    1122
  • avuti entrambi, rimpiango entrambiOcchiolino
  • Utopia, sei molto ottuso.
    Io non sono fan di nessuno ma se non vedi le potenzialità dei tablet in futuro mi spiace per te.

    Apple è una dittatura pura e semplice, ma gli altri sono troppo fossilizzati sul loro Explorer(utenti Windows) o sulla loro shell(utenti Linux) per innovare nell'utilizzo dei computer.

    Per voi esiste solo questo:
    Semplice & intuitivo == per Utonto
    Complesso & incasinato == per Vero Hacker

    Chi è veramente programmatore apprezza la semplicità d'uso e l'intuitività di un interfaccia perchè lo scopo di programmare è quello
    di automatizzare e non dover fare la stessa cosa più volte.

    Che senso ha che io debba copiare 10 comandi shell ed editare qualche file di configurazione seguendo alla cieca un HowTo????
    non+autenticato
  • - Scritto da: KeS
    > Utopia, sei molto ottuso.
    > Io non sono fan di nessuno ma se non vedi le
    > potenzialità dei tablet in futuro mi spiace per
    > te.
    >
    > Apple è una dittatura pura e semplice, ma gli
    > altri sono troppo fossilizzati sul loro
    > Explorer(utenti Windows) o sulla loro
    > shell(utenti Linux) per innovare nell'utilizzo
    > dei
    > computer.
    >
    > Per voi esiste solo questo:
    > Semplice & intuitivo == per Utonto
    > Complesso & incasinato == per Vero Hacker
    >
    > Chi è veramente programmatore apprezza la
    > semplicità d'uso e l'intuitività di un
    > interfaccia perchè lo scopo di programmare è
    > quello
    > di automatizzare e non dover fare la stessa cosa
    > più
    > volte.
    >
    > Che senso ha che io debba copiare 10 comandi
    > shell ed editare qualche file di configurazione
    > seguendo alla cieca un
    > HowTo????


    tu se devi programmare sei felice di farlo per iPscco solo perche' sai che gli utenti di Apple hanno il portafogli facile e comprano tutto.. la tua App per iPac ? sicuramente anche quella

    ecco perche' sei contento di sviluppare per un iPacco..per fare soldi

    specchiati e ditti la verita' da solo senza mentire almeno a te stesso
    Fiber
    3605
  • Classica risposta da asilo!
    1) Supposizioni totalmente inventate (non programmo iPacchi)
    2) Sentenze che vogliono arrivare solo all'insulto
    3) Scarsa capacità di comprensione
    non+autenticato
  • - Scritto da: KeS
    > Classica risposta da asilo!
    > 1) Supposizioni totalmente inventate (non
    > programmo
    > iPacchi)
    > 2) Sentenze che vogliono arrivare solo all'insulto
    > 3) Scarsa capacità di comprensione


    hai parlato che programmare per iPac e' meglio ...per quello e quell'altro come hai scritto?

    i motivi del meglio programmare per iPac non e' quello che hai scritto..ma e' solo per fare piu' soldi per i motivi di cui sopra

    ditti la verita' da solo , almeno quella
    Fiber
    3605