Alfonso Maruccia

Pirateria, la musica è finita

Un nuovo studio sulla condivisione telematica scatena la discussione: si scambia illecitamente meno musica perché sono disponibili servizi a pagamento o perché altri settori dell'intrattenimento hanno preso il sopravvento?

Roma - Stando ai dati raccolti dalla società di ricerca Envisional su commissione di NBC Universal, l'attuale scenario della pirateria telematica è molto diverso rispetto al passato soprattutto per quel che concerne il tipo e la quantità di contenuti non autorizzati scambiati dagli utenti. Si pirata molta meno musica oggi che 11 anni fa, dice Envisional, anche se la motivazione del cambiamento sono ancora materia di discussione più che di ricerca empirica.

Lo studio commissionato dalla major statunitense sostiene che un quarto del traffico Internet globale vada ascritto a una qualche forma di pirateria, sia essa P2P, streaming o altro. Di questo quarto il network BitTorrent rappresenta la metà, mentre il resto comprende i siti web contenenti materiale condiviso illecitamente (5,1%), lo streaming video (1,4%) e le altre reti di file sharing (eMule, Ares, SoulSeek eccetera).

Per quanto riguarda la popolarità dei contenuti scambiati su BitTorrent, Envisional stima che il 35,8% dei file sia di natura pornografica, il 35,2% materiale cinematografico ordinario e il 21,2% TV e videogame. La musica? Rappresenterebbe soltanto il 2,9% dei 10mila download più popolari sul tracker PublicBT, dice Envisional.
La musica sul P2P sarebbe in sostanza diventato il fanalino di coda dell'intera "scena", una fine ingloriosa dopo aver dato origine all'intero mercato del file sharing con Napster prima e le reti decentralizzate poi - Gnutella, WinMX WPN, Gnutella 2, eDonkey2000 e via elencando.

Se il dato sulla perdita di peso dei contenuti musicali appare oggettivo, a essere argomento di discussione teorica è invece la motivazione dietro questo mutamento nelle abitudini di "consumo" degli utenti del P2P: c'è chi cita, come origine della perdita di importanza della pirateria musicale, la proliferazione di servizi a pagamento - con cataloghi ricchi di brani e album da scaricare legalmente a prezzo modico - mentre da altre parti si sottolinea il collasso della musica commerciale come industria nei confronti di altre forme di intrattenimento più in linea con i gusti dei consumatori e le tendenze del mercato multimediale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàFile sharing, l'ascesa degli armadiettiServizi di file hosting come RapidShare e Megaupload avrebbero ormai sostituito il P2P come standard per la violazione del copyright. Generati decine di miliardi di visite nell'anno 2010. Almeno secondo uno studio a stelle e strisce
  • AttualitàMusica digitale, ottimismo e fastidioLa distribuzione online ha fatto registrare un aumento del 6 per cento nel fatturato complessivo. Sarebbe merito di 400 piattaforme attive sul web, ma anche delle strategie antipirateria dei vari governi. Ma i vertici di IFPI rimangono preoccupati
  • AttualitàThe Music Bay, il nuovo incubo delle major?Insider del collettivo che attualmente gestisce The Pirate Bay preannunciano l'avvento di una sorpresa estremamente spiacevole per le Grandi Sorelle del disco. La "Baia musicale" è lo streaming illimitato su rete BitTorrent?
78 Commenti alla Notizia Pirateria, la musica è finita
Ordina
  • Quando hai magari giga e giga (o perfino tera) di mp3, per forza smetti di scaricare; tutta la musica che ti interessa, ce l'hai, impiegherai anni e anni per sentirla, e passeranno anni prima che esca di nuovo qualcosa che ti interessi.

    Auando sei nell'abbondanza, diventi più selettivo, e cerchi solo più i generi che ti piacciono proprio: e magari scopri che quello che ti piace davvero è un genere che è durato poco, che adesso non viene più prodotto, e quindi una volta che hai scaricato tutto ciò che esiste di quel genere ti fermi. E quando senti i soliti "tormentoni" e le ultime uscite non te ne frega più nulla, perchè ormai sai cosa ti piace.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Quando sei nell'abbondanza, diventi più
    > selettivo, e cerchi solo più i generi che ti
    > piacciono proprio: e magari scopri che quello che
    > ti piace davvero è un genere che è durato poco,
    > che adesso non viene più prodotto, e quindi una
    > volta che hai scaricato tutto ciò che esiste di
    > quel genere ti fermi. E quando senti i soliti
    > "tormentoni" e le ultime uscite non te ne frega
    > più nulla, perchè ormai sai cosa ti
    > piace.
    E non lo fanno più perchè gli autori sono ormai morti di FAME!!!A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Quando sei nell'abbondanza, diventi più
    > > selettivo, e cerchi solo più i generi che ti
    > > piacciono proprio: e magari scopri che quello
    > che
    > > ti piace davvero è un genere che è durato poco,
    > > che adesso non viene più prodotto, e quindi una
    > > volta che hai scaricato tutto ciò che esiste di
    > > quel genere ti fermi. E quando senti i soliti
    > > "tormentoni" e le ultime uscite non te ne frega
    > > più nulla, perchè ormai sai cosa ti
    > > piace.

    > E non lo fanno più perchè gli autori sono ormai
    > morti di FAME!!!
    >A bocca aperta

    Se sono morti, non hanno più bisogno di essere pagati.

    E io non ho bisogno che producano di nuovo ciò che hanno già prodotto, che è già stato registrato e che è già stato diffuso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > - Scritto da: pippO
    > > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > Quando sei nell'abbondanza, diventi più
    > > > selettivo, e cerchi solo più i generi che ti
    > > > piacciono proprio: e magari scopri che quello
    > > che
    > > > ti piace davvero è un genere che è durato
    > poco,
    > > > che adesso non viene più prodotto, e quindi
    > una
    > > > volta che hai scaricato tutto ciò che esiste
    > di
    > > > quel genere ti fermi. E quando senti i soliti
    > > > "tormentoni" e le ultime uscite non te ne
    > frega
    > > > più nulla, perchè ormai sai cosa ti
    > > > piace.
    >
    > > E non lo fanno più perchè gli autori sono ormai
    > > morti di FAME!!!
    > >A bocca aperta
    >
    > Se sono morti, non hanno più bisogno di essere
    > pagati.
    >
    > E io non ho bisogno che producano di nuovo ciò
    > che hanno già prodotto, che è già stato
    > registrato e che è già stato
    > diffuso.
    Io io io sempre io, magari altri hanno esigenze DIVERSE dalle tue?A bocca aperta
    non+autenticato
  • > > E io non ho bisogno che producano di nuovo ciò
    > > che hanno già prodotto, che è già stato
    > > registrato e che è già stato
    > > diffuso.
    > Io io io sempre io, magari altri hanno esigenze
    > DIVERSE dalle tue?
    >A bocca aperta

    E allora? Che problema c'è?

    Se hai esigenze diverse dalle mie, puoi benissimo soddisfarle. Per conto tuo, a tue spese.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > E io non ho bisogno che producano di nuovo ciò
    > > > che hanno già prodotto, che è già stato
    > > > registrato e che è già stato
    > > > diffuso.
    > > Io io io sempre io, magari altri hanno esigenze
    > > DIVERSE dalle tue?
    > >A bocca aperta
    >
    > E allora? Che problema c'è?
    >
    > Se hai esigenze diverse dalle mie, puoi benissimo
    > soddisfarle. Per conto tuo, a tue
    > spese.
    Ma già lo faccio!
    Con le mie tasse pago la polizia postale, che pensa a quelli come te...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > > E io non ho bisogno che producano di nuovo
    > ciò
    > > > > che hanno già prodotto, che è già stato
    > > > > registrato e che è già stato
    > > > > diffuso.
    > > > Io io io sempre io, magari altri hanno
    > esigenze
    > > > DIVERSE dalle tue?
    > > >A bocca aperta
    > >
    > > E allora? Che problema c'è?
    > >
    > > Se hai esigenze diverse dalle mie, puoi
    > benissimo
    > > soddisfarle. Per conto tuo, a tue
    > > spese.
    > Ma già lo faccio!
    > Con le mie tasse pago la polizia postale, che
    > pensa a quelli come
    > te...

    Le tasse le pago anche io, per finanziare la realizzazione di reti informatiche non censurabili.

    Comunque, mi hai convinto di una cosa: io starò meglio, quando tu non avrai più soldi e non potrai più pagare le tasse. Quindi, è mio interesse farti perdere soldi il più in fretta possibile.
    non+autenticato
  • Una volta quando c'era il modem si tendeva a scaricare e conservare. Setup di programmo, musica, foto e quant'altro.
    Oggi con la banda larga si fa prima a cancellare tutto, invece che tenerlo.

    Tramite youtube è possibile accedere a qualunque brano musicale e legalmente. Immagino anche che molti eventualmente salvino quello streaming (che probabilmente non è legale, ma non è neanche rilevabile in questi studi). Per cui è normale che la pirateria musicale sia diminuita tanto, non ce ne è bisogno.

    Un motivo in più per abolire il copyright a favore di Creative Commons. Evitate di scrivere che se voglio regalare le mie opere lo posso fare, ma non va imposto. Creative Commons diverso da Gratuito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: poiuy
    > Una volta quando c'era il modem si tendeva a
    > scaricare e conservare. Setup di programmo,
    > musica, foto e quant'altro.
    > Oggi con la banda larga si fa prima a cancellare
    > tutto, invece che tenerlo.

    > Tramite youtube è possibile accedere a qualunque
    > brano musicale e legalmente.

    Gia: vedi Vasco che ieri ha uploadato il suo video dell'ultima canzone sul tupo e poi EMI ha chiesto al tubo la rimozione Rotola dal ridere

    > Immagino anche che
    > molti eventualmente salvino quello streaming (che
    > probabilmente non è legale, ma non è neanche
    > rilevabile in questi studi). Per cui è normale
    > che la pirateria musicale sia diminuita tanto,
    > non ce ne è bisogno.

    > Un motivo in più per abolire il copyright a
    > favore di Creative Commons. Evitate di scrivere
    > che se voglio regalare le mie opere lo posso
    > fare, ma non va imposto. Creative Commons diverso
    > da Gratuito.
    krane
    22544
  • Infatti; il P2P è ormai inutile, per la musica; a che scopo cercare un mp3 sul mulo, con magari ore di coda, quando posso scaricarmelo in pochi secondi da youtube, gratis, e legalmente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Infatti; il P2P è ormai inutile, per la musica; a
    > che scopo cercare un mp3 sul mulo, con magari ore
    > di coda, quando posso scaricarmelo in pochi
    > secondi da youtube, gratis, e
    > legalmente?
    Sul legalmente avrei qualche dubbio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Infatti; il P2P è ormai inutile, per la musica;
    > > a che scopo cercare un mp3 sul mulo, con magari
    > > ore di coda, quando posso scaricarmelo in pochi
    > > secondi da youtube, gratis, e legalmente?
    > Sul legalmente avrei qualche dubbio...

    Parliamo del legalmente: Vasco mette una sua canzone sul mulo ed EMI chiede al mulo di toglierla... Chi ha ragione ? Rotola dal ridere
    Cosa c'e' di piu' legale dell'autore che la pubblica perche' tutti la possano sentire ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: pippO
    > > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > Infatti; il P2P è ormai inutile, per la
    > musica;
    > > > a che scopo cercare un mp3 sul mulo, con
    > magari
    > > > ore di coda, quando posso scaricarmelo in
    > pochi
    > > > secondi da youtube, gratis, e legalmente?
    > > Sul legalmente avrei qualche dubbio...
    >
    > Parliamo del legalmente: Vasco mette una sua
    > canzone sul mulo ed EMI chiede al mulo di
    > toglierla... Chi ha ragione ?
    Magari il contratto che il "povero vasco" ha firmato, in cui cede TUTTI i diritti alla emi in cambio di pochi spiccioli potrebbe essere un'indizio?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Infatti; il P2P è ormai inutile, per la musica;
    > a
    > > che scopo cercare un mp3 sul mulo, con magari
    > ore
    > > di coda, quando posso scaricarmelo in pochi
    > > secondi da youtube, gratis, e
    > > legalmente?

    > Sul legalmente avrei qualche dubbio...

    Peggio per te, se hai dei dubbi; andare su youtube è lecito; cercare un titolo su youtube è lecito; se lo trovo, scaricarlo è lecito (anzi, avviene in automatico quando visualizzo la pagina).

    Se a te non piace, peggio per te.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > - Scritto da: pippO
    > > - Scritto da: uno qualsiasi
    > > > Infatti; il P2P è ormai inutile, per la
    > musica;
    > > a
    > > > che scopo cercare un mp3 sul mulo, con magari
    > > ore
    > > > di coda, quando posso scaricarmelo in pochi
    > > > secondi da youtube, gratis, e
    > > > legalmente?
    >
    > > Sul legalmente avrei qualche dubbio...
    >
    > Peggio per te, se hai dei dubbi; andare su
    > youtube è lecito; cercare un titolo su youtube è
    > lecito; se lo trovo, scaricarlo è lecito (anzi,
    > avviene in automatico quando visualizzo la
    > pagina).
    Quanta ignoranza...
    non+autenticato
  • > > Peggio per te, se hai dei dubbi; andare su
    > > youtube è lecito; cercare un titolo su youtube è
    > > lecito; se lo trovo, scaricarlo è lecito (anzi,
    > > avviene in automatico quando visualizzo la
    > > pagina).
    > Quanta ignoranza...

    Se ritieni che non sia così, devi dimostrarlo; l'onere della prova spetta a te, se vuoi accusare qualcuno. Sentiamo perchè secondo te ci sono problemi...
    non+autenticato
  • E finalmente si vede, questo vuol dire che si compra di piu' sugli store online, 1 euro per 1 canzone non sono 25 per un album, finalmente la pirateria mostra il suo antico intento, contrastare i prezzi.

    Le majos non servono piu' a nulla, sono come il televisore in bianco e nero, andava bene per gli anni 50, poi c'e' stata l'evoluzione..... e' ora che sti dinosauri si estinguano
    non+autenticato
  • - Scritto da: asd
    > E finalmente si vede, questo vuol dire che si
    > compra di piu' sugli store online, 1 euro per 1
    > canzone non sono 25 per un album, finalmente la
    > pirateria mostra il suo antico intento,
    > contrastare i
    > prezzi.

    Ma non era affondare e depredare le navi?

    > Le majos non servono piu' a nulla, sono come il
    > televisore in bianco e nero, andava bene per gli
    > anni 50, poi c'e' stata l'evoluzione.....
    Si, si "colpo grosso" la chiami evoluzione?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: asd
    > > E finalmente si vede, questo vuol dire che si
    > > compra di piu' sugli store online, 1 euro per 1
    > > canzone non sono 25 per un album, finalmente la
    > > pirateria mostra il suo antico intento,
    > > contrastare i
    > > prezzi.
    >
    > Ma non era affondare e depredare le navi?
    >
    > > Le majos non servono piu' a nulla, sono come il
    > > televisore in bianco e nero, andava bene per gli
    > > anni 50, poi c'e' stata l'evoluzione.....

    > Si, si "colpo grosso" la chiami evoluzione?A bocca aperta
    secondo l'attuale Ministro Romani, lo eraA bocca aperta
    non+autenticato
  • carta di credito + account itunes + ipod/ipad

    mi sa che o ci sono pochi poveracci o chi ha i soldi falsa le statistiche...
  • leva ipad/ipod/iphone, non sei obbligato ad usare quelli in itunes store!
    Da tempo è cosi.
    Sgabbio
    26178
  • La statistica è fatta su bittorrent che è pensato per scaricare grandi files.
    Non vale la pena usare quel tipo di P2P per una canzone di 4 mega o un album di 50.
    non+autenticato
  • infatti stai di meno a tirare giu la discografia che una canzone
  • tanto posso aprire il torrent della discografia, poi scaricare solo quello che voglio
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)