Alfonso Maruccia

RoboEarth, una Rete per soli robot

Un gruppo di ricercatori europei pianifica un network di comunicazione in grado di mettere in contatto fra di loro tutti i robot del Pianeta. I quali potranno imparare nuovi task, conquista del mondo inclusa

Roma - Il dottor Markus Waibel e il suo team di ricercatori presso l'Istituto Federale Svizzero per la Tecnologia di Zurigo sono da tempo al lavoro sulla concretizzazione di RoboEarth, vale a dire il "sogno" di un network di intelligenza interconnesso attraverso cui tutti gli automi del Pianeta potranno scambiarsi informazioni e conoscenza computazionale.

Da come Waibel e colleghi la descrivono, RoboEarth assomiglia parecchio a Skynet ma i ricercatori preferiscono paragonarla a Wikipedia: "Wikipedia è qualcosa che gli umani usano per condividere la conoscenza - spiega Waibel - qualcosa che tutti possono modificare, aggiornare con propria conoscenza e usare".

RoboEarth vuole essere appunto una Wikipedia per robot, dove i vari robot intelligenti sparsi per il globo potranno cercare e postare nuovi "task" computazionali per imparare, ed evolvere oltre le specifiche di fabbrica volute dalla casa produttrice. Si tratta di una caratteristica indispensabile, a parere di Waibel, se si vuole che gli automi divengano realmente utili per la società umana.
In effetti RoboEarth vuole essere molto di più di un semplice database di informazioni centralizzato: Waibel si lamenta della scarsa propensione del mondo della robotica a sviluppare un sistema di comunicazione standardizzato, e spera che RoboEarth possa giocare la sua parte nel mettere finalmente a punto un sistema univoco di interazione tra i robot.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia RoboEarth, una Rete per soli robot
Ordina