Mauro Vecchio

UK, libertà per FileSoup

Vittoria in aula per gli avvocati di TheGeeker e Snookered, amministratori di FileSoup. Nessuna prova sulle attività criminose della community BitTorrent

Roma - A difenderli in aula sono stati gli stessi avvocati che avevano liberato lo staff di OiNK dalle grinfie delle etichette britanniche. Stephen Lanning e George Cartledge, meglio noti con i loro nickname TheGeeker e Snookered, sono stati ora scagionati su disposizione del Crown Prosecution Service (CPS) d'Albione.

I due cittadini britannici erano stati trascinati in aula dai vertici della Federation Against Copyright Theft (FACT), che nell'estate del 2009 avevano scagliato tutte le proprie ire nei confronti di FileSoup, una delle community BitTorrent più antiche e popolate della rete.

La casa di TheGeeker era così stata perquisita dalle forze di polizia britanniche, messa letteralmente sottosopra alla ricerca di prove contro l'administrator di FileSoup. Nell'estate del 2010, Lanning e Cartledge erano stati accusati di incitamento alla violazione massiva del diritto d'autore.
Il CPS britannico ha ora lasciato cadere il caso, sottolineando come le accuse mosse da FACT rientrino in un ambito civile e non penale. L'attacco dei signori del copyright era infatti stato tra i più violenti: FileSoup, a loro parere, avrebbe messo in piedi un meccanismo fraudolento attraverso le donazioni ricevute dai suoi utenti.

Gli avvocati dei due admin sono quindi riusciti a convincere i giudici: che FileSoup rappresenti un vero e proprio business illecito è tutt'altro che dimostrabile. Il CPS ha poi sottolineato come non un soldo pubblico in più verrà speso per portare avanti il caso. TheGeeker e Snookered verranno immediatamente rilasciati.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
6 Commenti alla Notizia UK, libertà per FileSoup
Ordina