Mauro Vecchio

Telecom Italia: nessun limite per il VoIP

Chiariti alcuni dubbi circa le misure di limitazione del P2P adottate a partire da oggi. Ad essere colpite saranno le applicazioni e non gli utenti. E nessuno toccherà quelle legate alla trasmissione voce su Internet

Roma - Quattro "semplici domande", poste dall'esperto blogger Stefano Quintarelli ai vertici di Telecom Italia. Quattro interrogativi partoriti in seguito alla comunicazione con cui la telco del Belpaese aveva annunciato significative "novità per la gestione dei servizi ADSL".

"L'operatore si riserverà la facoltà di introdurre, per tutte le offerte e/o i profili commerciali che prevedono traffico dati su tecnologia ADSL, meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all'uso delle risorse di rete disponibili". Così parlava quel comunicato pubblicato da Telecom Italia, annunciando l'imminente implementazione di misure volte "allo scopo di garantire l'integrità della rete e il diritto da parte della generalità degli utenti di accedere ai servizi di connettività ad Internet anche nelle fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato".

L'annuncio di Telecom aveva in sostanza sottolineato come dagli inizi di questo mese possa essere limitata la velocità di connessione ad Internet, intervenendo su quelle specifiche applicazioni che determinano un "maggior consumo di banda". Due esempi su tutti: il P2P e il file sharing.
Quintarelli - successivamente intervenuto con un post apparso sul suo blog - ha dunque sollevato i primi dubbi, formulando quattro specifiche domande a cui ha prontamente risposto Salvo Mizzi, oggi responsabile della divisione Internet Media & Digital Communication di Telecom Italia.

"Il deep packet inspection (DPI) implementato da Telecom Italia non entra mai nel merito del payload applicativo - ha spiegato in primis Mizzi - per esempio non viene presa in considerazione nessuna informazione sul contenuto del file scambiato". La domanda posta da Quintarelli era stata precisa quanto diretta: "farete deep packet inspection?".

Mizzi ha dunque spiegato a Quintarelli come la distinzione tra le varie centrali interessate non vada fatta a livello di tipologia di backhauling - fibra o rame - bensì a livello di aree caratterizzate da locali congestioni del traffico, "al fine di massimizzare la qualità del servizio".

Lo stesso Quintarelli aveva già sottolineato come le connessioni in fibra ottica centrale-dorsale possano subire interventi esterni che aumentino la capacità di banda, senza dunque alcuna manovra di traffic shaping da parte dell'operatore.

"Lo shaping fatto nelle centrali in congestione discrimina per client o per server o è generale?", si interroga Quintarelli. "La soluzione DPI adottata viene applicata in modo temporaneo e non discriminatorio sul traffico cumulato e non su quello del singolo cliente", ha risposto Mizzi. In altre parole, la limitazione avverrebbe per applicazione e non per singolo cliente.

Lo stesso Mizzi ci ha poi tenuto a precisare: "Le applicazioni VoIP, compresa Skype, non saranno oggetto di alcuna limitazione. Gli unici applicativi P2P che saranno limitati (temporaneamente e solo in casi di congestione) sono quelli dedicati allo scambio di file. Che occupano - negli orari di picco - oltre il 30 per cento di banda downstream".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Telecom Italia: nessun limite per il VoIP
Ordina
  • Mi sembra giusto limitare la banda del p2p se questo serva a far andare tutti piu veloci, ma non dimentichiamo che il problema sta a monte, quella non è la soluzione, ma una pezza temporanea e che tale rimanga.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Spa
    > Mi sembra giusto limitare la banda del p2p se
    > questo serva a far andare tutti piu veloci, ma
    > non dimentichiamo che il problema sta a monte,
    > quella non è la soluzione, ma una pezza
    > temporanea e che tale rimanga.

    Ma ceeeeeeerto che e' temporanea....
    Tranquillo, che tra neanche una 50ina d'anni e qualche cavo in piu' si tirera'... Emmm forse...
    krane
    22544
  • E' come se agenti di una ditta privata fermassero la gente per strada, controllassero i documenti, facessero aprire il bagagliaio, il tutto per tutelare qualche interesse della ditta stessa.
    Non vi verrebbe da ragionare col crick, con quei signori? Però se lo fanno le compagnie telefoniche va tutto bene.
    Funz
    12927
  • Telecom ha proposto 2 anni fa a tappeto quel "cesso" di ruba-banda di Alice casa home tv.
    Ho avuto la disgraziata idea di farlo, passando al telefono VOIP.
    Da allora solo problemi.
    Ogni 2 giorni devo resettare il decoder TV perchè si pianta, ci impiega più di 5 minuti a riavvarsi e se guardi un film od una partita fai che spegnere.
    Sky messo via cavo con telecom va a scatti, l'audio distorce, fa i quadrettoni.
    Il portatile col wifi a volte si "freeza" e devo riavviarlo, succede solo a casa su internet wifi col "favoloso" modem Pirelli Tronchetti.
    In ufficio collegato via cavo ethernet non si è mai piantato.
    A volte il telefono non aggancia la linea, devo riavviare il modem (un paio di volte la settimana).
    Mi capita che mi telefonano da fuori casa, suona libero a loro ma a me non squilla (sicuro, fatto prova col cellulare quando me l'han detto).
    Ed hanno il coraggio di dare la colpa al P2P ??? al mulo ???
    Ma sono loro gli asini, loro ed i loro giocattoli che danno in comodato d'uso.
    E non abito nelle vallate sperdute della val brembana, ma in pieno centro di Torino.
    Telecom fa schifo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: maledetto il giorno
    > Il portatile col wifi a volte si "freeza" e devo
    > riavviarlo, succede solo a casa su internet wifi
    > col "favoloso" modem Pirelli
    > Tronchetti.
    > In ufficio collegato via cavo ethernet non si è
    > mai
    > piantato.

    Per tutto il resto che hai scritto è sicuramente colpa di Telecom, ma di questo no: quando il PC si pianta è colpa del PC. Punto. Non esiste che un dispositivo di rete esterno (tipo router/switch/ecc.) possa fare piantare un PC: è sempre colpa del software o dell'hw del pc che ha un baco.

    Nel tuo caso poi fai un esempio del piffero: a casa col wifi si blocca e al lavoro col cavo no. Ma che dici!?!? Avrebbe avuto senso se a casa col wifi si bloccava e al lavoro col wifi non si bloccava, ma se a casa vai wifi e al lavoro cavo, stai usando due schede di rete diverse e, quindi, due driver diversi.

    Prova ad aggiornare il driver della scheda WiFi del tuo portatile. Per me ha funzionato con dei problemi di disconnessione continua che avevo.

    P.S. anche io ho Alice, ma mi sono guardato bene dal prendermi un loro router, il router me lo sono scelto e comprato io.






    > A volte il telefono non aggancia la linea, devo
    > riavviare il modem (un paio di volte la
    > settimana).
    > Mi capita che mi telefonano da fuori casa, suona
    > libero a loro ma a me non squilla (sicuro, fatto
    > prova col cellulare quando me l'han
    > detto).
    > Ed hanno il coraggio di dare la colpa al P2P ???
    > al mulo
    > ???
    > Ma sono loro gli asini, loro ed i loro giocattoli
    > che danno in comodato
    > d'uso.
    > E non abito nelle vallate sperdute della val
    > brembana, ma in pieno centro di
    > Torino.
    > Telecom fa schifo.
    non+autenticato
  • Guarda che per "portatile" intende telefono cordless (probabilmente Aladino WiFi) e quello in ufficio è sempre un telefono ma collegato direttamente su ethernet (probabilmente Aladino VoIP)

    ...e la cosa mi fa pensare che non dipenda dalla connessione del telefono (WiFi o ethernet) ma dal router...
    non+autenticato
  • Allora, ti dico cosa ho fatto.
    1) ovviamente aggiornato tutti i driver
    2) montato un analizzatore di segnale, individuato canali utilizzati da altri router, quindi bloccato canale 6 perchè è il più lontano da quelli usati in zona
    3) bloccato indirizzo IP lan wifi su router (qualcuno dice che può essere la causa)
    Il PC continua a frezzare, forse un poco meno (poi va a giorni)

    4) passato da WEP (settato da "tecnico" telecom) a WPA2-PSK a 256bit
    Il PC inizialmente per qualche giorno non si è più bloccato, poi ha ripreso, anche se meno, a bloccarsi; succede di più quando presumo ci sia congestione di rete (la domenica si blocca di più)
    Ovviamente il 187 mi ha dato consigli utilissimi: spenga il microonde, alzi il modem, giri le antennine .......
    non+autenticato
  • Difficile trovare la causa al massimo si possono suggerire ipotesi, spesso la causa vera è una "cavolata" che passava inosservata.
    Fa però venire in mente un qualche ipotetico virus o sul Pc o sul router...?
    Forse dico stupidaggini...ma non si sa mai...
    Personalmente non uso il router della Telecom (è in un cassetto ancora imballato). Uso lo Zyzel ma anche altre marche vanno bene. E il mio SO non è l'SO più diffuso nel mondo...e lo aggiorno regolarmente.
    Poi è ovvio che il problema magari è al di fuori di queste ipotesi...
  • Escluderei il virus sul pc, ho nod32 + spybot + spywareblaster ed uso firefox.
    Ho xp sp3 completamente aggiornato con windows update ed ho anche installato EMET 2.0.
    Non posso sapere se c'è un virus sul router (ma è possibile??)
    Mi han detto che col voip telecom ed alice home tv non puoi usare una altro router, perchè non è compatibile e devi usare per forza il loro "tronchetto pirillino".
    non+autenticato
  • - Scritto da: maledetto il giorno
    > Escluderei il virus sul pc, ho nod32 + spybot +
    > spywareblaster ed uso
    > firefox.
    > Ho xp sp3 completamente aggiornato con windows
    > update ed ho anche installato EMET
    > 2.0.
    > Non posso sapere se c'è un virus sul router (ma è
    > possibile??)
    > Mi han detto che col voip telecom ed alice home
    > tv non puoi usare una altro router, perchè non è
    > compatibile e devi usare per forza il loro
    > "tronchetto
    > pirillino".

    Ah ho capito.
    Sì in effetti la vicenda diventa più complicata.
    Secondo me però se sei in Torino, chiederei informazioni a FastWeb
    Un mio amico alcuni anni fa abitava in città e si è trovato benissimo, ed essendo in centro aveva la linea ottica che gli arrivava fino in casa.
    La linea, spendendo un pò di più del minimo, era simmetrica quindi DSL.
    Velocità non mi ricordo quanto, ma comunque un multiplo di quella Telecom.
    Poteva collegare fino a 5 componeti (tra TV ricevitori e computer).
    Ha sempre usato windows, quindi...
    I componenti vengono registrati quando si collegano, se si cambiano apparecchi occorre informare FastWeb (tipo acmbiamenti di computer che supererebbero il numero di 5. Col contratto domestico natutralmente). Inoltre FasWeb essendo una rete di tipo aziendale ha più protezione dal malware.
    Ovviamnete col P2P occorre scegliere un torrent adatto.
  • Se hai il modello "vele" è soggetto a blocchi. Quelli bianchi vanno meglio.
    Con il voip telecom occorre il loro modem.
    non+autenticato
  • Ho il modello Alice Gate VoIP 2 Plus Wi-Fi
    Collego il decoder alice tv, ed un PC fisso.
    WiFi collego il PC portatile.
    non+autenticato
  • Per lo meno in città a Torino avete una buona alternativa come FastWeb con la linea ottica... per lo meno nelle zone centrali.
    Tutta un'altra cosa: un altro pianeta.
    Ma anche con altri gestori le cose migliorano, purchè non debbano usare per forza le linee Telecom.

    Purtroppo io non sono in città e qui la liea ottica non arriva.
    Con FastWeb è peggio poichè devono dipendere da Telecom.
  • Ad esempio stasera mi ritrovo limitato FIREFOX solo perchè mi sono permesso di scaricare una versione di LINUX spezzettata in 20 parti e le ho messe a scaricare contemporaneamente...VERGOGNOSO!
    non+autenticato
  • io, invece, stamattina ho impiegato più di mezzora per scaricare degli aggiornamenti che diversamente avrei scaricato in meno di cinque minuti...
    non+autenticato