Claudio Tamburrino

Apple e Microsoft, il marchio passa dalla finestra

Le due avversarie di sempre stavolta si scontrano sulla possibilitÓ o meno di registrare il termine "app store". Una storia di marchi e nomi generici, che Cupertino fa risalire a Windows

Roma - La procedura di opposizione depositata da Microsoft contro la domanda con cui Apple aveva chiesto all'Ufficio Marchi e Brevetti la registrazione (e quindi l'esclusiva) sul termine "App Store" non è affatto andata giù a Cupertino che ha risposto per le rime accusando, non troppo velatamente, Redmond di ipocrisia.

A gennaio Microsoft si era opposta alla registrazione di "app store" in quanto giudicato troppo generico: si rischierebbe di identificare con il negozio digitale di Apple il rivenditore in assoluto di applicazioni e servizi correlati. Causando confusione e ostacoli per le altre aziende concorrenti.

Dopo aver sottolineato come Microsoft non sia riuscita a dimostrare che il termine in questione è da lasciare libero per l'utilizzo di tutti, infatti, Apple ha insistito affermando che "avrebbe dovuto sapere, avendo lei stessa affrontato decadi di opposizioni per genericità sul suo marchio Windows, che analizzando la genericità o meno di un termine come marchio conta nel complesso la sua rilevanza nella percezione pubblica".
Non a caso nella sua difesa Cupertino ha portato la testimonianza di un esperto linguista, Robert Leonard, che ha rilevato che l'uso preponderante del termine APP STORE è come un "nome proprio del marketplace di Apple" e non come generico negozio di applicazioni.
Inoltre Apple ha fatto notare come tutti i concorrenti abbiano trovato termini alternativi senza particolari problemi: d'altronde è stata lei stessa a rendere popolare la combinazione di parole inventando di fatto il negozio di applicazioni virtuali.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
25 Commenti alla Notizia Apple e Microsoft, il marchio passa dalla finestra
Ordina
  • Volgarizzazione già raggiunta ad opera di P.I. ?!? Sorride

    http://punto-informatico.it/3100838/PI/News/androi...

    No, non c'entra nulla P.I., è già volgarizzato da tempo il termine, con la velocità solita "moltiplicata 5" del web rispetto ai processi offline
    non+autenticato
  • se appstore è generico e windows è generico.. non lo è anche apple generico?
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream che legge manuale
    > se appstore è generico e windows è generico.. non
    > lo è anche apple
    > generico?

    Certo: FINESTRE, pere, MELE E "NEGOZIO DI MELE o di generiche applicazioni"
    Suppongo si tratti di un mercato ove c'è anche un carpentiere che produce infissi... Rotola dal ridere
  • il fatto è che Apple non ha alcuna relazione come termine al mondo informatico.

    Mentre Windows fa chiaro riferimento ai sistemi a Finestre

    Di certo non puoi avere un'aizenda che si chiama Apple che opera nel settore dell'ortofrutta
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > il fatto è che Apple non ha alcuna relazione come
    > termine al mondo
    > informatico.
    >
    > Mentre Windows fa chiaro riferimento ai sistemi a
    > Finestre
    >

    qui si parla di app. come diminutivo di application, abbreviazione che a pare mio dovrebbe restare nella disponibilità comune
    apprezzo la tua continua difesa degli interessi di Apple ma qst,strade vanno impedite se no x chi ha i soldi diventerà sempre più facile percorrerle, ci vuole un niente, si può fare in qualsiasi settore...
    non+autenticato
  • ma infatti io non contesto il fatto che App Store sia generalista come termine... ma non capisco come mai chi protesta ha un sistema operativo a finestre che si chiama WindowsA bocca aperta
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > ma infatti io non contesto il fatto che App Store
    > sia generalista come termine... ma non capisco
    > come mai chi protesta ha un sistema operativo a
    > finestre che si chiama Windows
    >A bocca aperta

    no io contesto entrambi.. mi sembra stupido poter registrare simili nomi
    non+autenticato
  • fair enough
    MeX
    16897
  • - Scritto da: A.p.p.

    > qui si parla di app. come diminutivo di
    > application, abbreviazione che a pare mio
    > dovrebbe restare nella disponibilità
    > comune

    non è proprio così... il termine app si riferisce non a un'applicazione in genere (photoshop non è un'app, word non è un app), ma identifica una piccola applicazione per cellulare/palmare/tablet. Questa accezione (app come diminuitivo di application, anche per indicare funzionalità più limitate) non esisteva prima dell'app store, semplicemente perché non esistevano le app. Nessuno diceva "ho comprato un'app" o "guarda qui che bella app che ho".
    Come al solito microsoft, che non ha quasi mai avuto un'idea originale nella sua storia informatica, copia e poi sguinzaglia gli avvocati. Tranquilli... il termine resterà nella disponibilità comune, le app si chiameranno sempre app, solo che, come è giusto, microsoft dovrà trovare un nome diverso per il suo application store anziché sfruttare le cose portate al successo grazie al lavoro di altri. Può chiamarlo Microsoft Application Store, Microsoft Market e via dicendo, ma non si vede perché dovrebbe avere il diritto di chiamarlo App Store.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > il fatto è che Apple non ha alcuna relazione come
    > termine al mondo informatico.

    e quei disegni luminosi a forma di mela che compaiono su coperchio di milioni di laptop?

    > Mentre Windows fa chiaro riferimento ai sistemi a
    > Finestre
    >
    > Di certo non puoi avere un'aizenda che si chiama
    > Apple che opera nel settore dell'ortofrutta

    uhm... e con un marchio tipo LEMONSODA come la mettiamo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: come prego
    > - Scritto da: MeX
    > > il fatto è che Apple non ha alcuna relazione
    > come
    > > termine al mondo informatico.
    >
    > e quei disegni luminosi a forma di mela che
    > compaiono su coperchio di milioni di
    > laptop?

    sai leggere l'italiano? ti è sfuggito "come termine"

    > uhm... e con un marchio tipo LEMONSODA come la
    > mettiamo?

    infatti si chiama LEMONSODA, non si chiama SODA AL LIMONE
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > - Scritto da: come prego
    > > - Scritto da: MeX
    > > > il fatto è che Apple non ha alcuna relazione
    > > come
    > > > termine al mondo informatico.
    > >
    > > e quei disegni luminosi a forma di mela che
    > > compaiono su coperchio di milioni di
    > > laptop?
    >
    > sai leggere l'italiano? ti è sfuggito "come
    > termine"

    non mi è sfuggito: apple "come termine" viene ad avere una fortissima relazione con il mondo informatico nel mommento in cui ci sono milioni di portatili che hanno sopra una mela luminosa bella grande

    > > uhm... e con un marchio tipo LEMONSODA come la
    > > mettiamo?
    >
    > infatti si chiama LEMONSODA, non si chiama SODA
    > AL LIMONE

    ahahahh... sei divertentissimo!

    mi fai venire in mente situazioni assurde tipo questa:
    http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/03/news/pa...
    in particolare questa parte:
    (Cina, un funzionario tiene "lezioni di comportamento agli amici giornalisti occidentali") Premette: "Quella che voi chiamate rivoluzione dei gelsomini in Cina non c'entra e non è oggetto di questo amabile colloquio. E poiché non sappiamo cosa sia, non sono autorizzato a parlarne". I poteri autoritari, quando smarriscono la certezza della loro onnipotenza, optano per l'assurdo.

    e attento che se anche li specchi sono bel levigati prima o poi le unghie si consumano lo stesso
    non+autenticato
  • un nome vale l'altro....è questione di stile...

    Chi comprerebbe un computer con il simbolo della banana?

    un telefonino col simbolo della pera?

    ....invece.....

    Sorride
  • Io sull'app store di apple non ci posso andare.

    Primo perche' non ho il giocattolo griffato.
    Secondo perche' la roba che scarico non gira sul mio.
    Terzo perche' si paga.

    Quindi non vedo il problema.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Io sull'app store di apple non ci posso andare.
    >
    > Primo perche' non ho il giocattolo griffato.
    > Secondo perche' la roba che scarico non gira sul
    > mio.
    > Terzo perche' si paga.
    >
    > Quindi non vedo il problema.

    Tante cose, non vedi.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > Tante cose, non vedi.

    Senti chi parla, il "paraocchi" per eccellenza.
    non+autenticato
  • Lo avevo detto io nei commenti!A bocca aperta
    MeX
    16897