Cristina Sciannamblo

Openpolis, presentato il rapporto Camere Aperte 2011

Presentato a Palazzo Madama il rapporto Camere Aperte 2011 che redige classifica della produttività per tutti i parlamentari. Aperta anche la nuova campagna di tesseramento

Roma - L'associazione openpolis presenta a Palazzo Madama il rapporto Camere Aperte 2011 e avvia la campagna di tesseramento 2011.

Nel rapporto Camere Aperte 2011, è stato elaborato un indice di produttività che prende in considerazione gli atti che ciascun parlamentare presenta in un dato periodo di tempo, ma anche il "risultato" ottenuto, cioè quanti provvedimenti sono stati discussi, votati, diventati legge o rimasti solo intenzioni.

Le "classifiche di produttività" sono declinate anche per gruppo parlamentare, regione, sesso, mentre altre variabili sono rappresentate dall'analisi dei ruoli in cui si sono specializzati i parlamentari.
"Se noi di openpolis insistiamo nel voler creare strumenti e analisi per valutare l'attività del Parlamento e renderla comprensibile a tutti è perché siamo convinti che proprio dalla trasparenza politica, ossia dalla possibilità dei cittadini di tornare ad avere fiducia e di partecipare che bisogna ripartire per cercare una via d'uscita dalla crisi della democrazia", dichiara Vittorio Alvino, presidente dell'associazione.

Nell'ambito della presentazione di Camere Aperte 2011 è stata lanciata anche la campagna di tesseramento all'associazione. I dettagli sono disponibili qui.
4 Commenti alla Notizia Openpolis, presentato il rapporto Camere Aperte 2011
Ordina
  • Leggiamo continuamente articoli sui parlamentari assenteisti, e non cambia mai niente.
    O a questi di Openpolis danno i mezzi per sanzionare i nullafacenti in maniera concreta, o continuerà a non cambiare niente.
    Funz
    12988
  • ma dai! Ma credi davvero che questi di OpenPolis siano dei benefattori? Fanno scraping selvaggio dai siti di Senato e Camera e guadagnano con questi indici che si sono inventati di sana pianta!

    Sono marchette per acquisire visibilità soprattutto dalla parte politica. Il messaggio è questo "noi siamo potenti perché vi possiamo sputtanare....che ci date in cambio?"
    non+autenticato
  • - Scritto da: rtdfnkdfdfk
    > ma dai! Ma credi davvero che questi di OpenPolis
    > siano dei benefattori? Fanno scraping selvaggio
    > dai siti di Senato e Camera e guadagnano con
    > questi indici che si sono inventati di sana
    > pianta!

    I dati sono pubblici, e chiunque può farsi una statistica. Loro l'hanno fatto. Tutto qui quello che hai da dire?

    >
    > Sono marchette per acquisire visibilità
    > soprattutto dalla parte politica. Il messaggio è
    > questo "noi siamo potenti perché vi possiamo
    > sputtanare....che ci date in
    > cambio?"

    Nei Paesi civili i giornalisti sono quelli che suonano il fischietto, i cani da guardia del Potere.
    In Italia, ci devi sempre vedere qualche oscuro motivo dietro.
    Se hai prove del ricatto sputale, altrimenti taci che potresti pure beccarti una denuncia per calunnia.

    I parlamentari assenteisti sono la vergogna dell'Italia, onore a chi li denuncia e li sputtana
    Funz
    12988
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: rtdfnkdfdfk
    > > ma dai! Ma credi davvero che questi di OpenPolis
    > > siano dei benefattori? Fanno scraping selvaggio
    > > dai siti di Senato e Camera e guadagnano con
    > > questi indici che si sono inventati di sana
    > > pianta!
    >
    > I dati sono pubblici, e chiunque può farsi una
    > statistica. Loro l'hanno fatto. Tutto qui quello
    > che hai da
    > dire?

    UNA statistica? Ma hai capito cosa fanno veramente? Questi hanno delle procedure che girano PERIODICAMENTE e che fanno scraping delle pagine. Occupano banda, sovraccaricano i sistemi. Poi se quei furboni gliel'hanno concesso affari loro. Ma diciamo che non è proprio "politically correct"

    Anche i parchi pubblici sono PUBBLICI, ma questo non vuol dire che puoi segare gli alberi!

    >
    > >
    > > Sono marchette per acquisire visibilità
    > > soprattutto dalla parte politica. Il messaggio è
    > > questo "noi siamo potenti perché vi possiamo
    > > sputtanare....che ci date in
    > > cambio?"
    >
    > Nei Paesi civili i giornalisti sono quelli che
    > suonano il fischietto, i cani da guardia del
    > Potere.

    Sì i giornalisti veri, non quelli al soldo del potere. Esistono in tutto il mondo, fidati.

    > In Italia, ci devi sempre vedere qualche oscuro
    > motivo
    > dietro.

    O quelli che credono sempre e comunque agli asini che volano.

    > Se hai prove del ricatto sputale, altrimenti taci
    > che potresti pure beccarti una denuncia per
    > calunnia.

    Ma fammi il piacere. E chi mi denuncia tu? Dormi tranquillo e continua a fare i tuoi sogni che gli altri continueranno a fare i loro porci comodi.

    >
    > I parlamentari assenteisti sono la vergogna
    > dell'Italia, onore a chi li denuncia e li
    > sputtana

    E su questo posso anche essere d'accordo. Mettiamoci però anche tutti quelli che cercano le scorciatoie, che dicono "è tutto uno schifo" e poi sono i primi a chiedere la raccomandazione, che si imbertano i soldi, che non pagano le tasse, etc. etc.

    Se fosse solo un problema di classe politica magari si riuscirebbe anche a risolvere, ed invece ho tanto il sospetto che il problema sia nella nostra mentalità abituata a cercare sempre e comunque le scorciatoie.

    A proposito leggiti questo, ti sarà sicuramente utile: http://en.wikipedia.org/wiki/Web_scraping
    non+autenticato