Mauro Vecchio

USA, il re dello spam torna online

Liberato Robert Soloway, responsabile di tonnellate di email spazzatura. SconterÓ altri tre anni in libertÓ vigilata, lavorando in un negozio di stampanti. E starÓ attento al numero di destinatari di ogni sua missiva elettronica

Roma - Si era scusato in pubblico, appellandosi alla propria dabbenaggine per tentare di mitigare un magistrato di Seattle. A ben poco era però servito il suo pentimento, almeno non ad evitare una condanna a quattro anni di reclusione. Robert Soloway, meglio noto negli Stati Uniti come il re dello spam, può ora considerarsi un uomo libero.

Libero per modo di dire. Soloway sconterà altri tre anni sotto stretta sorveglianza da parte delle autorità statunitensi, che staranno soprattutto attente alle sue prossime attività online. Il re dello spam era infatti riuscito, tra il 2003 e il 2007, ad inviare una mole impressionante di email spazzatura.

Soloway aveva messo in piedi una vera e propria rete dello spam, riuscendo a guadagnare fino a 20mila dollari per ogni giorno di "lavoro". Almeno fino al suo arresto nell'estate del 2007.
Il re dello spam tornerà ora a piede libero, dopo essere stato accusato di frode informatica ed evasione fiscale. E Robert Soloway dovrà stare molto attento alle sue stesse attività web, in particolare alle missive elettroniche inviate. "Se torno a fare spamming, violerò i termini della mia libertà vigilata - ha spiegato Soloway - e fine della storia".

E Soloway è sembrato convinto: "Sarò molto attento. Quando spedirò un messaggio di posta elettronica, non inserirò mai un secondo destinatario. Una email per ciascuna persona". Il re dello spam ha poi sottolineato come il suo conto in banca contenga solo qualche centinaia di dollari. Soloway attualmente lavora presso un negozio di stampanti a 10 dollari l'ora.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàQuattro anni di carcere per spamRobert Soloway non viene perdonato da un giudice statunitense. Si Ŕ scusato con tutti ma non se la cava facilmente. Sul suo capo anche tre anni di libertÓ vigilata e 200 ore di servizio per la comunitÓ
  • AttualitàIl re dello spam ammette: sì, l'ho fattoRobert Soloway decide di patteggiare con la giustizia USA. Rischia comunque anni di prigione e multe da centinaia di migliaia di dollari. C'Ŕ chi gufa
  • AttualitàFacebook, il conto lo paga SpamfordEd Ŕ un conto salatissimo: una corte californiana ha stabilito che sarÓ di 711 milioni di dollari. Vittoria del sito in blu che aveva accusato il re dello spam di aver insidiato i suoi utenti. Ora Sanford Wallace rischia anche il carcere
4 Commenti alla Notizia USA, il re dello spam torna online
Ordina