Alfonso Maruccia

Google Music, su Android in anticipo sui tempi

Gli smanettoni riescono ad accedere al nuovo, chiacchierato servizio di streaming musicale. Con un hack che svela uno streaming personale, diverso dal solito: parola d'ordine, fair use

Roma - Il chiacchierato e oramai ampiamente confermato servizio di streaming musicale remoto di Google è una realtà da toccare con mano e smartphone Android, già accessibile adesso ancorché in maniera non ortodossa. Lo hanno scoperto i frequentatori del forum di XDA Developers, le cui "gesta" hanno contribuito a sbloccare l'accesso alla nuova funzionalità.

Il "trucco" consiste nell'utilizzare la beta del media player di "Honeycomb" aka Android 3.0 su smartphone androidi "sbloccati", una pratica non supportata ufficialmente da Google ma che ha consentito di saggiare con mano il funzionamento del "cloud musicale" come lo intende Mountain View.

Con la beta del nuovo media player è possibile "sincronizzare" i propri brani musicali con i server di Google, cancellando in seguito i file dal client e potendo riascoltare i suddetti brani in streaming. Il fatto che l'hack funzioni anche sulle attuali versioni di Android suggerisce la volontà di Google di estendere la funzionalità oltre Honeycomb stesso.
Qualora la versione definitiva di questo "Google Music" si rivelasse essere esattamente quella scoperta dagli hacker, lo streaming musicale voluto da Mountain View si discosterebbe non poco dalla media di servizi del genere: piuttosto che pensare a monetizzare lo streaming con il business delle sottoscrizioni, Google avrebbe deciso di far leva sul principio del "fair use" che vuole l'utente in diritto di fare una copia dei contenuti legittimamente acquistati.

Come l'industria multimediale reagirà al fatto che tale copia venga salvata sui server di proprietà di Google è una questione ancora tutta da valutare.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle Music? Accelera a tavolettaIl tanto chiacchierato servizio di download musicale di BigG dovrebbe mostrarsi con l'atteso aggiornamento 3.0 di Android. Gli utenti entreranno in the cloud attraverso tablet come Xoom di Motorola
89 Commenti alla Notizia Google Music, su Android in anticipo sui tempi
Ordina
  • Ma è una cosa che si può già fare con Opera Unite!
    Basta impostare la cartella con i propri mp3 sul pc di casa con Unite (ci sono diverse applicazioni, Stream Media sembra funzionare bene).
    Poi da uno smartphone si accede via browser al proprio account e si schiaccia play!
    Et voilà! Tutta la mia musica comodamente in streaming sul mio telefono dovunque io vada... A bocca aperta
    non+autenticato
  • PS ovviamente in questo caso non devo uplodare niente sui server di qualcun'altro...
    non+autenticato
  • hai ragione, è fattibile da almeno un anno e mezzo...
    ma Opera non fa notizia Deluso
    non+autenticato
  • se non erro,da queste parti non puoi fare la copia di backup per terzi. Con tale impostazione penso che custodire le copie di terzi sia un affare molto delicato per google. Magari fattibile con qualche misura tecnica o burocratica (archivio criptato, delega a custodire), ma delicato.
    non+autenticato
  • spero che non si intenda cancellare esplicitamente... sul mio dumbphone non ho mai messo i 2 giga di sd perche` gia` con mezzo giga metti ore di mp3 e il doppio di he-aac,perche` dovrei intasare la rete con la roba che posso tenere in locale...
    non+autenticato
  • l'ho provato e al momento a meno di non avere una rom preposta è davvero difficile riuscire a fare streaming in modo soddisfacente.. su 5 brani provati in 2 casi mi è crashata l'app ed in uno si è inchiodato al 22% e il brano non è andato avanti.. provo domani con una rom pulita e solo il mediaplayer come app.. credo comunque che google aggiornerà a breve il mediaplayer visto che imo è questo il problema.. suppongo che la gestione della memoria non sia ottimale.. ragionevole visto che è un hack azzardato
  • però avete il multitasking vero...



    LOL!
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > però avete il multitasking vero...

    perchè voi no?
    MUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
  • No, noi no, ma riusciamo ad ascoltare musica e vedere video in streaming senza alcun piantamento, mentre girano altre applicazioni. Ma non abbiamo il multitasking vero...
    ruppolo
    33147
  • In effetti le applicazioni ufficiali non si piantano neanche su android.Poi il fatto di non poter neanche provarle quelle non ufficiali in effetti rende tutto piu' semplice Occhiolino
    non+autenticato
  • Infatti perché perdere tempo?
    ruppolo
    33147
  • in effetti anche scegliere di lasciar scegliere agli altri e' una scelta Occhiolino
    non+autenticato
  • hack, beta, versione di prova... perchè aprire bocca e dare certezze?
    non+autenticato
  • AHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHHAH!!!!!

    I miei brani al massimo staranno nel MIO server, un bel Mac con Lion e IPv6. A casa mia.

    Ma per ora stanno bene nel mio iPhone.
    ruppolo
    33147
  • checculo!
    non+autenticato
  • I tuoi brani? Li hai suonati tu?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > AHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHHAH!!!!!
    >
    > I miei brani al massimo staranno nel MIO server,
    > un bel Mac con Lion e IPv6. A casa
    > mia.
    >
    > Ma per ora stanno bene nel mio iPhone.

    scusa la domanda.. ma quando esci da casa?
    evito di commentare il fatto del server con lion perchè simili schifezze solo ad uno come te possono venire in mente
  • quando esce da casa si connette in VPN a Lion, essendo che 10.7 include la versione server di OSX
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > quando esce da casa si connette in VPN a Lion,
    > essendo che 10.7 include la versione server di
    > OSX

    e lo connette ad internet?.. un server fatto da ruppolo?.. e quanto credi rimane senza essere trivellato.. senza contare che il mac non è certo famoso per la sicurezza.. mah
  • Trivellato il mio server? Quello che ho spento tre mesi fa è stato online 15 anni, senza firewall, senza antivirus e senza aggiornamenti. Su IP pubblico fisso, a fare il server di posta (e nei primi anni anche server web). In tutto questo tempo non si è mai guastato. Costo di manutenzione negli ultimi 10 anni: zero, se escludiamo l'energia elettrica. Uptime? Anni.
    ruppolo
    33147
  • Mi ha detto mio cuggino che da bambino una volta e' morto.
  • - Scritto da: ruppolo
    > Trivellato il mio server? Quello che ho spento
    > tre mesi fa è stato online 15 anni, senza
    > firewall, senza antivirus e senza aggiornamenti.
    > Su IP pubblico fisso, a fare il server di posta
    > (e nei primi anni anche server web). In tutto
    > questo tempo non si è mai guastato.

    Il fatto che abbia avuto un uptime del 100% avrà reso ancora più felice chi lo ha "traforato". Il fatto che non si sia mai "guastato" vuol dire che non era un script kiddie ma uno che sapeva quello che faceva.

    15 anni online senza patch vuol dire cercare rogne. Spero che tu gestisca solo i tuoi di server.
    .poz
    204
  • Ne gestisco anche altri, ma il trattamento è simile: tra un aggiornamento ed il successivo, a volte passano anni. Quindi diciamo che in realtà non li gestisco, non li gestisce nessuno. Funzionano e basta. Se dovessero non funzionare, chiamano me. Ma praticamente non chiamano mai.
    Con i server Apple, i tecnici IT non fanno soldi.
    ruppolo
    33147
  • Scusami, io ogni tanto leggo il forum per farmi quattro risate, ma ho una domanda.
    Tu, Panda Rosso e l'altro estremista di cui non mi viene il nome, credete davvero in quello che dite?
    Credete davvero che (Windows/Linux/Mac) siano migliori sempre in tutti i sensi e comunque? Perchè, secondo me, la verità sta un po' nel mezzo...
    non+autenticato