Alfonso Maruccia

Xbox Live, la truffa dei punti a sbafo

Alcuni utenti del network provano a fare i furbi abusando di un promozione, danneggiando Microsoft per parecchi dollari. Ma la caccia ai truffatori è già cominciata

Roma - Una promozione di 48 ore per l'assegnazione di "Microsoft Point" gratuiti su Xbox Live si è trasformata in un'occasione di truffa e mercimonio, con un numero non precisato di "furbi" impegnati ad abusare di una falla nel sistema di assegnazione dei punti extra e Microsoft subito attivatasi per sbatterli fuori e dar loro la caccia.

La falla risiedeva nella URL usata da Microsoft per la generazione dei codici rimborsabili su Xbox Live, una URL che si è poi scoperto poteva essere modificata per generare un gran numero di codici "a comando". Alcuni utenti hanno pubblicato le istruzioni per approfittare della falla, mentre altri ancora hanno preso a creare migliaia di codici dal valore di 2 dollari ciascuno.

Le stime iniziali parlavano di danni per Microsoft nell'ordine dei milioni di dollari, ma Redmond è subito intervenuta per contestare tale stima dicendo che piuttosto occorreva parlare di cifre parecchio inferiori - nell'ordine dei 140mila euro nel peggiore dei casi.
Quale che sia la reale entità monetaria della truffa ai danni di Microsoft, la corporation si è detta pronta a perseguire i colpevoli con implacabile precisione: chi ha abusato della falla nell'assegnazione dei codici rimborsabili verrà individuato e messo al bando dal network di Xbox, promettono da Redmond, mentre resterà garantita la validità dei punti acquisiti in maniera regolare.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
10 Commenti alla Notizia Xbox Live, la truffa dei punti a sbafo
Ordina
  • Che differenza passa tra un cliente e un suddito?

    Risposta: il cliente ha sempre ragione, il suddito ha sempre torto.

    Dimostrazione.

    Se in un supermercato sbagliano a mettere un prezzo di un prodotto, e lo etichettano con un prezzo piu' basso di quello che avrebbero voluto, io cliente, se voglio quel prodotto, mi devono fare il prezzo in etichetta.

    Poi correggono, ma finche' la correzione non e' operativa, tutti i clienti possono approfittare dell'errore.

    Invece nel caso dei sudditi, e il caso dell'articolo e' un chiaro esempio, la M$ commette un errore che permette all'utente di avvantaggiarsi, e immediatamente l'utente viene criminalizzato, penalizzato e perseguito.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Se in un supermercato sbagliano a mettere un
    > prezzo di un prodotto, e lo etichettano con un
    > prezzo piu' basso di quello che avrebbero voluto,
    > io cliente, se voglio quel prodotto, mi devono
    > fare il prezzo in
    > etichetta.
    >
    > Poi correggono, ma finche' la correzione non e'
    > operativa, tutti i clienti possono approfittare
    > dell'errore.

    Che cosa?? Al supermercato, a meno che tu non abbia davanti la cassiera appena assunta e/o stordita, appena cerchi di far passare qualcosa di sospettosamente convenente prendono il microfono, chiamano "Marisa in cassa 5 per un prezzo" e Marisa ti batte il prezzo corretto; addirittura per evitare che qualche furbo "alleggerisca" le verdure quando le pesa sulla bilancia automatica, c'è chi ha cominciato a fare la contropesa a campione, sempre alla cassa.

    E i negozi online ormai hanno tutti la clausola che i prezzi possono variare senza preavviso, quindi se pure trovi a listino un laptop coi controcazzi a 60 euro, prima di addebitarti la carta di credito ti mandano una mail e ti dicono "il prezzo corretto è 600, lo vuoi ancora?"
    non+autenticato
  • - Scritto da: settecentos ettantatre
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Se in un supermercato sbagliano a mettere un
    > > prezzo di un prodotto, e lo etichettano con un
    > > prezzo piu' basso di quello che avrebbero
    > voluto,
    > > io cliente, se voglio quel prodotto, mi devono
    > > fare il prezzo in
    > > etichetta.
    > >
    > > Poi correggono, ma finche' la correzione non e'
    > > operativa, tutti i clienti possono approfittare
    > > dell'errore.
    >
    > Che cosa?? Al supermercato, a meno che tu non
    > abbia davanti la cassiera appena assunta e/o
    > stordita, appena cerchi di far passare qualcosa
    > di sospettosamente convenente prendono il
    > microfono, chiamano "Marisa in cassa 5 per un
    > prezzo" e Marisa ti batte il prezzo corretto;
    > addirittura per evitare che qualche furbo
    > "alleggerisca" le verdure quando le pesa sulla
    > bilancia automatica, c'è chi ha cominciato a fare
    > la contropesa a campione, sempre alla
    > cassa.
    >
    > E i negozi online ormai hanno tutti la clausola
    > che i prezzi possono variare senza preavviso,
    > quindi se pure trovi a listino un laptop coi
    > controcazzi a 60 euro, prima di addebitarti la
    > carta di credito ti mandano una mail e ti dicono
    > "il prezzo corretto è 600, lo vuoi
    > ancora?"

    Io non so che supermercati frequenti tu, ma a me, tutte le volte che mi e' capitato che un articolo fosse mal prezzato, me lo hanno venduto al prezzo errato piu' basso.

    E non sto parlando di tentativi di imbroglio che sono tutt'altro, sto proprio dicendo quando il supermercato vende a 1,90 qualcosa che doveva vendere a 19.00, e sia l'etichetta sullo scaffale, sia il codice a barre passato in cassa dicono 1,9.

    Se la cassiera mi dice "no guardi, il prezzo e' 19.00, lo vuole ancora?" io dico che hanno esposto 1,9 e pretendo quel prezzo!
    E magari trovo pure qualcosa in rete che conferma quanto dico.
  • - Scritto da: panda rossa

    sto proprio dicendo quando il
    > supermercato vende a 1,90 qualcosa che doveva
    > vendere a 19.00, e sia l'etichetta sullo
    > scaffale, sia il codice a barre passato in cassa
    > dicono
    > 1,9.

    Capitato da Panorama e da Carrefour, o fanno il confronto col listino su carta e se ce la fanno lo ricaricano al volo in inventario col prezzo giusto, o se non hanno tempo ti dicono "E' inventariato male, non te lo posso vendere" ed è morta lì. Del resto se tenessero fede a un prezzo palesemente errato, tipo 1.9 € contro 19, qualcuno dovrebbe rispondere dei 17 Euro mancanti, e al personale dipendente di solito non garba.

    A questo punto mi domando che supermercati frequenti tu, visto che addirittura da Eurospin tutte le volte che sul _volantino_ pubblicano prezzi sballati, poi sulla porta ti fanno trovare un errata corrige bello grosso per evitare che qualcuno abbia a pretendere sconti che non stanno né in cielo né in terra.

    > Se la cassiera mi dice "no guardi, il prezzo e'
    > 19.00, lo vuole ancora?" io dico che hanno
    > esposto 1,9 e pretendo quel
    > prezzo!
    > E magari trovo pure qualcosa in rete che conferma
    > quanto
    > dico.

    THIS IS WHAT PANDA ROSSA ACTUALLY BELIEVES.
    non+autenticato
  • - Scritto da: settecentos ettantatre
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > sto proprio dicendo quando il
    > > supermercato vende a 1,90 qualcosa che doveva
    > > vendere a 19.00, e sia l'etichetta sullo
    > > scaffale, sia il codice a barre passato in cassa
    > > dicono
    > > 1,9.
    >
    > Capitato da Panorama e da Carrefour, o fanno il
    > confronto col listino su carta e se ce la fanno
    > lo ricaricano al volo in inventario col prezzo
    > giusto, o se non hanno tempo ti dicono "E'
    > inventariato male, non te lo posso vendere" ed è
    > morta lì. Del resto se tenessero fede a un prezzo
    > palesemente errato, tipo 1.9 € contro 19,
    > qualcuno dovrebbe rispondere dei 17 Euro
    > mancanti, e al personale dipendente di solito non
    > garba.

    I dipendenti del mercato c'entrano poco.
    E' un errore che avviene quando caricano i prezzi in sede.

    > A questo punto mi domando che supermercati
    > frequenti tu, visto che addirittura da Eurospin
    > tutte le volte che sul _volantino_ pubblicano
    > prezzi sballati, poi sulla porta ti fanno trovare
    > un errata corrige bello grosso per evitare che
    > qualcuno abbia a pretendere sconti che non stanno
    > né in cielo né in
    > terra.

    A me e' successo ad una coop, in un auchan e in un marcopolo di fare acquisti palesemente sottoprezzo, e anche in una mondadori ora che mi torna in mente.

    Quando espongono la rettifica al volantino, vuol dire che hanno gia' corretto i prezzi in cassa e in quel caso il messaggio di rettifica prevale sul volantino.

    Il punto e' quando non si sono ancora accorti e non hanno esposto la rettifica: hai tutto il diritto di pretendere il prezzo sul volantino o di citarli per pubblicita' ingannevole.

    > > Se la cassiera mi dice "no guardi, il prezzo e'
    > > 19.00, lo vuole ancora?" io dico che hanno
    > > esposto 1,9 e pretendo quel
    > > prezzo!
    > > E magari trovo pure qualcosa in rete che
    > conferma
    > > quanto
    > > dico.
    >
    > THIS IS WHAT PANDA ROSSA ACTUALLY BELIEVES.

    Vabbe', adesso vado a cercare dei link.
  • - Scritto da: panda rossa

    >
    > Vabbe', adesso vado a cercare dei link.
    http://www.controversial.it/prezzo-esposto-e-prezz...
    http://it.narkive.com/2010/4/19/5870050-incongruen...

    E infine l'articolo di legge.
    http://www.parlamento.it/parlam/leggi/deleghe/9811...
    leggi l'articolo 14.
  • È un po' il solito discorso che si fa sulla pirateria... Sarà anche vero che hanno emesso buoni per un totale di 140k Euro, ma di questi _quanti_ sono mancati acquisti?

    Mi preoccupa di più il fatto che ci possa essere qualcuno che ignaro acquista dei punti scontati e poi magari si vede l'account Live penalizzato per questo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Psychowood
    > È un po' il solito discorso che si fa sulla
    > pirateria... Sarà anche vero che hanno emesso
    > buoni per un totale di 140k Euro, ma di questi
    > _quanti_ sono mancati
    > acquisti?
    >

    La differenza è che Microsoft dovrà corrispondere una somma ai detentori dei diritti.
  • - Scritto da: fiertel91
    > - Scritto da: Psychowood
    > > È un po' il solito discorso che si fa sulla
    > > pirateria... Sarà anche vero che hanno emesso
    > > buoni per un totale di 140k Euro, ma di questi
    > > _quanti_ sono mancati
    > > acquisti?
    > >
    >
    > La differenza è che Microsoft dovrà corrispondere
    > una somma ai detentori dei
    > diritti.

    Se dovesse fallire per questo, di sicuro non piangero'.
  • - Scritto da: Psychowood
    > qualcuno che ignaro acquista dei punti scontati e
    > poi magari si vede l'account Live penalizzato per
    > questo...

    se esci di casa e compri un rolex originale a 500€ e poi si scopre che era rubato vai giustamente nei cazzi.
    cercati cosa sono la ricettazione e l'incauto acquisto.
    non+autenticato