Roberto Pulito

Il giorno di IE9

Accelerazione grafica hardware, gestione della privacy e interfaccia minimalista. Il browser Microsoft che taglia i ponti col passato per contrattaccare

Roma - A un anno di distanza dalla prima preview il colosso di Redmond passa al contrattacco nella guerra dei browser, rilasciando la versione finale di Internet Explorer 9. Il nuovo software di navigazione, destinato ai sistemi operativi Windows 7, Vista e Windows Server 2008 si propone di sfidare la concorrenza in un mercato sempre meno statico.

Stando ai dati snocciolati dalla sezione marketing, in questi mesi di versioni Beta e RC, Internet Explorer 9 sarebbe stato scaricato oltre 36 milioni di volte. Secondo lo studio diffuso recentemente dal portale NetMarketShare, il 2 per cento dei PC con Windows 7 avrebbe già assaggiato le varie anteprime del nuovo browser. Fino a ieri, l'utilizzo a livello mondiale di IE9 era stimato sullo 0.66 per cento del totale.

Come noto, Internet Explorer abbandona Windows XP per andare oltre il semplice aggiornamento, e sfruttare la GPU per il rendering delle pagine web, ma non si fa mancare nulla sul fronte della compatibilità con gli standard web. Tra le novità, troviamo infatti l'ampio supporto a fogli di stile CCS3, video HTML 5, codec H.264, grafica vettoriale SVG e caratteri Web Open Font Format (WOFF).
Oltre questo, il nuovo browser Microsoft implementa un migliore motore JavaScript (Chakra), un Download Manager con filtro anti-malware, un add-on che segnala i componenti aggiuntivi troppo pesanti e una misura di protezione tesa a inibire il tracciamento non autorizzato.

In quello che Microsoft definisce come un vero e proprio "ecosistema" i siti vengono gestiti come fossero delle applicazioni autonome installate sul computer, tanto che è possibile giocare con le schede, usare la funzione Aero Snap per visualizzare due siti affiancati o raggiungere un indirizzo web dei preferiti passando direttamente dalla taskbar del sistema operativo.

Con la nuova release sono stati ovviamente corretti gli ultimi bug riscontrati nella Release Candidate (le tre vulnerabilità individuate al Pwn2Own riguardavano solo IE8) ma il problema di sicurezza legato alla gestione del formato MHTML, individuato il mese scorso, è ancora presente. La falla in attesa di fix non è legata ad una particolare versione del browser Microsoft perché ogni IE gestisce i file MHTML in maniera nativa.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaNavigando con IE 9Lo storico browser Microsoft vuole mostrarsi in forma smagliante con motore nuovo, look minimalista e supporto agli standard del futuro. Ma taglia fuori XP
  • TecnologiaInternet Explorer 9, polemiche sui numeriMicrosoft festeggia i buoni numeri totalizzati dai download della Release Candidate. Mozilla non la manda a dire e prova a fare a pezzi l'autostima di Redmond: il suo sarebbe un browser nato vecchio
317 Commenti alla Notizia Il giorno di IE9
Ordina
  • VOGLIO DISABILITARE QUEI ClearType del cavolo!!! Come si fa??? Maledizione!!! Mi ha cambiato i cleartype anche su WinMail... che fastidio!!!!!

    Prima c'era l'opzione, ora non c'è più!!!

    devo andare a cercare da registro di sistema?

    Che fastidiazzo!!!!

    Questo è quello che sta succedendo nel mondo del "MA E' FACILE" : spariscono LE OPZIONI

    E non ditemi cavolate come cambia browser cambia sistema eccetera. NON è quello che sto dicendo.

    Altrimenti quando avete problemi con casa vostra pensate subito ah beh comprane una diversa
    non+autenticato
  • cerca cleartype nella parra ricerca dei programmi e poi lo disabiliti in toto per tutto il sistema

    sui singoli programmi non si può
    non+autenticato
  • per onore di cronaca: i download sono 40 mln. non sono un fan di ms, uso mac e safari, chrome o ff ma credo che in questo caso ms stia facendo una scelta coraggiosa: non supportare xp sembra un suicidio ma sposta in avanti la timeline dell'informatica, e l'hardware acceleration che hanno messo a punto funziona, mentre in chrome è solo in teoria. la scelta non è molto dissimile nella sua perentorietà dall'abbandono di flash fatto da steve jobs.
    io per ora non cambio, ma ammiro il coraggio di un'azienda che poteva anche lasciare tutto come era, e così rischia invece solo di perdere quote di mercato per scommettere su un futuro migliore.
    ms non si era mai comportata così coraggiosamente, e il supporto agli standard w3c mi sembra un'altra ottima sterzata da parte loro.
    non+autenticato
  • Ma quale coraggio?
    MS non supporta XP per incoraggiare la migrazione a Windows 7: possibile che non arrivi a capirlo?
    Certo il risultato sarà che la migrazione sarà in parte accelerata: ma sarà anche la fine del dominio mondiale di IE (l'Europa è già persa...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: informo
    > Ma quale coraggio?
    > MS non supporta XP per incoraggiare la migrazione
    > a Windows 7: possibile che non arrivi a
    > capirlo?

    Si ma non è necessariamente un male. Anche Apple ha "spinto" su Mac OS X dichiarando morto Mac OS 9, o verso Intel contro i PPC.

    Più recentemente ha spinto molto verso Snow Leopard (tagliando i PPC).

    Si potrà obbiettare che Snow Leopard è un OS più snello, più veloce, più parco di consumi e che quindi Apple ha fatto bene ad incoraggiarlo (il mio MacBook ha guadagnato un'ora di batteria extra dopo l'upgrade).

    Mac OS X Lion di prossima uscita addirittura non supporterà più i vecchi Intel a 32bit, macchine di appena 5 anni fa (in ufficio ne abbiamo ancora 3 che fanno il loro dovere senza battere ciglio). Però promette di essere un OS rivoluzionario, i MacBook saranno proprio i maggiori beneficiari di Lion per discorsi di consumo energetico mutuato da iOS. Un portatile con 9 ore di autonomia reale non lo vedo male!

    Mentre Microsoft si trova con il paradosso che XP è sotto certi aspetti migliore di 7 e la gente continua a preferirlo. Ecco perché è male che Microsoft spinga W7 ai danni di XP.

    Fan AppleFan Linux
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 marzo 2011 10.55
    -----------------------------------------------------------
  • In quale senso XP possa essere migliore di 7, lo voglio proprio capire...

    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > In quale senso XP possa essere migliore di 7, lo
    > voglio proprio
    > capire...
    >
    > Cordiali saluti

    Non sono io a dirlo. L'installato di XP è ancora altissimo per diversi problemi:
    compatibilità, prestazioni, varie, ...

    Consiglieresti di upgradare da XP a Win7 su un Notebook vecchio di 5 anni? No. Io al contrario, Snow Leopard, lo consiglierei vivamente.

    Fan AppleFan Linux
  • - Scritto da: FinalCut
    > - Scritto da: markoer
    > > In quale senso XP possa essere migliore di 7, lo
    > > voglio proprio
    > > capire...
    > >
    > > Cordiali saluti
    >
    > Non sono io a dirlo. L'installato di XP è ancora
    > altissimo per diversi
    > problemi:
    > compatibilità, prestazioni, varie, ...

    Lo so bene, ma tu stavi dicendo una cosa diversa, ovvero che XP sia "per certi aspetti migliore".

    Contesto decisamente questa affermazione, perché non vedo un solo aspetto di XP che possa essere migliore di 7. Incluse le prestazioni: il mio notebook Dell, aziendale (quindi nulla di speciale, era una onesta macchina da Office tre anni fa), vecchio di 3 anni è più veloce con 7 di quanto non lo fosse con XP. Specialmente il boot è astronomicamente migliore.

    Non so cosa "varie" possa essere, ma sono d'accordo circa i problemi di compatibilità (io uso soltanto applicazioni compatibili ma questo può non essere il caso di tutti). Un sacco di aziende non aggiorna semplicemente per questo (e perché ovviamente ci sono le licenze di 7 da pagare). Ma per il resto 7 è soltanto un passo in avanti.

    Ci hanno messo oltre 10 anni, picchia e mena, ad evolvere da XP, ma non ci sono dubbi e bisogna ammettere che alla fine ce l'hanno fatta.

    Pertanto credo che la tua affermazione su XP vs 7 non abbia senso. Condivido tutto il resto, in ogni caso.


    > Consiglieresti di upgradare da XP a Win7 su un
    > Notebook vecchio di 5 anni?

    No, ma non lo farei nemmeno se avesse Ubuntu... semplicemente un laptop vecchio di 5 anni - specialmente un Dell aziendale - dopo 4 anni è morto - la batteria non regge, il monitor è inguardabile ed ha accumulato talmente tanto sporco sotto la tastiera da richiedere il richiamo dell'antitetanica per l'uso...


    > No. Io al contrario,
    > Snow Leopard, lo consiglierei
    > vivamente.

    Perché un laptop Apple di 5 anni fa è già un Intel e con Snow Leopard elimini i binari "doppi" PowerPC-Intel. una situazione particolare. Inoltre la tastiera del mio Mac (PowerPC - funziona ancora!) vecchia di 7-8 anni ha accumulato meno merda del mio Dell in un anno. Semplicemente l'hardware è migliore.

    Questo lo sappiamo bene, ma non è che ti devi sentire obbligato a rimarcare la (presunta) superiorità di Apple, quando qualcuno ti fa una domanda su Windows. A parte che sei fuori tema, ma sei noioso Sorride


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > Lo so bene, ma tu stavi dicendo una cosa diversa,
    > ovvero che XP sia "per certi aspetti
    > migliore".
    > Contesto decisamente questa affermazione, perché
    > non vedo un solo aspetto di XP che possa essere
    > migliore di 7. Incluse le prestazioni: il mio
    > notebook Dell, aziendale (quindi nulla di
    > speciale, era una onesta macchina da Office tre
    > anni fa), vecchio di 3 anni è più veloce con 7 di
    > quanto non lo fosse con XP. Specialmente il boot
    > è astronomicamente
    > migliore.
    Al di là della velocità l'infrastruttura NT 6x è anni luce superiore a quella di NT 5x. Partendo dalla stabilità del sistema operativo, fino alla sicurezza.
    Che Microsoft curi e sviluppi l'OS in modo del tutto incompetente è una cosa risaputa. Ma di sicuro Windows XP non è mai stato un OS degno di questo nome. Se devi usare NT 5x, meglio 2000.

    > Non so cosa "varie" possa essere, ma sono
    > d'accordo circa i problemi di compatibilità (io
    > uso soltanto applicazioni compatibili ma questo
    > può non essere il caso di tutti).
    Il problema di compatibilità ormai è del tutto inesistente.
    All'inizio, con Vista, i problemi c'erano. Ma la colpa non era di Vista, ma della Microsoft e della sua strategia di lancio dell'OS.

    > Un sacco di
    > aziende non aggiorna semplicemente per questo (e
    > perché ovviamente ci sono le licenze di 7 da
    > pagare). Ma per il resto 7 è soltanto un passo in
    > avanti.
    Rispetto a XP, ovviamente. Rispetto ai concorrenti, rimane indietro..

    > Ci hanno messo oltre 10 anni, picchia e mena, ad
    > evolvere da XP, ma non ci sono dubbi e bisogna
    > ammettere che alla fine ce l'hanno
    > fatta.
    In realtà tra l'evoluzioni presenti avrei voluto vedere WinFS, piuttosto che Aero.
    Comunque l'avranno anche reso più evoluto, ma ormai è diventato un elefante. Un sistema operativo che richiede 7-8 GB di HD e 1 (meglio 2) GB di RAM per non fornire nulla, non è una buona scelta. Per non parlare della richiesta di schede grafiche con i controca*zi per visualizzare quattro trasparenze idiote.

    > > Consiglieresti di upgradare da XP a Win7 su un
    > > Notebook vecchio di 5 anni?
    >
    > No, ma non lo farei nemmeno se avesse Ubuntu...
    E qui ti sbagli. Io ho un PC del 2003 (un i686 a 2.00 GHz con un 1GB di RAM) e Ubuntu è sempre andato benissimo.
    L'ho installato anche in un computer che di RAM aveva solo 384 MB e gira tranquillamente.
    Se c'è una cosa che Linux fa, è sicuramente quella di riuscire a far usare qualsiasi PC. Se poi GNOME è pesante, le varianti Xubuntu (XFCE) e Lubuntu (LXDE) vengono in tuo aiutoOcchiolino

    > semplicemente un laptop vecchio di 5 anni -
    > specialmente un Dell aziendale - dopo 4 anni è
    > morto
    morto perchè secondo Microsoft è morto. Visto che i requisiti di Vista/7 sono paurosi.

    >- la batteria non regge,
    Sono sostituibili.

    > il monitor è
    > inguardabile ed ha accumulato talmente tanto
    > sporco sotto la tastiera da richiedere il
    > richiamo dell'antitetanica per
    > l'uso...
    Quello della tastiera è risolvibile.
    Insomma definire un computer morto dopo soli 4 anni è eccessivo. Ma d'altronde è la politica oltranzista di Microsoft che porta queste idee.
    Lei non ottimizza il suo OS e gli altri si devono adeguare alle specifiche dettate dalla sua politica lucrosa.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 marzo 2011 11.53
    -----------------------------------------------------------
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: Darwin
    [...]
    [...]
    > Il problema di compatibilità ormai è del tutto
    > inesistente.
    > All'inizio, con Vista, i problemi c'erano. Ma la
    > colpa non era di Vista, ma della Microsoft e
    > della sua strategia di lancio dell'OS.

    Buono a sapersi, grazie.


    [...]
    > In realtà tra l'evoluzioni presenti avrei voluto
    > vedere WinFS, piuttosto che Aero.

    Apparentemente non tutti gli (l)user sono d'accordo, anche perché devono competere (copiare) con i luccicanti Apple


    > Comunque l'avranno anche reso più evoluto, ma
    > ormai è diventato un elefante. Un sistema
    > operativo che richiede 7-8 GB di HP e 1 (meglio
    > 2) GB di RAM per non installare nulla, non è una
    > buona scelta.

    Il default di Ubuntu è di 2 GB di disco, se ti fai un full install diventa molto di più. La RAM richiesta non è tanto meno - fai girare un Ubuntu 10.10 con meno di un 1 GB di RAM! La differenza è che in Windows hai meno possibilità di scelta, per cui ti installi magari i driver per tutte le schede WiFi anche se non le usi (ma sul Mac è lo stesso!...) ma "let's face it", in un sistema operativo "moderno" serve un disco che non sia tanto piccolo in ogni caso. Se hai un piccolo SSD da 8 GB anche una Ubuntu moderna "stenta" e devi stare attento a come lo partizioni.


    > Per non parlare della richiesta di
    > schede grafiche con i controca*zi per
    > visualizzare quattro trasparenze
    > idiote.

    Si possono disabilitare, e Clikkubuntu è lo stesso se vuoi abilitare i Compiz vari.


    [...]
    > E qui ti sbagli. Io ho un PC del 2003 (un i686 a
    > 2.00 GHz con un 1GB di RAM) e Ubuntu è sempre
    > andato benissimo.
    > L'ho installato anche in un computer che di RAM
    > aveva solo 384 MB e gira
    > tranquillamente.

    Sicuro, ma voglio vedere cosa ci fai. Facci partire OpenOffice se ci riesci! in genere, usalo come desktop se ti riesce, e senza soffrire!


    > Se c'è una cosa che Linux fa, è sicuramente
    > quella di riuscire a far usare qualsiasi PC. Se
    > poi GNOME è pesante, le varianti Xubuntu (XFCE) e
    > Lubuntu (LXDE) vengono in tuo aiuto
    >Occhiolino

    Se c'è una cosa che Linux può fare è essere configurabile e siamo d'accordo, puoi farne una versione "stripped down" ma non è disponibile "facilmente" per gli utenti non smaliziati. Una versione recente di Ubuntu installata con i suoi default non ha richieste MOLTO diverse da Windows 7 e certamente NON gira sugli accrocchi che hai menzionato sopra.


    > > semplicemente un laptop vecchio di 5 anni -
    > > specialmente un Dell aziendale - dopo 4 anni è
    > > morto
    > morto perchè secondo Microsoft è morto. Visto
    > che i requisiti di Vista/7 sono paurosi.

    morto perché è FISICAMENTE morto, dopo che è stato portato a giro per il mondo tra aerei, alberghi, attaccato e staccato dal dock centinaia di volte, usato ed abusato.


    > >- la batteria non regge,
    > Sono sostituibili.

    Con un'altra che è due generazioni più vecchia di quelle che vendono 5 anni dopo. Non è stimolante, sapere che un Mac recente ha 9 ore di autonomia e comprare una nuova batteria Dell che me lo fa durare 2, come 5 anni prima...


    > > il monitor è
    > > inguardabile ed ha accumulato talmente tanto
    > > sporco sotto la tastiera da richiedere il
    > > richiamo dell'antitetanica per
    > > l'uso...
    > Quello della tastiera è risolvibile.

    Come?

    > Insomma definire un computer morto dopo soli 4
    > anni è eccessivo. Ma d'altronde è la politica
    > oltranzista di Microsoft che porta queste
    > idee.
    > Lei non ottimizza il suo OS e gli altri si devono
    > adeguare alle specifiche dettate dalla sua
    > politica lucrosa.

    Credimi non ha proprio nulla a che fare con Microsoft, è un fatto di qualità. Un Dell che costa >1K è una cosa ben diversa da un Mac >4K .


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > Apparentemente non tutti gli (l)user sono
    > d'accordo, anche perché devono competere
    > (copiare) con i luccicanti
    > Apple
    Purtroppo hai ragione....

    > Il default di Ubuntu è di 2 GB di disco, se ti
    > fai un full install diventa molto di più.
    Ubuntu occupa 2GB di HD, ma offre praticamente tutto.
    Il discorso non è l'occupare l'HD, ma è come occuparlo. 8GB di Ubuntu significa avere un parco software enorme. 8GB su Windows significa avere il sistema per giocare a solitario. un pò differente il discorso...

    > La RAM
    > richiesta non è tanto meno
    Ma anche no! Ubuntu non richiede neanche su 384 MB di RAM il 40-60% di memoria, a differenza di Windows 7 su 1 GB di RAM. una concezione diversa. Ma è questo che rende Windows inferiore ai concorrenti.
    Per favore, non scherziamo...

    > - fai girare un Ubuntu
    > 10.10 con meno di un 1 GB di RAM!
    Te l'ho scrissi un post fà. L'ho installato e gira dignitosamente. Certo non ci fai girare ardour, ma per un uso domestico (andare su facebook, guardare la casella di posta e guardare le fotografie) va più che bene.
    Come ti ho detto comunque, ci sono altre interfacce disponibili.

    > La differenza è
    > che in Windows hai meno possibilità di scelta,
    Non ne hai proprio, è diverso.

    > per cui ti installi magari i driver per tutte le
    > schede WiFi anche se non le usi (ma sul Mac è lo
    > stesso!...) ma "let's face it", in un sistema
    > operativo "moderno" serve un disco che non sia
    > tanto piccolo in ogni caso.
    Ma questo non vuol dire smettere di ottimizzare. Lo so che ormai i dischi sono grandi, ma questo non vuol dire nulla. Un OS che non offre nulla (come Windows) non può "pesare" così tanto.

    > Se hai un piccolo SSD
    > da 8 GB anche una Ubuntu moderna "stenta" e devi
    > stare attento a come lo
    > partizioni.
    Non è vero. Puoi installarlo tranquillamente. Certo non salverai i file su disco, ma sulle pen drive. Ma questo vale anche per Windows, anzi 7 non potresti nemmeno installarlo.

    > Si possono disabilitare, e Clikkubuntu è lo
    > stesso se vuoi abilitare i Compiz
    > vari.
    Ma non puoi alleggerirlo più di tanto, con Ubuntu si.

    > Sicuro, ma voglio vedere cosa ci fai. Facci
    > partire OpenOffice se ci riesci! in genere, usalo
    > come desktop se ti riesce, e senza
    > soffrire!
    Perchè usare OpenOffce su quel PC in un ambiente domestico?
    Ci sono Abiword e GNUmeric che possono fare gli stessi compiti con molto meno.

    > Se c'è una cosa che Linux può fare è essere
    > configurabile e siamo d'accordo, puoi farne una
    > versione "stripped down" ma non è disponibile
    > "facilmente" per gli utenti non smaliziati.
    Questo è un luogo comune. Ubuntu è facile quanto un Mac ormai. E chi l'ha provato sa di cosa parlo.

    > Una
    > versione recente di Ubuntu installata con i suoi
    > default non ha richieste MOLTO diverse da Windows
    > 7 e certamente NON gira sugli accrocchi che hai
    > menzionato
    > sopra.
    Gira e gira decentemente. Ubuntu ha richieste di molto inferiori rispetto a Windows 7, offrendo decisamente di più.

    > Con un'altra che è due generazioni più vecchia di
    > quelle che vendono 5 anni dopo. Non è stimolante,
    > sapere che un Mac recente ha 9 ore di autonomia e
    > comprare una nuova batteria Dell che me lo fa
    > durare 2, come 5 anni
    > prima...
    Perchè paragoni un Mac recente ad un computer di 5 anni? un paragone assurdo, non trovi? come dire: un i686 single-core usato per 10 anni e in modo estremo è più lento in confronto ad 8-core x86_64 appena uscito dal negozio.

    > Come?
    Si possono pulire le tastiere:
    O usi questo metodo fai da te
    http://www.sparkblog.org/pulire-tastiera-portatile.../

    Oppure usi l'aria compressa, usando le accortezze del caso.

    > Credimi non ha proprio nulla a che fare con
    > Microsoft, è un fatto di qualità. Un Dell che
    > costa >1K è una cosa ben diversa da un Mac >4K
    > .
    Per me un computer di qualità è un computer che nonostante l'età sia ancora in piedi a fare il suo dovere. Ovviamente non pretendo che sia all'altezza dei concorrenti più moderni.
    Io ho un PC del 2003 (AMD Athlon XP 2400+ ~2.00 GHz i686) con 1 GB di RAM. Questo computer ogni giorno sta acceso per ore e compila software.
    Nonostante questo (ho compilato chromium in 4 ore e mezzo e firefox in 7 ore e mezza) è ancora in piedi e non mi ha mai piantato una volta. Ho persino provato ad overclockarlo (e chi conosce gli AMD sa che, almeno quelli dell'epoca, è una cosa da pazzi). Fino ad oggi non mi ha mai mollato. Non ho mai cambiato un pezzo (eccetto la scheda video ATI che ho scambiato con una NVIDIA, perchè la prima non era ben supportata su Linux).
    Insomma quello che sto cercando di dirti è: non ho un computer astronomico, ma nonostante questo lavora. E lavora egregiamente. Per me questa macchina non è morta, anzi è vivissima.
    Windows 7 gira da schifo? Meglio, ho un motivo in più per non sceglierlo su questa piattaforma.

    > Cordiali saluti
    ;)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 21 marzo 2011 18.51
    -----------------------------------------------------------
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: Darwin
    [...]
    > Ubuntu occupa 2GB di HD, ma offre praticamente
    > tutto.

    In 2 GB offre i software di default, che non sono "di tutto". Non c'è Open Office per esempio, né KDE.

    > Il discorso non è l'occupare l'HD, ma è come
    > occuparlo. 8GB di Ubuntu significa avere un parco
    > software enorme. 8GB su Windows significa avere
    > il sistema per giocare a solitario. un pò
    > differente il discorso...

    Non è esattamente così. In Windows ci sono molte librerie ed API che sono condivise tra tutte le applicazioni. In Ubuntu, se volessi usare anche una sola applicazione KDE, dovresti installare in aggiunta una serie di librerie di supporto. Insomma, il gap tra questi 2 GB e gli 8 di Windows si ricolmano, piano piano...


    > > La RAM
    > > richiesta non è tanto meno
    > Ma anche no! Ubuntu non richiede neanche su 384
    > MB di RAM il 40-60% di memoria, a differenza di
    > Windows 7 su 1 GB di RAM. una concezione
    > diversa. Ma è questo che rende Windows inferiore
    > ai concorrenti.
    > Per favore, non scherziamo...

    Non scherzare tu! che browser pensi di usare con 300 MB di RAM? Praticamente è lo spazio occupato da solo da Firefox senza plug-in né add-ons!...


    > > - fai girare un Ubuntu
    > > 10.10 con meno di un 1 GB di RAM!
    > Te l'ho scrissi un post fà. L'ho installato e
    > gira dignitosamente. Certo non ci fai girare
    > ardour, ma per un uso domestico (andare su
    > facebook, guardare la casella di posta e guardare
    > le fotografie) va più che bene.

    Non credo, perché Lynx - l'unico browser che fai girare con quella memoria senza swappare come un pazzo - non supporta le immagini Sorride


    > Come ti ho detto comunque, ci sono altre
    > interfacce disponibili.

    Certo, ma praticamente non accessibili ad un utente non smaliziato, e sono inutilizzabili con certi programmi che richiedono magari una mezza dozzina di altre librerie della serie GTK+, o metà del repository di KDE solo per soddisfare le dipendenze.

    Quello che per te (e magari anche per me) è un "vantaggio" in Linux, per molti utenti è una incredibile frammentazione.

    Quello che in realtà voglio dimostrarti è che se vuoi veramente far funzionare qualsiasi software presente per Linux, l'installazione di default non ti basta, ed alla fine a forza di librerie e dipendenze, non ti credere di andare così lontano dagli 8 GB di Windows. Su Windows non hai la scelta di installare il sistema minimale, ma per molti utenti è una semplificazione. Solo uno smanettone si mette a recuperare sistemi vecchi, mentre per l'utente normale, 2 oppure 8 GB di spazio non fanno alcuna differenza, ora che con poche centinaia di Euro ti compri dischi da 2 Tera. E come detto, alla fine pure questa differenza (risibile in un PC moderno) si riduce se veramente vuoi usare ogni software possibile su Ubuntu.


    > > La differenza è
    > > che in Windows hai meno possibilità di scelta,
    > Non ne hai proprio, è diverso.

    Esatto, ma questa è solo una complicazione in meno per il 90% delle persone.


    > Ma questo non vuol dire smettere di ottimizzare.
    > Lo so che ormai i dischi sono grandi, ma questo
    > non vuol dire nulla. Un OS che non offre nulla
    > (come Windows) non può "pesare" così
    > tanto.

    Secondo me non è vero che non offre nulla. Offre tutto quello che ti serve per far girare, senza librerie addizionali, ogni software scritto per Windows.


    > > Se hai un piccolo SSD
    > > da 8 GB anche una Ubuntu moderna "stenta" e devi
    > > stare attento a come lo
    > > partizioni.
    > Non è vero. Puoi installarlo tranquillamente.

    Tanto "tranquillamente" no Sorride

    > Certo non salverai i file su disco, ma sulle pen
    > drive.

    Esatto, quindi devo già ingegnarmi Sorride

    > Ma questo vale anche per Windows, anzi 7
    > non potresti nemmeno installarlo.

    Certo che puoi installare 7, arriva addirittura preinstallato - come l'ho trovato io sul mio Netbook (ovviamente razzato il primo giorno per Linux... Occhiolino) ma il punto è che Asus mi offriva pure uno storage on line gratis che senza Win 7 nom posso usare

    > Ma non puoi alleggerirlo più di tanto, con Ubuntu
    > si.

    Certo, deinstallando anche le applicazioni Sorride


    > Perchè usare OpenOffce su quel PC in un ambiente
    > domestico?

    Chi ha parlato di ambiente domestico?

    > Ci sono Abiword e GNUmeric che possono fare gli
    > stessi compiti con molto meno.

    GNUmeric? LOL! addio formule...


    > > Se c'è una cosa che Linux può fare è essere
    > > configurabile e siamo d'accordo, puoi farne una
    > > versione "stripped down" ma non è disponibile
    > > "facilmente" per gli utenti non smaliziati.
    > Questo è un luogo comune.

    No, non lo è. un luogo comune che sia difficile da usare, ma non lo è se si tratta di installare altri window-manager o farne una versione stripped down.


    > Gira e gira decentemente.

    Sì, fino a GDM Sorride


    > Ubuntu ha richieste di
    > molto inferiori rispetto a Windows 7, offrendo
    > decisamente di più.

    Bello slogan, devi ancora dirmi cosa posso farci con 300 MB di RAM in Ubuntu


    > Perchè paragoni un Mac recente ad un computer di
    > 5 anni?

    No, paragono il mio Mac di 8 anni fa con il mio Dell di 3. Indovina chi sta meglio Sorride

    > > Come?
    > Si possono pulire le tastiere:
    > O usi questo metodo fai da te
    > http://www.sparkblog.org/pulire-tastiera-portatile

    Funziona solo su un modello preciso di Asus

    > Oppure usi l'aria compressa, usando le accortezze
    > del caso.

    Non pulisce nulla e rimuove soltanto le briciole. Per pulire veramente serve un servizio professionale


    > Per me un computer di qualità è un computer che
    > nonostante l'età sia ancora in piedi a fare il
    > suo dovere. Ovviamente non pretendo che sia
    > all'altezza dei concorrenti più moderni.

    quello che dico anche io.

    > Insomma quello che sto cercando di dirti è: non
    > ho un computer astronomico, ma nonostante questo
    > lavora. E lavora egregiamente. Per me questa
    > macchina non è morta, anzi è vivissima.

    Perché sta FERMA sotto la tua scrivania da anni e connesso ad un monitor esterno e tastiera esterna. Ci sono VAX che ancora funzionano dopo 25 anni. Prova a spostare il tuo hard disk con testina magnetica a giro per l'Europa, poi vedremo quanto dura. I VAX di cui sopra spesso muoiono se spostati anche di pochi centimetri. A volte basta toccare certi piccoli equilibri per mandare tutto in malora...


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > In 2 GB offre i software di default, che non sono
    > "di tutto". Non c'è Open Office per esempio, né
    > KDE.
    Non è vero OpenOffice.org, c'è. L'unica cosa che non mette di base è Base, ma non perchè occupi tanto, ma solo perchè non entra in un livecd.
    Stesso dicasi per GIMP.
    Per quanto riguarda KDE, c'è Kubuntu, che dispone di KDE completo anche esso in un CDOcchiolino
    Ubuntu di base non offre KDE perchè Ubuntu non è basata su KDE.

    > In Windows ci sono molte
    > librerie ed API che sono condivise tra tutte le
    > applicazioni. In Ubuntu, se volessi usare anche
    > una sola applicazione KDE, dovresti installare in
    > aggiunta una serie di librerie di supporto.
    le librerie di supporto vanno installate anche su Windows.
    L'unica differenza è che su Windows sono built-in nel programma di installazione, mentre su Ubuntu sono le cosiddette dipendenze.
    Windows non offre nessun API di supporto, se non .NET.

    > Insomma, il gap tra questi 2 GB e gli 8 di
    > Windows si ricolmano, piano
    > piano...
    Con la differenza che Ubuntu offre software e Windows no.

    > Non scherzare tu! che browser pensi di usare con
    > 300 MB di RAM? Praticamente è lo spazio occupato
    > da solo da Firefox senza plug-in né
    > add-ons!...
    Puoi usare Chrome. E gira benissimo.

    > Non credo, perché Lynx - l'unico browser che fai
    > girare con quella memoria senza swappare come un
    > pazzo - non supporta le immagini
    > Sorride
    Usi persino FacebookOcchiolino

    > Certo, ma praticamente non accessibili ad un
    > utente non smaliziato,
    XFCE è usabilissima.


    > e sono inutilizzabili con
    > certi programmi che richiedono magari una mezza
    > dozzina di altre librerie della serie GTK+,
    Che GNOME sia un merdaio di dipendenze è risaputo, però difficilmente oltre a gstreamer e wxwidgets serve qualcos'altro in un desktop come XFCE.

    > o
    > metà del repository di KDE solo per soddisfare le
    > dipendenze.
    Basta KDElibs e comunque non serve quasi mai. A volte basta qt.
    Solo chi usa il KDEmod deve usare le dipendenze in stile GNOME.

    > Quello che in realtà voglio dimostrarti è che se
    > vuoi veramente far funzionare qualsiasi software
    > presente per Linux, l'installazione di default
    > non ti basta, ed alla fine a forza di librerie e
    > dipendenze, non ti credere di andare così lontano
    > dagli 8 GB di Windows
    Te l'ho già spiegata la differenza tra gli 8 GB di Windows e quelli di Ubuntu. Comunque installando roba extra per un utente domestico sono arrivato al massimo a 4 GB. Arrivare a 8GB significa avere menu stracolmi di software. E se pensi sia una fesseria, guarda il DVD di Slackware (che con installazione full occupa 7-8 GB).

    > differenza (risibile in un PC moderno) si riduce
    > se veramente vuoi usare ogni software possibile
    > su
    > Ubuntu.
    L'hai detto tu stesso. Se vuoi usare ogni software possibile. Prova a occupare 8GB con Ubuntu e vedi la differenza.

    > Secondo me non è vero che non offre nulla. Offre
    > tutto quello che ti serve per far girare, senza
    > librerie addizionali, ogni software scritto per
    > Windows.
    Oltre a .NET non usa nessuna API addizionale. Non può usare nessuna libreria condivisa.

    > Tanto "tranquillamente" no Sorride
    Perchè mai scusa?

    > Esatto, quindi devo già ingegnarmi Sorride
    Lo dovresti fare anche con Windows.

    > Certo che puoi installare 7, arriva addirittura
    > preinstallato come l'ho trovato io sul mio
    > Netbook
    Si ma che non ha un HD da 8 GB bensì da 160 GB.
    Prova ad installarlo su un HD su 8 GB. Vedrai che non te lo fa neanche installare, visto che richiede uno spazio minimo di molto superiore.

    > (ovviamente razzato il primo giorno per
    > Linux... Occhiolino) ma il punto è che Asus mi offriva
    > pure uno storage on line gratis che senza Win 7
    > nom posso
    > usare
    da quanto è lo storage?

    > Certo, deinstallando anche le applicazioni Sorride
    Prova a disinstallare Internet Explorer, Windows Media Center, Windows DVD Maker, i Giochi, WordPad e Paint. E non ho detto disattivare, ma disinstallare.

    > GNUmeric? LOL! addio formule...
    Non è vero. GNUmeric fa tutto ciò che deve fare. L'unica cosa che non fa sono le tabelle Pivot.

    > No, non lo è. un luogo comune che sia difficile
    > da usare, ma non lo è se si tratta di installare
    > altri window-manager o farne una versione
    > stripped
    > down.
    Esistono già versioni della distro ubuntu con altri Desktop. Non devono installare nulla.

    > Sì, fino a GDM Sorride
    Se è una trollata è meglio evitare....

    > Bello slogan, devi ancora dirmi cosa posso farci
    > con 300 MB di RAM in
    > Ubuntu
    Te l'ho spiegato sopra: scrivere documenti, fogli di calcolo, andare su internet e vedere persino i filmati su Youtube.
    Mica gli OS sono tutti elefanti come Windows, eh....Occhiolino

    > No, paragono il mio Mac di 8 anni fa con il mio
    > Dell di 3. Indovina chi sta meglio
    > Sorride
    L'hai detto tu stesso che il mac era recente:
    "Non è stimolante, sapere che un Mac recente ha 9 ore di autonomia e comprare una nuova batteria Dell che me lo fa durare 2, come 5 anni prima..."

    > Funziona solo su un modello preciso di Asus
    > Non pulisce nulla e rimuove soltanto le briciole.
    > Per pulire veramente serve un servizio
    > professionale
    Puoi comunque portarlo in assistenza. Non cambierei certo il computer per questa fesseria.
    Darwin
    5126
  • poi ho visto che su XP non gira.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cicciocacco
    > poi ho visto che su XP non gira.

    Buonanotte....
    non+autenticato
  • A breve Microsoft a noi utenti di XP consiglierà / intimerà / obbligherà a installare... la penultima versione di IE
    Toh, adesso si può direCon la lingua fuori

    Ridicolo, neh?
    Funz
    12996
  • - Scritto da: MeX
    >
    > a battere IE6 ?

    impresa non facile

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > a battere IE6 ?

    trust them
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)