Claudio Tamburrino

Stallman: il cellulare come Grande Fratello

Il guru del free software non si limita a ribadire la necessità del free software, ma attacca i dispositivi mobile che possono essere utilizzati per tracciamenti e intercettazioni

Roma - È uno Stallman che non risparmia accostamenti da brivido quello che si trova in Spagna per una serie di conferenze, e che concede una lunga intervista a Networkworld: "Sogno di Stalin" e "strumenti da Grande Fratello" sono i forti paragoni che tira fuori per la sua ultima tirata d'orecchi. Stavolta, però, non ce l'ha con il software proprietario, ma anche con i dispositivi cellulari, strumenti di tracciamento che i cittadini volontariamente si mettono addosso.

Per questo, sorprende almeno in parte la dichiarazione del guru del free software, si è sempre rifiutato di averne uno: "Non mi voglio portar dietro un dispositivo di tracciamento che registra in ogni momento dove vado e un dispositivo di sorveglianza che può essere attivato per intercettarmi". Non sono solo i dispositivi di tecnologia proprietaria a preoccupare Stallman: anche quelli che utilizzano il software open source Adnroid possono essere pericolosi, in quanto dotati di esecuzioni proprietarie che lo bloccano e legano al dispositivo con cui è venduto.

La via da seguire per salvarsi dalla tecnologia è invece sempre la stessa: il free software che permette agli utenti di utilizzare, modificare e distribuire il software come desidera. Permettendo, per esempio, all'utente di escludere in linea teorica anche la possibilità di essere intercettato o pedinato.
Stallman ha quindi portato all'attenzione una delle prime versione di Android senza alcuna parte di software proprietario: si chiama Replicant, e può girare su HTC Dream.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
193 Commenti alla Notizia Stallman: il cellulare come Grande Fratello
Ordina
  • - Scritto da: MegaJock
    > - Scritto da: MeX
    > > ma il GSM trasmette "audio" ?
    >
    > Il GSM trasmette dati in forma digitale. Puoi
    > trasmettere audio, il diario di Bridget Jones, il
    > gatto disintegrato dal laser Shiva e l'unico
    > neurone nel cervello di Brittany di
    > "Glee".

    Ma anche no. Vediamo di mettere ordine tra scemenze e facezie.

    Le specifiche GSM sono ben precise, e trasmettono AUDIO e altri SEGNALI. È vero che la trasmissione GSM prevede la trasmissione dati sul "trasport" GSM, però è MENO ottimizzata di quella audio, che è sempre stato il vero scopo e il motivo originario della trasmissione GSM.

    A proposito della criptazione della chiamata, una trasmissione GSM è di per sé criptata, tra il terminale mobile e la cella a cui è connessa (e magari oltre nelle nuove tecnologie come LTE, ma sono dettagli che non cambiano la sostanza in questo contesto); quale algoritmo venga usato (A5/1 o A5/3 di solito) dipende dall'operatore. Ci sono limitati casi di operatori locali in India o in altri posti assurdi che non usano nessuna criptazione (A5/0) ma sono sporadici nell'industria.

    Quindi non serve alcun software per criptare la conversazione. Nonostante quel che si dice in giro, intercettare e decriptare una comunicazione GSM di uno specifico utente "on the air" è - anche con la vecchia criptazione A5/1 - ancora abbastanza complicato (se non altro perché entrambe le cose assieme - intercettare e decriptare - non sono di per sé semplici per motivi su cui non mi dilungherò).

    Quello che è possibile fare è la "lawful interception", ovvero intercettare la comunicazione dal lato operatore. La criptazione avviene tra il terminale e la cella (o il GGSN o l'E-GGSN nelle nuove tecnologie LTE, il principio è lo stesso) ma lato operatore, nella backbone, la trasmissione avviene in chiaro. La legge richiede che, su richiesta di un inquirente e dopo approvazione di un giudice, gli operatori siano tenuti a fornire gli strumenti per intercettare le comunicazioni di una utenza.

    Detto fra i denti, questo è bene perché la criminalità organizzata (e quella politica in Italia...) viene smascherata in genere esattamente così. Non viviamo più ai tempi di Sherlock Holmes dove si cercano gli indizi con la lente, le intercettazioni sono lo strumento principale in mano ai PM al giorno d'oggi.

    Inoltre, tanto per essere chiari, questo avviene sia per il fisso che per il mobile indifferentemente e non costituisce alcuna peculiarità delle reti mobili. Pertanto se si usa questo argomento specificamente per giustificare il non utilizzo di un cellulare si sta toppando alla grnade e clamorosamente. Avrebbe al massimo dovuto dire che non usa alcun tipo di telefono in generale.

    Chiaro che in mano a un dittatore, questo meccanismo possa essere usato in modo distorto. Ma secondo voi Beria non intercettava il telefono fisso ai bei tempi?

    Questo credo che sistemi il capitolo "intercettazione".

    Riferendosi alla localizzazione, questa può essere fatta in due modi: tramite le celle GSM e il GPS integrato.

    Nel primo caso, il dato è in mano all'operatore e vale la stessa considerazione fatta sulla lawful interception. Anche se tutto il software del telefono fosse open source, la localizzazione è implicita nei meccanismi del GSM ed è necessaria, perché terminale mobile e cella si scambiano continuamente informazioni circa la qualità del segnale - e quindi indirettamente, sulla distanza dalla cella - che servono a regolare la potenza di emissione del segnale e far consumare meno batteria; inoltre serve a regolare l'hand-over tra le celle. La traduzione di un dato che di per sé è puramente tecnico in una geolocalizzazione usata per altri fini è un passo successivo, che dipende dalla politica degli operatori o magari dal software del tuo telefono, ma anche qua, potrebbe essere tutto open source, e comunque tu non potresti impedire all'operatore di raccogliere questo dato. Per cui anche in questo caso, Stallman sbrocca clamorosamente: rendere tutto open source non risolve un bel nulla e il problema va casomai affrontato diversamente, come stanno cercando di fare certi parlamentari tedeschi sollevando la questione della privacy con gli operatori e il Governo.

    L'unico caso in cui Stallman può avere ragione è quello in cui un software chiuso accende maliziosamente il GPS e trasmette le tue informazioni di localizzazione senza avvisarti. Ma esistono molti modi per ovviare: 1) disabilitare il GPS, 2) sconfigurare l'APN o disabilitare l'accesso dati dove possibile (i.e. nei Blackberry), o 3) comprare un Nokia da 29€ o comunque un telefono sprovvisto di GPS del tutto.

    Insomma se davvero Stallman si è espresso così mi sembrano più che altro scuse da pezzente che non può permettersi un cellulare, o da misantropo che si sente figo ad apparire "diverso". In ogni caso, mi sa che non conosce bene l'argomento.


    Cordiali saluti
  • Stallman toppa ogni volta che l'ho sentito parlare. Lui non è oggettivo. Lui dice solo che "open source è bene, tutto il resto è male". E' lo stesso principio dei dogmi religiosi, si crede in qualcosa anche se tutti gli elementi dimostrano il contrario, si arriva a negare l'evidenza. Non è di Stallman che il mondo della tecnologia ha bisogno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo Pippo
    > Stallman toppa ogni volta che l'ho sentito
    > parlare.

    Non stupisce, non sapendo tu distinguere un computer da una lavatrice.

    > Lui non è oggettivo. Lui dice solo che
    > "open source è bene, tutto il resto è male".

    Lui ha ragione!

    > E'
    > lo stesso principio dei dogmi religiosi, si crede
    > in qualcosa anche se tutti gli elementi
    > dimostrano il contrario,

    In questo caso pero' tutti gli elementi dimostrano che e' vero.

    > si arriva a negare l'evidenza.
    Si, c'e' gente che nega che winsozz sia un giocattolo per giocare.

    > Non è di Stallman che il mondo della
    > tecnologia del marketing ha
    > bisogno.

    Fixed. Ficoso
  • "Lui ha ragione!"

    Stronzate su stronzate. E' come dire che gli iPhone costruiti in Cina sono meglio degli Apple solo perchè costano meno. Gratis non è sinonimo di qualità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo PIppo
    > Stronzate su stronzate. E' come dire che gli
    > iPhone costruiti in Cina sono meglio degli Apple
    > solo perchè costano meno.
    Dipende dalla sveglia in dotazioneSorride

    > Gratis non è sinonimo
    > di
    > qualità.
    Concordo. Non lo è per forza, ma può esserlo.
    Ad esempio, la qualità del codice presente nel kernel Linux è di altissimo livello.
    Con questo però non voglio asserire che i software proprietari sono tutti scadenti. Anche perchè non è vero: Potrei citare i software AVID come ProTools che è proprietario, ma che non ha rivali in quel campo.
    Quello che l'open source cerca di costruire è semplicemente del software di qualità.
    E al di là di tutte le trollate, ci riesce benissimo. L'apertura e la qualità sono un qualcosa che una azienda come Microsoft non potrà mai ottenere.
    Ma non perchè Microsoft è cattiva o incompetente (anche se a guardare i suoi prodotti verrebbe da pensarlo). Semplicemente il software open source si evolve più rapidamente, perchè c'è più gente che ha la possibilità di guardare la sua infrastruttura.
    Questo cosa comporta? Che ognuno di noi è un potenziale tester e developer, oltre ad essere un utente comune. Ad tutti noi è permesso cercare di innovare, senza sottostare ad un padrone (che sia una multinazionale o un vagabondo squattrinato, non ha importanza. Il peso legale è lo stesso in termini di validità di una licenza) che ha del puro interesse economico (nella maggiorparte dei casi).
    Come è giusto che sia, al software proprietario interessa il numero di utenza, non la qualità del software che viene scritto. Al contrario all'open source interessa la qualità del codice, non il numero di utenza.
    Quello che rende Linux (ma anche Apache) un ottimo software è il non perdere gli obbiettivi iniziali. Questo ha attratto capitali anche di aziende come HP e IBM o addirittura invidie da parte di aziende come Microsoft, Apple, Oracle e la disgraziata SCO.
    Inoltre il software open source è sinonimo di evoluzione e progresso, oltre che di qualità. Anche le aziende più invidiose apprezzano in fondo il software open. Come lo dimostri? Semplice. Microsoft ha integrato lo stack di rete di OpenBSD (che si sa essere uno dei migliorisistemi al mondo, dal punto di vista della sicurezza e della qualità del codice) in Windows NT. Apple ha usato FreeBSD per unirlo a Mach e dare vita a Darwin (e poi a Mac OS X), ha sviluppato l'ottimo CUPS e WebKit. Oracle ha creato Oracle Linux Enterprise (basato su RHEL) con Unbreakable Kernel e ha finanziato lo sviluppo di Btrfs (anche se continua ad avere una politica oltranzista nei confronti di ZFS e della sua licenza CDDL). Insomma, l'open source fa gola a tutti. Non basatevi sulle dichiarazioni di Ballmer o Jobs che, al di là di ogni culto personale fatto dai fanboy, devono fare marketing per tirare acqua verso il proprio mulino (come è giusto che sia. Sono aziende con un fatturato...non campano di aria). Ballmer nel 2001 affermava "Linux is a cancer that attaches itself in an intellectual property sense to everything it touches", per poi dover ammettere, nel 2009, la dura realtà: http://www.osnews.com/story/21035/Ballmer_Linux_Bi....

    Chiuso quest'argomento, passo a Stallman.
    Ho avuto l'opportunità di ascoltarlo dal vivo, nella mia città.
    Quello che io credo è che l'estremizzazione (sia da una parte, che dall'altra) sia sbagliata.
    L'open source deve crescere e in molti settore non è lontanamente comparabile con la controparte proprietaria (come con AVID).
    Stallman purtroppo è bravo a profetizzare, ma conclude ben poco. Lui parla di software libero come la risposta, ma questo non è vero.
    Lui parla di errore di Torvalds nell'includere firmware non-free nella mainline del kernel. Ha ragione, ma non si deve dimenticare che quei firmware SERVONO a tutti coloro che hanno bisogno ad un supporto per tali periferiche. Quindi, finchè le alternative open non saranno pronte e sufficientemente competitive non potranno essere rimossi. Rimuoverli, significa creare problemi agli utenti che ne avranno bisogno, solo per un tuo capriccio personale. E questo non è buono. Questo è lo stesso comportamento di Jobs, visto alla rovescia. È facile criticare chiunque usi software proprietario, ma non dimentichiamoci che negli ambiti dove quest'ultimo la fa da padrone, gli sviluppatori open stanno cercando di reimplementare le stesse caratteristiche attraverso un reverse engineering, cosa molto più difficile (come accade nei nouveau). Detto questo, non si può dire all'utente: tu comunque non devi usare software proprietario, perchè è cattivo! Loro ti risponderanno giustamente: e io cosa uso? Mi attacco? Perchè Stallman mi impone un modo di pensare? Non nelle quattro libertà del software, l'uso del suddetto per ogni scopo legittimo? E l'usare software proprietario, regolarmente licenziato, non è forse legittimo? Certo che lo è. Ovviamente è eticamente sbagliato, ma finchè una alternativa open source, non sarà altrettanto valida, non sarò possibile cercare di invitare gli utenti verso soluzioni alternative.
    Quindi Stallman prima di criticare, dovrebbe prima cercare di usare il cervello e capire che soluzioni non ci sono.
    E potrei citare il caso dei driver NVIDIA. Secondo Stallman, è male usare quelli. Conviene usare i driver liberi.
    Ma che me ne faccio dei nouveau, se a livello di accelerazione grafica sono ancora acerbi? E se devo lavorare di grafica 3D che faccio? Se mi serve l'accelerazione grafica che faccio? Non la uso? E come lavoro? Non lavoro? No, al momento l'unica soluzione sono i proprietari e uso quelli, fintanto i driver open non saranno all'altezza, come lo sono nel 2D.

    Al di là delle trollate, io la penso così.
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: panda rossa
    [...]
    > > Lui non è oggettivo. Lui dice solo che
    > > "open source è bene, tutto il resto è male".
    >
    > Lui ha ragione!

    Per quanto sia un sostenitore dell'open source questo mi sembra un po' dogmatico, non credi?


    [...]
    > In questo caso pero' tutti gli elementi
    > dimostrano che e' vero.

    In questo specifico caso, no. L'open source o meno semplicemente non c'entra nulla se si parla di privacy nel mondo GSM e si sta sbagliando il focus.

    Sicuramente usare un sistema open aiuta, ma un operatore di rete ti serve sempre. Se il Governo - che dà le licenze agli operatori - ti chiede di fare specifiche cose, l'operatore per legge deve obbedire. Come è successo in Egitto. Open source o meno non c'entrano un fico secco, e Stallman ha semplicemente risposto con il suo solito "template" dogmatico.


    > > si arriva a negare l'evidenza.
    > Si, c'e' gente che nega che winsozz sia un
    > giocattolo per giocare.

    Per quanto non mi piaccia Windows, chi si esprime così di sicuro non dimostra di essere un professionista dell'informatica ma un ragazzino che si balocca con Ubuntu, al massimo.

    Discorsi del genere danno punti ai sostenitori di Windows, al contrario. Danno voce a chi dice che gli utenti Linux sono cantinari. E qualche volta mi pare che non sbaglino nemmeno troppo.


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > - Scritto da: panda rossa
    > [...]
    > > > Lui non è oggettivo. Lui dice solo che
    > > > "open source è bene, tutto il resto è male".
    > >
    > > Lui ha ragione!
    >
    > Per quanto sia un sostenitore dell'open source
    > questo mi sembra un po' dogmatico, non
    > credi?

    Se sosteniamo l'open source non possiamo fare a meno di prendere Stallman come riferimento.
    Lo ha inventato lui l'open source.

    > Sicuramente usare un sistema open aiuta, ma un
    > operatore di rete ti serve sempre.

    Oggi serve perche' la rete e' fatta in questo modo.
    Ma pensa se tutti avessero il loro telefono con wifi in modo che ogni telefono sia collegabile in wifi con altri telefoni.
    Hai creato una rete senza bisogno dell'operatore di rete!
    Sono i terminali stessi a creare la rete!

    > Se il Governo
    > - che dà le licenze agli operatori - ti chiede di
    > fare specifiche cose, l'operatore per legge deve
    > obbedire. Come è successo in Egitto.

    Invece con una rete creata da tutti gli apparecchi wifi, il governo non puo' proprio fare niente.

    > > > si arriva a negare l'evidenza.
    > > Si, c'e' gente che nega che winsozz sia un
    > > giocattolo per giocare.
    >
    > Per quanto non mi piaccia Windows, chi si esprime
    > così di sicuro non dimostra di essere un
    > professionista dell'informatica ma un ragazzino
    > che si balocca con Ubuntu, al
    > massimo.

    Siamo sul forum di PI, bisogna adeguarsi.

    > Discorsi del genere danno punti ai sostenitori di
    > Windows, al contrario. Danno voce a chi dice che
    > gli utenti Linux sono cantinari. E qualche volta
    > mi pare che non sbaglino nemmeno
    > troppo.

    L'importante e' dare connotazione positiva al termine "cantinaro".
  • "Lo ha inventato lui l'open source."

    CHE COSAAAAA????

    "Hai creato una rete senza bisogno dell'operatore di rete!
    Sono i terminali stessi a creare la rete!"

    Dì la verità, hai mai visto come funziona una rete?Sorride... Adesso viene fuori che gli operatori di rete non servono... Facciamo una rete coi nostri cellulari... Certo...
    non+autenticato
  • > Se sosteniamo l'open source non possiamo fare a
    > meno di prendere Stallman come
    > riferimento.
    > Lo ha inventato lui l'open source.
    >

    buon dio, qui si passa dalle dispute tecniche alla teologia.

    > Hai creato una rete senza bisogno dell'operatore
    > di
    > rete!
    > Sono i terminali stessi a creare la rete!

    ti direi che in una rete paritetica simile ci sarebbe non poco casino per il routing.

    > Invece con una rete creata da tutti gli
    > apparecchi wifi, il governo non puo' proprio fare
    > niente.
    >
    creala e poi ci racconti.

    > Siamo sul forum di PI, bisogna adeguarsi.
    >
    sei il ruppolo di stallman ?
  • - Scritto da: shevathas
    > > Se sosteniamo l'open source non possiamo fare a
    > > meno di prendere Stallman come
    > > riferimento.
    > > Lo ha inventato lui l'open source.
    > >
    >
    > buon dio, qui si passa dalle dispute tecniche
    > alla teologia.

    No, si tratta di storia, non di teologia.
    http://www.catb.org/~esr/writings/cathedral-bazaar...

    > > Hai creato una rete senza bisogno dell'operatore
    > > di
    > > rete!
    > > Sono i terminali stessi a creare la rete!
    >
    > ti direi che in una rete paritetica simile ci
    > sarebbe non poco casino per il
    > routing.

    eMule funziona benissimo con un principio analogo, fon anche.

    > > Invece con una rete creata da tutti gli
    > > apparecchi wifi, il governo non puo' proprio
    > fare
    > > niente.
    > >
    > creala e poi ci racconti.

    Perche' dovrei farlo io?

    > > Siamo sul forum di PI, bisogna adeguarsi.
    > >
    > sei il ruppolo di stallman ?

    Almeno io ho degli interessi, non faccio il supporter gratis.
  • Emule e una rete telefonica sono due cose MOOLTO diverse... Studiati un po' il pattern architetturale del peer to peer.
    non+autenticato
  • Stallman, ma smettila con queste affermazioni anacronistiche e miopi. Il mondo va avanti, e non certo grazie a quelli come te. Il software è un bene immateriale prodotto dall'ingegno umano, perchè mai non dovrebbe essere venduto come tutte le altre cose? Forse perchè si può "craccare", e questo fa comodo a quelli come te?Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo PIppo
    > Stallman, ma smettila con queste affermazioni
    > anacronistiche e miopi. Il mondo va avanti, e non
    > certo grazie a quelli come te.

    Visto che questa affermazione c'entra meno di zero con il contenuto dell'articolo, mi permetto di farti notare che il mondo dell'informatica e per estensione gran parte del mondo che conosci, vanno avanti proprio grazie a Stallman.

    Una su tutti: gcc. O pensi che i miliardi di sistemi embedded circolanti montino tutti windows CE o XPE?
    Per non parlare del 70% (mi si perdoni se la cifra non e` accurata, ma non ho voglia/tempo di aggiornarmi) dei server (e gli smartphone android?) in circolazione che montano Linux, il cui kernel notoriamente e` compilato con visual c++... ma forse mi sbaglio...

    Collega il cervello al debugger e verificane il funzionamento, prima di parlare.
    non+autenticato
  • Il mondo va avanti grazie a chi col software ci ha fatto il business, se fosse per Stallman e gli pseudo-paladini del software gratis sempre e comunque, adesso saremmo ancora alle schede perforate.
    Sai quanti sono i sistemi che montano OS open? Uno sputo, in confronto a quanti personal computer montano sistemi operativi a pagamento. Un motivo ci sarà, e non tiriamo fuori la solita patetica scusa "eh ma sono i costruttori brutti cattivi che hanno fatto accordi con Microsoft per monopolizzare il mercato".
    non+autenticato
  • > Sai quanti sono i sistemi che montano OS open?


    Se riduci tutti i "sistemi" a "personal computer", di cui sotto (che io peraltro non ho mai tirato in ballo), allora sto sprecando battute sulla tastiera.

    Ti voglio giusto chiedere se sai il rapporto tra processori per PC e quelli per sistemi embedded che vengono venduti annualmente. Qualche tempo fa ero rimasto ad un rapporto di 1 a 100, circa.
    Primo, sulla maggior parte degli embedded non c'e` alcun OS, ne` open ne` no. Secondo, tantissimi di questi sistemi si programmano con toolchain basate su software GNU. Il collegamento con Stallman te lo lascio come compito a casa.


    > Uno sputo, in confronto a quanti personal
    > computer montano sistemi operativi a pagamento.


    Nel mio post non c'era alcun riferimento a "personal computer". Si parlava principalmente di gcc e sistemi embedded. E Linux nel mondo server.


    > Un motivo ci sarà, e non tiriamo fuori la solita
    > patetica scusa "eh ma sono i costruttori brutti
    > cattivi che hanno fatto accordi con Microsoft per
    > monopolizzare il
    > mercato".


    Ti pare che io abbia fatto riferimento a costruttori cattivi e/o monopoli vari?
    non+autenticato
  • - Scritto da: tool
    > - Scritto da: Pippo PIppo
    > > Stallman, ma smettila con queste affermazioni
    > > anacronistiche e miopi. Il mondo va avanti, e
    > non
    > > certo grazie a quelli come te.
    >
    > Visto che questa affermazione c'entra meno di
    > zero con il contenuto dell'articolo, mi permetto
    > di farti notare che il mondo dell'informatica e
    > per estensione gran parte del mondo che conosci,
    > vanno avanti proprio grazie a
    > Stallman.

    Ma piantala di dire puttanate. Ma pensi che il mondo vada avanti grazie a Linux?

    > Una su tutti: gcc. O pensi che i miliardi di
    > sistemi embedded circolanti montino tutti windows
    > CE o
    > XPE?
    > Per non parlare del 70% (mi si perdoni se la
    > cifra non e` accurata, ma non ho voglia/tempo di
    > aggiornarmi) dei server (e gli smartphone
    > android?) in circolazione che montano Linux, il
    > cui kernel notoriamente e` compilato con visual
    > c++... ma forse mi
    > sbaglio...

    Server che se cessano di funzionare ora, cambia un piffero.

    > Collega il cervello al debugger e verificane il
    > funzionamento, prima di
    > parlare.

    Senti chi parla.
    ruppolo
    33147
  • > Ma pensi che il
    > mondo vada avanti grazie a
    > Linux?


    Dove hai letto che io abbia detto che Stallman = Linux? Oppure "il mondo va avanti grazie a Linux"?

    In effetti si chiama Linux, non Richarx Occhiolino

    Quello che io ho detto e` soltanto che Stallman = gcc (per dirne una), e che gcc da solo sta dietro non solo a Linux ma a migliaia di programmi, molti dei quali fanno funzionare cosine e cosette che stanno tutte intorno a te, per dirla col noto spot. E non parlo di PC/MAC et similia.


    > Server che se cessano di funzionare ora, cambia
    > un
    > piffero.


    Deve essere proprio cosi`, non ci avevo mai pensato.
    Grazie per l'illuminante rivelazione.
    non+autenticato
  • Ridurre stallman al solo GCC mi sembra un po'... riduttivo.... Stallman è un fanatico estremista, cosa di cui non c'è bisogno nell'informatica così come nella politica. Anche perchè se il mondo dell'IT avesse seguito i suoi predicozzi, oggi il 90% degli informatici farebbe un altro lavoro, perchè saremmo ancora in quattro gatti a usare i terminali a caratteri e nessuno avrebbe bisogno di un professionista informatico. Lode alle multinazionali dell'IT, che nel bene e nel male, hanno portato il PC in tutte le case e il cellulare in tutte le tasche.
    non+autenticato
  • > Ridurre stallman al solo GCC mi sembra un po'...
    > riduttivo....


    Hai proprio ragione

       http://directory.fsf.org/GNU/

    certo non li ha scritti tutti lui...


    > Anche perchè se il mondo
    > dell'IT avesse seguito i suoi predicozzi,


    Per fortuna che c'e` l'oracolo di Delfi, per illuminarmi su come sarebbe andata la storia SE questo si fosse verificato!

    Ammetto in tutta franchezza che io non sarei in grado di dire se saremmo alle schede perforate o cosa per esse.

    Sai anche - per caso - come saremmo messi SE adolfo avesse vinto la seconda guerra?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo Pippo
    > Ridurre stallman al solo GCC mi sembra un po'...
    > riduttivo.... Stallman è un fanatico estremista,
    > cosa di cui non c'è bisogno nell'informatica così
    > come nella politica. Anche perchè se il mondo
    > dell'IT avesse seguito i suoi predicozzi, oggi il
    > 90% degli informatici zappaterra farebbe un altro lavoro,

    > perchè saremmo ancora in quattro gatti a usare i
    > terminali a caratteri e nessuno avrebbe tutti avrebbero bisogno
    > di un professionista informatico.

    > Lode Morte alle
    > multinazionali dell'IT, che nel bene e nel male,
    soprattutto nel male
    > hanno portato il PC in tutte le case e il
    > cellulare in tutte le
    > tasche.
    e parecchi miliardi nelle loro.

    Fixed. Ficoso
  • Scrivi solo cazzate, permettimi di dirlo. Sei anche comunista?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo PIppo
    > Scrivi solo cazzate, permettimi di dirlo. Sei
    > anche
    > comunista?

    Le cazzate le hai scritte tu.
    Io ho solo rettificato.
    E no, non sono comunista.
  • ...Comunque adesso con Facebook sono tutti già
    schedati, oltre ad essere facilmente individuabili
    da dove stanno chattando...
  • - Scritto da: sentinel
    > ...Comunque adesso con Facebook sono tutti già
    > schedati, oltre ad essere facilmente individuabili
    > da dove stanno chattando...

    La montagna di merda cresce ogni giorno di più con badilate di ignoranza, irrazionalità e teste vuote che capiscono quel che vogliono, fra una fallacia e l'altra. Facebook è il recinto della stupidità, che fuori corre libera. Purtroppo l'ignoranza è temporanea, la stupidità è per sempre.
    non+autenticato
  • Sono molti i casi i cui FBI e agenzie simili sono stati in grado di metter mano a malavitosi e criminali utilizzando i loro cellulari come cimici. Di articoli in inglese su queste tecniche se ne trovano in qtà. In italiano ho trovato questo: http://www.disinformazione.it/fbi_controllo_cellul...

    consiglio di approfondire. Stallman le sue buone ragioni ce le ha
    non+autenticato
  • L'articolo parla di aver "fisicamente introdotto una cimice". Non di aver attivato a distanza i microfoni dei cellulari.

    E comunque come sito non mi sembra il massimo dell'attendibilità... dice che il terremoto in Giappone è stato causato artificialmente, e parla di "radiazioni dai cellulari" che è un non-senso scientifico - una banana emette più radiazioni di un cellulare!...

    Lasciamo perdere le altre boiate quelle sul glutammato e l'aspartame... non ho visto se ci sono anche le scie chimiche, se ci sono è uno dei siti più divertenti del web in italiano. Ma guai a prenderlo sul serio...


    Cordiali saluti
  • Ingrati, arroganti con uno come Stallman e poi li a beccarsi per un iPhone, o un tests su IE9 o a difendere Chrome.... siete ridicoli e patetici, solo perché possedete 3 o 4 gsm.
    Ed invece io credo che ci sia bisogno un grande bisogno di gente che ribadisca queste visioni e salvi la gente dal conformismo e dall'ottuso consumismo. Svegliatevi, ormai date l'impressione di sapere tutto, dall'informatica alla vita. che pena
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nibelungo
    > Ingrati, arroganti con uno come Stallman e poi li
    > a beccarsi per un iPhone, o un tests su IE9 o a
    > difendere Chrome.... siete ridicoli e patetici,
    > solo perché possedete 3 o 4
    > gsm.
    > Ed invece io credo che ci sia bisogno un grande
    > bisogno di gente che ribadisca queste visioni e
    > salvi la gente dal conformismo e dall'ottuso
    > consumismo. Svegliatevi, ormai date l'impressione
    > di sapere tutto, dall'informatica alla vita. che
    > pena


    Straquoto, non tutti sono informatizzati quanto noi, già il fatto che si stia parlando del fatto che "sia una scoperta o meno la mancanza di privacy" fra informatici (e pseudo informatici) non ha senso.

    Domani parlane con uno di economia, vedrai come verrai visto come il messiah della giungla delle tecnologie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nibelungo
    > Ingrati, arroganti con uno come Stallman e poi li
    > a beccarsi per un iPhone, o un tests su IE9 o a
    > difendere Chrome.... siete ridicoli e patetici,
    > solo perché possedete 3 o 4
    > gsm.

    Confermo in tutto. Per'altro ho letto dei commenti deliranti di persone che credono che il terminale mobile spento mantenga instaurate le comunicazioni con le BTS, altri credono che Stallman non abbia capito nulla poiché i GSM sono comunque rintracciabili, mentre lui si riferiva ovviamente alle applicazioni che si legano all'hardware del terminale moltiplicando le possibilità di monitoring, ed altre amenità assortite...
    La differenza? Sarà che mi premuro di studiare questi oggetti tecnologici che uso direttamente od indirettamente per esserne consapevole e conoscitore il che, giova ribadirlo, sono due cose ben distinte.
    Non pretendo che tutti lo facciano, alla maggior parte delle persone basterebbe anche solo la consapevolezza. Mi pare ovvio che non sia necessario conoscere i dettagli circuitali o protocollari di un sistema di comunicazione GSM/UMTS, ma almeno avere la consapevolezza di quali siano le interazioni che l’uso di questi oggetti può comportare nella nostra vita e nella sfera privata, almeno questo!
    Spero solo che quanto letto fin'ora non sia stato scritto da un campione rappresentativo della moderna gioventù italica; sarebbe (ma ho timore già lo sia) molto deprimente
    non+autenticato
  • - Scritto da: Criptainer
    [...]
    > mentre lui si riferiva
    > ovviamente alle applicazioni che si legano
    > all'hardware del terminale moltiplicando le
    > possibilità di monitoring, ed altre amenità
    > assortite...

    Non è affatto evidente, visto che ci sono GSM da 29 Euro che non possono montare alcun software di questo tipo, e quindi la cosa non giustificherebbe questa avversione per i cellulari. Per me può benissimo riferirsi ai firmware per le funzionalità GSM, quello sì che è e sempre sarà closed source.

    È esattamente questo pappone incompetente che viene da qualcuno che ha il potere di creare proseliti che mi spaventa, non il fatto che la "gioventù italica" sia superficiale.


    Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)