Claudio Tamburrino

Pedoporno, retata europea

Sgominata una rete che collegherebbe oltre 670 predatori sessuali. Tra le vittime, oltre 200 minori. Europol annuncia i risultati di 3 anni di indagini

Roma - Europol ha annunciato quasi 200 arresti in un'operazione contro il pedoporno online.

L'indagine, durata tre anni, ha portato a sgominare una delle più grandi reti di pedofili online: talmente grande che, secondo il direttore dell'Europol Rob Wainwright, avrebbe derive in oltre 30 paesi.

L'Operation Rescue dell'Europol ha identificato 670 sospetti e 230 bambini abusati. Sono state già arrestate 184 persone, 121 delle quali in Gran Bretagna. Gli altri sospettati e arrestati sono olandesi, australiani, italiani, canadesi e tailandesi.
I poliziotti sono riusciti nell'operazione infiltrandosi nella rete che ha avuto come base un canale privato con base ad Amsterdam ed oltre 70mila membri, boylover.net, attraverso cui si scambiavano filmati e immagini con abusi sessuali su bambini, e da cui è partito il pedinamento online dei movimenti dei sospettati.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Pedoporno, retata europea
Ordina
  • Di che, di foto?
    Ho il forte sospetto che solo di foto e video si tratti.
    ruppolo
    33147
  • dopo cose del genere i bambini come saranno ridotti?
    degli stracci di vite...

    chissà

    uno sconforto davvero grande vedere in quali modi siamo capaci di farci del male gli uni gli altri
    non+autenticato
  • beh in un certo senso è un bene che sti tizi siano così idioti da rendersi sospetti da soli...
    non+autenticato
  • Notizie troppo trionfante e senza dettagli realmente utili.

    Quanti sono i reali colpevoli ? Solitamente in queste super mega retate son sempre in pochi....

    Poi vorrei sapre se questo boylover.net era veramente un sito pedocoso e affino....
    Sgabbio
    26177
  • 670 sospetti arrestati 184 persone i numeri ci sono praticamnete meno di un terzo gli arresti e hanno seguito e pedinato 670 persone (chissa se c'e' il berlusca hihihi).
    Per lo meno questa volta sono andati oltre il virtuale spero abbiano arrestato chi fa realmente male ai minori.
    Ovviamente se il sito era a pagamento andavano arrestati tutti perchè li c'è il finanziamento degli abusi.
    non+autenticato
  • sempre ammesso che quello era un sito pedopornografico.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Notizie troppo trionfante e senza dettagli
    > realmente
    > utili.
    >
    > Quanti sono i reali colpevoli ? Solitamente in
    > queste super mega retate son sempre in
    > pochi....
    >
    > Poi vorrei sapre se questo boylover.net era
    > veramente un sito pedocoso e
    > affino....

    Per come la vedo io, trattasi più che altro del solito mega spottone con cui si fanno belli di fronte all'opinione pubblica, grazie anche ai non pochi esempi di basso giornalismo con cui notizie simili vegono date in pasto alle masse, che le trangugiano fameliche per indignarsi istericamente di qualcosa di cui non hanno la benchè minima cognizione (per "merito" soprattutto di chi gliele serve, che all'aspetto informativo preferisce l'effetto sensazionalistico, per vendere di più e agevolare il lavoro agli abusologi che cavalcano l'onda emotiva per scopi ben lontani da quelli di cui s'ammantano per portare avanti la propria crociata a tutto campo contro gli orchi cattivi nascosti dietro ogni angolo, pronti ad insidiare ingenui bimbetti sfuggiti al controllo di sbadati genitori).

    Boylover.net, aka BLN o BL.net, che non era affatto un sito "pedoporno", bensì la più grande social community BL online, in cui vi erano iscritte più di 70.000 mila persone (tra cui minori, semplici open minded, curiosi e qualche critico, senza contare gli infiltrati), è down dal 2009, allorqunado arrestarono gli Admin con l'accusa di detenzione/scambio di materiale classificabile CP, che non sono informato se a tutt'oggi poi sia stata provata o meno in sede di giudizio.

    Gli inquirenti, mettendo le mani sui server, avranno ottenuto gli IP di un gran numero di iscritti, ed ecco spiegato come poi si sarà ingigantita l'indagine, nel tentativo di tirare da subito nella rete quanti più utenti possibile.
    Un appunto: di quelli di cui si riferisce l'arresto, come avviene in questi casi, più che della flagranza di reato avrà condotto all'adozione della misura cautelare la scelta dei titolari dell'inchiesta, che di per se non dimostra nulla ai fini del riscontro dell'eventuale responsabilità penale.

    Senza escludere la possibilità che privatamente dei membri si possano davvero essere messi in contatto per scambiarsi materiale illegale (e già qui bisognerebbe valutare secondo quale legislazione normativa), o che anche taluni possano aver compiuto atti sessuali con minori -qunidi NON è detto di bambini si tratti- o perfino VERI abusi ai danni di questi ultimi, ciò non toglierebbe nulla al fatto che BL.net NON fosse un luogo votato a questo fine, bensì come veniva messo in chiaro dall'autodescrizione che veniva fornita:

    BoyLover.net provides a safe, supportive, and legal environment where boylovers, boys, and others interested in boylove can share thoughts, opinions, feelings, and experiences. Its forums are online meeting places where questions, advice, and debate take place freely in an atmosphere of comfort and mutual respect, and where educational material and information about boylove can be shared.

    Emerge il sospetto a questo punto che, più che ad un ripristino della legalità (quando mai violata), con la assai dispediosa indagine internazionale si stia più che altro puntando a tracciare, identificare e inserire in degli enormi database, non solo i presunti rei di qualche crimine (come già avveniva con le controverse liste dei sex offenders), bensì dei semplici cittadini innocenti, la cui unica colpa potrebbe essere quella di aver espresso delle opinioni (non a caso si è parlato altrove di colpo al "settore ideologico della pedofilia"), o perfino di essersi semplicemente iscritti su di un forum!

    Il rischio è stato ravvisato infatti da alcuni anonymous sulla message board di Boychat come altrove,

    http://www.boychat.org/messages/1243869.htm

    e sembra piuttosto concreto.