luigi76

Windows Intune, meccanico per il PC dalla nuvola

Un pannello di gestione unico per tutta l'azienda. Per garantire la sicurezza del parco hardware e l'efficienza. La proposta di Microsoft per convincere le PMI

Milano - La protezione del pc da virus e spyware viene gestita direttamente dalla nuvola. E lo stesso accade per l'assistenza remota e la gestione delle utenze. Microsoft continua nella sua campagna per la migrazione delle applicazioni informatiche verso il cloud con Intune, soluzione appena sbarcata sul mercato in 35 paesi, Italia compresa.

"L'utente ha a disposizione un unico pannello con tutte le funzionalità - spiega a Punto Informatico Davide Salmistraro, responsabile gruppo Windows Client Commercial - così da semplificare la gestione della macchina". La logica sottostante a Intune è la stessa già vista per altre applicazioni cloud computing: consentire alle aziende di passare dai costi fissi (necessari per l'acquisto di hardware, software e piattaforme) ai costi variabili (legati all'effettivo utilizzo dell'applicazione), potendo contare al contempo su una gestione professionale (garantita da chi svolge professionalmente l'attività). In questo caso, l'oggetto del contendere è la manutenzione (sia in chiave prestazioni che sicurezza) del parco macchine aziendale.

Un passaggio che, secondo i big dell'IT scesi in campo nell'arena del cloud, dovrebbe consentire di conquistare le piccole e medie imprese (che in Italia costituiscono oltre il 90 per cento del totale), finora meno attirate dall'offerta di virtualizzazione e outsourcing. Un auspicio destinato a realizzarsi, almeno in teoria, perché poi nella pratica occorre fare i conti con le resistenze culturali a lasciare che un soggetto esterno si occupi di gestire le proprie macchine o applicazioni. Un sentimento che proprio tra le PMI è più avvertito.

Costi e benefici
Intune supporta Windows XP Professional (SP3), Windows Vista nelle edizioni Business, Ultimate e Enterprise e Windows 7 Professional, Ultimate e Enterprise, sia nelle edizioni a 32 che a 64 bit. Per l'utilizzo è sufficiente un browser con il supporto a Microsoft Silverlight e l'installazione di un client dedicato all'interno dei computer da gestire.
Il prezzo per accedere al servizio è di 11 dollari al mese (prova gratis per 30 giorni) per postazione collegata (aggiungendo un altro dollaro si accede anche al Microsoft Desktop Optimization Pack), con possibilità di sconto per i pacchetti superiori alle 250 licenze d'uso e per gli atenei.

Quanto ai benefici, Microsoft ha presentato i risultati di una ricerca commissionata a IDC, secondo la quale Windows Intune consente un risparmio di 702 dollari per PC ogni anno, somma per due-terzi dovuta ai risparmi legati alla riduzione del lavoro IT, con la quota restante divisa tra i risparmi annui legati alla produttività degli utenti e un recupero dei costi legato al fatto di non dover utilizzare altri strumenti.

"A guadagnarci sono anche i partner, che non pagano quote fisse per commercializzare il servizio e guadagnano in base ai contratti conclusi, senza rischio d'impresa" aggiunge Salmistraro, quasi a voler smentire le voci degli ultimi mesi secondo cui le strategie di Microsoft nel cloud computing sarebbero un modo per fare fuori i partner (storico pilastro del business di Redmond).

Cosa cambia
Rispetto ai servizi On-Premises, pensati in primo luogo per le aziende più strutturate, Windows Intune ha il vantaggio di essere fornito interamente via Internet, quindi di essere fruibile in maniera semplificata. L'altra faccia della medaglia è costituita dalla mancanza di alcune funzionalità avanzate, come la distribuzione del sistema operativo e il deployment del software, oltre allo sviluppo della group policy. Mentre vengono confermate altre funzionalità come il monitoraggio proattivo del PC, la protezione anti-malware e la gestione degli aggiornamenti Microsoft.

Luigi Dell'Olio
11 Commenti alla Notizia Windows Intune, meccanico per il PC dalla nuvola
Ordina
  • Perché scegliere un nome così simile? Pensano di attrarre clienti o essere più di moda? Microsoft, le tue scelte di marketing a volte proprio non le capisco.
    non+autenticato
  • m$ ha dichiarato che un pc windows costa più di 700$ in un anno per la sola assistenza.
    ovviamente nessuno ci fa caso...
    contando i costi di obsolescenza e le licenze per tutto, pittosto faccio usare agli utenti haiku.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lol
    > m$ ha dichiarato che un pc windows costa più di
    > 700$ in un anno per la sola
    > assistenza.
    > ovviamente nessuno ci fa caso...
    > contando i costi di obsolescenza e le licenze per
    > tutto, pittosto faccio usare agli utenti
    > haiku.

    Mai avuti costi così alti per l'assistenza. Certo se ti affidi all'outsourcing, è abbastanza normale, considerando la speculazione e tutti i mangia-soldi-chiacchieroni che devono essere alimentati, formattando uindos ed installando 2 driver.
    non+autenticato
  • si. so di cosa sto parlando, almeno io. il concetto resta e rimane la differenza di cosa è PMI in italia e cosa lo è fuori dai nostri confini. iniziative come queste, puramente commerciali, danno l'idea che Microsoft, in buona compagnia di altri big del settore, non hanno compreso cosa siano esattamente le PMI italiane e le loro necessita in ambito IT. Qui in italia si lotta per avere una connettività decente in molti distretti industriali, come si fa a pensare di spostare tutto "fuori", "tra le nuvole".. Per non parlare della a volte esagerata ma onestamente inappuntabile questione del "a chi sto affidando i miei servizi?"!!
    La caratteristica tutta italiana del voler "umanizzare" ad ogni costo le relazioni è una delle principali motivazioni di sfiducia verso tutto quello che "non si vede".. Non è solo il clouding computing a non affascinare le PMI italiane. Comunque anche l'aspetto costi, per le PMI all'italiana, ribadisco, non è trascurabile. LA fortuna di BigM ed altri sta nel fatto che grazie alla assenza di politiche industriali dei nostri governi di questi ultimi anni, sottolineo TUTTI, le PMI in italia sono in via di estinzione.. Così Microsoft ed altri vedranno i loro modelli di marketing sul nostro paese divenire miracolosamente coerenti, e senza spiegarsi il come od il perchè, potranno festeggiare sulle lapidi di quello che è stato il motore di questo paese dagli anni 50 fino ad oggi.. Amen.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rocco Vecchio
    > si. so di cosa sto parlando, almeno io. il
    > concetto resta e rimane la differenza di cosa è
    > PMI in italia e cosa lo è fuori dai nostri
    > confini. iniziative come queste, puramente
    > commerciali, danno l'idea che Microsoft, in buona
    > compagnia di altri big del settore, non hanno
    > compreso cosa siano esattamente le PMI italiane e
    > le loro necessita in ambito IT.

    Questo servizio, così come il Cloud Computing, sembrano più improntate per realtà estremamente differenti dalle nostre, tipo quelle americane. Ma va anche detto che negli USA, il budget assegnato ai reparti informatici è molto maggiore a quello nostro. Ciò è anche grazie al minor quantitativo di tasse ed oboli legato ai guadagni industriali e anche perchè le aziende sono concepite in maniera differente da quelle italiane. Da ste parti, tutte le aziende sono fortemente familiari. Quando i membri della famiglia hanno abbastanza soldi, a loro non importa più di investire. Mi son sentito rispondere "a noi non interessa crescere di più". Questi qua non sono veri imprenditori, ma solo paraculi che han avuto il culo (per l'appunto), di essersi accalappiati qualche buono cliente (ancora più tonto di loro), per spolparselo a dovere. Perchè di questo si tratta. Il sistema industriale italiano è abbastanza fermo. La speculazione è alle stelle. Per ogni scemenza, si paga 10 volte di più, in quanto è ormai contrastata da una marea di altre offerte, molto più competitive. Ed innovazione pari a 0. Ci sarà stata la crisi finanziaria, ma tante aziende basate sul nulla, purtroppo, sono rimaste in piedi.

    > Qui in italia si
    > lotta per avere una connettività decente in molti
    > distretti industriali, come si fa a pensare di
    > spostare tutto "fuori", "tra le nuvole".. Per non
    > parlare della a volte esagerata ma onestamente
    > inappuntabile questione del "a chi sto affidando
    > i miei
    > servizi?"!!

    Oltre al fatto che va fatta una chiara distinzione: non tutti i fornitori di servizi delle nuvole, sono di dimensioni pari ad Amazon. Molti però, fanno paragoni sempre e solo con questa. Ci sono aziendine di pseudo-informatici, i quali speculano alla grande sui loro clienti. Al posto di riuscire a ficcare il naso dentro i loro datacenter, ora cercano in tutti i modi di portargli il datacenter da loro, ovviamente omettendo tutti i contro che tale operazione include. Le aziende, spesso popolate da gente informaticalmente ignorante, buttano tutto fuori. Tanto l'approccio a queste tecnologie è da "gioielleria". Comprano PC non per usarli, ma così, perchè fa figo o perchè fa "innovazione", ma un reale impiego degli stessi, ben poche volte l'ho visto.
    Ovviamente, le aziende di outsourcing (che propongono anche soluzioni SaaS), vanno a nozze con tutto ciò e considera che le implementazioni dei sistemi-cloud, che ho visto io, sono PENOSE. Tanto vale piazzare tutto su un WinXP senza firewall. La sicurezza e le performance (nonche l'ottimizzazione) sono le stesse.
    Per non dire che, tra virtualizzazioni implementate dove non ce n'è bisogno, forgiate dalle azienduccole di outsourcing da strapazzo, fatte sul niente e piene di ciarlatani e strapagate (gente che piglia un linux qualsiasi, ci cambia 2 stringhe interne, in maniera da depistare eventuali controlli e poi rivende il tutto come se fosse OS proprietario, è proprio anti-etico ed illegale, ma lo fanno). Idem per il Cloud.
    non+autenticato
  • MMahhh, 3 commenti, tanto tifo, 0 argomenti pratici. Sapete almeno di cosa state parlando?
  • - Scritto da: zupermario
    > MMahhh, 3 commenti, tanto tifo, 0 argomenti
    > pratici. Sapete almeno di cosa state
    > parlando?

    Sì. Tu invece?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > - Scritto da: zupermario
    > > MMahhh, 3 commenti, tanto tifo, 0 argomenti
    > > pratici. Sapete almeno di cosa state
    > > parlando?
    >
    > Sì. Tu invece?

    Mah non lo so, sono solo 25 anni che lavoro nel settore, d'altronde c'e' sempre da imparare, tu che motivi tangibili hai per dire che questa cosa non funziona o non va bene a priori?
  • aha aha aha ma chi saranno quei folli che daranno la gestione dei compiuter alla microsof? tanto vale suicidarsi!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)