Claudio Tamburrino

Gemalto, SIM per i pagamenti NFC

In collaborazione con MasterCard, l'azienda ha implementato un sistema di pagamento a mezzo telefono cellulare

Roma - Gemalto, azienda ICT specializzata in sicurezza, ha sviluppato in collaborazione con MasterCard una SIM per implementare i pagamenti Near Field Communication (NFC) su tutti i dispositivi GSM.

La strada per integrare nei cellulari un sistema di pagamento che possa rendere superfluo portarsi dietro carte di credito è seguita innanzitutto da Google, che ha già annunciato la sperimentazione nei negozi di San Francisco e New York e anche gli smartphone Windows Phone 7 è probabile ricorreranno alla tecnologia, così come i dispositivi Apple, anche se Cupertino potrebbe non essere pronta ad incorporarla in iPhone 5.

La SIM, anzi, una sua evoluzione costituita da un'applicazione software UICC-embedded chiamata PayPass, tuttavia, non essendo limitata agli smartphone potrebbe rappresentare la leva attraverso cui portare al mercato di massa i pagamenti NFC.
Le prime sperimentazioni sul campo saranno avviate da Gemalto nel Regno Unito. In PayPass Gemalto includerà sistemi di sicurezza come l'interfaccia Trusted Service Management.

Gemalto aveva già stretto con Facebook un accordo per una SIM per integrare il social network utilizzando soli i servizi offerti da un dispositivo GSM.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate