Claudio Tamburrino

Acer, se ne va il CEO italiano

Lascia Gianfranco Lanci per le divergenze strategiche con il consiglio d'amministrazione. Al centro delle discussioni l'opportunità di scommettere su mobile e tablet

Roma - Acer guarda al futuro con qualche dubbio in più di ieri: divergenze tra il consiglio d'amministrazione e il CEO sulle strategie da intraprendere hanno portato alla partenza di quest'ultimo.

Gianfranco Lanci, amministratore delegato di Acer dal 2008, ha rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato, lasciando ad interim il proprio incarico all'attuale presidente J.T. Wang. Lanci era giunto ad Acer nel 1997 da Texas Instrument e inizialmente era stato il vertice di Acer Italia.

La novità non è affatto piaciuta alle borse, soprattutto perché è giunta poco dopo le previsioni a ribasso per l'ultima trimestrale: il tutto è costato alle azioni di Acer meno 17 punti percentuali.
A dividere consiglio ed ex-CEO praticamente qualsiasi punto della strategia futura: piani di estensione, progetti di sviluppo, rapporto con i clienti, posizionamento del marchio. Dibattiti e trattative in cui i due fronti si sono impegnati in questi mesi non hanno permesso di superare l'impasse. In particolare il Consiglio è orientato a considerare i PC il core business di Acer, con il mercato dei dispositivi mobile come un settore dove investire con cautela pur puntando a diventarne un'azienda leader. Lanci, invece, era il principale sostenitore della tesi secondo cui l'azienda avrebbe dovuto puntare forte sulla linea di prodotti mobile e in particolare sui tablet.

Acer ha già esordito nel mercato dei pad con Iconia Tab.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia Acer, se ne va il CEO italiano
Ordina
  • http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3072657&m=307...

    il 30 Marzo 2010 scrivevo...
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2843228&m=284...


    3) il mercato dei netbook crollerà pericolosamente per colpa di iPad e molti big del settore usciranno dal mercato come fece IBM vendendo a Lenovo con ripercussioni pericolose per tutto il settore hardware

    La vera notizia bomba di oggi è che Acer (dopo aver incassato disastroso un -30% di vendite) adesso PENSA DI CHIUDERE LA PRODUZIONE DI NETBOOK a favore dei tablet.

    http://www.wired.com/gadgetlab/2011/01/acer-tablet.../

    Ecco questo è un esempio di "pericolosa ripercussione", Acer NON venderà tablet, perché non c'è mercato per i tablet, c'è mercato solo per iPad e qualche briciola per tutti gli altri.

    Acer è una "dead company walking"... vedremo cosa succederà nel 2011....


    Acer non crollerà dall'oggi al domani, ci vorranno almeno 2/3 anni, ma crollerà.

    É bello avere sempre ragione... Ficoso

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: FinalCut

    >
    > Acer è una "dead company walking"... vedremo cosa
    > succederà nel
    > 2011....
    >
    >
    > Acer non crollerà dall'oggi al domani, ci
    > vorranno almeno 2/3 anni, ma
    > crollerà.
    >
    > É bello avere sempre ragione... Ficoso
    >
    > Fan LinuxFan Apple

    piu' che altro si sono ostinati (al pari di altri)a far girare sui netbook win vista II original castred edition, solo ad accenderlo con nrtone sopra un commesso di negozio ci impiego dai 4 ai 5 minuti (ed e' per questo che li tengono rigorsamente spenti)...
    nell'hARDWARE i netbook montano parti "vecchie" dei notebook...ALLO STESSO PREZZO che senso ha ?
    non+autenticato
  • se facessero dei computer decenti non perderebbero tutte ste quote di mercato: plasticoni inaccettabili, batterie scadenti che loro millantano funzionare + di 8 ore (e arrivano malapena a 3), windows vista (subito tolto) che non si accendeva fin dalla prima volta... In confronto gli asus sono delle ferrari..
    non+autenticato
  • Ho appena comprato un netbook ed un notebook Acer. Spero di non aver fatto una cazzata visti i problemi che hai segnalato......
    non+autenticato
  • Guarda, per la mia modesta esperienza ti posso assicurare che la metà (molto) abbondante dei pc che mi portano in laboratorio sono ACER (e Packard Bell). Poi x carità, ho visto pc Acer che dopo 4 anni vanno ancora alla grande, ma personalmente li sconsiglio sempre.
    In bocca al lupo comunque Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > Guarda, per la mia modesta esperienza ti posso
    > assicurare che la metà (molto) abbondante dei pc
    > che mi portano in laboratorio

    Laboratorio? Ferramenta vorrai dire!

    A bocca aperta
    non+autenticato
  • Confermo ho avuto PC acer dal 2001 al 2008 sei PC tra netbook /desktop / Notebook solo 2 non si sono guastati
    non+autenticato
  • Tanto spendi, tanto hai.
    ruppolo
    33081
  • - Scritto da: ruppolo

    > Tanto spendi, tanto hai.

    Quoto.
    FDG
    10708
  • - Scritto da: ruppolo
    > Tanto spendi, tanto hai.
    Quoto (a parte la nota eccezione della Apple: quanto più spendi tanto peggio vai)
    non+autenticato
  • - Scritto da: informo
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Tanto spendi, tanto hai.
    > Quoto (a parte la nota eccezione della Apple:
    > quanto più spendi tanto peggio
    > vai)

    Nota eccezione partorita dai noti troll Apple haters.
    ruppolo
    33081
  • Sui tablet ci credo anch'io ma solo quando ci sarà Android 3.0 e costeranno tutti sotto i $300.
    non+autenticato
  • io vorrei tanto fare una domanda... ma in base a che cosa decidete quanto dovrebbero costare i vari devices? Siete convinti che i vari produttori mondiali paghino 10 e rivendano a 300 ? Avrà un costo ottimizzare il software, lo schermo, sensori vari, videocamere, tecnologia touch. molto spesso in questi forum sento tanti utenti che lamentano è caro , dovrebbe costare bla bla bla ma su che base? lavoro in un grosso produttore e vi assicuro che i costi sono alti.
  • Molto semplice: io un tablet non lo compro a 300 euro, figuriamoci a 600 o più.
    Piuttosto mi accontento di un 7" ma voglio pagarlo tra i 150 e i 300 euro massimo (ossia in configurazione ultra lusso).

    Come me sento tutti quanti che dicono la stessa cosa, poi magari vanno a comprare un telefonino che costa 1000 euro ma questo è un altra cosa.

    Appena scende a 200 euro un tablet 10" me lo compro. Adesso mi sono già comprato 2 netbook a 200 euro ciascuno, che fanno molto di più di un tablet è chiaro, ma comunque di più non voglio spendere.

    E' sempre il cliente che decide il prezzo, poi questo può subire flessioni per via del mercato, ma se un prodotto non lo comprano viene per forza di cose svenduto (vedi saldi, offerte agli ipermercati, ecc)

    Poi c'è il design, quindi puoi attirare clienti a prescindere dalle funzionalità (qualcuno ha detto Mela?A bocca aperta ) oppure ancora meglio si guarda al mercato dell'usato e fai prima.
    non+autenticato
  • I netbook fanno di più? Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Prova e vedere se ricevono la posta quando sono chiusi...
    ruppolo
    33081
  • - Scritto da: ruppolo
    > I netbook fanno di più?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > Prova e vedere se ricevono la posta quando sono
    > chiusi...

    E anche se la ricevessero? Tanto per leggerla devi aprirli!
    O tu leggi la posta sull'ipad con lo schermo spento? Rotola dal ridere

    Ma ti rileggi? Rotola dal ridere
    Funz
    11971
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: ruppolo
    > > I netbook fanno di più?
    > > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    > >
    > > Prova e vedere se ricevono la posta quando sono
    > > chiusi...
    >
    > E anche se la ricevessero? Tanto per leggerla
    > devi
    > aprirli!

    Certo, come gli SMS!

    > O tu leggi la posta sull'ipad con lo schermo
    > spento?
    > Rotola dal ridere

    E tu controlli ogni 5 minuti se è arrivato un SMS?

    >
    > Ma ti rileggi? Rotola dal ridere

    Ma ti senti?
    ruppolo
    33081
  • - Scritto da: ruppolo

    > > O tu leggi la posta sull'ipad con lo schermo
    > > spento?
    > > Rotola dal ridere
    >
    > E tu controlli ogni 5 minuti se è arrivato un SMS?

    E tu mandi allegati via SMS?
  • - Scritto da: ruppolo
    > I netbook fanno di più?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > Prova e vedere se ricevono la posta quando sono
    > chiusi...

    Il mio la riceve benissimo la posta quando e' chiuso.
    E quando voglio leggere la posta, lo apro e leggo la posta.

    E no, non me ne frega niente se non fa bip quando e' arrivato un messaggio anche quando e' chiuso!
  • > Prova e vedere se ricevono la posta quando sono chiusi...
    Provato: la ricevono. Che altro dobbiamo fare per lei?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > I netbook fanno di più?
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > Prova e vedere se ricevono la posta quando sono
    > chiusi...

    Mi sembri uno da iPad, ma forse sbaglio (non è un'offesa).
    Scusa ma una domanda: a cosa lo usi il tablet?

    Un netbook fa di più? Certo che si, è un pc a tutti gli effetti, quindi puoi farci tutto quello che fai su un pc normale e sei limitato dallo schermo (piccolo) e dalle prestazioni (su Atom, non su AMD).

    Quindi: metti una Ubuntu e fai tutto, dalla posta alla lista della spesa su [Open,Libre]Office. Puoi fare assistenza da remoto, puoi collegarti con vpn aziendali, navigare in lungo e in largo su internet e scrivere mail.

    Con un table (Apple o Android non cambia): puoi navigare su internet solo se non devi inserire parole lunghe, non puoi scrivere una mail in maniera comoda, puoi vedere dei film, foto, ascoltare musica, ecc.
    Con Android sei "libero", con Apple sei limitato ad iTunes e compagnia bella (non ultimo carta di credito ed account Apple).

    A scanso di equivoci, ho un iPad usato pagato pochissimo (100 euro), preso più per curiosità che per necessità.
    Cosa posso farci? NIENTE!
    Senza iTunes non va, senza internet non va (o meglio il 99% delle cose non vanno), ci sono tante app ma quelle davvero utili sono poche e tutte uniformate perchè App Store vuole mettere la parola su tutto. E' scomodo da tenere in mano perchè troppo pesante/ingombrante.

    Cosa ha di bello? Il design, davvero elegante, la batteria che dura tantissimo, lo schermo e le animazioni.
    Ma purtroppo non puoi fare quello che vuoi e sei imprigionato nella (seppur bella) interfaccia grafica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: e magari...
    > Molto semplice: io un tablet non lo compro a 300
    > euro, figuriamoci a 600 o
    > più.
    > Piuttosto mi accontento di un 7" ma voglio
    > pagarlo tra i 150 e i 300 euro massimo (ossia in
    > configurazione ultra
    > lusso).
    Liberissimo di aspettare
    >
    > E' sempre il cliente che decide il prezzo, poi
    > questo può subire flessioni per via del mercato,
    > ma se un prodotto non lo comprano viene per forza
    > di cose svenduto (vedi saldi, offerte agli
    > ipermercati,
    > ecc)
    mmm Io voglio una ferrari a 5000 euro e non la trovo... sono io che sbaglio?

    Certo, se il prezzo medio dei notebook è 500 € è logico che si trovano notebook a 500 € ma non sono uguali a quelli da 1000 € , motivi ce ne sono... anche tu cliente scendi a compromessi, probabilmente un notebook a 500 € non pesa 1.4 kg con tutto integrato..

    i miei 2 cents