Mauro Vecchio

Internet, nuova scimmia sulla schiena?

Il 79 per cento di un campione di studenti analizzato dall'Università del Maryland ha mostrato significativi segni di squilibrio, una volta disconnesso da qualsivoglia mezzo di comunicazione. Ancora: esiste una dipendenza?

Roma - "Mi sento triste, solo e depresso". "Sono dipendente. Come potrò mai sopravvivere 24 ore senza?". "A volte mi sento come morto". A pronunciare frasi del genere non sono i protagonisti di un romanzo tossico di William S. Burroughs, bensì alcuni dei circa mille studenti studiati dall'International Center for Media & the Public Agenda presso l'Università del Maryland.

"24 ore senza mezzi di comunicazione". Questa la sfida lanciata dai ricercatori dell'ateneo statunitense ad un campione di circa mille studenti tra i 17 e i 23 anni, provenienti da diverse parti del mondo. Un'intera giornata senza computer, Internet, videogiochi, programmi televisivi, cellulari. Uno stato di totale isolamento mediatico.

Stress, isolamento, confusione, profonda noia. Questi gli stati psichici osservati nel 79 per cento degli studenti selezionati dall'Università del Maryland, che - anche se non in numero elevato - avrebbero addirittura mostrato pruriti degni davvero di un romanzo di William S. Burroughs.
Stando ai risultati dello studio, il 23 per cento degli studenti argentini ha candidamente ammesso di aver fallito l'esperimento su tutta la linea. I ragazzi che avrebbero mostrato un livello maggiore di dipendenza provengono da Stati Uniti e Cina. Mentre il 36 per cento degli studenti dell'Uganda avrebbe tratto positivi benefici dall'improvvisa disconnessione.

I ricercatori hanno così sottolineato come i vari device mobile siano ormai divenuti una vera e propria estensione dell'esistenza quotidiana dei ragazzi. L'essere connessi 7 giorni su 7 non rappresenterebbe soltanto un'abitudine, ma un cruciale ecosistema in cui gestire la propria vita.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUK, videogame come cocainaLo afferma un terapeuta locale dopo aver osservato le reazioni di diversi minori di fronte all'esposizione prolungata a PC e console
  • Digital LifeUSA, la sindrome da stress informaticoUno scenario di ansietà e frustrazione ad attendere gli utenti tecnologizzati. Sarebbero snervati per tempi troppo lunghi di caricamento e frequenti inconvenienti tecnici. Lo sostiene uno studio statunitense
  • Digital LifeUK, una clinica per i tecnotossiciUn programma dedicato alla riabilitazione dalla cosiddetta dipendenza da Internet. Con sessioni di socialità faccia a faccia per migliaia di ragazzini. Intanto, la Corea del Sud studia metodi curiosi
31 Commenti alla Notizia Internet, nuova scimmia sulla schiena?
Ordina
  • 'fanculo internet mi vado a fare un giro in motoA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • "24 ore senza mezzi di comunicazione"

    e i risultati sono: Stress, noia, sensazione di isolamento, ecc.

    Ohibò, che scoperta!

    scommetto anche, che se togliamo tutto (ma proprio tutto) libri, cinema, discoteche, teatro, pub, e ogni qualsiasi altro posto dove ci si possa divertire/svagare, il risultato sarà: Noia, Stress, sensazione di vuoto/isolamento, leggera arrabbiatura, ecc.

    ho fatto una grande scoperta? parrebbe proprio di sì, (secondo questi signori).
    non+autenticato
  • La grande scoperta !
    non+autenticato
  • dove li mettiamo? faranno male alla salute? Rotola dal ridere io ho visto gente che durante la lezione con il netbook va a postare su fessbuuk tutte le caz ate che fa durante l'ora.... ma altro che drogati!.... tante belle scimmiettine che scrivono a macchina.... A bocca aperta
    Fan Linux Fan Apple
  • - Scritto da: Lucadiver
    > dove li mettiamo? faranno male alla salute?
    > Rotola dal ridere io ho visto gente che durante la lezione
    > con il netbook va a postare su fessbuuk tutte le
    > caz ate che fa durante l'ora.... ma altro che
    > drogati!.... tante belle scimmiettine che
    > scrivono a macchina....
    >A bocca aperta
    > Fan Linux Fan Apple

    ma infatti il titolo doveva essere:
    social nerworks, la nuova scimmia sulla schiena
    senza "?"
    non+autenticato
  • a volte per gli appunti ci si manda un email no? di solito io ho sempre fatto così... Con la lingua fuori alcuni miei compagni di università invece mi fanno mi dai gli appunti della lezione? e io, si certo dammi la mail che te li allego nel massaggio.... e loro: ma stai ancora a usare mail? scrivimi su fessbuuk, ma te non cellaii? Deluso ecco perchè certa gente bimbaminkia la odio Arrabbiato
  • - Scritto da: Lucadiver
    > a volte per gli appunti ci si manda un email no?
    > di solito io ho sempre fatto così... Con la lingua fuori alcuni
    > miei compagni di università invece mi fanno mi
    > dai gli appunti della lezione? e io, si certo
    > dammi la mail che te li allego nel massaggio....
    > e loro: ma stai ancora a usare mail? scrivimi su
    > fessbuuk, ma te non cellaii? Deluso ecco perchè
    > certa gente bimbaminkia la odio
    >Arrabbiato

    Macche' mail.
    Si posta su usenet, cosi' resta a disposizione di tutti.
    Mica puoi mandare una mail ogni volta.
  • eh Sorride però appena dico quel nome mi sa che quelli mi bollano come nerd o similari. poi usenet per loro non è "fescion" o come dicono nella mandria, non ha la manina mi piace o no.. Rotola dal ridere...
    oppure meglio ancora Indiavolato ...la posto su darknet tipo freenet, vediamo cosa dicono... Con la lingua fuori
  • - Scritto da: Lucadiver
    > eh Sorride però appena dico quel nome mi sa che
    > quelli mi bollano come nerd o similari. poi
    > usenet per loro non è "fescion" o come dicono
    > nella mandria, non ha la manina mi piace o no..
    > Rotola dal ridere...

    Basta fare un semplice giochetto.
    Si definisce un problema qualunque che puo' spaziare da che punta usare per bucare il calcestruzzo a quanto burro ci va nelle frittelle a che ne so...

    Uno prova a risolverlo postando su usenet (o magari trovando gia' la risposta), l'altro usando solo fessbuk.

    Non c'e' storia.

    > oppure meglio ancora Indiavolato ...la posto su darknet
    > tipo freenet, vediamo cosa dicono...Con la lingua fuori

    Ma lasciali perdere...
  • Senza gridare al complotto, vi prego, ma il titolo riassume bene il concetto.

    Le nuove tecnologie sono addirittura più efficienti ed efficaci. Il continuare a pompare il fenomeno FB, Google, Apple, Microsoft ha uno scopo ben preciso.

    Cambiano i player di riferimento ma il mercato è sempre lo stesso e le regole di base non vengo giustamente stravolte.

    Del resto la TV la Stampa e la Radio non hanno fatto molto diversamente negli anni passati. Dallo sbarco sul pianeta raccontato con trasporto che causò il panico negli States, alle persone che non possono perdere una puntata di Lost, o peggio del GF, ai manager bolliti che se non hanno l'iPad, o simili, stanno male.

    Cambiano i modi ma le operazioni per far cassa son sempre le stesse. Marketing all'ennesima potenza.

    Ed il bello è che non ci sono colpe, nessuno ha responsabilità. E' mercato, libero, magico e suadente.

    Provare per credere, comprate un dominio, fate un finto casting per una qualsiasi trasmissione e agganciateci una pagina di FB. Mi raccomando nel regolamento, che non legge nessuno ma nessuno proprio, dite che si tratta solo di una pre-selezione che verrà forse chissà un giorno prodotta, i modi per farlo ci sono e perfettamente legali, aspettate 2 mesi e vedrete i miracolosi risultati.

    Ci potete fare pure 4 soldi con adsense, pubblico profilatissimo.

    E' così. Chi da contro ai giovani considerandoli dei beoti sbaglia, sono solo il prodotto dei loro padri che hanno usato questo sistema.
    non+autenticato
  • (...) Another interesting bit was examining how students consume news nowadays. They don’t really search for news per se anymore, but rather let it come to them via Twitter and Facebook.

    praticamente come la TV... insomma scimmie 2.0 ... ke belloDeluso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)