Mauro Vecchio

UE, libertÓ e filtri antipirateria

Meccanismi di filtraggio dei servizi P2P andrebbero a ledere i diritti fondamentali tutelati dalla Carta. Secondo l'avvocato generale nella causa Scarlet vs. SABAM, la Corte di Giustizia dovrebbe rifiutare gli obblighi di blocco del P2P

Roma - Un provvedimento che ordini ad un fornitore di accesso ad Internet di predisporre un sistema di filtraggio e blocco delle comunicazioni elettroniche per tutelare i diritti di proprietà intellettuale andrebbe a ledere, in linea di principio, le tutele previste dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell'Unione Europea.

Questa la conclusione dell'avvocato generale Cruz Villalˇn, recentemente intervenuto per proporre la sua soluzione giuridica nell'intricato caso che da circa sette anni oppone i vertici di SABAM - corrispettivo belga di SIAE - ai rappresentanti del provider Scarlet Extendend (ex-Tiscali).

Una visione che non vincolerà i giudici della Corte di Giustizia d'Europa, che inizieranno adesso a deliberare in vista di una sentenza che verrà pronunciata in una data successiva. Sarebbe il definitivo epilogo di una battaglia estenuante, iniziata nel 2004 con l'ISP accusato di aver tratto vantaggio dai comportamenti illegali degli utenti.
Scarlet era successivamente stato obbligato a bloccare l'accesso ai file scambiati illegalmente dai propri utenti. La soluzione tecnica da implementare sarebbe stata Audible Magic, una delle preferite dalle major di tutta Europa. Ma gli stessi rappresentanti di SABAM avevano in seguito ammesso la non sufficiente efficacia dello stesso meccanismo. Un tribunale di Bruxelles aveva dunque bloccato il pagamento di una maxi-multa da 750mila euro.

Villalˇn ha ora sottolineato come la predisposizione di un tale sistema di filtraggio e blocco si risolva in una limitazione del diritto al rispetto del segreto delle comunicazioni e del diritto alla protezione dei dati personali, tutelati dalla Carta dei diritti fondamentali. L'applicazione di un tale sistema limiterebbe inoltre anche la libertà d'informazione.

Secondo l'avvocato generale, una limitazione dei diritti e delle libertà dei netizen come quella oggetto della causa sarebbe ammissibile solo se si basasse su un fondamento normativo nazionale accessibile, chiaro e prevedibile. Gli obblighi di blocco imposti all'ISP non sarebbero stati previsti in modo chiaro e preciso nella disposizione di legge belga in questione.

Di conseguenza, Villalˇn ha proposto alla Corte di Giustizia di dichiarare che il diritto dell'Unione vieta ad un giudice nazionale di emanare un provvedimento che ordini ad un ISP di predisporre - in abstracto ed esclusivamente a spese di tale fornitore - un sistema di filtraggio di tutte le comunicazioni elettroniche che transitano per i suoi servizi, in particolare mediante l'impiego di software P2P.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia UE, libertÓ e filtri antipirateria
Ordina
  • Sapete com'è... posto un divieto di fumare:

    Se una persona fuma, gli fai la multa.
    Se dieci persone fumano, non fai nessuna multa.
    Se cento persone fumano, togli il divieto.

    Questo potrebbe essere il primo passo per togliere quel divieto...

    Ma questo vale per i paesi normali... in Italia non ci conterei, di solito va a finire così:

    In Italia, posto un divieto di fumare:

    Se una persona fuma, la lasci fare, tanto uno solo non da tanto fastidio, e poi o è parente di un politico o un boss o qualcuno "in alto", oppure c'è sempre una categoria/minoranza a cui appartiene, pronta a tacciarti pubblicamente delle più turpi infamie se fai la multa.
    Se dieci persone fumano, fai la multa al primo che trovi. Se quello protesta e fa notare che anche altri fumavano, gli altri hanno già fatto sparire le loro sigarette e negano tutto. Poi, appena l'agente incaricato se ne sarà andato, chi fumava si accenderà un'altra sigaretta.
    Se cento persone fumano, perquisisci il primo che passa la cui tasca sembra avere preso la forma di un pacchetto di sigarette. Gli confischi il pacchetto, multi il malcapitato e lo denunci a piede libero per "possesso di tabacco in luogo interdetto al fumo". Se quello fa notare che il divieto riguarda il fumare e non il portare sigarette con sè, vai in parlamento, fai modificare la legge inasprendo la pena per chi viene colto a fumare sotto divieto e includendo l'arresto (non più la denuncia a piede libero) per il reo. Per i primi 2-3 giorni fai qualche multa a chi ha le sigarette in tasca, tanto la nuova legge prevede perquisizioni senza mandato "al fine di ridurre la nociva abitudine a fumare" (si, c'è uno scopo pedagogico, chi vuoi che si opponga a una pedagogica giusta causa?), dopodiché, visto che il gettito dalle multe non è granché torni in parlamento e aumenti sanzioni e anni di carcere, e sei daccapo. Intanto quelle 100 persone si son fatte il cancro ai polmoni a suon di sigarette fumate in divieto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bic Indolor
    > Sapete com'è... posto un divieto di fumare:
    >
    > Se una persona fuma, gli fai la multa.
    > Se dieci persone fumano, non fai nessuna multa.
    > Se cento persone fumano, togli il divieto.
    >
    > Questo potrebbe essere il primo passo per
    > togliere quel
    > divieto...
    >
    > Ma questo vale per i paesi normali... in Italia
    > non ci conterei, di solito va a finire
    > così:
    >
    > In Italia, posto un divieto di fumare:
    >
    > Se una persona fuma, la lasci fare, tanto uno
    > solo non da tanto fastidio, e poi o è parente di
    > un politico o un boss o qualcuno "in alto",
    > oppure c'è sempre una categoria/minoranza a cui
    > appartiene, pronta a tacciarti pubblicamente
    > delle più turpi infamie se fai la
    > multa.
    > Se dieci persone fumano, fai la multa al primo
    > che trovi. Se quello protesta e fa notare che
    > anche altri fumavano, gli altri hanno già fatto
    > sparire le loro sigarette e negano tutto. Poi,
    > appena l'agente incaricato se ne sarà andato, chi
    > fumava si accenderà un'altra
    > sigaretta.
    > Se cento persone fumano, perquisisci il primo che
    > passa la cui tasca sembra avere preso la forma di
    > un pacchetto di sigarette. Gli confischi il
    > pacchetto, multi il malcapitato e lo denunci a
    > piede libero per "possesso di tabacco in luogo
    > interdetto al fumo". Se quello fa notare che il
    > divieto riguarda il fumare e non il portare
    > sigarette con sè, vai in parlamento, fai
    > modificare la legge inasprendo la pena per chi
    > viene colto a fumare sotto divieto e includendo
    > l'arresto (non più la denuncia a piede libero)
    > per il reo. Per i primi 2-3 giorni fai qualche
    > multa a chi ha le sigarette in tasca, tanto la
    > nuova legge prevede perquisizioni senza mandato
    > "al fine di ridurre la nociva abitudine a fumare"
    > (si, c'è uno scopo pedagogico, chi vuoi che si
    > opponga a una pedagogica giusta causa?),
    > dopodiché, visto che il gettito dalle multe non è
    > granché torni in parlamento e aumenti sanzioni e
    > anni di carcere, e sei daccapo. Intanto quelle
    > 100 persone si son fatte il cancro ai polmoni a
    > suon di sigarette fumate in
    > divieto.

    LEGENDARY POST (L)
  • con megaupload fileserve, dropbox & co chi se lo fila piu il p2p ? DINOSAURI !
    non+autenticato
  • Dai l'impressione di sputare nel piatto in cui hai mangiato - e forse dovrai tornare a mangiare - per molti anni !

    Mentre l'organizzazione dei siti prevede la presenza di terze parti, i sistemi P2P si basano esclusivamente sull'intervento degli utenti, e c'è posto per tutti, dai grandi releasers organizzati agli scaricatori occasionali, passando per piccoli ma assidui condivisori che mettono a disposizione files contenente materiale di difficile reperibilità.
  • > con megaupload fileserve, dropbox & co chi se lo
    > fila piu il p2p?

    Megaupload, Fileserve, Dropbox, sono servizi centralizzati, ovvero basati su server che possono essere facilmente chiusi o bloccati.

    Invece eMule su rete Kad è serverless, ovvero non ci sono server centralizzati ma milioni di utenti interconessi, quindi è letteralmente impossibile bloccarlo. Inoltre i file hanno una persistenza, ovvero una disponibilità nel tempo, infinitamente maggiore.

    eMule
    http://www.emule-project.net
    http://www.emule.it

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: eMule
    > > con megaupload fileserve, dropbox & co chi se lo
    > > fila piu il p2p?
    >
    > Megaupload, Fileserve, Dropbox, sono servizi
    > centralizzati, ovvero basati su server che
    > possono essere facilmente chiusi o
    > bloccati.
    >
    > Invece eMule su rete Kad è
    > serverless, ovvero non ci sono server
    > centralizzati ma milioni di utenti interconessi,
    > quindi è letteralmente impossibile bloccarlo.
    > Inoltre i file hanno una persistenza, ovvero una
    > disponibilità nel tempo, infinitamente
    > maggiore.

    Impossibile?
    Dimezzano la banda, e anche solo navigare ci si mette più tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: eMule
    > > con megaupload fileserve, dropbox & co chi se lo
    > > fila piu il p2p?
    >
    > Megaupload, Fileserve, Dropbox, sono servizi
    > centralizzati, ovvero basati su server che
    > possono essere facilmente chiusi o
    > bloccati.
    >
    > Invece eMule su rete Kad è
    > serverless, ovvero non ci sono server
    > centralizzati ma milioni di utenti interconessi,
    > quindi è letteralmente impossibile bloccarlo.
    > Inoltre i file hanno una persistenza, ovvero una
    > disponibilità nel tempo, infinitamente
    > maggiore.

    Impossibile?
    Dimezzano la banda, e anche solo navigare ci si mette più tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: eMule
    > Invece eMule su rete Kad è
    > serverless, ovvero non ci sono server
    > centralizzati ma milioni di utenti interconessi,
    > quindi è letteralmente impossibile bloccarlo.

    Perché, torrent su DHT che server userebbe?
  • la ue non si è ancora pronunciata
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > la ue non si è ancora pronunciata

    'E allora ? Solo voi potete mettere titoli trollosi ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Luca Annunziata
    > > la ue non si è ancora pronunciata
    >
    > 'E allora ? Solo voi potete mettere titoli
    > trollosi
    > ?

    Si, l'eclusiva sui titoli trollosi ce l'ha solo Punto Trollatico A bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)