Roberto Pulito

Toshiba e l'hard disk che si autodistrugge

L'azienda nipponica propone un disco da 2,5 pollici con un sistema di protezione in grado di cancellare automaticamente i dati sensibili

Roma - "Il contenuto di questo disco si autodistruggerà tra trenta secondi". Una tipica frase da film di spionaggio, che incarna perfettamente la filosofia protettiva della nuova famiglia di hard disk SED (self-encrypting drive) proposta da Toshiba. Con la serie MKXX61GSYG, destinata al settore IT, il costruttore giapponese pone infatti la sicurezza dei dati al primissimo posto.

La possibilità di cancellare automaticamente i dati salvati all'interno, quando viene improvvisamene a mancare l'alimentazione o quando il disco viene rimosso, esisteva già su altri sistemi. Toshiba aggiunge però una protezione ulteriore affidata ad un particolare processo di autenticazione.

Il disco in questione, basato su cifratura AES con chiave a 256 bit, mette in atto l'auto-cancellazione del contenuto o la semplice codifica dei dati sensibili quando viene collegato ad un computer non autorizzato. È possibile configurare il firmware dell'unità proprio per indicare i sistemi legittimi o scegliere di rendere inutilizzabili soltanto determinati settori.
Questi nuovi Toshiba da 2,5 pollici lavorano a 7200 RPM, con interfaccia Serial Ata II e 16 MB di memoria cache. Saranno disponibili sul mercato dalla fine di giugno, in tagli che spazieranno tra 250, 320 e 640GB.

Roberto Pulito
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Toshiba e l'hard disk che si autodistrugge
Ordina
  • Io ho avuto un sacco di dischi (di ogni marca) che si sono autodistrutti
    non+autenticato
  • lol, hidden feature Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ora mi domando?

    E se avessi un problema con il pc e devo passare l'hardisk su un'altro per recuperare i dati? Quello me lo cancella in automatico perché non è il PC che si aspetta di trovare. Un backup? Certo, però su dischi che non abbiano questo meccanismo, sennò come lo aggangio al pc mi distugge i dati perché non ha riconosciuto il sistema.

    A me sa tanto di fregaturaA bocca storta
    non+autenticato
  • Bhe penso che quel disco sia per un uso prettamente aziendale. Infatti lo scopo è proprio quello di renderli illegibili i dati, immagina una azienda che perde un portatile dove sono inseriti tutti i dati sensibili dei propri clienti, lo scopo di Toshiba e di eliminare la possibilità di divulgazione di essi. Almeno io la vedo così
    non+autenticato
  • ok, ma anche a livello aziendale servirà prma o poi cambiare disco alla macchina. Poi mi è venuto un altro dubbio... E se per qualhe problema interno al sistema, il disco non riconosce il sistema e automaticamente distrugge i dati? Dovresti fare dei backup giornalieri con un notevole dispendio di energie nel reimpostare il backup fintanto che non scopri la causa del problema (o dotarti di pc/server alternativo... ma se poi è una serie di pc/server [rack]?)PerplessoPerplesso Non la vedo proprio bene
    non+autenticato
  • Sicuramente ogni giorno corri il rischio di perdere le chiavi di casa, o peggio ancora che ti si rompa una seratura di sicurezza.

    Ma non per questo lasci la porta di casa aperta, no?
    non+autenticato
  • Di solito mi accorgo quando la chiave o la serratura sta per cedere. Ma qui parliamo di un hardisk che "decide" da solo. E come se la serratura di casa tua si rifiutasse di aprisri se non metti la chiave originale della casa costrutrice e non la copia che hai fatto dal ferramenta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Martyn
    > Di solito mi accorgo quando la chiave o la
    > serratura sta per cedere. Ma qui parliamo di un
    > hardisk che "decide" da solo. E come se la
    > serratura di casa tua si rifiutasse di aprisri se
    > non metti la chiave originale della casa
    > costrutrice e non la copia che hai fatto dal
    > ferramenta.
    non solo non si apre ma dà anche fuoco all'appartamento
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > - Scritto da: Martyn
    > > Di solito mi accorgo quando la chiave o la
    > > serratura sta per cedere. Ma qui parliamo di un
    > > hardisk che "decide" da solo. E come se la
    > > serratura di casa tua si rifiutasse di aprisri
    > se
    > > non metti la chiave originale della casa
    > > costrutrice e non la copia che hai fatto dal
    > > ferramenta.
    > non solo non si apre ma dà anche fuoco
    > all'appartamento

    Come un bancomat quindi...
    krane
    22544
  • - Scritto da: Martyn
    > ok, ma anche a livello aziendale servirà prma o
    > poi cambiare disco alla macchina. Poi mi è venuto
    > un altro dubbio... E se per qualhe problema
    > interno al sistema, il disco non riconosce il
    > sistema e automaticamente distrugge i dati?

    in entrambi i casi credi che le aziende non abbiano un backup dei dati?
    ovviamente i dati saranno su un server di qualche tipo, qualsiasi dato che stia sull'hard disk di un portatile deve essere perdibile. Detto questo, quando si tratta di dati sensibili la soluzione dell'hd autocancellante può essere utile!

    > Dovresti fare dei backup giornalieri con un
    > notevole dispendio di energie nel reimpostare il
    > backup fintanto che non scopri la causa del
    > problema (o dotarti di pc/server alternativo...

    no beh, in un'azienda, ripeto, i dati sono sempre backuppati, se un pc si rompe se ne prende un altro e ci si copiano i dati sopra.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il signor rossi
    > - Scritto da: Martyn
    > > ok, ma anche a livello aziendale servirà prma o
    > > poi cambiare disco alla macchina. Poi mi è
    > venuto
    > > un altro dubbio... E se per qualhe problema
    > > interno al sistema, il disco non riconosce il
    > > sistema e automaticamente distrugge i dati?
    >
    > in entrambi i casi credi che le aziende non
    > abbiano un backup dei
    > dati?
    > ovviamente i dati saranno su un server di qualche
    > tipo, qualsiasi dato che stia sull'hard disk di
    > un portatile deve essere perdibile. Detto questo,
    > quando si tratta di dati sensibili la soluzione
    > dell'hd autocancellante può essere
    > utile!
    >

    Capisci che è un costo non voluto ma dovuto? Perchè mai devo avere dozzine di apparecchi per fare backup quando posso avere dei dischi estraibili? Ma in questo caso i dischi non funzionano e devo, gioco/forza, avere un sistema di backup più evoluto con notevoli costi in più... solo perché il disco mi prende e mi cancella i datiA bocca aperta

    Se ti sembra logico...

    > > Dovresti fare dei backup giornalieri con un
    > > notevole dispendio di energie nel reimpostare il
    > > backup fintanto che non scopri la causa del
    > > problema (o dotarti di pc/server alternativo...
    >
    > no beh, in un'azienda, ripeto, i dati sono sempre
    > backuppati, se un pc si rompe se ne prende un
    > altro e ci si copiano i dati
    > sopra.

    Dimentichi il tempo che si perde per rimettere in sesto il servizio, questo costo non viene valutato... preferisco che la cifratura e cancellazione sia ad opera di un essere umano e non di una macchina con "palladium" sopra.

    Se non sai che è "palladium" http://www.no1984.org
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mastro
    > Bhe penso che quel disco sia per un uso
    > prettamente aziendale.

    Non credo che sia solo a livello aziendale, visto che per antonomasia ogni cosa che è andata sul settore aziendale, prima o poi arriva al lato consumer. Continuo a tremarePerplesso
    non+autenticato
  • tremare... se non vuoi attivare la funzione non la attivi e bastaSorride

    penso anch'io sia comodo per i notebook "satelliti" delle aziende, in caso di furto o smarrimento in giro per il globo.
    non+autenticato