Mauro Vecchio

Google investe nell'eolico magnetico

Altri 100 milioni di dollari stanziati da BigG nel campo delle energie rinnovabili. Serviranno alla realizzazione della prima centrale eolica che sfrutterà per fini commerciali le megaturbine a levitazione

Google investe nell'eolico magneticoRoma - Ad annunciarlo è stato un post apparso sul suo blog ufficiale: Google investirà altri 100 milioni di dollari nell'ambito delle cosiddette energie rinnovabili, in particolare per la realizzazione di quella che è stata già descritta come la centrale eolica più grande del mondo.

Continua così il sostegno dell'azienda di Mountain View alle varie forme d'energia verde, subito dopo i 168 milioni di dollari annunciati per la realizzazione di una centrale solare nel deserto californiano del Mojave. La nuova iniezione di liquidità andrà ora a finanziare i lavori per la definitiva apertura della Shepherds Flat Wind Farm vicino Arlington, Oregon.

Secondo quanto annunciato, la centrale eolica sarà pronta nel corso del prossimo anno, arrivando a generare una potenza massima di 845 megawatt. L'elettricità prodotta verrà poi venduta alla società Southern California Edison, che riuscirà a rifornire d'energia circa 235mila abitazioni.
Rick Needham, direttore delle Green Business Operations di Google, ha dunque sottolineato come il progetto della Shepherds Flat Wind Farm sia degno del massimo entusiasmo, e non solo per la grandezza della stessa centrale. Si tratterebbe infatti della prima adozione commerciale della tecnologia avanzata garantita dai generatori a magneti permanenti.

Ovvero le megaturbine che sembrano voler rivoluzionare l'intero settore dell'energia eolica, sfruttando la levitazione magnetica per produrre fino a 1 gigawatt di potenza. Con positivi benefici sia sui costi di realizzazione che di manutenzione, sottolineati appunto nel post di Needham sul blog di BigG.

E gli alti vertici di Google hanno poi stipulato un accordo con il Dipartimento per l'Energia degli Stati Uniti, per lo sviluppo di un piano strategico in favore di tutti quegli automobilisti passati dalla benzina all'elettricità. Le mappe di BigG funzioneranno così come un archivio per le funzioni GPS, che permetta agli stessi automobilisti di rintracciare le stazioni più vicine per ricaricare.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
215 Commenti alla Notizia Google investe nell'eolico magnetico
Ordina
  • Sin quando non sarà possibile l'immagazzinamento l'uso delle fonti intermittenti quali fotovoltaico ed eolico è antieconomico e produce maggiore inquinamento, dato che le centrali tradizionali devono sgassare al massimo per mantenere la fornitura generale costante.
    non+autenticato
  • Ma perchè prima di scrivere notizie non verificate... ?? Basta guardare su wikipedia per scoprire che è tutto vero fuorchè la cosa + importante: non usa turbine maglev ma convenzinalissime tripale GE da 2.5 mw cadauna, e saranno ben 338 (!) Vedere per credere :
    http://en.wikipedia.org/wiki/Shepherds_Flat_Wind_F...
    non+autenticato
  • Scommetto che molta gente, leggendo "generatore a magneti permanenti", avrà pensato a qualcosa del genere...
    non+autenticato
  • Magari esistesse qualcosa del genere... potrebbe produrre energia all'infinito, costantaneamente, e senza deturpare il panorama.
  • contenuto non disponibile
  • Infatti non è fattibile quella soluzione giusto per il faccione che deturperebbe il panorama nel raggio di 30 km, tantovale fare una centrale nucleare. C'è bisogno che la ricerca sviluppi soluzioni che funzionino e che non abbiano quel faccione.
  • - Scritto da: kaihiwatari
    > Magari esistesse qualcosa del genere... potrebbe
    > produrre energia all'infinito, costantaneamente,
    > e senza deturpare il panorama.
    E' come per la "finanza creativa": se non riesci a risolvere un problema nell'ambito delle leggi della fisica, basta ignorarle queste maledette leggi.

    Se proprio insistono a farsi valere, una legge (fisica) scritta ad-personam e una valanga di manifesti e si mettono a tacere per sempre (in prigione! in prigione! e che ti serva da lezione!). Sorride
    non+autenticato
  • Beh oddio, ci sono teorie secondo le quali spesso i maggiori freni all'innovazione verso nuove scoperte in campo energetico e non, sono proprio l'eccessivo legame alle leggi fisiche attualmente conosciute, da parte di molti scienziati.

    Cioè, è stato provato con molti test che gli individui a trovare gli utilizzi più strani e "geniali" per una graffetta per la carta sono i bambini, cioè coloro che non sono stati ancora indottrinati su regole e parametri di funzionamento della realtà e degli oggetti...

    Questa genialità si perde (l'IQ crescendo si riduce) col crescere delle nozioni e dell'indottrinamento.

    Penso a quante forme di energia, elementi della materia e fenomeni ancora da scoprire, e che per la scienza non esistono solo perché non esistono ancora gli strumenti per misurarli...

    E penso anche a quanto l'uomo conosca poco se stesso.
    iRoby
    7757
  • >Penso a quante forme di energia, elementi della materia e fenomeni ancora da scoprire, e che per la scienza non esistono solo perché non esistono ancora gli strumenti per misurarli...

    Non pensi però a quanti fenomeni sono stati scoperti prima di essere misurati, grazie al pensiero di scienziati.

    Non pensi neanche a quelle misurazioni che mettono in discussione le teorie comunemente accettate.

    Non pensi neanche a quelle teorie scientifiche che sono frutto di pensiero di più persone, ma che non sono ancora verificabili (non ci sono gli strumenti per fare le "misure" di cui parli).

    Ti sfugge inoltre che la fantascienza è meno fantasiosa della fisica moderna.
    non+autenticato
  • Molto meno fantasiosa, tra quark "strange" "up" "down" e altre decine di particelle strambe, non ci si racapezza più nulla, la teoria standard è diventata un circo ^^'.
  • - Scritto da: kurdt
    > Molto meno fantasiosa, tra quark "strange" "up"
    > "down" e altre decine di particelle strambe, non
    > ci si racapezza più nulla, la teoria standard è
    > diventata un circo
    > ^^'.

    E intanto si teletrasportano dati e si inizia a pensare che la materia non esista ma siano tutte interazioni di campi Rotola dal ridere ai tempi dei Pulp non avrebbero potuto inventare di meglio !
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: kurdt
    > > Molto meno fantasiosa, tra quark "strange" "up"
    > > "down" e altre decine di particelle strambe, non
    > > ci si racapezza più nulla, la teoria standard è
    > > diventata un circo
    > > ^^'.
    >
    > E intanto si teletrasportano dati e si inizia a
    > pensare che la materia non esista ma siano tutte
    > interazioni di campi Rotola dal ridere ai tempi dei Pulp
    > non avrebbero potuto inventare di meglio
    > !

    Calma, ora non esageriamo, non s'è mai teletrasportato nessun dato. ^^'
    D
  • ...quanto neodimio c'è su questo pianeta? basterà per tutte le centrali di cui avremo bisogno?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pico Farad
    > ...quanto neodimio c'è su questo pianeta? basterà
    > per tutte le centrali di cui avremo
    > bisogno?

    Il neodimio viene utilizzato per produrre magneti permanenti Nd2Fe14B ad elevata forza coercitiva. Questi materiali sono meno costosi dei magneti al samario-cobalto e vengono anche utilizzati nella produzione di auricolari.

    Negli auricolari ergonomici in cui la presenza di magneti in neodimio offre una qualità sonora eccellente.

    I sali di neodimio sono usati come coloranti per smalti.


    Mi sembra che ne usiamo parecchio per i motivi piu' diversi...
    krane
    22544
  • - Scritto da: Pico Farad
    > ...quanto neodimio c'è su questo pianeta?

    Il neodimio e' in secondo elemento piu' abbondante in natura appartenente alle terre rare (dopo il cerio) ed e' quasi abbondante quanto il rame.

    http://www.lenntech.it/periodica/elementi/nd.htm#i...
    non+autenticato
  • Il vero problema è il litio per le batterie.

    Non basterà mai per una "nuova" motorizzazione di massa.
  • - Scritto da: kurdt
    > Il vero problema è il litio per le batterie.
    >
    > Non basterà mai per una "nuova" motorizzazione di
    > massa.

    Beh, qui ce n'è abbastanza...
    http://tinyurl.com/3gv2ynu

    Dichiariamo guerra alla Bolivia e annettiamola.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy
    > - Scritto da: kurdt
    > > Il vero problema è il litio per le batterie.
    > >
    > > Non basterà mai per una "nuova" motorizzazione
    > di
    > > massa.
    >
    > Beh, qui ce n'è abbastanza...
    > http://tinyurl.com/3gv2ynu
    >
    > Dichiariamo guerra alla Bolivia e annettiamola.


    Non basterebbe ugualmente, stiamo parlando di motorizzare due miliardi di persone, oltre ovviamente a tutti gli altri usi.

    La bolivia si può disintegrare, ma non cambierebbe molto.

    Siamo troppi su questo pianeta.
  • - Scritto da: kurdt
    > - Scritto da: MacBoy
    > > - Scritto da: kurdt
    > > > Il vero problema è il litio per le batterie.

    > > > Non basterà mai per una "nuova" motorizzazione
    > > > di massa.

    > > Beh, qui ce n'è abbastanza...
    > > http://tinyurl.com/3gv2ynu

    > > Dichiariamo guerra alla Bolivia e annettiamola.

    > Non basterebbe ugualmente, stiamo parlando di
    > motorizzare due miliardi di persone, oltre
    > ovviamente a tutti gli altri usi.

    > La bolivia si può disintegrare, ma non
    > cambierebbe molto.

    > Siamo troppi su questo pianeta.


    Ok, armiamo molto bene la Bolivia, poi iniziamo una sanguinosissima guerra che stermini mezza umanita' prima della conquista.
    krane
    22544
  • Eh ma poi si attacca chi arma la Bolivia, che magari per ripicca fa saltare in aria i giacimenti di litio che quindi non basta più, e, indovina un pò?

    Siamo inculati di nuovo ^^'
  • - Scritto da: kurdt
    > Eh ma poi si attacca chi arma la Bolivia, che
    > magari per ripicca fa saltare in aria i
    > giacimenti di litio che quindi non basta più, e,
    > indovina un pò?

    Ma va... I due lati sono d'accordo perche' il loro scopo comune e' la diminuzione della popolazione; quindi quando finalmente scende sotto il limite prefissato si torna tutti amici, preghiere per i morti, pentimento per gli orrori e andiamo a farci un caffe'.

    > Siamo inculati di nuovo ^^'
    krane
    22544
  • Il famoso caffè boliviano.
  • - Scritto da: kurdt
    > Eh ma poi si attacca chi arma la Bolivia, che
    > magari per ripicca fa saltare in aria i
    > giacimenti di litio che quindi non basta più, e,
    > indovina un pò?

    Ma l'hai visto quel giacimento? E' grande come la LOMBARDIA!! (20.000 km2).
    non+autenticato
  • - Produce tanta corrente quanta ne produce una centrale nucleare;
    - Occupa lo spazio di una centrale nucleare;
    - Costa meno di un decimo di una centrale nucleare;
    - Non è poi tanto più brutta a vedersi di una centrale nucleare;
    - Ha una durata temporale superiore a quella della centrale nucleare;
    - Non produce rifiuti pericolosi, a differenza di una centrale nucleare;
    - Non emette radiazioni, nemmeno in caso di incidente, guasto o catastrofe naturale, cosa che succede con la centrale nucleare;
    - Non implica l'impiego di un tipo combustibile che potrebbe essere impiegato a fini bellici o terroristici se cadesse in mani sbagliate, il che significa che il livello di sicurezza richiesto non prevede la militarizzazione del territorio come per le centrali nucleari;
    - La manutenzione? non dovrebbe essere più onerosa di quella di una centrale nucleare...

    ...MA ALLORA PERCHE' VOGLIAMO ANCORA LE CENTRALI NUCLEARI??
    non+autenticato
  • Parlando oggetivamente, questa ne produce meno di energia, e soprattutto quelli indicati sono massimali. Una centrale nucleare (come tutte le centrali con "combustibile") procude un quantitativo di energia costante, cosa impossibile per loro natura nelle rinnovabili.

    D'altra parte, io stesso che sto a correggerti, sono assolutamente contrario al nucleare: questo perchè tutti gli altri punti sono assolutamente veri e ce ne sono altri anche molto più importanti non considerati.
    Ma proprio perchè obiettivamente gli enormi svantaggi delle centrali nucleari esistono, non dobbiamo aver bisogno di deformare le informazioni in nostro possesso, bisogna invece insistere su dati e fondamenta oggettiviSorride

    Investimenti da google in questi campi sono sempre buone notizie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca

    > Ma proprio perchè obiettivamente gli enormi
    > svantaggi delle centrali nucleari esistono, non
    > dobbiamo aver bisogno di deformare le
    > informazioni in nostro possesso, bisogna invece
    > insistere su dati e fondamenta oggettivi
    >Sorride
    >

    Come non quotarti... chi se ne frega se il costo al KW è un centesimo in più o in meno del nucleare. Vallo a raccontare agli abitanti di Fukushima, che finora hanno risparmiato qualcosina sulla bolletta, ma adesso dovranno pagare a caro prezzo e con gli interessi...

    E' ora di smetterla di guardare il mondo pensando solo al denaro... $$$$$
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lallo
    > - Scritto da: Luca
    >
    > > Ma proprio perchè obiettivamente gli enormi
    > > svantaggi delle centrali nucleari esistono, non
    > > dobbiamo aver bisogno di deformare le
    > > informazioni in nostro possesso, bisogna invece
    > > insistere su dati e fondamenta oggettivi
    > >Sorride
    > >
    >
    > Come non quotarti... chi se ne frega se il costo
    > al KW è un centesimo in più o in meno del
    > nucleare. Vallo a raccontare agli abitanti di
    > Fukushima, che finora hanno risparmiato
    > qualcosina sulla bolletta, ma adesso dovranno
    > pagare a caro prezzo e con gli
    > interessi...
    >
    > E' ora di smetterla di guardare il mondo pensando
    > solo al denaro...
    > $$$$$

    Parlando proprio di $$$, un kWh da nucleare costa più che da termoelettrico da gas e carbone, più che da eolico, e se la gioca col FV i cui costi però sono in calo rapido.
    Per non parlare poi di tecnologie imminenti come l'eolico d'alta quota.

    Quindi il nucleare non conviene mai, per nessun motivo, checché ne dica l'astroturfer qui sotto...
    Funz
    12979
  • Ciao funz, puntualizzo solo una cosa, l'eolico d'alta quota è ancora lontanuccio dal produrre il suo primo Kw di energia, per adesso con il Kitegen siamo ancora alla fase di engineering sample.

    Ma sono d'accordo che sia molto promettente.
  • > Parlando proprio di $$$, un kWh da nucleare costa
    > più che da termoelettrico da gas e carbone, più
    > che da eolico, e se la gioca col FV i cui costi
    > però sono in calo
    > rapido.
    > Per non parlare poi di tecnologie imminenti come
    > l'eolico d'alta
    > quota.
    >
    > Quindi il nucleare non conviene mai, per nessun
    > motivo, checché ne dica l'astroturfer qui
    > sotto...

    Questo perché i costi per kw per il nucleare considerano sempre che le migliaia di anni di stoccaggio delle scorie siano a carico dello Stato e mai del costruttore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pinco pallino
    > > Parlando proprio di $$$, un kWh da nucleare
    > > costa più che da termoelettrico da gas e
    > > carbone, più che da eolico, e se la gioca
    > > col FV i cui costi però sono in calo
    > > rapido.
    > > Per non parlare poi di tecnologie imminenti
    > > come l'eolico d'alta quota.

    > > Quindi il nucleare non conviene mai, per
    > > nessun motivo, checché ne dica l'astroturfer
    > > qui sotto...

    > Questo perché i costi per kw per il nucleare
    > considerano sempre che le migliaia di anni di
    > stoccaggio delle scorie siano a carico dello
    > Stato e mai del costruttore.

    Che non lo farebbe certo gratis, ma si farebbe pagare il servizio caro e salato.
    krane
    22544
  • > Parlando proprio di $$$, un kWh da nucleare costa
    > più che da termoelettrico da gas e carbone, più
    > che da eolico,

    ahimè costa molto di meno. Chiediti perchè in Francia si scaldano tutti con i termosifoni elettrici...proprio perchè la corrente costa pochissimo.
    Poi vai in Germania, nazione col fotovoltaico piu' sviluppato e vai a chieder loro perchè non spengono le 8 centrali che forniscono il 26 % dell'energia nazionale. Prova a spiegar loro che il nucleare non conviene..

    > e se la gioca col FV i cui costi
    > però sono in calo
    > rapido.

    il FV è stato giustamente tranciato dal blocco degli incentivi.

    > Quindi il nucleare non conviene mai, per nessun
    > motivo, checché ne dica l'astroturfer qui
    > sotto...

    Quindi le 438 centrali attualmente esistenti sono state create senza alcuna reale convenienza...capisco...
    Vorrei ricordare agli analfabeti che incitano le rinnovabili (e in particolar modo il FV) che tutta l'energia solare prodotta da tutto il fotovoltaico italiano è MENO della metà di quella che produce una centrale nucleare di piccole dimensioni e costituisce meno dell' 1 % dell'energia nazionale. Briciole. E con le briciole non si mangia.
  • - Scritto da: maranric
    > Poi vai in Germania, nazione col fotovoltaico
    > piu' sviluppato e vai a chieder loro perchè non
    > spengono le 8 centrali che forniscono il 26 %
    > dell'energia nazionale. Prova a spiegar loro che
    > il nucleare non
    > conviene..

    Te lo spiegano direttamente loro
    http://de.wikipedia.org/wiki/Anti-Atomkraft-Bewegu...
    non+autenticato
  • > Te lo spiegano direttamente loro
    > http://de.wikipedia.org/wiki/Anti-Atomkraft-Bewegu

    Ehm, su questo sito parlano solo del movimento anti nucleare bla bla...Non è certo spiegato il perchè la Germania continua a posticipare la dismissione delle proprie centrali nucleari. Forse perchè non c'è niente (carbone a parte..) in grado di sostituirle o di fornire energia a prezzo così basso?
  • - Scritto da: maranric
    > > Parlando proprio di $$$, un kWh da nucleare
    > costa
    > > più che da termoelettrico da gas e carbone, più
    > > che da eolico,
    >
    > ahimè costa molto di meno. Chiediti perchè in
    > Francia si scaldano tutti con i termosifoni
    > elettrici...proprio perchè la corrente costa
    > pochissimo.
    > Poi vai in Germania, nazione col fotovoltaico
    > piu' sviluppato e vai a chieder loro perchè non
    > spengono le 8 centrali che forniscono il 26 %
    > dell'energia nazionale. Prova a spiegar loro che
    > il nucleare non
    > conviene..
    >
    > > e se la gioca col FV i cui costi
    > > però sono in calo
    > > rapido.
    >
    > il FV è stato giustamente tranciato dal blocco
    > degli incentivi.
    >
    >
    > > Quindi il nucleare non conviene mai, per nessun
    > > motivo, checché ne dica l'astroturfer qui
    > > sotto...
    >
    > Quindi le 438 centrali attualmente esistenti sono
    > state create senza alcuna reale
    > convenienza...capisco...
    > Vorrei ricordare agli analfabeti che incitano le
    > rinnovabili (e in particolar modo il FV) che
    > tutta l'energia solare prodotta da tutto il
    > fotovoltaico italiano è MENO della metà di quella
    > che produce una centrale nucleare di piccole
    > dimensioni e costituisce meno dell' 1 %
    > dell'energia nazionale. Briciole. E con le
    > briciole non si
    > mangia.

    chiediti perché hanno effettuato proprio in germania uno studio secondo cui le centrali necleari aumentano il rischio di leucemia nei bambini che vivono in prossimità...

    http://www.geoffreybsmall.net/centrali%20nucleari%...
    non+autenticato