Alfonso Maruccia

TomTom, i dati GPS alla polizia

Il celebre produttore di sistemi di navigazione per automobili ammette di aver fornito dati di navigazione alla polizia olandese, ma solo indirettamente: sarebbe il governo ad aver fornito quelle informazioni

Roma - È bufera sul comportamento di TomTom nei confronti dei dati dei suoi utenti: i quotidiani olandesi hanno "incastrato" il produttore europeo di sistemi di navigazione GPS, colpevole di aver fornito i dati di navigazione alla polizia del paese che li ha poi utilizzati per piazzare gli autovelox in posti strategici.

Per bocca del CEO Harold Goddijn, TomTom ammette che quei dati provengono dalla società ma dice che l'utilizzo previsto non era quello: le informazioni di navigazione GPS "anonimizzate" erano state inizialmente vendute alle autorità governative, e TomTom era convinta che sarebbero state impiegate per migliorare la sicurezza stradale o risolvere gli ingorghi frequenti.

E invece il governo olandese - imprevedibilmente, a dire di TomTom - ha pensato bene di girare i dati alla polizia, che a sua volta li ha impiegati non per migliorare la sicurezza delle strade ma per piazzare autovelox con scientifica efficienza provocando le prevedibili reazioni furenti degli utenti di prodotti TomTom.
"Non avevamo affatto previsto questo tipo di utilizzo e molti dei nostri clienti non ne sono contenti", si schernisce Goddjin, rassicurando sul fatto che le prossime licenze di utilizzo "preverranno questo tipo di impiego in futuro". E limitarsi invece a non fornire più nessun dato al governo? Niente da fare: allo stato del mercato attuale, circa la metà dei ricavi di TomTom proviene proprio dai servizi "collaterali" ai sistemi GPS come appunto la fornitura di mappe e dati sul traffico alle società private e ai governi.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessGPS, affare di smartphoneNegli Stati Uniti triplicano gli utenti che utilizzano regolarmente i propri telefonini per connettersi a servizi di mappe o per ottenere indicazioni stradali. Scatta l'allarme per i navigatori tradizionali
40 Commenti alla Notizia TomTom, i dati GPS alla polizia
Ordina
  • la maggior parte dei dati tomtom li prende con il servizio traffic
    offerto con i navigatori della serie live principalmente.
    questi navigatori sono dotati di una sim valida per tutta l'europa
    e si collegano ad una centrale che con i tuoi dati piu' quelli di altri
    utenti,gestori strade ecc ecc,riesce,almeno teoricamente,a gestire
    meglio i percorsi per la tua destinazione scelta.anche i gestori telefonici contribuiscono in quanto posssono stabilire su una determinata strada,quale sia la velocita' media del flusso probabilmente dal tempo di permanenza su di una determinata cella prima di passare alla successiva.e' ovvio che se non prende anche i dati degli utenti,non e'in grado di fornire un servizio decente....questo solo per informazioni maggiori e non per giustificare la bastardata di tomtom che perdera', giustamente,clienti per questa cosa.
    non+autenticato
  • Le multe sono necessarie, su questo siamo daccordo penso tutti. Chi sbaglia deve pagare.
    Rompe però le OO quando ti rendi conto che gli autovelox non vengono messi in base alla pericolosità della strada, ma per fare cassa.

    Bene, visto che Grillo & C. sono molto sensibili a cose come queste, propongo che si diano da fare per cercare di introdurre una modifica alla legge stradale:

    I soldi delle multe vanno destinati al 90% verso associazioni umanitarie riconosciute, a scelta del multato, un po' come si fa con il 5x1000.

    il 10% rimanente serve per la manutenzione degli autovelox.

    saluti,
    max
    non+autenticato
  • il tuo discorso non è male, sono completamente d'accordo
    putroppo il 90% mi sembra un esagerazione, soprattutto se comparato con lo 0,5% (o 5X1000) però sicuramente si può chiedere che i dati vengano pubblicati divisi anche per strada, e che ne venga anche pubblicato l'utilizzo dei soldi raccolti, son chiacchiere da bar ... ma dei soldi raccolti quanti vanno al comune/provincia a cui appartiene la strada e quanti vengono intaschati dalla società privata (amica di ...) che produce/noleggia gli autovelox?

    facendo un discorso banale, se una strada raccoglie un migliardo di euro all'anno con gli autovelox ... almeno mezzo miliardo dovrebbe essere usato sulla strada stessa (rifacimento manto stradale .. segnaletica, guardrail eccetera), sapere che prendo la multa e in + mi sbarello tutta la convergenza, gomme eccetera su una certa strada mi fa incavolare!
    non+autenticato
  • cito: E invece il governo olandese - imprevedibilmente, a dire di TomTom - ha pensato bene di girare i dati alla polizia

    impevedibilmente!
    maruccia che si dà all'ironia!
    ah ah ahhh
    bellissimo
    non+autenticato
  • Se si dovessero ripetere episodi simili è chiaro che perderebbe la fiducia dei consumatori che smetterebbero di aggiornare il database ICQ route, basta deselezionare una casella sul dispositivo di navigazione e alla connessione del PC puoi evitare di condividere i dati di map share e di ICQ route!
    Spero bene che quelli della Tom Tom ci stiano più attenti in futuro!
    Certo che anche il comportamento del governo Olandese è veramente schifoso!
    Ma come gli autovelox li piazzi non in base alla sinistrosità di una strada ma in base alla possibilità di fare cassa? Mi sembra ci siano gli estremi per una denuncia da parte del movimento dei consumatori!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Ma come gli autovelox li piazzi non in base alla
    > sinistrosità di una strada ma in base alla
    > possibilità di fare cassa?

    hai ancora molto da imparare, ragazzo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Se si dovessero ripetere episodi simili è chiaro
    > che perderebbe la fiducia dei consumatori che
    > smetterebbero di aggiornare il database ICQ
    > route, basta deselezionare una casella sul
    > dispositivo di navigazione e alla connessione del
    > PC puoi evitare di condividere i dati di map
    > share e di ICQ
    > route!
    > Spero bene che quelli della Tom Tom ci stiano più
    > attenti in
    > futuro!
    > Certo che anche il comportamento del governo
    > Olandese è veramente
    > schifoso!
    > Ma come gli autovelox li piazzi non in base alla
    > sinistrosità di una strada ma in base alla
    > possibilità di fare cassa? Mi sembra ci siano gli
    > estremi per una denuncia da parte del movimento
    > dei
    > consumatori!
    Se c'è un limite c'è un motivo, se lo superi sei un pericolo, se riescono ad unire utile e dilettevole, perchè pigliarsela con il governo e non con tutti i novelli "sozmacher"?A bocca aperta
    Non vuoi la multa impara a leggere!
    Almeno i numeri all'interno dei cartelli...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > Se c'è un limite c'è un motivo, se lo superi sei
    > un pericolo, se riescono ad unire utile e
    > dilettevole, perchè pigliarsela con il governo e
    > non con tutti i novelli "sozmacher"?
    >A bocca aperta
    > Non vuoi la multa impara a leggere!
    > Almeno i numeri all'interno dei cartelli...

    A volte il motivo per l'esistenza del numero all'interno del cartello è proprio il fare cassa, altrimenti non mi spiegherei i limiti bassissimi su strade di scorrimento.
    Non sto affatto dicendo che voglio difendere chi attraversa un centro abitato a 200 all'ora, ma non mi pare il caso di dare troppo credito ai governanti, nostri o altrui.
    non+autenticato
  • SS35 Milano - Meda, limite a 70 messo il 20 di agosto perché nel resto dell'anno si va a 20-30 nell'orario di punta.
    E' stata una mattanza.
  • - Scritto da: Valeren
    > SS35 Milano - Meda, limite a 70 messo il 20 di
    > agosto perché nel resto dell'anno si va a 20-30
    > nell'orario di
    > punta.
    > E' stata una mattanza.
    Il numero sei riuscito a leggerlo no?
    O andavi a 200 e non hai fatto in tempo?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: Valeren
    > > SS35 Milano - Meda, limite a 70 messo il 20 di
    > > agosto perché nel resto dell'anno si va a 20-30
    > > nell'orario di
    > > punta.
    > > E' stata una mattanza.
    > Il numero sei riuscito a leggerlo no?
    > O andavi a 200 e non hai fatto in tempo?A bocca aperta

    Ma... se i i numeri fossero coerenti... basta pensare che spesso e volentieri il limite viene abbassato solo per ridurre il premio di assicurazione RC che il gestore del tratto stradale è obbligato per legge a pagare... se prendi una buca ai 50 hh forse non danneggi il cerchio e non fai causa al gestore... se fai i 90 rompi tutto, ma non sono tenuti a rimborsarti perchè correvi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide
    > - Scritto da: pippO
    > > - Scritto da: Valeren
    > > > SS35 Milano - Meda, limite a 70 messo il 20 di
    > > > agosto perché nel resto dell'anno si va a
    > 20-30
    > > > nell'orario di
    > > > punta.
    > > > E' stata una mattanza.
    > > Il numero sei riuscito a leggerlo no?
    > > O andavi a 200 e non hai fatto in tempo?A bocca aperta
    >
    > Ma... se i i numeri fossero coerenti... basta
    > pensare che spesso e volentieri il limite viene
    > abbassato solo per ridurre il premio di
    > assicurazione RC che il gestore del tratto
    > stradale è obbligato per legge a pagare... se
    > prendi una buca ai 50 hh forse non danneggi il
    > cerchio e non fai causa al gestore... se fai i 90
    > rompi tutto, ma non sono tenuti a rimborsarti
    > perchè
    > correvi!
    Vedi c'era un motivo...Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: Davide
    > > - Scritto da: pippO
    > > > - Scritto da: Valeren
    > > > > SS35 Milano - Meda, limite a 70 messo il 20
    > di
    > > > > agosto perché nel resto dell'anno si va a
    > > 20-30
    > > > > nell'orario di
    > > > > punta.
    > > > > E' stata una mattanza.
    > > > Il numero sei riuscito a leggerlo no?
    > > > O andavi a 200 e non hai fatto in tempo?A bocca aperta
    > >
    > > Ma... se i i numeri fossero coerenti... basta
    > > pensare che spesso e volentieri il limite viene
    > > abbassato solo per ridurre il premio di
    > > assicurazione RC che il gestore del tratto
    > > stradale è obbligato per legge a pagare... se
    > > prendi una buca ai 50 hh forse non danneggi il
    > > cerchio e non fai causa al gestore... se fai i
    > 90
    > > rompi tutto, ma non sono tenuti a rimborsarti
    > > perchè
    > > correvi!
    > Vedi c'era un motivo...Occhiolino
    un altro motivo e' la mancata voglia di sistemare il manto stradale... cosi' metti dei cartelli ad cazzum di 20-30km/h piu bassi rispetto allo standard, basandosi sul buon vecchio principio che mettere un cartello costa meno che rifare l'asfalto bucato. (cfr. una tangenziale a modena)
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Se si dovessero ripetere episodi simili è chiaro
    > > che perderebbe la fiducia dei consumatori che
    > > smetterebbero di aggiornare il database ICQ
    > > route, basta deselezionare una casella sul
    > > dispositivo di navigazione e alla connessione
    > del
    > > PC puoi evitare di condividere i dati di map
    > > share e di ICQ
    > > route!
    > > Spero bene che quelli della Tom Tom ci stiano
    > più
    > > attenti in
    > > futuro!
    > > Certo che anche il comportamento del governo
    > > Olandese è veramente
    > > schifoso!
    > > Ma come gli autovelox li piazzi non in base alla
    > > sinistrosità di una strada ma in base alla
    > > possibilità di fare cassa? Mi sembra ci siano
    > gli
    > > estremi per una denuncia da parte del movimento
    > > dei
    > > consumatori!
    > Se c'è un limite c'è un motivo, se lo superi sei
    > un pericolo, se riescono ad unire utile e
    > dilettevole, perchè pigliarsela con il governo e
    > non con tutti i novelli "sozmacher"?
    >A bocca aperta
    > Non vuoi la multa impara a leggere!
    > Almeno i numeri all'interno dei cartelli...

    Ah come certi cantieri sulle autostrade con limite dei 60 Km/h... limiti ragionevolissimi!
  • > Ah come certi cantieri sulle autostrade con
    > limite dei 60 Km/h... limiti
    > ragionevolissimi!

    Se devi passare a mezzo metro dagli operai al lavoro, sono anche troppi.
  • Beh, veramente è molto più preoccupante il fatto che una società "raccolga" le informazioni di percorrenza degli utenti, prima che cederli a terzi... ma non si è appena fatta un sacco di polemica sullo stesso argomento anche per Android, Microsoft mobile e, credo, anche iPhone ed iPad?

    Mah...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide
    > Beh, veramente è molto più preoccupante il fatto
    > che una società "raccolga" le informazioni di
    > percorrenza degli utenti, prima che cederli a
    > terzi... ma non si è appena fatta un sacco di
    > polemica sullo stesso argomento anche per
    > Android, Microsoft mobile e, credo, anche iPhone
    > ed Pad?
    >
    > Mah...

    Ma infatti!
    Stavo pensando da un paio di mesi di acquistare un TomTom, ma dopo questa notizia, non se ne parla neanche! Avanti con mappa stradale da 4euro, e se va male mi fermo e chiedo.
    E dopo aver mandato a fare in culo android, Microsoft mobile e i vari iPxxx, aggiungo Tomtom alla lista dei fanculizzati.

    Incredibilmente oggi PI mi e' stato utile, diamo e Cesare....
    non+autenticato
  • Se lo hai, dovresti anche buttare il cellulare allora.

    Le società telefoniche possono sapere tutto di noi,
    dove viviamo, dove lavoriamo, quanto tempo impieghiamo e a che velocità ci rechiamo al lavoro, a che velocità andiamo in autostrada e in città, quante ore lavoriamo, quante stiamo a casa e quanto fuori, dove facciamo i nostri acquisti, chi frequentiamo, se dormiamo dall'amante o dalla mamma ecc.

    E tu te la prendi con tomtom ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano
    > Se lo hai, dovresti anche buttare il cellulare
    > allora.
    >
    > Le società telefoniche possono sapere tutto di
    > noi,
    > dove viviamo, dove lavoriamo, quanto tempo
    > impieghiamo e a che velocità ci rechiamo al
    > lavoro, a che velocità andiamo in autostrada e in
    > città, quante ore lavoriamo, quante stiamo a casa
    > e quanto fuori, dove facciamo i nostri acquisti,
    > chi frequentiamo, se dormiamo dall'amante o dalla
    > mamma
    > ecc.
    >
    > E tu te la prendi con tomtom ?

    Beh, per quanto riguarda il telefonino il discorso è un po' diverso... non è tanto la tracciatura della posizione, perchè se non hai un modello con GPS integrato rimane molto sommaria, ma più che altro è la conservazione di tutto il traffico (voce e dati) che l'operatore conserva per anni (per Legge)... Le intercettazioni comandate di fatto non esistono, sono solo un argomento mediatico per fare un po' di bagarre a suon di farneticazioni parlamentari... ormai i magistrati devono solo richiedere il traffico di un dato numero in un dato periodo ed in un attimo hanno un bel file a disposizione...
    non+autenticato
  • > non è tanto la
    > tracciatura della posizione, perchè se non hai un
    > modello con GPS integrato rimane molto sommaria,

    Non mi riferivo al GPS, basta sapere a quale cella sei collegato e in città la posizione si può determinare con pochissimi metri di errore.

    Le compagnie telefoniche hanno tutti dati occorrenti per fare statistiche sugli spostamenti della gente: quanti sono i pendolari, da dove a dove vanno, quanto tempo ci mettono, a che velocità si spostano, quali strade percorrono ecc.
    Dati che potrebbero interessare molti.

    Dato che a pensar male si fa peccato ma si indovina, mi stupirebbe sapere che non se li siano già venduti a qualcuno.

    Quanto poi al singolo, anche senza registrare le conversazioni, ma soltanto seguendo dove sei e che persone hai intorno si possono dedurre moltissime cose.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)