Mauro Vecchio

Copyright, l'indirizzo IP non fa il colpevole

Un giudice dell'Illinois ha bloccato le richieste di una societÓ canadese specializzata in contenuti per adulti. L'indirizzo di una macchina non corrisponde necessariamente ad un cittadino della rete. Sopratutto per reti non protette

Roma - Una sentenza significativa, che potrebbe di fatto ostacolare le agguerrite strategie finora intraprese dai vari signori del copyright. Una corte distrettuale dello stato dell'Illinois ha così respinto le richieste dei legali di VPR Internationale, società canadese specializzata in contenuti per adulti.

La casa di produzione cinematografica aveva trascinato in aula più di mille utenti del web, accusati di aver scaricato e condiviso alcuni filmati protetti dal diritto d'autore. I netizen erano stati precedentemente individuati grazie ai rispettivi indirizzi IP, forniti ai legali di VPR dai singoli provider.

Il meccanismo sfruttato dalla società si era dunque rivelato molto simile a quello adottato in altri casi di violazione del copyright. Una vera e propria estorsione, comunicata ai singoli utenti secondo lo schema "paghi ora qualche centinaio di dollari o correrà il rischio di finire in un'aula di tribunale".
Il giudice Harold Baker ha però sottolineato come ad un singolo indirizzo IP non corrisponda per forza un colpevole, citando il caso di un misterioso cittadino di Buffalo accusato di aver scaricato immagini a sfondo pedopornografico. L'uomo si era infatti rivelato innocente, dopo che gli agenti dell'ICE avevano fatto addirittura irruzione nella sua abitazione.

In sostanza, l'uomo non aveva protetto la sua connessione WiFi, lasciando a misteriosi scrocca-banda la possibilità di scaricare immagini "a suo nome". Il giudice ha poi bacchettato le stesse strategie legali di VPR, che esporrebbero un potenziale innocente ad un'accusa troppo infamante.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia Copyright, l'indirizzo IP non fa il colpevole
Ordina
  • Io lo faccio da tempo, uso una rete a labile protezione (Wep) craccabile da chiunque in pochi minuti (anche se ho degli accorgimenti per verificare se qualcuno stia effettivamente scroccando la rete), in caso di denuncia avrò gioco facile ad invocare il ragionevole dubbio, ne tantomeno qualcuno potrà accusarmi di aver lasciato sprotetta tale rete, visto che la protezione c'è!
  • puoi anche installarti un trojan che apre un server sock sulla tua macchina protetto da passwordA bocca aperta
    non+autenticato
  • quello che ti è sfuggito, però, è che se anche poi ti assolvono, 10.000 euro di avvocato li devi comunque spendere di tasca tua...
    Occhiolino
  • - Scritto da: dataghoul
    > quello che ti è sfuggito, però, è che se anche
    > poi ti assolvono, 10.000 euro di avvocato li devi
    > comunque spendere di tasca
    > tua...
    > Occhiolino

    Si, ma esiste la controquerela di parte e stavolta l'avvocato che hai profumatamente pagato si offre di portare avanti la causa in cambio del 20% di quanto ricavato + (talvolta) le spese di pratiche e bolli.

    Spiego:
    le forze di polizia hanno altro da fare che perseguitare i normali cittadini per vedere se stanno scaricando o "uppando" film.
    Se però vi è una denuncia da parte di "qualcuno" e questo "qualcuno" ha mosso un avvocato è cosa certa che la denuncia venga portata avanti.

    A parte le difficoltà "tecniche" dovute ai tempi di avvio delle indagini, alle risorse e a tutto il resto, è possibile che in 14-18 mesi si arrivi all'identificazione del "reo".

    Il caso che finisce davanti al giudice è che "tizio è accusato di comportamento illecito da caio".
    Se Tizio dimostra di essere nel giusto può querelare Caio per diffamazione e chiedergli danni morali, materiali e anche biologici se putacaso è finito in carcere.
    Non è una bella situazione.

    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    >
    > Si, ma esiste la controquerela di parte e
    > stavolta l'avvocato che hai profumatamente pagato
    > si offre di portare avanti la causa in cambio del
    > 20% di quanto ricavato + (talvolta) le spese di
    > pratiche e
    > bolli.
    >

    Esiste ancha l'attività d'iniziativa o d'ufficio, senza la necessità di una querela/esposto.

    > Spiego:
    > le forze di polizia hanno altro da fare che
    > perseguitare i normali cittadini per vedere se
    > stanno scaricando o "uppando"
    > film.

    Infatti. Non capiterà mai.

    > Se però vi è una denuncia da parte di "qualcuno"
    > e questo "qualcuno" ha mosso un avvocato è cosa
    > certa che la denuncia venga portata
    > avanti.

    Come detto non è necessario. Sicuramente anche lo scenario che proponi è, perchè no, corretto.

    > A parte le difficoltà "tecniche" dovute ai tempi
    > di avvio delle indagini, alle risorse e a tutto
    > il resto, è possibile che in 14-18 mesi si arrivi
    > all'identificazione del
    > "reo".
    > Il caso che finisce davanti al giudice è che
    > "tizio è accusato di comportamento illecito da
    > caio".
    > Se Tizio dimostra di essere nel giusto può
    > querelare Caio per diffamazione e chiedergli
    > danni morali, materiali e anche biologici se
    > putacaso è finito in
    > carcere.

    Potrebbe essere addirittura il giudice o PM a decidere di agire nei confronti del qurelante.

    > Non è una bella situazione.
    >
    > GTFS
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    > >
    > > Si, ma esiste la controquerela di parte e
    > > stavolta l'avvocato che hai profumatamente
    > pagato
    > > si offre di portare avanti la causa in cambio
    > del
    > > 20% di quanto ricavato + (talvolta) le spese di
    > > pratiche e
    > > bolli.
    > >
    >
    > Esiste ancha l'attività d'iniziativa o d'ufficio,
    > senza la necessità di una
    > querela/esposto.

    Vedi sotto.
    In teoria hai perfettamente ragione.

    > > Spiego:
    > > le forze di polizia hanno altro da fare che
    > > perseguitare i normali cittadini per vedere se
    > > stanno scaricando o "uppando"
    > > film.
    >
    > Infatti. Non capiterà mai.

    E quindi convieni con me che la major di turno O sporge denuncia e ci mette la faccia O deve far "pippa" e starsi zitta.

    > > Se però vi è una denuncia da parte di "qualcuno"
    > > e questo "qualcuno" ha mosso un avvocato è cosa
    > > certa che la denuncia venga portata
    > > avanti.
    >
    > Come detto non è necessario. Sicuramente anche lo
    > scenario che proponi è, perchè no,
    > corretto.
    Non è necessario, ma sufficiente perché la magistratura si metta in moto a prescindere.
    Le forze dell'ordine italiane son molto sensibili se ti metti a fare la "goccia cinese" e giorno dopo giorno fai presente una situazione che, secondo te, è illecita.


    > > A parte le difficoltà "tecniche" dovute ai tempi
    [...]
    > > carcere.
    >
    > Potrebbe essere addirittura il giudice o PM a
    > decidere di agire nei confronti del
    > qurelante.
    Se, nella prima fase è stato particolarmente rompino... puoi considerare la procedura aperta come se fosse d'ufficio A bocca aperta


    Buona Serata
    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    >
    > > > Spiego:
    > > > le forze di polizia hanno altro da fare che
    > > > perseguitare i normali cittadini per vedere se
    > > > stanno scaricando o "uppando"
    > > > film.
    > >
    > > Infatti. Non capiterà mai.
    >
    > E quindi convieni con me che la major di turno O
    > sporge denuncia e ci mette la faccia O deve far
    > "pippa" e starsi
    > zitta.

    In Italia, se la major sporge denuncia, sta sicuro che non lo fa come gli americans, ma a colpo sicuro, partendo da informazioni certe ed inconfutabili.
    Già visto accadere.

    > > > Se però vi è una denuncia da parte di
    > "qualcuno"
    > > > e questo "qualcuno" ha mosso un avvocato è
    > cosa
    > > > certa che la denuncia venga portata
    > > > avanti.
    > >
    > > Come detto non è necessario. Sicuramente anche
    > lo
    > > scenario che proponi è, perchè no,
    > > corretto.
    > Non è necessario, ma sufficiente perché la
    > magistratura si metta in moto a
    > prescindere.

    Ma può spegnersi anche subito! Basta che il PM di turno non abbia voglia di perseguire e archivia.

    > Le forze dell'ordine italiane son molto sensibili
    > se ti metti a fare la "goccia cinese" e giorno
    > dopo giorno fai presente una situazione che,
    > secondo te, è
    > illecita.

    Strano, le major lo fanno da anni eppure in propoporzione non è che veda molte azioni a tutela del copyright.

    > >
    > > Potrebbe essere addirittura il giudice o PM a
    > > decidere di agire nei confronti del
    > > qurelante.
    >
    > Se, nella prima fase è stato particolarmente
    > rompino... puoi considerare la procedura aperta
    > come se fosse d'ufficio
    > A bocca aperta

    Invece no. Conta la fase dibattimentale e da ciò che emerge.

    >
    > Buona Serata
    > GTFS

    Ricambio!

    TNRA
  • Ma guarda che craccarla non credo sia legale Sorride
    Un conto è se il tipo la lascia libera volontariamente un conto è craccarla, non credi??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ben
    > Ma guarda che craccarla non credo sia legale Sorride
    > Un conto è se il tipo la lascia libera
    > volontariamente un conto è craccarla, non
    > credi??

    Guarda, vale pure se chiami la rete "accessoConsentitoAiSoliAutorizzati".
    Perché non puoi permetterti un router cazzuto.

    Vale la "manifestazione di volontà" come per il cartello "proprietà privata, vietato l'accesso" messo all'ingresso di un fondo.

    Ciao
    GTFS
    non+autenticato
  • E' + o - la stessa cosa.

    La responsabilità penale è personale.
    Il fatto che attraverso l'IP di una certa utenza si stato commesso un crimine, di qualsiasi natura, non identifica in nessun modo il responsabile di quel crimine, ergo, ogni procedimento penale che si basi sulla sola identificazione dell'IP non può che condurre, nella peggiore delle ipotesi, ad una assoluzione per insufficienza di prove o, nella migliore, per non aver commesso il fatto.

    Tra l'altro, per la legge sulla privacy, il provider conserva i dati che connettono IP ad utenza per non + di 24 mesi, quindi se le indagini non vengono autorizzate ed effettuate celermente (per gli standard italiani) è ancor meno probabile l'associazione ad una utenza.
  • Spot pubblicitario

    Computer desktop - 500 euro con mastercard
    Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    Disco esterno da un TB - 100 euro con mastercard
    emule - gratis con mastercard

    Ridere in faccia agli avvocati delle major e a quelli dei videotercari costituitisi parte civile, dopo che il giudice avra' letto la sentenza di assoluzione perche' l'IP non costituisce prova di identificazione, non ha prezzo!

    Ci sono cose che non si possono comprare.
    Per tutto il resto c'e' mastercard.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Spot pubblicitario
    >
    > Computer desktop - 500 euro con mastercard
    > Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    > Disco esterno da un TB - 100 euro con mastercard
    > emule - gratis con mastercard
    >
    > Ridere in faccia agli avvocati delle major e a
    > quelli dei videotercari costituitisi parte
    > civile, dopo che il giudice avra' letto la
    > sentenza di assoluzione perche' l'IP non
    > costituisce prova di identificazione, non ha
    > prezzo!
    >
    > Ci sono cose che non si possono comprare.
    > Per tutto il resto c'e' mastercard.

    Eh no, purtroppo non è così semplice, passare dalla teoria alla pratica.
    Bisogna tenere sempre presente che nè i giudici, nè gli avvocati, hanno quel minimo di nozioni per comprendere come stanno le cose e inquadrare il problema.

    Quello che ho descritto io è come dovrebbero essere interpretate le cose, questo non vuol dire che il giudice specifico le interpreti in quel modo.
    Certo ci sono sempre 3 gradi di giudizio e la mia "visione" dovrebbe prima o poi prevalere, ma è + facile che arrivi prima la prescrizione.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Spot pubblicitario
    >
    > Computer desktop - 500 euro con mastercard
    > Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    > Disco esterno da un TB - 100 euro con mastercard
    > emule - gratis con mastercard
    >
    > Ridere in faccia agli avvocati delle major e a
    > quelli dei videotercari costituitisi parte
    > civile, dopo che il giudice avra' letto la
    > sentenza di assoluzione perche' l'IP non
    > costituisce prova di identificazione, non ha
    > prezzo!
    >
    > Ci sono cose che non si possono comprare.
    > Per tutto il resto c'e' mastercard.

    lol . . ti trovano sul tuo bel hdd a casa tua la musica e i pornazzi etc .. mastercard se ne va a fare in culo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Risposta alla notizia
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Spot pubblicitario
    > >
    > > Computer desktop - 500 euro con mastercard
    > > Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    > > Disco esterno da un TB - 100 euro con mastercard
    > > emule - gratis con mastercard
    > >
    > > Ridere in faccia agli avvocati delle major e a
    > > quelli dei videotercari costituitisi parte
    > > civile, dopo che il giudice avra' letto la
    > > sentenza di assoluzione perche' l'IP non
    > > costituisce prova di identificazione, non ha
    > > prezzo!
    > >
    > > Ci sono cose che non si possono comprare.
    > > Per tutto il resto c'e' mastercard.
    >
    > lol . . ti trovano sul tuo bel hdd a casa tua la
    > musica e i pornazzi etc .. mastercard se ne va a
    > fare in
    > culo

    Se e solo se fanno la perquisizione, però.
  • - Scritto da: Risposta alla notizia
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Spot pubblicitario
    > >
    > > Computer desktop - 500 euro con mastercard
    > > Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    > > Disco esterno da un TB - 100 euro con mastercard
    > > emule - gratis con mastercard
    > >
    > > Ridere in faccia agli avvocati delle major e a
    > > quelli dei videotercari costituitisi parte
    > > civile, dopo che il giudice avra' letto la
    > > sentenza di assoluzione perche' l'IP non
    > > costituisce prova di identificazione, non ha
    > > prezzo!
    > >
    > > Ci sono cose che non si possono comprare.
    > > Per tutto il resto c'e' mastercard.
    >
    > lol . . ti trovano sul tuo bel hdd a casa tua la
    > musica e i pornazzi etc .. mastercard se ne va a
    > fare in
    > culo

    Ma certo come no, immagino ti sfondino la porta blindata nel cuore della notte...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > - Scritto da: Risposta alla notizia
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > Spot pubblicitario
    > > >
    > > > Computer desktop - 500 euro con mastercard
    > > > Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    > > > Disco esterno da un TB - 100 euro con
    > mastercard
    > > > emule - gratis con mastercard
    > > >
    > > > Ridere in faccia agli avvocati delle major e a
    > > > quelli dei videotercari costituitisi parte
    > > > civile, dopo che il giudice avra' letto la
    > > > sentenza di assoluzione perche' l'IP non
    > > > costituisce prova di identificazione, non ha
    > > > prezzo!
    > > >
    > > > Ci sono cose che non si possono comprare.
    > > > Per tutto il resto c'e' mastercard.
    > >
    > > lol . . ti trovano sul tuo bel hdd a casa tua la
    > > musica e i pornazzi etc .. mastercard se ne va a
    > > fare in
    > > culo
    >
    > Ma certo come no, immagino ti sfondino la porta
    > blindata nel cuore della
    > notte...

    Solitamente ti bussano a casa verso le 7 del mattino. L'IP lo usano per prima indentificarti, poi perquisizione di casa tua ed eventuale sequestro di materiale informatico inerente le indagini.

    Successivamente, se dall'analisi del materiale sequestrato si ha la conferma del reato, allora il procedimento prosegue, in caso contrario il PM può chiederne l'archiviazione.

    Ovvio che non sarai mai e poi mai processato solo ed esclusivamente per un mero indirizzo IP.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > - Scritto da: Risposta alla notizia
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > Spot pubblicitario
    > > > >
    > > > > Computer desktop - 500 euro con mastercard
    > > > > Abbonamento ADSL - 40 euro con mastercard
    > > > > Disco esterno da un TB - 100 euro con
    > > mastercard
    > > > > emule - gratis con mastercard
    > > > >
    > > > > Ridere in faccia agli avvocati delle major
    > e
    > a
    > > > > quelli dei videotercari costituitisi parte
    > > > > civile, dopo che il giudice avra' letto la
    > > > > sentenza di assoluzione perche' l'IP non
    > > > > costituisce prova di identificazione, non ha
    > > > > prezzo!
    > > > >
    > > > > Ci sono cose che non si possono comprare.
    > > > > Per tutto il resto c'e' mastercard.
    > > >
    > > > lol . . ti trovano sul tuo bel hdd a casa tua
    > la
    > > > musica e i pornazzi etc .. mastercard se ne
    > va
    > a
    > > > fare in
    > > > culo
    > >
    > > Ma certo come no, immagino ti sfondino la porta
    > > blindata nel cuore della
    > > notte...
    >
    > Solitamente ti bussano a casa verso le 7 del
    > mattino. L'IP lo usano per prima indentificarti,
    > poi perquisizione di casa tua ed eventuale
    > sequestro di materiale informatico inerente le
    > indagini.
    >
    > Successivamente, se dall'analisi del materiale
    > sequestrato si ha la conferma del reato, allora
    > il procedimento prosegue, in caso contrario il PM
    > può chiederne
    > l'archiviazione.
    >
    > Ovvio che non sarai mai e poi mai processato solo
    > ed esclusivamente per un mero indirizzo
    > IP.

    e se tu hai del materiale che fai sei tanto scemo da rispondere e da non farlo sparire tempestivamente?
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    >
    > e se tu hai del materiale che fai sei tanto scemo
    > da rispondere e da non farlo sparire
    > tempestivamente?

    Sicuramente io e te lo facciamo sparire DEFINITIVAMENTE senza lasciare un minimo di traccia.

    Forse un morto-di-pedosaws se le archivia per le sue sessioni in solitaria... o no?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > >
    > > e se tu hai del materiale che fai sei tanto
    > scemo
    > > da rispondere e da non farlo sparire
    > > tempestivamente?
    >
    > Sicuramente io e te lo facciamo sparire
    > DEFINITIVAMENTE senza lasciare un minimo di
    > traccia.
    >
    > Forse un morto-di-pedosaws se le archivia per le
    > sue sessioni in solitaria... o
    > no?

    Ma qui stiamo parlando di noi, mica di un morto-di-pedosaws.
  • ed è qui che il cloud mostra la sua utilitàA bocca aperta
    non+autenticato
  • 1. Scarichi un album musicale -> colpevole, multe, prigione

    2. Scarichi un film -> ladro, multe, processo

    3. Scarichi un pornazzo -> Major cattive, infamate i liberi cittadini

    Conseguenza: la libera circolazione delle informazioni viene salvata dai pornazzi. Evidentemente anche i giudici sono in carne e ossa (carne soprattutto).

    Bye
    non+autenticato
  • ecco il perché se scarichi biancaneve e i sette nani ci viene fuori altro quando li apri... Occhiolino
  • ... questa è la prova tangibile che dio esiste Occhiolino
  • In italia se non fanno cosi, indirizzo IP non vuol dire = e stato lui a prescindere.
    Sgabbio
    26178
  • > In italia se non fanno cosi, indirizzo IP non
    > vuol dire = e stato lui a

    Sentenza da azzeccagarbugli. Di fatto servirà solo a salvare il culo agli spammer ma non a salvare i cittadini dalla prepotenza dei "portatori di copyright"
  • - Scritto da: eymerich
    > > In italia se non fanno cosi, indirizzo IP non
    > > vuol dire = e stato lui a
    >
    > Sentenza da azzeccagarbugli. Di fatto servirà
    > solo a salvare il culo agli spammer ma non a
    > salvare i cittadini dalla prepotenza dei
    > "portatori di
    > copyright"

    La prima vecchietta con la pensione minima, accusata di pirateria dai portatori di copyright, risolvera' la questione definitivamente anche qui da noi.
  • Clicca per vedere le dimensioni originali
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    e se ci fosse questa simpatica vecchietta? A bocca aperta
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: eymerich
    > > > In italia se non fanno cosi, indirizzo IP non
    > > > vuol dire = e stato lui a
    > >
    > > Sentenza da azzeccagarbugli. Di fatto servirà
    > > solo a salvare il culo agli spammer ma non a
    > > salvare i cittadini dalla prepotenza dei
    > > "portatori di
    > > copyright"
    >
    > La prima vecchietta con la pensione minima,
    > accusata di pirateria dai portatori di copyright,
    > risolvera' la questione definitivamente anche qui
    > da
    > noi.

    Grazie al Garante sulla Privacy, ti sarà impossibile assistere ad una vicenda similie in Italia.
  • mi sembra che qua da noi, quando provavano a far rastrellamenti degli IP per fare le "estorsioni legalizate", furono fermati per i metodi usati, se non erro.
    Sgabbio
    26178
  • per forza, bivaccavano nella totale illegalità
    non+autenticato
  • E' stato il garante della privacy, stabilendo però che l'IP è un dato sensibile.
  • chissà la SIAE cosa dice di questa sentenza... A bocca aperta