140 ricercatori per il computing over50

Li mette in campo IBM, fiutando l'affare per un segmento del mercato fino a questo momento poco coccolato dai produttori. Largo spazio alle tecnologie assistive e alle semplificazioni

Roma - Sono gli over50 e gli over60 il pubblico al quale si rivolgeranno gli sforzi e le produzioni di un team di 140 ricercatori e informatici che IBM ha mobilitato per dare un volto nuovo al computing dei non più giovanissimi. Dotato di un forte potere d'acquisto e di un crescente interesse per le possibilità che offrono le nuove tecnologie, questo "segmento" di consumatori può infatti significare una buona crescita nelle vendite.

IBM ha deciso che la nuova divisione per i computer user over50 sarà suddivisa in otto servizi operativi e lavorerà su quelle tecnologie che sono pensate per facilitare l'uso degli strumenti della comunicazione e dell'informazione, sistemi assistivi che consentono di "ascoltare" una pagina web, di farsi leggere la posta, di fruire di una trasmissione web senza impegno.

In una nota, il vicepresidente delle strategie e del marketing di IBM Global Services, Ralph Martino, ha spiegato che "le tastiere Braille disponibili per utenti non vedenti si sono evolute in tecnologie senza-mani, qualcosa che chiunque utilizzi un cellulare mentre guida può apprezzare. Tutti noi otteniamo dei benefici dalla progressiva semplificazione dei computer e della tecnologia".
Semplificazione, dunque, è la parola chiave di un progetto che mette in campo tool che consentano ad un manager, per esempio, di realizzare presentazioni multimediali in un modo che sia fruibile anche da chi non gode di un'ottima vista, abbia problemi di udito o, semplicemente, preferisca fruire della presentazione nel modo più comodo possibile. Sistemi che individuino più facilmente le informazioni di interesse portandole automaticamente all'attenzione dell'utente, applicativi guidati dalla voce o tastiere visualizzate a schermo e via dicendo.

L'iniziativa di IBM sarà supportata, come nella tradizione del colosso americano, da una serie di servizi accessori per facilitare l'integrazione di questi sistemi negli ambienti di lavoro che vogliano dotare i propri impiegati, o i propri utenti, di... semplificazione.
TAG: hw
6 Commenti alla Notizia 140 ricercatori per il computing over50
Ordina
  • Over 50 significa che considerano gente come me, nata negli anni 50 o prima degli handicappati dal punto di vista informatico? Non penso certo che tutti i miei coetanei siano alla pari di me e dei miei amici che negli anni 70 facevano a scuola i calcoli di laboratorio programmando un Olivetti 101, che al lancio dello zx spectrum o del commodore si siano lanciati nell'avventura informatica... che usavano internet quando il web era al di là da venire... però, bene o male, coloro che hanno un lavoro di carattere impiegatizio, e non solo, hanno dovuto, per forza di cose, cimentarsi con l'informatizzazione dei posti di lavoro...
    Se si tratta di educare coloro i quali sono stati da sempre costretti all'uso intensivo della "tecnologia" microsoft ad usare sistemi alternativi ben venga...
    non+autenticato
  • Non hai capito
    In pratica chi ha oggi difficolta' a rapportarsi col computer (e un sacco di over50 ce l'hanno) avra' vita piu' facile
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Over 50 significa che considerano gente come
    > me, nata negli anni 50 o prima degli
    > handicappati dal punto di vista informatico?

    Statisticamente non fa una piega, esattamente come quando si afferma che l'uomo è fisicamente più forte della donna......

    Tamerlano


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Over 50 significa che considerano gente come
    > me, nata negli anni 50 o prima degli
    > handicappati dal punto di vista informatico?
    > Non penso certo che tutti i miei coetanei
    > siano alla pari di me e dei miei amici che
    > negli anni 70 facevano a scuola i calcoli di
    > laboratorio programmando un Olivetti 101,
    > che al lancio dello zx spectrum o del
    > commodore si siano lanciati nell'avventura
    > informatica... che usavano internet quando
    > il web era al di là da venire... però, bene
    > o male, coloro che hanno un lavoro di
    > carattere impiegatizio, e non solo, hanno
    > dovuto, per forza di cose, cimentarsi con
    > l'informatizzazione dei posti di lavoro...

    Dipende dal lavoro che fanno, non tutti sono già stati confrontati con un computer nel loro lavoro.

    E in ogni caso è molto più facile imparare l'informatica o almeno l'uso del computer (distinguiamo bene le due cose) da ragazzi che da adulti. E apparentemente gli over 50 hanno più difficoltà degli altri.

    Inoltre tutte queste facilitazioni servono anche a coloro che hanno degli handicap e tipicamente la vista comincia a porre problemi a partire dai 45 anni. Molta gente si ritrova a cominciare ad utilizzare due paia di occhiali, uno per leggere (e fare computer) e uno per guardare lontano.

    Altri hanno altri problemi.

    Chiaro che gli over 70 di questi problemi ne hanno molti di più e ci sono anche molte più persone affette da questo genere di problemi (tra cui anche la degenerescenza della retina e la cataratta), ma questi problemi visivi iniziano già a manifestarsi dopo i 45 anni.
    Se tu hai già più di 50 anni e non soffri di alcuno di questi problemi, meglio per te, però questa gente esiste e IBM ci stà pensando.

    Senza poi contare chi ha problemi di udito, cosa che oggigiorno comincia già sulla trentina (complici le discoteche e i walkman).

    > Se si tratta di educare coloro i quali sono
    > stati da sempre costretti all'uso intensivo
    > della "tecnologia" microsoft ad usare
    > sistemi alternativi ben venga...

    Non mi pare che abbiano specificato l'OS, io spero che comprenda anche Linux, ma non ne sono sicuro al 100%.
    A mio avviso faranno come sempre, un sistema di ausilio 100% MS.

    Ma restiamo positivi che il futuro può riservarci delle sorprese.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Over 50 significa che considerano gente come
    > me, nata negli anni 50 o prima degli
    > handicappati dal punto di vista informatico?
    > Non penso certo che tutti i miei coetanei
    > siano alla pari di me e dei miei amici che
    > negli anni 70 facevano a scuola i calcoli di
    > laboratorio programmando un Olivetti 101,
    > che al lancio dello zx spectrum o del
    > commodore si siano lanciati nell'avventura
    > informatica... che usavano internet quando
    > il web era al di là da venire... però, bene
    > o male, coloro che hanno un lavoro di
    > carattere impiegatizio, e non solo, hanno
    > dovuto, per forza di cose, cimentarsi con
    > l'informatizzazione dei posti di lavoro...
    > Se si tratta di educare coloro i quali sono
    > stati da sempre costretti all'uso intensivo
    > della "tecnologia" microsoft ad usare
    > sistemi alternativi ben venga...

    Cioè auspichi ad un over 50 (non informatizzato) su linux??? Ah aha ah aha hahahah... Semmai un over 50 smanettone incompreso...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Over 50 significa che considerano gente
    > come
    > > me, nata negli anni 50 o prima degli
    > > handicappati dal punto di vista
    > informatico?
    > > Non penso certo che tutti i miei coetanei
    > > siano alla pari di me e dei miei amici che
    > > negli anni 70 facevano a scuola i calcoli
    > di
    > > laboratorio programmando un Olivetti 101,
    > > che al lancio dello zx spectrum o del
    > > commodore si siano lanciati nell'avventura
    > > informatica... che usavano internet quando
    > > il web era al di là da venire... però,
    > bene
    > > o male, coloro che hanno un lavoro di
    > > carattere impiegatizio, e non solo, hanno
    > > dovuto, per forza di cose, cimentarsi con
    > > l'informatizzazione dei posti di lavoro...
    > > Se si tratta di educare coloro i quali
    > sono
    > > stati da sempre costretti all'uso
    > intensivo
    > > della "tecnologia" microsoft ad usare
    > > sistemi alternativi ben venga...
    >
    > Cioè auspichi ad un over 50 (non
    > informatizzato) su linux??? Ah aha ah aha
    > hahahah... Semmai un over 50 smanettone
    > incompreso...

    E perchè no? io a mia madre (61 anni) ho installato Linux e si trova bene.
    Non mi ha potuto provocare alcun disastro (come cancellare C:\Windows perchè non serve a nulla) perchè non ha accesso a root. Mi occupo di far funzionare la macchina e lei la usa.
    E fino ad ora sono intervenuto pochissimo sul PC di mia madre, l'ho installato e funziona.
    non+autenticato