Guido Scorza

Telemarketing, ora tocca alla posta

di G. Scorza - La comunicazione pubblicitaria sta per riversarsi nelle caselle di posta dei cittadini. A meno che non oppongano il proprio veto, stabilisce il Decreto Sviluppo, come nel caso delle telefonate moleste

Telemarketing, ora tocca alla postaRoma - Lo scorso anno ha fatto molto discutere la scelta nel nostro legislatore di modificare la disciplina sulla privacy prevedendo, in deroga alla regola generale, che i numeri telefonici contenuti negli elenchi abbonati possono essere utilizzati senza bisogno del consenso dell'interessato se quest'ultimo non ha espressamente manifestato una volontà di segno diverso, iscrivendo la propria utenza nel cosiddetto registro delle opposizioni a tal fine istituito.

Frattanto la gestione di tale registro è stata affidata alla Fondazione Ugo Bordoni che - gliene va dato atto - a tempo di record, ne ha garantito l'attivazione. Non sono ancora stati resi noti i dati relativi al numero di abbonati che ha richiesto l'iscrizione al registro ma è facile immaginare che si tratti di un numero piuttosto modesto.
Il risultato è che una grande quantità di numeri telefonici è attualmente utilizzabile dalle società di telemarketing sebbene all'esito di un processo - quello di verifica presso il registro delle opposizioni - complesso e costoso.

Senza, tuttavia, attendere di verificare la bontà della scelta effettuata, nei giorni scorsi il Governo ha, nel silenzio generale, esteso il regime dell'opt-out anche agli indirizzi di domicilio degli abbonati.
Sono infatti bastati 303 caratteri nascosti nelle pieghe (Art. 6, comma 2, 6) dell'ennesimo Decreto Sviluppo, approvato lo scorso 5 maggio dal Consiglio dei Ministri ed in attesa di essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, per prevedere che anche gli indirizzi postali contenuti negli elenchi abbonati dei cittadini italiani potranno essere utilizzati, senza bisogno di acquisire il consenso degli interessati, a condizione che questi ultimi non abbiano espressamente manifestato una volontà in senso contrario iscrivendo il proprio numero telefonico ed il proprio indirizzo presso il citato Registro delle opposizioni.
Da domani, dunque, anche inviare a mezzo posta comunicazioni promozionali e di marketing sarà più facile.
A farne le spese, ancora una volta, utenti e consumatori che oltre ad essere tempestati di telefonate, nelle prossime settimane rischiano di trovare la propria cassetta delle poste stracolma di ogni genere di comunicazione pubblicitaria.

Ci vorrà tempo prima che il sistema vada a regime e che si possa dire se l'idea di affiancare alla regola generale dell'opt in anche il sistema dell'opt out si rivelerà vincente ma, proprio per questo, sarebbe stato opportuno attendere di disporre di qualche dato in più prima di estendere il nuovo regime anche agli indirizzi postali di milioni di cittadini.
Ha vinto, ancora una volta, la lobby dei pochi che fanno affari d'oro sul mercato del direct marketing ed hanno perso, di nuovo, il buon senso ed i consumatori.
Ancora una volta, peraltro, una scelta tanto importante per la privacy dei cittadini viene assunta in assenza di qualsivoglia dibattito parlamentare e nascosta nelle pieghe di un provvedimento in modo da renderla il meno evidente possibile.
Almeno la privacy dei furbetti è stata garantita!

Guido Scorza
Presidente Istituto per le politiche dell'innovazione
www.guidoscorza.it
Notizie collegate
46 Commenti alla Notizia Telemarketing, ora tocca alla posta
Ordina
  • Il telefono fisso e' obsoleto. Da quando ho solo il cellulare ricevo saltuariamente qualche sms di pubblicita' che decido io di cancellare quando voglio. Mia madre ha ancora il telefono 'normale' e riceve giornalmente una o due chiamate di televendita. Sabato incluso. Mediamente sono almeno 30 chiamate inutili al mese.
    non+autenticato
  • Se la fondazione Ugo Bordoni lo facesse gratis, potrei anche capire l'entusiasmo, ma siccome penso che piglino dei soldi per gestire l'ennesimo inutile monumento alla stupidità umana e italica in particolar modo, ecco, il mio entusiasmo è molto ridotto.

    Parliamoci chiaro, quale ditta di informatica non farebbe carte false per gestire un registro che non conta niente, che se va nessuno se ne accorge e se non va, neppure?

    Ditemi, come cavolo fa un cittadino ad accorgersi se questo bel registro sta funzionando o se è la solita cattedrale nel deserto pagata coi soldi del contribuente e che non serve a un tubo?

    Si accettano spiegazioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oracle Guru
    > Se la fondazione Ugo Bordoni lo facesse gratis,
    > potrei anche capire l'entusiasmo, ma siccome
    > penso che piglino dei soldi per gestire
    > l'ennesimo inutile monumento alla stupidità umana
    > e italica in particolar modo, ecco, il mio
    > entusiasmo è molto
    > ridotto.
    >
    > Parliamoci chiaro, quale ditta di informatica non
    > farebbe carte false per gestire un registro che
    > non conta niente, che se va nessuno se ne accorge
    > e se non va,
    > neppure?

    Non solo: hai un ottimo registro aggiornato di persone esistenti che ti lasciano i loro dati per dirti di non usarli.
    "Si, si, non si preoccupi dottò, le tengo io le chiavi della macchina.
    La rivendita di dati sarà comodissina (e non dico che serva chissaché: basta un dipendente senza etica e i dati sono estratti e venduti).

    Comunque perché preoccuparsi: rilassatevi con un bel gioco su Sony network... non è attivo? Perché? Occhiolino
    non+autenticato
  • > "Si, si, non si preoccupi dottò, le tengo io le
    > chiavi della
    > macchina.
    > La rivendita di dati sarà comodissina (e non dico
    > che serva chissaché: basta un dipendente senza
    > etica e i dati sono estratti e
    > venduti).
    >
    > Comunque perché preoccuparsi: rilassatevi con un
    > bel gioco su Sony network... non è attivo?
    > Perché?
    > Occhiolino

    I dati di chi nega il consenso valgono 12,75 volte di più sul mercato nero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: volta ren

    >
    > I dati di chi nega il consenso valgono 12,75
    > volte di più sul mercato
    > nero.
    a parte i valori sicuramente sono utenti "veri" ... e controllati da poco
    non+autenticato
  • Questo il tariffario pubblicato sul sito del Registro delle Opposizioni:

    DIMENSIONI      TARIFFA (Iva esclusa)
    "PACCHETTO
    DI NUMERAZIONI"
         1.500     € 45
        50.000     € 1.500
       300.000     € 9.000
    1.000.000     € 23.000
    5.000.000     € 105.000
    10.000.000     € 150.000
    15.000.000     € 195.000
    25.000.000     € 245.000

    Le liste filtrate, alla tariffa indicata, hanno validità quindicinale (15 giorni)

    Penso che a queste tariffe chiunque ucciderebbe per gestire il registro.
    non+autenticato
  • MI sono iscritto al registro opposizioni, ma continuano a chiamarmi. Proprio oggi, la Vodafone "Potrei parlare col titolare?" prima rispondevo "Sono io, mi faccia parlare col SUO titolare" oggi mi levo la (magra) soddisfazione di dire "Sono iscritto al registro opposizioni, controlli e non mi chiami più".. purtroppo continuano a chiamarmi. Che fo? gli faccio causa?
  • - Scritto da: Baffo52
    > MI sono iscritto al registro opposizioni, ma
    > continuano a chiamarmi. Proprio oggi, la Vodafone
    > "Potrei parlare col titolare?" prima rispondevo
    > "Sono io, mi faccia parlare col SUO titolare"
    > oggi mi levo la (magra) soddisfazione di dire
    > "Sono iscritto al registro opposizioni, controlli
    > e non mi chiami più".. purtroppo continuano a
    > chiamarmi. Che fo? gli faccio
    > causa?

    Piu' a lungo rispondi, piu' l'operatore dell call center guadagna.

    E non credo ci sia "registro" che tenga ...

    L'unico modo per avere una qualche soddisfazione e, alla lunga, un qualche effetto "pratico" e' di sbattere giu' il telefono non appena realizzato che e' una chiamata di questo tipo. Senza neppure dire ciao.

    Piu' l'intervallo di tempo e' breve, piu' e' efficace il "deterrente": se ho capito bene gli operatori sono incentivati sia nel numero, sia nella durata che nell'efficacia delle chiamate.

    Ovviamente fanno statistiche e' se il tuo numero e' sistematicamente breve ed inefficace, per un semplice computo dei costi dovrebbero, ragione permettendo, depennare il numero dai loro "registri".

    Con me ha funzionato: numero rigorosamente non in elenco, conversazioni sistematicamente interrotte nel piu' breve tempo possibile.

    Non ricevo una chiamata non so da quando ...

    Orfheo.
  • - Scritto da: Orfheo
    >
    > Piu' a lungo rispondi, piu' l'operatore dell call
    > center
    > guadagna.
    >

    Lo so, e mi fanno un po pena gli operatori, a volte gli chiedo "Lei guadagna a tempo?" se risponde di si, gli dico,. ok. io appoggio la cornetta, lei faccia finta di chiaccherare..
    Poveri cristi, loro non hanno colpa
  • - Scritto da: Baffo52
    > - Scritto da: Orfheo
    > >
    > > Piu' a lungo rispondi, piu' l'operatore dell
    > call
    > > center
    > > guadagna.
    > >
    >
    > Lo so, e mi fanno un po pena gli operatori, a
    > volte gli chiedo "Lei guadagna a tempo?" se
    > risponde di si, gli dico,. ok. io appoggio la
    > cornetta, lei faccia finta di
    > chiaccherare..
    > Poveri cristi, loro non hanno colpa

    Li compiango anche io. Non ne faccio una colpa "personale" all'operatore "umano" dell call center.

    Ma non desidero essere chiamato e cerco di disincentivarli. Punto.

    Alla lunga non chiameranno piu' e non ne assumeranno piu', spero per loro, per me stesso e per la nostra, povera, societa' dei consumi.

    Orfheo.
  • - Scritto da: Orfheo
    > - Scritto da: Baffo52
    > > MI sono iscritto al registro opposizioni, ma
    > > continuano a chiamarmi. Proprio oggi, la
    > > Vodafone "Potrei parlare col titolare?" prima
    > > rispondevo "Sono io, mi faccia parlare col
    > > SUO titolare" oggi mi levo la (magra)
    > > soddisfazione di dire "Sono iscritto al
    > > registro opposizioni, controlli e non mi
    > > chiami più".. purtroppo continuano a
    > > chiamarmi. Che fo? gli faccio causa?

    > Piu' a lungo rispondi, piu' l'operatore dell
    > call center guadagna.

    > E non credo ci sia "registro" che tenga ...

    > L'unico modo per avere una qualche soddisfazione
    > e, alla lunga, un qualche effetto "pratico" e' di
    > sbattere giu' il telefono non appena realizzato
    > che e' una chiamata di questo tipo. Senza neppure
    > dire ciao.

    Io uso un fischietto e poi aggiungo: scusi e' il bambino...
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Io uso un fischietto e poi aggiungo: scusi e' il
    > bambino...

    Io ultimamente fingo di non sentire niente e faccio così:

    Se è donna:
    Ma chi è? Marta sei tu? Perché non parli? Te l'ho detto, è finita. Ti prego non chiamarmi più, se per caso risponde mia moglie lo sai che succede?

    Se è uomo:
    Ma chi è? Tanto lo so che sei tu Marco. Smettila di importunarci; mia moglie non vuole più saperne nbiente di te; io l'ho perdonata ed ora siamo una famiglia felice.
  • - Scritto da: Baffo52
    > purtroppo continuano a
    > chiamarmi. Che fo? gli faccio
    > causa?

    Successa davvero:

    - Salve, la chiamo per conto si gdfgksdgk gfsgkms multimedia e blablabla
    ministero cultura bla bla bla servizi di formazione. bla bl...

    - Si si. Si fermi. Come a formazione sulla privacy come siete messi?

    - Ehm.... ahhh.. .... .....[pausa prolungata]....... allora....
    [chiaramente leggendo] riguardo alla normativa decreto legislativo 196
    barra duemilatre, i dati sono tratt...

    - No no. Si fermi [E qui mi sa che l'ho messa in confusione rispetto al
    "si si" di prima]. Intendo dire. Chi è il vostro responsabile della privacy?

    - I dati sono trattati da gdfgksdgk gfsgkms multimedia e...

    - No no. Non mi sono spiegato. Chi è il responsabile del trattamento del
    dato del mio numero di telefono?

    - Ah! [ha una illluminazione] I numeri che chiamiamo sono generati
    automaticamente dal nostro sist...

    - [questa l'ho già sentita...] Questa l'ho già sentita. Senta: voglio
    nome cognome e numero di telefono del responsabile del trattamento dei
    dati personali. Persona fisica, ha capito?

    - Ehm... si... ecco... [legge sussurrando alcuni spezzoni di frasi da
    qualche parte]... ..... si... ecco.... il responsabile [orammai ha
    perso ogni impostazione nella voce...] è.... XXX YYY e il numero di telefono è 1234567890

    - Grazie e buona giornata [click]

    A quel punto chiami il 1234567890 e spieghi a XXX YYY che per ogni chiamata che ti fanno, tu chiami lui.

    L'ho fatto. Due volte.

    Hanno smesso di chiamarmi.

    --
    GGG
    non+autenticato
  • Questa me la stampo A bocca aperta
  • - Scritto da: Valeren
    > Questa me la stampo A bocca aperta

    Sprechi carta, di solito interrompono la comunicazione appena arrivi a dire privacy.
    non+autenticato
  • - Scritto da: GGG
    > - Scritto da: Baffo52
    > > purtroppo continuano a
    > > chiamarmi. Che fo? gli faccio
    > > causa?
    >
    > Successa davvero:
    >
    > - Salve, la chiamo per conto si gdfgksdgk gfsgkms
    > multimedia e
    > blablabla
    > ministero cultura bla bla bla servizi di
    > formazione. bla
    > bl...
    >
    > - Si si. Si fermi. Come a formazione sulla
    > privacy come siete
    > messi?
    >
    > - Ehm.... ahhh.. .... .....[pausa
    > prolungata].......
    > allora....
    > [chiaramente leggendo] riguardo alla normativa
    > decreto legislativo
    > 196
    > barra duemilatre, i dati sono tratt...
    >
    > - No no. Si fermi [E qui mi sa che l'ho messa in
    > confusione rispetto
    > al
    > "si si" di prima]. Intendo dire. Chi è il vostro
    > responsabile della
    > privacy?
    >
    > - I dati sono trattati da gdfgksdgk gfsgkms
    > multimedia
    > e...
    >
    > - No no. Non mi sono spiegato. Chi è il
    > responsabile del trattamento
    > del
    > dato del mio numero di telefono?
    >
    > - Ah! [ha una illluminazione] I numeri che
    > chiamiamo sono
    > generati
    > automaticamente dal nostro sist...
    >
    > - [questa l'ho già sentita...] Questa l'ho già
    > sentita. Senta:
    > voglio
    > nome cognome e numero di telefono del
    > responsabile del trattamento
    > dei
    > dati personali. Persona fisica, ha capito?
    >
    > - Ehm... si... ecco... [legge sussurrando alcuni
    > spezzoni di frasi
    > da
    > qualche parte]... ..... si... ecco.... il
    > responsabile [orammai
    > ha
    > perso ogni impostazione nella voce...] è.... XXX
    > YYY e il numero di telefono è
    > 1234567890
    >
    > - Grazie e buona giornata [click]
    >
    > A quel punto chiami il 1234567890 e spieghi a XXX
    > YYY che per ogni chiamata che ti fanno, tu chiami
    > lui.
    >
    > L'ho fatto. Due volte.
    >
    > Hanno smesso di chiamarmi.
    >
    > --
    > GGG


    GRANDE!!!

    io devo dire che sono fortunato perche' il mio numero di telefono fisso non ha l'apparecchio attaccato, ma solo il router, e sul router ho una linea VOIP con altro numero. Mai ricevuto una chiamata molesta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Baffo52
    > MI sono iscritto al registro opposizioni, ma
    > continuano a chiamarmi.

    Comunque se tu hai dato il consenso con altri mezzi ti possono chiamare lo stesso.
    2678
  • In sostanza non serve nulla (o quasi):
    "È importante ricordare che il Registro Pubblico delle Opposizioni mette l’Abbonato al riparo dalle chiamate indesiderate degli operatori di telemarketing che utilizzano come fonte dei propri contatti gli elenchi telefonici pubblici. L’iscrizione di un abbonato nel Registro non esclude il trattamento dei suoi dati per finalità di telemarketing da parte dei singoli soggetti che abbiano raccolto i dati – forniti consenzientemente dagli Abbonati – da fonti diverse dagli elenchi telefonici pubblici (per esempio tessere di fidelizzazione, tessere per raccolta punti, promozioni eccetera), purché ciò sia avvenuto nel rispetto della normativa vigente."
    http://abbonati.registrodelleopposizioni.it/abbona...
    non+autenticato
  • A me sembra che il numero di missive pubblicitarie con l'indirizzo sia molto modesto a favore di quelle di massa inviate a tutti senza indirizzo. Comunque, preferisco ricevere un busta che magari metto li e ci dedico un qualche secondo quando voglio io che un telefonata che 9 su 10 rompe proprio.
  • Perdonami, ma da ecologista l'idea di tutta quella carta sprecata ( quindi alberi tagliati ) mi rode parecchio.
    Al telefono posso insultare intere generazioni di chi mi chiama e spaventarlo abbastanza da desistere la volta successiva, e senza tagliare alberi.
  • almeno così gli ecologisti ora si sentiranno presi per il cu#o
    peccato solo che imho gli italiani in generale non si sono resi conto ancora chi han votato e con chi hanno a che fare

    Io non sono ecologista ma mi son reso conto cosa ci sta dietro con la panzanata del risparmio energetico e le loro lampadine che durano 1 anno se va bene oltre che costare molto più (al cittadino si intende)

    Riguardo alla pubblicità io già da tempo uso dei link sui volantini dove io intendo acquistare e gli stessi cartaecei rimangono a decomporsi col tempo nella cassetta pubblicitaria condominiale

    Sarebbe il top ora se anche qui sulla pubblicità cartace a il ministero promuove la pubblicità come quella sull'iscrizione al registro di spam telefonico e ti viene a dire "cittadino registrato un po' meno informato"
    Il fatto che ti obbligano per forza a informarti è proprio curiosoA bocca aperta
  • Ciccio, fatti controllare l'impianto elettrico che le lampadine a basso consumo hanno anche il pregio di avere una lunga durata.
    A me succedeva uguale, si bruciavano quelle piccole al neon, ho chiamato l'elettricista, ha verificato che c'era un problema con l'enel ed ora tutto ok, le ho tutte da oltre tre anni e non se ne è fulminata più nessuna
    non+autenticato
  • > ora tutto ok, le ho tutte da oltre tre anni e non
    > se ne è fulminata più
    > nessuna

    Confermo, in 6 anni, su 20 se ne sono bruciate 3.
  • Lampadine a risparmio energetico che durano un anno?
    Hai un problema.

    A me ne sono partite due in cinque anni ed il problema era del portalampade.
    Cambiato quello, risolto il problema.
    Le altre non sono ancora state toccate.
  • - Scritto da: Valeren
    > Perdonami, ma da ecologista l'idea di tutta
    > quella carta sprecata ( quindi alberi tagliati )
    > mi rode
    > parecchio.

    Se la usi come carta igienica non è sprecata...

    Oppure chi ha il camino la può usare come accendi fuoco
    gratis. Non sai che soddisfazione c'è nell'accendere il
    camino con un dépliant pubblicitario...Occhiolino

    > Al telefono posso insultare intere generazioni di
    > chi mi chiama e spaventarlo abbastanza da
    > desistere la volta successiva, e senza tagliare
    > alberi.

    Si ma è un'impresa ciclopica per non dire eterna...
    Al limite metti un nastro registrato che sbrodoli
    il tutto e così non sprechi nemmeno fiato...
  • > Se la usi come carta igienica non è sprecata...
    >
    > Oppure chi ha il camino la può usare come accendi
    > fuoco
    > gratis. Non sai che soddisfazione c'è
    > nell'accendere
    > il
    > camino con un dépliant pubblicitario...Occhiolino

    Ma così ne consumi pocaSorride Io, che mi faccio i lavoretti in casa da solo, ne faccio scorta e poi la uso tutta insieme per tappezzare pavimento, muri e mobili ! Ho ancora dei volantini di Cityper del 2009 ... aperti avranno l'estensione di un metro quadrato !
  • - Scritto da: Valeren
    > Perdonami, ma da ecologista l'idea di tutta
    > quella carta sprecata ( quindi alberi tagliati )
    > mi rode
    > parecchio.

    Eh già, perchè da "bravo ecologista" hai letto nel libro delle fate che la carta si fa con gli alberi dell'Amazzonia...o che l'alternativa all'arboricoltura da carta è il meno inquinante e più ecologicamente sostenibile "mais"...
    non+autenticato
  • > Al telefono posso insultare intere generazioni di
    > chi mi chiama e spaventarlo abbastanza da
    > desistere la volta successiva, e senza tagliare
    > alberi.

    Curioso, ti preoccupi di alberi cresciuti ormai in maniera ecologicamente sostenibile apposta per fare carta (FSC...?) e provi invece soddisfazione nell'insultare centralinisti che vivono da precari schiavizzati, costretti in batteria come polli, a prendere bestemmie da tutti per un prodotto del quale non se ne fregano niente e per le vendite del quale non guadagnano niente...ma cercano solo di portare a casa il pane...
    Certo, gran paura gli fai...
    Ma tu sei un "bravo ecologista", quindi devi essere di certo nel giusto, probabilmente siamo noi a non capire le vostre battaglie...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr

    > Curioso, ti preoccupi di alberi cresciuti ormai
    > in maniera ecologicamente sostenibile apposta per
    > fare carta (FSC...?)

    Questa l'ho già sentita in altre forme.
    Combattere per la pace, esportare la democrazia, fottere per la verginità...

    > e provi invece soddisfazione
    > nell'insultare centralinisti che vivono da
    > precari schiavizzati, costretti in batteria come
    > polli, a prendere bestemmie da tutti per un
    > prodotto del quale non se ne fregano niente e per
    > le vendite del quale non guadagnano niente...

    Oh yes, perchè se capissero la prima frase di esordio ( " No grazie, non mi interessa e non mi richiami " ) eviterebbero il corollario di insulti.
    Ma visto che insistono, mi prendo l'onere di fargli comprendere il significato di ogni parola.
    Alla fine capiscono A bocca aperta

    > Ma tu sei un "bravo ecologista", quindi devi
    > essere di certo nel giusto, probabilmente siamo
    > noi a non capire le vostre battaglie...

    Rompere i testicoli alle persone non è un lavoro, nel caso ti fosse sfuggito.
    L'ufficio di collocamento più vicino a casa tua saprà aiutarti.
    A noi ( resto del paese ) non interessa se rimanete a casa.
    Interessa solo che non ci disturbiate.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)