Claudio Tamburrino

Pesaro, acaro di casa mia

Storia di ordinario cracking dalla provincia italiana. La riviera romagnola diventa teatro di una singolare vicenda di password e account rubati

Roma - Più che al cyberpunk lo scenario della notizia sembra riportare alla commedia all'italiana: la provincia riminese, un marchigiano di 50 anni con la licenza elementare ma una propensione per l'hacking e il controllo di amici e fidanzata.

Il protagonista della vicenda è uno smanettone di Pesaro che non mirava ai computer di sconosciuti con raffinate tecniche di social engineering, ma si limitava a farsi invitare dal proprietario del PC in qualità di amico con competenze informatiche per risolvere i quotidiani problemi che un normale utente può incontrare. Faceva tutto questo apparentemente senza chiedere nulla in cambio: in realtà approfittava del tempo concessogli al computer per infettarlo con virus e malware con cui poi rubava dati e password e prendeva il controllo del terminale. Si trattava, insomma, del classico amico smanettone che offriva consulenza pro bono agli amici in difficoltà, ma che alla fine si è rivelato come il più infido dei consulenti.

Denunciato a piede libero, del 50enne ritenuto dalla polizia responsabile di cracking ai danni di amici e conoscenti si racconta adesso come del classico genio autodidatta, fermo alle elementari coi titoli di studio, ma appassionato di informatica. Le indagini nei suoi confronti sono partite in seguito alla denuncia di una 35enne di Rimini che non riusciva più ad accedere alla sua pagina Facebook, nonostante il corretto inserimento della password. A quel punto i tecnici della Polizia Postale hanno scoperto che sul computer della donna vi era un programma in grado di cambiare la password ogni volta che questa veniva sostituita dall'utente: ogni volta che la polizia risaliva alla password e cercava di impostarne una nuova, dunque, questa veniva sostituita costringendo gli agenti a ripartire da capo.
Il profilo della donna, hanno poi scoperto, era utilizzato per diffondere altro malware: nel link "Le mie foto" era nascosto un keylogger in grado di rubare i dati degli utenti che vi cliccavano e attraverso cui l'uomo, se l'utente caduto in trappola era così sfortunato da iniziare a digitare le proprie password, prendeva il controllo del computer incappato nella trappola.

Il cracker, peraltro, si è praticamente smascherato da solo: quando il figlio della donna, sapendo la madre offline, l'ha vista comparire sulla chat di Facebook, gli ha chiesto chi fosse. Ricevendo una risposta da brividi: "Non ti preoccupare, tocca anche a te...".

È toccato tuttavia prima allo smanettone: le Forze dell'ordine sono riuscite a risalire dai log agli indirizzi IP impiegati dall'uomo e così hanno ottenuto il mandato e fatto irruzione in casa sua. La sorpresa, tuttavia, ancora una volta è stata per la donna vittima del cracking, dal momento che l'uomo nero nascosto dietro il suo profilo non era altro che un amico da lei stessa chiamato per risolvere i problemi con il PC.

Secondo l'ordinamento italiano l'uomo, indagato, dovrà rispondere di sostituzione di persona (art. 494 c.p.), violazione di corrispondenza (art. 616 c.p.) e di diversi reati informatici: accesso abusivo a sistema informatico (art. 615 ter c.p.); detenzione abusiva di codici di accesso a sistema informatico (art. 615 quater c.p.); interruzione ed impedimento di comunicazioni telematiche (art. 617 quater); danneggiamento di informazioni dati e programmi informatici (art. 635 bis c.p.).

Nel materiale sequestrato all'uomo anche il codice di sicurezza della carta di credito della fidanzata, programmi di phishing e un account che gli agenti ritengono utilizzato per fini di cracking. L'uomo si è per il momento giustificato affermando che era iniziato tutto per gioco e che non era altro che una sfida con se stesso e che gli amici erano utilizzati solo per testare il funzionamento dei programmi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
84 Commenti alla Notizia Pesaro, acaro di casa mia
Ordina
  • "in seguito alla denuncia di una 35enne di Rimini che non riusciva più ad accedere alla sua pagina Facebook"

    DENUNCIA?????? questa si che è malattia...
    non+autenticato
  • basta la licenza di squola elementare x mandare in crisi i sofisticati sistemi di sicurezza e protezione messi sui prodotti microsof Occhiolino
    chissa cosa riescono a fare gli ingenieri! aha aha aha
    D'altronde sappiamo benissimo che sul web c'è in vendita x 25 dollari(!!!) il kit del perfetto costruttore (dilettante) di wirus che smarona migliaia di pc windovs
  • ..alla password e cercava di impostarne una nuova...

    cioè facevano a loro volta hacking?

    sta pw sconosciuta la ottenevano
    con le buone o con le cattive? o_0
    non+autenticato
  • no semplicemente dal computer della signora cercavano di reimpostare la passwordA bocca aperta

    che geniacci Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • ma credete ai giornali?
    dai.. gli piace raccontare fantastorie per rendere piu comprensibili notizie che altrimenti sarebbero per tecnici...
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > no semplicemente dal computer della signora
    > cercavano di reimpostare la password
    >A bocca aperta
    >
    > che geniacci Rotola dal ridere

    Ma no, loro la reimpostavano dal PC dell'ufficio usando la domanda segreta della signora. La signora tornava a casa e riaccendeva il PC.

    Oops..

    GTFS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede
    > - Scritto da: collione
    > > no semplicemente dal computer della signora
    > > cercavano di reimpostare la password
    > >A bocca aperta
    > >
    > > che geniacci Rotola dal ridere
    >
    > Ma no, loro la reimpostavano dal PC dell'ufficio
    > usando la domanda segreta della signora. La
    > signora tornava a casa e riaccendeva il
    > PC.
    >
    > Oops..
    >
    > GTFS


    keylogger in VB, VM.. sniff.. e tac..
    non+autenticato
  • Ma che riviera romagnola... ok siamo sul confine ma siamoa ancora nelle Marche
    non+autenticato
  • e fa pure provincia... ma che Rimini !
    geografia 2 !Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • leggi bene, c'è una virgola

    un marchigiano di 50 anni
    la 35enne di rimini

    è tutto okSorride
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > leggi bene, c'è una virgola
    >
    > un marchigiano di 50 anni
    > la 35enne di rimini
    >
    > è tutto okSorride

    E comunque la parlata della gente ha cadenza romagnola almeno fino a Fano.
    E' da Senigallia in poi che si comincia a percepire la cadenza anconetana.
    Non e' cosi' sbagliato considerare Pesaro come terra di Romagna, in quanto anche storicamente faceva parte della signoria dei Malatesta.
  • invece è sbagliatissimo, Pesaro non ha nulla a che fare con la Romagna, basta co 'ste ca***ate
  • - Scritto da: Francesco_G
    > invece è sbagliatissimo, Pesaro non ha nulla a
    > che fare con la Romagna, basta co 'ste
    > ca***ate

    Se sei di Pesaro, esponi pure le tue motivazioni, che mi interessa sentirle.
    Se non sei di Pesaro, leggiti questa:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Piadina_romagnola

    A Pesaro, che io sappia, si parla romagnolo, si mangia romagnolo, si beve romagnolo.
  • Abito vicino Pesaro, ma non serve essere di Pesaro per aprire un libro di storia e leggerselo. Pesaro non ha mai fatto parte della Romagna.

    Mai sentito parlare della legazione pontificia di Pesaro e Urbino? Mai sentito parlare del Ducato di Urbino?

    O anche tu sei uno di quei Romagnoli autonomisti (dall'Emilia) convinti che Romagna derivi da "Roma Magna"?

    Sul fatto che si mangi e si parli in maniera simile ai vicini di casa non mi stupisce affatto.
  • - Scritto da: Francesco_G
    > Abito vicino Pesaro, ma non serve essere di
    > Pesaro per aprire un libro di storia e
    > leggerselo. Pesaro non ha mai fatto parte della
    > Romagna.

    Se abiti vicino a Pesaro, il tuo parere conta piu' del mio che frequento la riviera solo in vacanza.

    Ma se affermi che Pesaro non ha mai fatto parte della Romagna, questo non e' proprio vero, soprattutto guardando i libri di storia.

    Pesaro e' terra di confine, lo e' dai tempi dell'impero romano.

    > Mai sentito parlare della legazione pontificia di
    > Pesaro e Urbino? Mai sentito parlare del Ducato
    > di Urbino?

    Come no.
    Ma non mi confondere Pesaro con Urbino, soprattuto se dici di essere di quelle parti.

    Mi citi il ducato di Urbino, e a quel tempo Pesaro rientrava sotto la giurisdizione del ducato.
    Ma io ti ho citato il tempo dei Malatesta, e il Pesarese e il Montefeltro in quel periodo erano uniti a Rimini.

    La discriminante a parer mio e' data da lingua, usi costumi e abitudini culinarie.

    Secondo te c'e' piu' differenza tra Pesaro e Rimini o tra Pesaro e Ancona?

    > Sul fatto che si mangi e si parli in maniera
    > simile ai vicini di casa non mi stupisce
    > affatto.

    Certo che no, ma ad un certo punto, lingua e cucina cambiano abbastanza sensibilmente, scendendo verso Ancona.

    Ti ho citato la piadina, specialita' tipicamente romagnola, e a Pesaro si trova e pure buona.

    Il brodetto si mangia a Pesaro? E le olive ripiene? Le costine di agnello?
  • Dibattito interessantissimo (sul serio, io sono uno dei portabandiera delle differenze tra crescentine, gnocchi fritti e tigelle che gli eretici tendono a confondere e sono alla ricerca della piadina perfetta).

    Comunque io ho scritto: "la provincia riminese, un marchigiano di 50 anni" distinguendo le due coseOcchiolino...con il fatto che stanno vicini è capitato che la vittima fosse di Rimini, mentre l'hacker delle Marche...
  • - Scritto da: Claudio Tamburrino
    > Dibattito interessantissimo (sul serio, io sono
    > uno dei portabandiera delle differenze tra
    > crescentine, gnocchi fritti e tigelle che gli
    > eretici tendono a confondere e sono alla ricerca
    > della piadina
    > perfetta).
    >
    > Comunque io ho scritto: "la provincia riminese,
    > un marchigiano di 50 anni" distinguendo le due
    > coseOcchiolino...con il fatto che stanno vicini è
    > capitato che la vittima fosse di Rimini, mentre
    > l'hacker delle
    > Marche...

    hai toppato, punto Sorride

    Lo short potrebbe essere anche stato:

    "Polo Nord, acaro di casa mia
    Storia di ordinario cracking dalla provincia del Polo Sud. Il Polo Sud diventa teatro di una singolare vicenda di password e account rubati"

    Forse cosi è piu evidente, magari allontanando un po i due punti A bocca aperta
    non+autenticato
  • > Ma io ti ho citato il tempo dei Malatesta, e il Pesarese e il Montefeltro
    > in quel periodo erano uniti a Rimini.

    Se è per questo, a quel tempo appartenevano ai Malatesta anche Ancona e Fermo. C'è da dire che mentre Ancona e Fano si liberarono del giogo dei Malatesta cacciandoli a pedate, i fermani rimasero a lungo loro alleati. Quindi, seguendo il tuo ragionamento, è più Romagna Fermo che Fano...

    > Ti ho citato la piadina, specialita' tipicamente romagnola, e a Pesaro si trova e pure
    > buona.

    Si trovano numerose piadinerie anche dalle mie parti, nel maceratese. Ma la piadina, in Romagna, è più elemento di divisione che di unità - vedi gli scontri legali tra Cesena e Rimini sulla "vera piadina", ma anche la concorrenza tra vergare, ciascuna in possesso della propria ricetta. Curiosamente, fra le tradizioni dell'entroterra anconetano c'è la crescia, pressoché identica alla piadina cesenate. E sulla costa pesarese si alternano piadina e cresca urbinate, una specialità diversa da tutte le altre. Difficile capire quale delle due sia la ricetta "tradizionale" dell'area. Tra l'altro, ormai la piadina industriale si sta standardizzando sul modello "burrito", quindi le differenze saranno sempre più difficili da cogliere.

    > Il brodetto si mangia a Pesaro?

    Direi proprio di sì! Variante con salsa di pomodoro e aceto - yum! A Fano si tiene addirittura il festival del brodetto (e delle zuppe di pesce).

    > E le olive ripiene? Le costine di agnello?

    Assolutamente sì. Non sono una specialità pesarese (sono una DOP ascolana), ma nei pranzi di cerimonia il fritto misto alla marchigiana (che le comprende) è immancabile anche a Pesaro. Non vorrei che si confondesse l'oliva ascolana con uno snack: è cibo prezioso e raro, diverso dall'oliva fritta che si spaccia nei pub.

    Ciao,
    Paolo
    non+autenticato
  • ... interviene la Polizia?

    "Salve vorrei fare uan denuncia perchè non riesco a entrare su Facebook"

    O_O

    siamo alla frutta.... povero paesucolo....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oppio dei Popoli
    > ... interviene la Polizia?
    >
    > "Salve vorrei fare uan denuncia perchè non riesco
    > a entrare su
    > Facebook"

    ok...
    scrivo tutto sulla mia macchina da scrivere invisibbile.
    ...opss è finito il nastro
    non+autenticato
  • cit. da I Simpsons, o sbaglio?Occhiolino
  • - Scritto da: ephestione
    > cit. da I Simpsons, o sbaglio?Occhiolino

    Non sbagli.
    Winchester se non erro Sorride
  • - Scritto da: Icestorm

    > Winchester se non erro Sorride

    ...e chi altri poteva essere se non luiOcchiolino
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)