Roberto Pulito

Lunga vita al Mono Project

Il fondatore Miguel de Icaza, messo alla porta di Novell da Attachmate, si mette in proprio. E lancia una nuova startup che continuerà a concentrarsi sulla compatibilità dotNET-Linux

Roma - Spiacevole battuta d'arresto per i lavori del Mono Project. L'attivissimo team di sviluppo guidato da Miguel de Icaza è stato smantellato dal nuovo padrone di Novell, la società Attachmate, che ha già licenziato il 25 per cento del personale. La buona notizia è che il gruppo storico sta già pensando ad un modo per risorgere dalle ceneri come la proverbiale fenice.

A quanto sembra de Icaza e amici sono pronti a mettersi in proprio e hanno già fondato una nuova impresa, chiamata Xamarin, che continuerà a portare avanti i vari prodotti della linea Mono come Moonlight: progetto open source nato per portare i rich content Silverlight in ambiente Linux.

La missione della nuova startup indipendente suona quasi come una vendetta: riprendere in mano tutte le buone idee accantonate dopo l'acquisizione di Novell da parte di Attachmate, ed esplorare molto più a fondo le opportunità in campo mobile.
A questo punto Attachmate, che aveva comunque speso qualcosa come 2,2 miliardi di dollari per acquisire Novell, potrebbe anche storcere il naso ed esercitare i diritti di copyright sul nome "Mono". Ma a livello di licenza tutte le tecnologie resterebbero pur sempre open source.

Roberto Pulito
Notizie collegate
71 Commenti alla Notizia Lunga vita al Mono Project
Ordina
  • Provate a esportare in formato KDB 1.x...
  • Dal momento la reazione generale sembra essere un accanimento nei confronti di Mono, considerato una sorta di time bomb inventata da Microsft per distruggere il mondo Linux, vi consiglio di leggere questi due articoli:

    http://tirania.org/blog/archive/2009/Jul-06.html
    http://www.jprl.com/Blog/archive/development/mono/...
    non+autenticato
  • Anziché sostenere una tecnologia che va nella direzione dell'interoperabilità (e quindi a vantaggio dei prodotti open source), noto che come al solito prevalgono sentimenti di divisione e attrito, motivati dall'odio verso microsoft e tutto ciò che gli ruota attorno.
    Per coerenza andrebbero boicottati anche gli altri prodotti a rischio brevetti, come java.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Anziché sostenere una tecnologia che va nella
    > direzione dell'interoperabilità (e quindi a
    > vantaggio dei prodotti open source), noto che
    > come al solito prevalgono sentimenti di divisione
    > e attrito, motivati dall'odio verso microsoft e
    > tutto ciò che gli ruota
    > attorno.
    C'è un problema: .NET è pieno zeppo di brevetti. Reimplementarlo senza incorrere a contrasti legali è praticamente impossibile.

    > Per coerenza andrebbero boicottati anche gli
    > altri prodotti a rischio brevetti, come
    > java.
    Concordo. Infatti la community ha creato e sta continuando a sostenere l'uso di Open JDK al posto dell'Oracle Java.
    Inoltre c'è da dire che la maggior parte di Java è rilasciato sotto GNU GPL.
    C# 3.0 e C# 4.0 NO. Non sono standard ECMA/ISO e pertanto Mono, legalmente parlando, DEVE rimanere alla 2.0. Questo significa rendere incompatibile Mono (e quindi Linux) con .NET (quindi Windows).
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 17.55
    -----------------------------------------------------------
    Darwin
    5126
  • Tempo 6 mesi questa piccola azienda verrà comprata per 3,50 dollari da Microsoft

    Entro un anno Microsoft avrà il controllo di mono e cambierà licenza tempo -1

    Così si trovano un codice quasi funzionante da completare invece che da scrivere da zero
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 12.10
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: kenshemo
    > Entro un anno Microsoft avrà il controllo di mono
    > e cambierà licenza tempo
    > -1

    Ma se non sai niente di licenze perché parli? Microsoft se comprasse quell'azienda non potrebbe cambiare proprio nessuna licenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fred
    > - Scritto da: kenshemo
    > > Entro un anno Microsoft avrà il controllo di
    > mono
    > > e cambierà licenza tempo
    > > -1
    >
    > Ma se non sai niente di licenze perché parli?
    > Microsoft se comprasse quell'azienda non potrebbe
    > cambiare proprio nessuna
    > licenza.

    1) siamo persone civili quindi posta con educazione io parlo quanto mi pare, questi toni li usi con dovella
    2) sei tu che non conosci le licenze, se io sono proprietario di un programma sotto una determinata licenza la cambio quando mi pare (sempre se la licenza lo permette e le varie gpl, lgpl ecc lo permettono), se io faccio un fork devo mantenere la licenza attuale, ma se il programma originario è mio nessuno mi obbliga
  • Fermati.
    Sul cambio di licenza la GNU GPL la mette nel c*lo a chiunque giochi sporco.
    Infatti, se tu cambi licenza dalla GNU GPL ad una proprietaria, CHIUNQUE abbia preso i sorgenti PRIMA del cambio di licenza ha il diritto di continuare ad usare i sorgenti secondo i termini della GNU GPL e non della tua licenza. Ovvero, l'utente potrà usufruire de diritti che ha accettato usando il tuo software. Praticamente io potrò distribuire e modificare il tuo sorgente anche se tu cambi licenza senza che tu possa fare niente.
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: Darwin
    > Fermati.
    > Sul cambio di licenza la GNU GPL la mette nel
    > c*lo a chiunque giochi
    > sporco.
    > Infatti, se tu cambi licenza dalla GNU GPL ad una
    > proprietaria, CHIUNQUE abbia preso i sorgenti
    > PRIMA del cambio di licenza ha il diritto di
    > continuare ad usare i sorgenti secondo i termini
    > della GNU GPL e non della tua licenza. Ovvero,
    > l'utente potrà usufruire de diritti che ha
    > accettato usando il tuo software. Praticamente io
    > potrò distribuire e modificare il tuo sorgente
    > anche se tu cambi licenza senza che tu possa fare
    > niente.

    si questo lo sapevo ma se non ricordo male mono non è sotto gpl3
    potrei dire una tafanata dovrei controllare
  • - Scritto da: kenshemo
    > si questo lo sapevo ma se non ricordo male mono
    > non è sotto
    > gpl3
    > potrei dire una tafanata dovrei controllare
    È rilasciato sotto licenze MIT, LGPL 2 e GPL 2.
    Le parti sotto (L)GPL v2 sono praticamente quasi tutto il framework, mentre alcune librerie contenenti le varie classi sono sotto licenza MIT.
    Quindi la maggiorparte del framework rimarrebbe software libero anche dopo un eventuale cambio di licenza da parte di Attachmate/Microsoft. Quelle che otrebbero risentirne sono solo le classi (rilasciate sotto licenza MIT), ma quì il problema non si pone, in quanto le classi sono facilmente reimplementabili.
    Darwin
    5126
  • se volevano questo facevano prima a portare .net su linux

    il bello di .net è che è indipendente dal sistema operativo, usa una vm e la parte da portare sono solo i bindings verso l'api dell'OS

    non esagero se dico che potevano portare .net su linux in 6 mesi
    non+autenticato
  • > non esagero se dico che potevano portare .net su
    > linux in 6
    > mesi

    E perché dovrebbero spendere se c'è chi lo fa gratis? Se su bidonix ci investono poco quelli che ci campano, perché mai dovrebbe farlo microsoft?
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome

    > E perché dovrebbero spendere se c'è chi lo fa
    > gratis? Se su bidonix ci investono poco quelli
    > che ci campano, perché mai dovrebbe farlo
    > microsoft?

    hanno buttato 5 miliardi di dollari su windows svista diarrea edition e non possono buttarne 5 milioni su .net per linux? Rotola dal ridere

    GET THE FACTS Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > se volevano questo facevano prima a portare .net
    > su
    > linux
    >
    > il bello di .net è che è indipendente dal sistema
    > operativo, usa una vm e la parte da portare sono
    > solo i bindings verso l'api
    > dell'OS
    >
    > non esagero se dico che potevano portare .net su
    > linux in 6
    > mesi
    Ma perchè farlo? Se Microsoft porta .NET su Linux, chi ci continua a sviluppare più sul loro OS, visto l'elevato grado di portabilità del linguaggio?
    Darwin
    5126
  • sono d'accordo e infatti ho scritto "se volevano questo...", ma è chiaro che non vogliono questo, vogliono solo un cavallo di troia da usare contro linux in futuro e lo vogliono pure aggratis

    è per questo che ho sempre sparato a zero su mono, non perchè è una versione "ritardata" di .net ma perchè è una bomba legale
    non+autenticato
  • Non so che cosa è mono, non so cosa è icaza, sono un idiota cui uno s+ronzo ha installato ubuntu. Apro il google di internet... non so che fare, mah andrò sul sito della rai (ovvero replico compulsivamente un comportamento malsano) mi dicono di installare questo e quello, bho? io clicco installo, non funziona. eppure il sito della rai dice che funziona.
    Bho? sto linux del caxxo non mi fa neanche guardare il telegiornale. Dove caxxo ho messo quel cd pirata di win??
    Mono va ABBATTUTO perche su 6 pc diversi con `almeno` 12 distro diverse non ha MAI funzionato per più di un giorno di fila (quando almeno ha fatto finta di funzionare)
    MONO È UNA FOGLIA DI FICO PER MANTENERE VIVE TECNOLOGIE PROPRIETARIE E CHIUSE CHE NON AVREBBERO ALCUNA RAGIONE DI ESISTERE.... E FUNZIONANDO PURE MALE GETTANDO DISCREDITO SUL SISTEMA OPERATIVO.
    non+autenticato
  • continua ad usare windows allora

    per la cronaca la rai usa silverlight e silverlight per linux ( ovvero moonlight ) è praticamente inutilizzabile

    la colpa non è di linux ma della rai che con i nostri soldi finanzia gli oligarchi della microsoft piuttosto che usare tecnologie interoperabili

    flash cos'ha che non va? lo usa il 90% del web, la rai è forse figlia della gallina bianca?
    non+autenticato
  • > flash cos'ha che non va? lo usa il 90% del web,
    > la rai è forse figlia della gallina
    > bianca?

    Su linux fa cagare pure flash...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > flash cos'ha che non va? lo usa il 90% del web,
    > > la rai è forse figlia della gallina
    > > bianca?
    >
    > Su linux fa cagare pure flash...

    intanto funziona a differenza di moonlight

    io ci vedo i video su youtube, vimeo, megavideo, ci navigo i siti web con tutti gli orpelli flash, ci gioco ai giochi in flash

    mi pare che ci sia una bella differenza con moonlight
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    >
    > flash cos'ha che non va?
    Che continua a farmi crashare i driver nvidia sul portatile.

    > lo usa il 90% del web,
    > la rai è forse figlia della gallina bianca?
    Scusa, ma Silverlight è un ottimo prodotto. Arrivato dopo flash, ma sta rapidamente recuperando.
    non+autenticato
  • - Scritto da: AMEN
    > Che continua a farmi crashare i driver nvidia sul
    > portatile.
    Flash è uno schifo dovunque.

    > Scusa, ma Silverlight è un ottimo prodotto.
    > Arrivato dopo flash, ma sta rapidamente
    > recuperando.
    Silverlight è un prodotto Microsoft implementabile solo su Windows. Me ne frego se è migliore di flash.
    la RAI è una televisione pubblica pagata con i soldi di tutti, non può e NON DEVE mettere a disposizione contenuti in modo esclusivo per alcune piattaforme.
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: AMEN
    > - Scritto da: collione
    > >
    > > flash cos'ha che non va?
    > Che continua a farmi crashare i driver nvidia sul
    > portatile.
    >

    si ok, pure a me a volte va in crash, ma vuoi metterlo moonlight che è talmente arretrato che non puoi usare il sito della rai?

    almeno con flash su linux ci fai quello che fai su windows

    > Scusa, ma Silverlight è un ottimo prodotto.
    > Arrivato dopo flash, ma sta rapidamente
    > recuperando.

    silverlight sarà ma moonlight non lo è, o meglio è stranamente sempre indietro di quel tanto che basta per rendere "certi siti web" non fruibili

    la rai ha fatto una cagata pazzesca e per di più l'ha fatta in un momento in cui silverlight era palesemente dietro a flash tecnologicamente

    se proprio vogliono fare qualcosa di serio allora usino html5
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)