Claudio Tamburrino

HADOPI, il vigilante che non sapeva vigilare

Attaccata l'azienda incaricata del monitoraggio per conto dell'organo antipirateria francese: diffusi gli indirizzi IP coinvolti. Ora vengono definiti "dati non personali"

Roma - Trident Media Guard (TMG), l'azienda incaricata da HADOPI di monitorare il traffico Internet alla ricerca delle violazioni del diritto d'autore che meritano i tre avvertimenti, è stata colpita da un attacco informatico che ha compromesso segreti e procedure finora adottate.

L'azienda privata incaricata di monitorare la Rete in nome degli aventi diritto e dell'autorità voluta dalla dottrina Sarkozy sull'enforcement online del diritto d'autore, infatti, è stata attaccata. O meglio, sembra proprio che abbia lasciato semplicemente la porta aperta a chiunque.

L'esperto di sicurezza Olivier Laurelli, infatti, ha spiegato che sono trapelate "informazioni come i client P2P utilizzati per generare peer fittizi, gli indirizzi IP contenuti nei datacenter, gli script impiegati dall'azienda e almeno una password in grado di dare un controllo potenzialmente maggiore sui suoi server".
Gli autori dell'offensiva, o meglio coloro che si sono ritrovati ad avere accesso a tutte queste informazioni, hanno provveduto immediatamente a diffonderle online.

Oltre ai danni per l'immagine e alla vulnerabilità mostrata nell'affrontare una situazione così tecnicamente rilevante, per HADOPI si apre anche una questione legale: chi ha dato all'azienda privata TMG l'autorizzazione a conservare gli indirizzi IP, con tutte le conseguenze legate alla privacy?

L'azienda ha provato a difendersi dicendo che i dati provenivano da un server utilizzato per i test o comunque non direttamente legato al lavoro di HADOPI e
oltretutto che, pur essendo stati diffusi indirizzi IP, nessun "dato personale" sarebbe stato compromesso. Un fatto abbastanza sorprendente dal momento che tutto il sistema dei tre colpi si basa sull'associazione di un indirizzo IP ad una persona.

Su TMG, in ogni caso, si scatena la tempesta: è stata aperta un'indagine della Commission Nationale de l'Informatique et des Libertés (annunciata via Twitter), ed è stato sospeso il suo incarico direttamente dal presidente di HADOPI Eric Walter, con conseguente ipotesi di blocco del sistema a tre colpi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàDavid Guetta, WiFi aperto ai piratiUna rete WiFi aperta, un brano non definitivo trafugato da ignoti e fatto circolare online: ora il dj chiede aiuto all'FBI per trovare i responsabili. Sperando che nel frattempo HADOPI non se la prenda con lui
  • AttualitàHADOPI 3: la correzione?Alcune parole di Sarkozy sembrano aprire la strada ad una modifica della normativa. Tanto da spingere l'Eliseo ad una pronta rettifica per sottolineare che la lotta alla pirateria online resta una priorità del Governo
29 Commenti alla Notizia HADOPI, il vigilante che non sapeva vigilare
Ordina
  • naturalmente gli schiavi del copyright si stanno zitti, mi ricorlo le loro grida di gioia quando inutile e liberticita volere(mi rifiuto di chiamarla legge) passo.
    non+autenticato
  • “...pur essendo stati diffusi indirizzi IP, nessun "dato personale" sarebbe stato compromesso. Un fatto abbastanza sorprendente dal momento che tutto il sistema dei tre colpi si basa sull'associazione di un indirizzo IP ad una persona.”

    Che stupidi...
    non+autenticato
  • Tos per il pirata o rieducazione, rientro nella societa' attraverso attivita' utili. Galera si' ma senza disperdere denaro, quindi attivita lavorativa in centri di recupero' o attivita' dove il pirata lavora senza un compenso diretto. Il pirata acquisisce opere coperte dal diritto d'autore, sottraendo beni a chi detiene l'opera, tasse oltre a degradare l'opera in se'.
    non+autenticato
  • E poi uccidiamo chi entra a sbafo nei cinema!
    non+autenticato
  • ma solo dopo averlo torturato
    non+autenticato
  • @Videoteca (dell'età della genesi) tu stai male. Rieducazione?? Ma che siamo nei campi di rieducazione stile corea del nord?? Tu sei fuori seriamente. GALERA? Ma ti rendi conto di quel che scrivi? GALERA? Non finisce in galera un personaggio come Tanzi o Cragnotti che hanno fatto la truffa delle truffe in Italia e chi si copia un file deve finire in galera? Vedi siccome hai i cetrioli negli occhi non capisci che l'eventuale sanzione deve essere proporzionata all'eventuale violazione.

    Il pirata come dici tu non sottrae nessun BENE, finitela di confondere COPIA con FURTO siete ridicoli.


    Ahhh dimenticavo, quello che ha le ore contate sono i negozietti inutili come il tuo! Cercati un altro lavoro, il periodo delle vacche grasse è stato durante gli anni novanta!
  • @CHKDSK
    mi sa che ci sei cascato con tutte le scarpe.
    I troll possono essere molto divertenti, ma se esageri...
  • Sono stufo di leggere sempre la solita tiritera, certa gente va risposta come merita, quando esagerano con assurdità, nonostante questo sono consapevole di aver esagerato, lo ammetto, MA se l'è cercataSorride
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 maggio 2011 16.27
    -----------------------------------------------------------
  • A questo punto meglio aggredire fisicamente il pubblico ufficiale che ti viene ad arrestare, così decade il reato minore e rischi meno.
    non+autenticato
  • trollallero trollallàààààà A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Videoteca Genesi

    Torna a scambiare Gormiti, internet fa male a quelli della tua età Rotola dal ridere
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 maggio 2011 14.40
    -----------------------------------------------------------
  • Spero che le associazioni di consumatori e il garante per la privacy francese facciano un (____.____) GROSSO COSI' alla TMG e a tutti questi ladri di indirizzi IP, compilare elenchi di indirizzi IP è come rubare, RUBARE E' CONTRARIO ALLA LEGGE!!! La violazione della privacy E' UN REATO!!!!


    ... invece vendere un CD con due pezzi di mxxxa a 25 euro non è un reato, è un cotillon (Beppe Grillo)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 21.35
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > Spero che le associazioni di consumatori e il
    > garante per la privacy francese facciano un
    > (____.____) GROSSO COSI' alla TMG e a tutti

    forse intendevi (__.....__)

    :P

    > questi ladri di indirizzi IP, compilare elenchi
    > di indirizzi IP è come rubare, RUBARE E'
    > CONTRARIO ALLA LEGGE!!! La violazione della
    > privacy E' UN
    > REATO!!!!
    >
    >
    > ... invece vendere un CD con due pezzi di mxxxa a
    > 25 euro non è un reato, è un cotillon (Beppe
    > Grillo)
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 18 maggio 2011 21.35
    > --------------------------------------------------
  • perche' fantastica? perche' spiega quello che le major non vogliono nemmeno sentire accennare... e cioe' che del materiale "datato" non gliene frega quasi niente. (il max della roba monitorata, come film, e' targata 2009).

    Tutti infatti sanno che se un film non incassa piu' del suo costo nelle prime settimane della 1'proiezione al cinema ,e' considerato un flop. (nonostante poi lo possano vendere in 75 salse diverse per i prossimi 90anni). Quindi i ragliamenti di spostare viavia la difesa alla cosidetta proprieta' intelletuale, avanti di 20 anni ogni ventiCon la lingua fuori ,DEVE FINIRE. IL TEMPO GIUSTO ,come dimostrato nei fatti anche da hadopi, E' 5 ANNI. Dopo scambio non punibile tra privati se senza fine di lucro, e public domain dopo 20 anni.
    non+autenticato
  • la lista mi sembra mostri anche la pochezza intellettuale degli hadopisti, che sembrano considerare le persone come una massa interessata solo alle cose indicate nel file

    e come abbiano lavorato MALE, dato che mi sarei aspettato una lista totale globale

    ma poi, le firme di integrità dei file sono in md5sum? Avevo letto di possibili collisioni e che era meglioa doperare, per una migliore univocità, md256 o blowfish
  • > ma poi, le firme di integrità dei file sono in
    > md5sum? Avevo letto di possibili collisioni e che
    > era meglioa doperare, per una migliore univocità,
    > md256 o
    > blowfish

    Casomai SHA256 o SHA512... Non ho mai letto di md256 e Blowfish è un algoritmo crittografico, non una funzione hash...
    non+autenticato
  • guardando la lista ho notato che c'è roba fino al 2007 se non sbaglio, comunque un lasso di tempo molto breve considerando che si trova in giro materiale anche di 20 anni fà.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > guardando la lista ho notato che c'è roba fino al
    > 2007 se non sbaglio, comunque un lasso di tempo
    > molto breve considerando che si trova in giro
    > materiale anche di 20 anni
    > fà.
    come 20? la disney ha buttato il sangue anni fa, per cercare di mantenere il copyright su steamboat willie (le animazioni dalle quali nacque topolino), che sono del MILLENOVECENTOVENTOTTO.
    Quel coglione di mccartney difende a suon di milionari avvocati i pezzi che hanno fatto 40anni fa. Tutta roba che in un mondo normale sarebbe nel public domain da un pezzo. E che e' certo migliore di una puntata del grande fratello 2011 (e quella fanno bene a tenerla sotto proprieta' intelletuale protetta. anzi io la manderei in onda solo in seguito all'ottenimento di costose chiavi crittografiche segrete)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > la disney ha buttato il sangue anni fa,
    > per cercare di mantenere il copyright su
    > steamboat willie (le animazioni dalle quali
    > nacque topolino), che sono del
    > MILLENOVECENTOVENTOTTO.

    Si staranno preparando per festeggiare il centenario del 2028 con una bella edizione White-Ray o qualcosa del genereSorride
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > >del materiale "datato" non gliene frega quasi
    > niente.
    > > (il max della roba monitorata, come film, e'
    > targata 2009).
    >
    > > Tutti infatti sanno che se un film non incassa
    > piu' del suo costo nelle prime settimane della
    > 1'proiezione al cinema
    >
    >
    > Esatto: ho scritto anche io cose simili
    > (generalizzandole a tutti i tipi di
    > contenuto).
    Hei amico, sei sicuro di non essere me?Sorride usi anche piu' o meno gli stessi termini eheh

    > Ci sono solo rare eccezioni (i film di Star Wars
    > che continuano a vendere dopo decenni ), ma
    > indicativamente nei primi 3 anni, si ha il 90/95%
    > dei
    > guadagni.
    assolutamente d'accordo. Infatti nella mia idea di un copyright serio ci sarebbe un "libro delle eccezioni" che ogni anno valuta i 5 anni addietro e ci mette, diciamo 10 film,10 canzoni,ecc. Chiaramente si scanneranno le varie RIAA,MPAA per metterci la roba che piace a loro, ma, come dire, saranno caxxi loro. Il num sarebbe cmq bassissimo.
    Per quanto riguarda gli incassi, in realta' sono sicuro che si incassa anche dopo i primi 3 anni (rivendita diritti tv ecc), infatti io parlo solo di non perseguitare la gente dopo i 5 anni. E di mandarlo in p.d. dopo 20 (c'e' tutto il tempo di incassare). Il public domain in realta' potrebbe muovere altre differenti forme di denaro xche non sei piu' costretto dai salassi delle major (piccole tv, sistemi di stream, piccoli editori ecc). E' solo una marcia forma di egoismo e avidita' inutile che impedisce queste cose.

    > Il copyright dovrebbe scadere di conseguenza.
    > Il problema è che chi pensa in modo chiuso è
    > convinto che la gente si metterebbe a fruire solo
    > di contenuti vecchi perché gratuiti, quando
    > invece:
    > -Già adesso può farlo con la pirateria, eppure va
    > al cinema lo
    > stesso.
    CONCORDO.
    > -L'hype inculcata a furor di lavaggio del
    > cervello rende assolutamente improbabile che la
    > massa sia disposta ad aspettare anni per fruire
    > di un contentuo che vuole
    > oggi
    Esattamente! "hype" e' la mia parola preferita

    > -La disponibilità di (ai lati pratici) illimitati
    > contenuti vecchi e gratuiti non è rilevante: il
    > MAME (emulatore di milgiaia di videogame vecchi)
    > non fa in alcun modo concorrenza all'industria
    > dei videogiochi. Il progetto Gutemberg (libri
    > classici gratuiti poiché caduti nel pubblico
    > dominio) non fa concorrenza
    > all'editoria.
    esatto... anzi QUEI libri gratuiti sono diventati i contenuti che tanti che si dedicano al mercato ebook "spacciano" in giro, per dare qualche contenuto subito a chi si compra i reader e affini..
    non+autenticato
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Ci sono solo rare eccezioni (i film di Star Wars
    > che continuano a vendere dopo decenni ),
    Ma perché continuano a "vendere dopo decenni"?
    Perché hanno smesso di essere un "prodotto commerciale" e sono diventati, ampliati a dismisura dalle persone che li hanno visti e vissuti, "pezzi di storia comune". Sono diventati "Cult".

    Se domando come si chiamava il personaggio di Keira Knightley in "Bend it like Beckham", sto facendo una domanda di Cinema.

    Se domando come si chiama il robot a forma umana di Star Wars, sto facendo una domanda di Cultura Generale.
    non+autenticato
  • straquoto e aggiungo: se minimizzano l'importanza degli IP, come maiin alcuni casi sono stati usati per incriminare qualcuno?

    due delle TANTE contraddizioni/sciocchezze dei difensori del CR.... Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: 01234
    > straquoto e aggiungo: se minimizzano l'importanza
    > degli IP, come maiin alcuni casi sono stati usati
    > per incriminare
    > qualcuno?
    >
    > due delle TANTE contraddizioni/sciocchezze dei
    > difensori del CR....
    > Sorride

    Quoto, se l'IP non è un dato personale, come può rappresentare (dal punto di vista legale) una prova dell'identità della persona?
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)