mafe de baggis

NoLogo/ Io del social network non c'ho capito molto

di M. De Baggis - Non ci sono certezze, solo linee guida su cosa non fare. Non c'č un solo modo di farle le cose: basta solo capire che non ci sono bacchette magiche o pozioni miracolose

Roma - Non la penso esattamente come Gary Vaynerchuk, che ha scritto "99.5 Percent Of Social Media Experts Are Clowns" (il 99,5 per cento degli esperti di social media sono dei pagliacci); non la penso esattamente come lui perché, essendo una nota ottimista, penso che la percentuale di buffoni tra chi si presenta come "esperto o guru di social media" sia più bassa, diciamo al 95 per cento.

Come ripeto da tempo chiunque in questo campo abbia delle sicurezze e le ostenti o non ha capito niente o è un buffone: a me piace pensare, per dirla con Jovanotti, di "essere libera perché danzo sulla frontiera" e questa frontiera in particolare si sposta in continuazione, cambia forma, si contraddice e ci contraddice. Mi occupo professionalmente di community e di social media dal 1998, le mie uniche certezze sono negative: so che cosa *non* fare, so che cosa *non* sappiamo. Non mi sento certo un guru e tantomeno un'esperta, più un'onesta artigiana che sa usare i suoi attrezzi, molti dei quali per niente tecnologici.

Anche per questo motivo ho coinvolto molte delle persone che stimo in un convegno che si terrà venerdì a Milano e che abbiamo voluto chiamare "Back to basics": una giornata di messa a terra, per cercare di capire insieme che cosa Internet ci ha insegnato e come usarlo per farlo funzionare online come offline. Il convegno è all'interno di una manifestazione che si chiama "Officina della Comunicazione" e soprattutto di comunicazione parleremo, ma non solo.
Siamo immersi in un ambiente che vive di parole e non tutti danno a queste parole lo stesso peso: prendere alla lettera le metafore è il rischio che corriamo a tutti i giorni. Come scrive Alessandra Farabegoli "Back to basics fra pochi giorni sarà anche un manifesto per riportare le persone e le aziende coi piedi per terra, a lavorare su quel che fa davvero la fortuna loro e dei loro clienti".

Un'azienda oggi è in pieno Comma 22, pretendiamo che parli come un essere umano, ma non umano come gli altri (cioè che sbaglia, si incazza, si emoziona). Vogliamo che il cliente abbia sempre ragione, ma quando ha torto, come spesso succede nelle discussioni online, come facciamo? E come è possibile che chi lavora nel marketing & comunicazione faccia così fatica a capire questo grande mistero, e cioè che le persone si coinvolgono raccontando loro cose interessanti, non quello che è tuo interesse raccontare?

Tutte domande le cui risposte sono alla portata di tutti, buffoni di cui sopra a parte: un po' come dicevamo per l'editoria un mesetto fa, il problema della comunicazione online non è sapere che cosa fare e come, ma farlo davvero. Fare la fortuna loro E dei loro clienti, lavorando con loro, non contro di loro.

Mafe de Baggis
Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo
39 Commenti alla Notizia NoLogo/ Io del social network non c'ho capito molto
Ordina
  • comma23: se Guia Soncini cita una canzone, un romanzo, un film oppure utilizza un'espressione almeno 2 o 3 volte allora Mafe sentirà l'irresistibile coazione a fare altrettanto. #pensareconlapropriatesta #parlareconlaproprialingua
    non+autenticato
  • - Scritto da: ele
    > comma23: se Guia Soncini cita una canzone, un
    > romanzo, un film oppure utilizza un'espressione
    > almeno 2 o 3 volte allora Mafe sentirà
    > l'irresistibile coazione a fare altrettanto.
    > #pensareconlapropriatesta
    > #parlareconlaproprialingua

    Guia ha citato il comma 22? Davvero?
  • Uno ha a che fare con gente che parla di comunicazione e marketing e in un articolo scrive di considerarsi "un'onesta artigiana che sa usare i suoi attrezzi".
    E sono costretto a viverci nello stesso mondo e nella medesima era geologica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: garzone
    > Uno ha a che fare con gente che parla di
    > comunicazione e marketing e in un articolo scrive
    > di considerarsi "un'onesta artigiana che sa usare
    > i suoi
    > attrezzi".
    > E sono costretto a viverci nello stesso mondo e
    > nella medesima era
    > geologica.

    Immagino che l'italiano non sia la tua prima lingua...
  • - Scritto da: garzone
    > Uno ha a che fare con gente che parla di
    > comunicazione e marketing e in un articolo scrive
    > di considerarsi "un'onesta artigiana che sa usare
    > i suoi
    > attrezzi".
    > E sono costretto a viverci nello stesso mondo e
    > nella medesima era
    > geologica.

    Puoi sempre appoggiare il movimento pro-eutanasia
    Funz
    12975
  • Questo articolo puzza di marketing...
    non+autenticato
  • Lontano 80 anni luce
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualunque
    > Questo articolo puzza di marketing...

    Questo articolo puzza e basta.
    non+autenticato
  • > Questo articolo puzza e basta.

    Questo articolo basta !!
  • - Scritto da: Ginoy PC
    > > Questo articolo puzza e basta.
    >
    > Questo articolo basta !!

    basta!
    Funz
    12975
  • - Scritto da: ciccio quanta ciccia
    > .............!

    !
    Funz
    12975
  • mi occupo (anche) di community online dal '96 e sono completamente d'accordo. Fra l'altro, a prendere alla lettera le metafore e a seguire i pifferai si sono sprecate molte opportunità.

    Concordo che "la comunicazione" (come se fosse una cosa a sé) è meglio calata nella realtà che autoreferenziale come è stata quasi universalmente negli ultimi tot anni: progettare, fare, valutare, imparare, e di nuovo a immaginare progetti.

    Naturalmente, facendolo è difficile diventare "guru", ma per cambiare si può raggiungere qualche risultato tangibile.
    non+autenticato
  • E' facile concordare in pieno con un articolo
    il cui contenuto informativo e' tendente a zero.

    Nessuno mi restituira' il tempo perso leggendo di una persona che imbastisce un articolo sul fatto di non sapere qualcosa (ma di essere in larga, se non buona, compagnia)
    e che ci fara' un convegno sopra... programmaticamente per studiare nuovi metodi di far soldi sfruttando la sovrabbondante ignoranza in campo social dei reparti di marketing delle traballanti aziende italiote.

    Questo senza nulla togliere alla professionalita' della suddetta autrice, solo che poteva sforzarsi un pochino di piu': articoli su quello che non ho capito ne potrei scrivere a bizzeffe pure io...

    A.A.
    non+autenticato
  • Articoli di seghe mentali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zapper
    > Articoli di seghe mentali.

    straquoto
    non+autenticato
  • Vorrei fare tanto quello che fai tu..

    Io ancora devo lavorare per vivere In lacrimeIn lacrime
  • - Scritto da: Ginoy PC
    > Vorrei fare tanto quello che fai tu..
    >
    > Io ancora devo lavorare per vivere In lacrimeIn lacrime

    verrebbe da darti ragione la moda-slogan fino a poco tempo fa era "io so tutto" adesso dopo che i markettari stanno venendo finalmente ridimensionati per i danni prodotti la nuova moda-slogan e' " io non so niente"...
    non+autenticato
  • In effetti è un precedente per PI, un articolo contro se stessi..

    Boh?!?!
  • - Scritto da: Ginoy PC
    > In effetti è un precedente per PI, un articolo
    > contro se stessi..
    >
    >
    > Boh?!?!

    forse piu' di qualcuno sta comprendendo che hanno corso a perdifiato tanto per andare giu' per il burrone...
    non+autenticato
  • Articolo contro se stessi o modo per parlare del convegno? Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ginoy PC
    > Vorrei fare tanto quello che fai tu..
    >
    > Io ancora devo lavorare per vivere In lacrimeIn lacrime

    Se la pagano lavora anche lei. Tu diciamo che probabilmente fai un lavoro che non ti piace e allora cerchi di svalutare quello di Mafe.
    non+autenticato
  • > Se la pagano lavora anche lei. Tu diciamo che
    > probabilmente fai un lavoro che non ti piace e
    > allora cerchi di svalutare quello di
    > Mafe.

    "Ho studiato per fare esattamente il lavoro che faccio e che quando io studiavo non esisteva" Cit.
  • ognuno è libero di non fare un c***o come meglio gli pare...Lei in convegni,riunioni,Brainstorming... Tu trollando e rispondendo su un forum contro gli altri... Io rispondendoti....ecc. ecc.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Air.z
    > ognuno è libero di non fare un c***o come meglio
    > gli pare...Lei in
    > convegni,riunioni,Brainstorming... Tu trollando e
    > rispondendo su un forum contro gli altri... Io
    > rispondendoti....ecc.


    Solo che a lei la pagano, e la pagano proprio perché noi la commentiamo.
    Per questo la invidio..
  • - Scritto da: Ginoy PC
    > - Scritto da: Air.z
    > > ognuno è libero di non fare un c***o come meglio
    > > gli pare...Lei in
    > > convegni,riunioni,Brainstorming... Tu trollando
    > e
    > > rispondendo su un forum contro gli altri... Io
    > > rispondendoti....ecc.
    >
    >
    > Solo che a lei la pagano, e la pagano proprio
    > perché noi la
    > commentiamo.
    > Per questo la invidio..

    Dal numero di commenti che c'è qui sopra non credo prenda più di due noccioline.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: Ginoy PC
    > > - Scritto da: Air.z
    > > > ognuno è libero di non fare un c***o come
    > meglio
    > > > gli pare...Lei in
    > > > convegni,riunioni,Brainstorming... Tu
    > trollando
    > > e
    > > > rispondendo su un forum contro gli altri... Io
    > > > rispondendoti....ecc.
    > >
    > >
    > > Solo che a lei la pagano, e la pagano proprio
    > > perché noi la
    > > commentiamo.
    > > Per questo la invidio..
    >
    > Dal numero di commenti che c'è qui sopra non
    > credo prenda più di due
    > noccioline.

    Cioè secondo te mi pagano un tanto a commento su Punto Informatico?