Cristina Sciannamblo

Facebook: benvenuti bambini

Mark Zuckerberg si dice intenzionato a modificare Facebook per accogliere i minori di 13 anni. Si guarda al settore dell'educazione come uno dei più promettenti per gli affari del social network. Ma la schiera degli antagonisti è folta

Roma - Il rapporto tra Facebook, privacy e tutela dei minori è sempre stato alquanto controverso. Dopo un recente studio di Consumer Reports dal quale emergeva che oltre la metà dei 20 milioni di minorenni statunitensi iscritti al social network avesse un'età inferiore ai 13 anni, ora Mark Zuckerberg confessa di voler creare un ambiente digitale sicuro e adeguato a chi non ha ancora raggiunto l'età stabilita per iscriversi al sito in blu.

"L'educazione è chiaramente l'elemento più importante che guiderà la crescita dell'economia nel lungo termine", ha detto Mr. Facebook nel corso di un'intervista.

Il settore dell'istruzione, dunque, sembra essere un bacino di affari al quale guardare. Ci sono pochi dubbi, infatti, che possa diventare sempre più social nei prossimi anni: "In futuro, il software e la tecnologia permetteranno alle persone di imparare molto dai propri colleghi studenti" sostiene Zuckerberg. Ad esempio, gli studenti potrebbero incontrarsi online per studiare, migliorando in questo modo le proprie performance scolastiche.
Per questo motivo, il fondatore di Facebook vorrebbe permettere ai bambini di socializzare sul social netowork, volontà che, tuttavia, si scontra con il Children's Online Privacy Protection Act (COPPA), secondo il quale i siti web hanno l'obbligo di respingere le richieste di iscrizione da parte di individui che hanno meno di 13 anni.

Il cortocircuito sembra essere vicino. Da una parte infatti Bret Taylor, CFO di Facebook, rassicura i politici statunitensi sulla sicurezza del sistema di tutela della privacy e dei minori di 13 anni da parte del social network; dall'altra, il CEO della stessa azienda si proclama intenzionato a cambiare le leggi.

"Arrivati a un certo punto, comincerà la lotta", ammette il 27enne multimilionario proprietario di Facebook. "Se le restrizioni saranno eliminate - continua - inizieremo a studiare per come lavorare". Possiamo prendere molte precauzioni circa le sicurezza dei più piccoli".

I progetti di Palo Alto dovranno fare i conti con l'agguerrita opposizione delle associazioni in difesa dei consumatori, tra le quali Consumers Union, impegnata a richiedere la tutela anche per i minori maggiori di 13 anni presenti su Facebook.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • Digital LifeFacebook, la carica dei minoriUno studio condotto negli USA segnala che molti dei minorenni iscritti al social network hanno un'età inferiore ai 13 anni. E i genitori non sembrano preoccuparsene. Ma il dato si inserisce in una tendenza più generale
  • AttualitàPrivacy, i tre giganti al Senato USAI vertici di Google, Apple e Facebook hanno risposto ad alcuni interrogativi posti da un gruppo di senatori a stelle e strisce. Tra dati trattati in maniera anonima, meccanismi di parental control e rapporti di fiducia con gli utenti
  • AttualitàFacebook, minori espulsi dal paese in bluOgni giorno i responsabili del gigantesco social network riuscirebbero ad allontanare 20mila utenti al di sotto dei 13 anni. Rei di aver mentito sulla propria data di nascita e quindi di violazione dei termini di servizio
36 Commenti alla Notizia Facebook: benvenuti bambini
Ordina
  • molto interessanti e divertente per loro per espremere il loro capacita via internet.anche unica modo per socializare con altri persona.anche serve per cercare il loro talento da navigare in modo giusto.per fare la amicizia cresce the mentalita da bambini.
    non+autenticato
  • Qualsiasi cosa il pubblico desideri, anche se alla lunga distruggerà la nostra società, nel breve termine il mercato vuole accaparrarsela. Il lungo termine di una società di individui è PIU' lungo del "lungo termine" di una società per azioni.

    Se il pubblico desidera cacca, la cacca gli viene data. Se il pubblico desidera disimpegno, questo gli viene dato.

    Naturalmente da qualche parte nel mondo ci sono sempre gli schiavi, che comunque di riflesso subiscono il nostro comodo disimpegno... domani sarà il nostro turno, ma nel frattempo noi siamo anestetizzati da chi ci da solo ciò che desideriamo ed è superficiale e perdiamo colpi perché non sappiamo più fare niente ed impegnarci i nulla di serio, loro sono schiavi perché non hanno mai avuto una storia di sollevamento dal fango ... e domani saremo così entrambi, con un pubblico di elite che si cucca le cose comode.
    Forse a lungo termine fa male persino all'economia... ma è un lungo termine che non interessa a chi si cuccherà il prossimo bonus annuale.
    non+autenticato
  • ...Dovrebbe essere sostituito con questo:

    "Facebook: benvenuti orchi"
  • - Scritto da: sentinel

    > ...Dovrebbe essere sostituito con questo:
    >
    > "Facebook: benvenuti orchi"

    Ma vai a zappare
    FDG
    10910
  • ...e Windows originale, può utilizzare gratuitamente Windows Live Family Safety.

    L'ho installato a diverse persone e si trovano bene.

    http://explore.live.com/windows-live-family-safety...

    Funziona da XP in poi. Ci sono vari livelli di filtro e su Windows 7 c'è anche la possibilità di impostare l'orario di quando si può utilizzare un account.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ittiointerp rete
    > ...e Windows originale, può utilizzare
    > gratuitamente Windows Live Family
    > Safety.

    Sempre che non stia gia' usando the Big Russian Botnet.

    > L'ho installato a diverse persone e si trovano
    > bene.
    >
    > http://explore.live.com/windows-live-family-safety
    >
    > Funziona da XP in poi. Ci sono vari livelli di
    > filtro e su Windows 7 c'è anche la possibilità di
    > impostare l'orario di quando si può utilizzare un
    > account.

    E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene fatto col pc.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene
    > fatto col
    > pc.

    Fonti? Mi fai vedere i log del traffico anomalo verso i server ms?
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda verde
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene
    > > fatto col
    > > pc.
    >
    > Fonti? Mi fai vedere i log del traffico anomalo
    > verso i server
    > ms?

    Basta che utilizzi qualunque firewall non M$ che ti segnala il traffico in uscita.

    In particolare il processo wga
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: panda verde
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > >
    > > > > E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene
    > > > > fatto col
    > > > > pc.
    > > >
    > > > Fonti? Mi fai vedere i log del traffico
    > anomalo
    > > > verso i server
    > > > ms?
    > >
    > > Basta che utilizzi qualunque firewall non M$ che
    > > ti segnala il traffico in
    > > uscita.
    > >
    > > In particolare il processo wga
    >
    >
    > sapree *TUTTO QUELLO CHE FACCIO SUL PC* (parole
    > tue) implica gigabyte di log da tenere sul mio
    > disco quotidianamente e decine di gigabyte che
    > vengono trasferiti ogni qulavolta viene eseguito
    > il processo
    > wga.

    Certo che te ne intendi parecchio di informatica e di sistemi operativi tu.

    E' sufficiente loggare data ora e nome degli eseguibili che lanci, e non che cosa fai all'interno di ogni eseguibile.

    Si genera un file che mediamente non supera il centinaio di righe al giorno.

    Vatti a cercare tutti i files.log nella directory del tuo sistema operativo e scoprirai sorprese.

    > Devi avere delle linee molto veloci tu.
    > ma molto, eh...

    Certo, moltissimo.
    Finche' tutti saranno astuti come te, avranno vita facile i curiosoni.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > nonono, non cambiare discorso.
    > Se io creo un file video questo deve essere
    > spedito interamente altrimenti come fanno a
    > sapere *TUTTO* quello che ho fatto?

    Quindi gia' solo se crei un video.

    > Se lo modifico, deve essere spedita la modifica.
    > So ho scritto la mia tesi, questa deve essere
    > spedita interamente, immagini allegate incluse.

    Basta il diff della versione precedente.

    > Tu hai scritto *TUTTO*, non io.
    > La prossima volta cerca di usare termini più
    > realistici.

    Secondo me e' un problema di comprensibilita'.
    krane
    22544
  • contenuto non disponibile
  • ...un sacco di ragazzini e ragazzine fuori età sono registrate. Basta mentire sull'età.
    FDG
    10910
  • ma certo per questo vogliono legalizzarlo e renderlo più safe.
    Negli stati uniti vendono carte d'identità false per comprarsi alcolici e si creano problemi a mentire su un social network.
    Poi vallo a spiegare a un ragazzino di 10 anni che non può iscriversi a nulla online ovvio che dice di avere 20 anni se glielo chiedono
    non+autenticato
  • Premetto che mio nipotino, di 10 anni, è iscritto su FB (ovviamente è messo un'età "falsa")... ma lo stesso hanno fatto tutti i suoi compagni di classe, i cugini etc.

    Ovviamente è controllato, può accendere il PC solo in determinati orari e deve prima chiederlo... e fra i contatti FB ha ovviamente la Mamma e altri familiari (Io, un'altra sorella etc)... Inoltre abbiamo ristretto un po chi può vedere quello che fa o chi può contattare etc.

    Riguardo l'articolo, se vengono impostate delle regole per cui l'accettazione di nuovi amici o la modifica di alcune impostazioni sia sotto il controllo di uno o entrambi i genitori è certamente qualcosa di positivo... e certamente si creerebbe una situazione migliore di quella attuale, specie per tutti quei bambini i cui genitori non hanno saputo regolare le impostazioni dell'account.
  • - Scritto da: dapinna

    > Riguardo l'articolo, se vengono impostate delle
    > regole per cui l'accettazione di nuovi amici o la
    > modifica di alcune impostazioni sia sotto il
    > controllo di uno o entrambi i genitori...

    Siamo sempre li: se poi mentendo sull'età posso aggirare queste regole, non cambia molto. Il vero controllo lo fanno i genitori. Senza questo controllo, qualsiasi strumento, per quanto potenzialmente utile, può essere aggirato.
    FDG
    10910
  • Sì, ma poi si dà per scontato che i genitori che usano Facebook siano informati, consapevoli e sappiano quello che stanno facendo, mentre probabilmente saranno come la media degli utenti di quel sito...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Blob
    > Sì, ma poi si dà per scontato che i genitori che
    > usano Facebook siano informati, consapevoli e
    > sappiano quello che stanno facendo, mentre
    > probabilmente saranno come la media degli utenti
    > di quel
    > sito...


    Un genitore informato, consapevole e che sa quello che sta facendo, non usa FB.
  • - Scritto da: FDG

    > Siamo sempre li: se poi mentendo sull'età posso
    > aggirare queste regole, non cambia molto. Il vero
    > controllo lo fanno i genitori. Senza questo
    > controllo, qualsiasi strumento, per quanto
    > potenzialmente utile, può essere
    > aggirato.

    Certamente...
    il controllo dei genitori ci deve essere sempre e comunque,
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)