Cristina Sciannamblo

Wikipedia: siamo patrimonio culturale

L'enciclopedia libera fondata da Jimmy Wales aspira a rientrare nella lista dei patrimoni dall'UNESCO. Bisogna riconoscerne il valore culturale, secondo i sostenitori. Ma le procedure di approvazione non promettono esiti positivi

Roma - 10 anni di vita, 18 milioni di voci contenute, in 279 lingue. Tra i 10 siti più popolari del Web. Dopo aver fatto i calcoli, Wikipedia ha deciso di presentare una richiesta per diventare Patrimonio dell'Umanità protetto dall'UNESCO così come lo sono il tango argentino, la cucina francese e il Grand Canyon.

L'idea della candidatura arriva dalla Germania. Con 1,2 milioni di voci presenti, il tedesco si classifica al secondo posto nel novero delle versioni dell'enciclopedia, secondo solo all'inglese. La proposta è arrivata nel mese di marzo nel corso della conferenza globale tenutasi a Berlino.

L'accoglienza della proposta è stata entusiastica a detta di Jimmy Wales, fondatore del sito, secondo il quale l'idea fondamentale è riconoscere che Wikipedia sia un fenomeno culturale globale sorprendente, che ha cambiato la vita a centinaia di migliaia di persone. Per Wales il valore dell'enciclopedia risiede nella sua capacità di supportare l'istruzione degli individui in tutto il mondo, fornendo un grande numero di informazioni e notizie.
La sfida di rientrare nella lista dei tesori culturali protetti dall'Unesco è senz'altro aperta a diversi esiti. Si tratta, infatti, della prima candidatura inoltrata da un'entità digitale. In ballo, come prevedibile, c'è la questione sull'effettiva attendibilità scientifica di un'enciclopedia modificabile liberamente.

Secondo gli osservatori, si tratta di una vera e propria scommessa dal risultato tutt'altro che scontato dal momento che gli esperti che dovranno giudicare le proposte tendono a considerare le innovazioni che germogliano in rete prive della necessaria maturità che dovrebbero possedere gli aspiranti candidati a rientrare nella lista UNESCO. "I professionisti esperti del patrimonio culturale tendono a essere piuttosto conservatori, altrimenti non avrebbero scelto un'occupazione del genere", confessa Britta Rudolff, consulente in materia e docente presso la Brandenburg University of Technology di Cottbus, in Germania. "A loro piace giocare col passato - continua Rudolff - e qualcosa che risale anche solo a dieci anni fa deve affrontare un duro esame".

L'aspirazione ad accompagnare la Grande Muraglia Cinese o la Grande Barriera Corallina si rivela, dunque, un percorso in salita. Lo conferma anche Susan Williams, capo delle relazioni esterne dell'UNESCO, che sottolinea come la richiesta di un'entità digitale come Wikipedia sia un evento senza precedenti. Le procedure di approvazione, secondo Williams, sono abbastanza complesse e l'enciclopedia digitale fondata da Wales incontrerà più di qualche difficoltà nel soddisfare i criteri.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • Digital LifeWikipedia e l'arte di collaborareCi si scontra su gare di automobilismo e politica, e il risultato sono pagine su pagine di enciclopedia libera. Con un occhio al presente e uno al futuro. Perché il web 2.0 è solo l'inizio
  • Digital LifeWikimedia, lavori in corso per crescereLa fondazione a cui fa capo Wikipedia ha nominato una commissione di esperti per migliorare la qualità dei contenuti. Instaurare contatti con l'esterno e momenti di apprendimento i tratti salienti del progetto
  • Digital LifeContrappunti/ Wikipedia contro tuttidi M. Mantellini - L'encicolpedia libera non riesce a smarcarsi da vecchie polemiche. Che trascurano il valore della collaborazione in Rete, preferendo ricordare i bei tempi andati
79 Commenti alla Notizia Wikipedia: siamo patrimonio culturale
Ordina
  • Wikipedia è una bella IDEA. E' una splendida UTOPIA e io vi partecipo quanto più posso.
    Ma per quanto il la frequenti è sempre piena di sciocchezze, di falsità, di argomenti pieni di punti di vista personali (e non sarebbe un problema, se fosse chiaro) che non sono segnalati come tali, ma come dato oggettivo... le voci non sono sufficientemente documentate, non ti puoi mai fidare.

    Ora, come fai a mettere una cosa così ballerina, la cui IDEA è splendida, ma la realizzazione è inaffidabile, accanto alle Dolomiti? Oppure il Canto polifonico georgiano, la Calligrafia tradizionale Cinese, tutti i PARCHI NAZIONALI del MONDO ... , le punte di diamante dell'architettura o delle arti visive dell'intero pianeta... insomma o ci ha messo del suo la natura, a raggiungere livelli di PERFEZIONE altissima, oppure gli esseri umani.

    E dunque... dove sta tutto questo valore intrinseco? Io lo vedo POTENZIALE; ma finché non ci sarà la possibilità di convalidare con autorevolezza le voci (o versioni di esse, ma almeno bisogna poter contare su qualcosa) , come sarà mai possibile conferire valore reale a wikipedia?

    La nostra poi... Perplesso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nick
    > Wikipedia è una bella IDEA. E' una splendida
    > UTOPIA e io vi partecipo quanto più
    > posso.
    > Ma per quanto il la frequenti è sempre piena di
    > sciocchezze, di falsità, di argomenti pieni di
    > punti di vista personali (e non sarebbe un
    > problema, se fosse chiaro) che non sono segnalati
    > come tali, ma come dato oggettivo... le voci non
    > sono sufficientemente documentate, non ti puoi
    > mai fidare.

    Pero' puoi correggere.
    La sua forza e' proprio nella totale apertura.
    Le voci piu' recenti devono stabilizzarsi perche', essendo recenti, hanno subito poche revisioni e correzioni, ma quelle piu' datate, puoi essere sicuro che sono precise.

    Ognuno di noi e' molto ferrato in qualcosa di particolare, e quindi e' in grado di portare il suo contributo o migliorare quello gia' presente.

    La wiki va sempre immaginata in una lunga scala temporale.
    Il tempo fara' di lei una cosa molto migliore.

    > Ora, come fai a mettere una cosa così ballerina,
    > la cui IDEA è splendida, ma la realizzazione è
    > inaffidabile, accanto alle Dolomiti?

    Perche' e' inaffidabile?
    Quando tu chiedi informazioni per la strada, ti poni il problema che sia inaffidabile chi te le da'?
    Se non ti fidi, non chiedere.
    Se non ti fidi della wiki, non usarla.

    > Oppure il
    > Canto polifonico georgiano, la Calligrafia
    > tradizionale Cinese, tutti i PARCHI NAZIONALI del
    > MONDO ... , le punte di diamante
    > dell'architettura o delle arti visive dell'intero
    > pianeta... insomma o ci ha messo del suo la
    > natura, a raggiungere livelli di PERFEZIONE
    > altissima, oppure gli esseri umani.

    Che cosa intendi dire?

    > E dunque... dove sta tutto questo valore
    > intrinseco? Io lo vedo POTENZIALE; ma finché non
    > ci sarà la possibilità di convalidare con
    > autorevolezza le voci (o versioni di esse, ma
    > almeno bisogna poter contare su qualcosa) , come
    > sarà mai possibile conferire valore reale a
    > wikipedia?

    Se non lo vedi da solo, non posso certo mettermi qui a spiegarlo.

    Ognuno contribuisce per quello che sa.
    La conoscenza umana e' la somma di tanti piccoli saperi.
    Di che autorevolezza hai bisogno?
  • è sicuramente una grande opera con una grande valenza e una grande importanza, ma parliamo cmq di qualcosa che contiene molte pagine di dubbia attendibilità o, addirittura, "di parte"... non trovo adeguata una sua candidatura per una cosa del genere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nino
    > è sicuramente una grande opera con una grande
    > valenza e una grande importanza, ma parliamo cmq
    > di qualcosa che contiene molte pagine di dubbia
    > attendibilità o, addirittura, "di parte"... non
    > trovo adeguata una sua candidatura per una cosa
    > del
    > genere.

    Non credo di sbagliare di molto se affermo che la wikipedia e' l'opera alla quale ha contribuito il piu' grande numero di persone per la sua realizzazione e mantenimento.
    Solo per questo puo' essere considerata patrimonio dell'umanita', perche' e' opera dell'umanita' stessa.
  • e lì appunto, collegandosi al mio pensiero, anche se nn ho espresso qsto punto prima, dipende per cosa la consideriamo... se per la sua essenza lo potrebbe anche essere, per la sua valenza e i contenuti no... senza ripeto denigrarla. Ma è come dare le lauree in comunicazione a Valentino Rossi... o forse anche "peggio".
    non+autenticato
  • - Scritto da: nino
    > è sicuramente una grande opera con una grande
    > valenza e una grande importanza, ma parliamo cmq
    > di qualcosa che contiene molte pagine di dubbia
    > attendibilità o, addirittura, "di parte"... non
    > trovo adeguata una sua candidatura per una cosa
    > del
    > genere.

    Contribuisci a migliorarla, no?
    non+autenticato
  • chissà, se mai mi dovesse capitare perchè no.
    Ovviamente non potrò scrivere di qualsiasi argomento, è ovvio
    non+autenticato
  • - Scritto da: nino
    > chissà, se mai mi dovesse capitare perchè no.
    > Ovviamente non potrò scrivere di qualsiasi
    > argomento, è
    > ovvio

    Devi scrivere di quello che sai.
    Se non sai, non scrivere: leggi e basta.
  • Siamo seri, Wikipedia è né più né meno che uno strumento di propaganda, per non parlare del perverso sistema di gestione delle "controversie"... roba che fa sembrare il nostro servizio pubblico un'utopia. Onestamente faccio fatica a ricordarmi l'ultima volta che mi è stata utile per una qualsiasi ricerca minimamente seria. Come da titolo quindi: wikipedia fa più male che bene, e non è per niente "libera" come vorrebbero farci credere. Ben venga il supporto dell'Unesco se questo significa più controlli sulla qualità dei contenuti e sulla trasparenza dei processi decisionali, altrimenti si buttano via soldi e basta.
    non+autenticato
  • non a caso l'Unesco ha finanziato da sempre un sacco di merda che ha fatto solo disastri, e ho personalmente visto vari posti "unesco world historic site" e bla bla bla ridotti a delle disneyland ambulanti.
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Si vede che l'Unesco ha rifiutato qualche richiesta di fondi dei videotecari Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • Il problema di wikipedia è che argomenti di interesse scientifico/sociale/umanistico/... sono redatti in maniera ipersuperficiale a dispetto di recensioni iperdettagliate di serie tv, personaggi famosi ecc... (gli stessi siti ufficiali forniscono meno informazioni).

    Da una parte è bene che i concetti siano spiegati sommariamente...

    Ma non è con 2 citazioni di Platone che si può capirne il pensiero.
    E non è con i riassunti di tutte le puntate dei Simpson che capisco che son divertenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdf
    > Il problema di wikipedia è che argomenti di
    > interesse scientifico/sociale/umanistico/... sono
    > redatti in maniera ipersuperficiale a dispetto di
    > recensioni iperdettagliate di serie tv,
    > personaggi famosi ecc... (gli stessi siti
    > ufficiali forniscono meno
    > informazioni).

    Nessuno ti costringe a leggere questi ultimi ne' a fare un confronto.

    > Da una parte è bene che i concetti siano spiegati
    > sommariamente...

    No, non e' bene.

    > Ma non è con 2 citazioni di Platone che si può
    > capirne il pensiero.

    No, ma con un link al pdf libero, delle sue opere, in lingua originale con testo a fronte, si.

    > E non è con i riassunti di tutte le puntate dei
    > Simpson che capisco che son
    > divertenti.

    Tra 100 anni qualcuno ringraziera' chi ha scritto il riassunto delle puntate dei Simpson.

    Mentre 2500 anni fa qualcuno avra' avuto da dire sui riassuntini del pensiero di Socrate scritti da Platone, chissa'...
  • si ma il fondo del barile sono gli articoli di storia e di politica nonche' quelli di WikiTravel.
  • Giusta punizione per tutti gli autori open-source e anonimi che scrivono su wikipedia.

    La loro amata fara' i milioni con Unesco e donazioni, e a loro non viene indietro manco una piotta !

    Altro che filantropia e bene dell'umanita', wikipedia e' nata esplicitamente per fare un sacco di soldi sulla groppa dei creduloni
    che ci perdono mesi o anni a scriverci gratis senza manco un grazie o il
    loro e cognome nei credits.

    SVEGLIAAAA !
    non+autenticato
  • - Scritto da: pizza e fichi
    > Giusta punizione per tutti gli autori
    > open-source e anonimi che scrivono su
    > wikipedia.

    > La loro amata fara' i milioni con
    > Unesco e donazioni, e a loro non
    > viene indietro manco una piotta !

    Bene, sono contento, i server saranno piu' veloci e gli strumenti migliori.

    > Altro che filantropia e bene dell'umanita',
    > wikipedia e' nata esplicitamente per fare
    > un sacco di soldi sulla groppa dei creduloni
    > che ci perdono mesi o anni a scriverci gratis
    > senza manco un grazie o il
    > loro e cognome nei credits.

    Per perdere tempo a scrivere qua Rotola dal ridereRotola dal ridere tanto vale scrivere qualche pagina di wiki.

    > SVEGLIAAAA !
    krane
    22544
  • - Scritto da: pizza e fichi
    > Giusta punizione per tutti gli autori open-source
    > e anonimi che scrivono su
    > wikipedia.
    >
    > La loro amata fara' i milioni con Unesco e
    > donazioni, e a loro non viene indietro manco una
    > piotta
    > !
    >
    > Altro che filantropia e bene dell'umanita',
    > wikipedia e' nata esplicitamente per fare un
    > sacco di soldi sulla groppa dei
    > creduloni
    > che ci perdono mesi o anni a scriverci gratis
    > senza manco un grazie o
    > il
    > loro e cognome nei credits.
    >

    Ok, sei un troll: cognizione di causa zero, accuse a vanvera e fuori bersaglio (che c'entra l'open source? Sai almeno cos'è?)
    Voto troll: 2/10
    :p
    Funz
    12980
  • Vedi, se il signor Wales guadagnasse anche qualche milioncino di dollari li considererei un sacrosanto diritto (senza esagerare!) perché ha avuto una idea buona, forse la migliore di tutta internet dopo internet stessa.

    Io stesso ogni anno non faccio mancare una piccola donazione, immagino che ne trattiene una parte per pagarsi un buon stipendio e lo trovo normale.

    Trovo amorale invece chi ha fatto miliardi vendendo puffa, tipo FB o Google. Anche loro non sfruttano forse il lavoro degli altri?

    In quanto alla tua opinione sui contributori, bhe, a quanto pare te sei una di quelle persone che non andra mai a fare il volontario, spero che te ne ricorderai quando dovessi avere un incidente e qualcuno non retributo verrà a tirarti fuori dai guai.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pizza e fichi
    > Giusta punizione per tutti gli autori open-source
    > e anonimi che scrivono su
    > wikipedia.
    >
    > La loro amata fara' i milioni con Unesco e
    > donazioni, e a loro non viene indietro manco una
    > piotta
    > !
    >
    > Altro che filantropia e bene dell'umanita',
    > wikipedia e' nata esplicitamente per fare un
    > sacco di soldi sulla groppa dei
    > creduloni
    > che ci perdono mesi o anni a scriverci gratis
    > senza manco un grazie o
    > il
    > loro e cognome nei credits.
    >

    ma a te che te frega di come mi passo io il tempo ?
    non+autenticato
  • > ma a te che te frega di come mi passo io il tempo
    > ?

    Gli frega perché ciò che metti gratis su Wikipedia è cultura libera che dopo circola e permette ad altri di acquisirla anche se non hanno risorse economiche. E questo mette in crisi il sistema capitalista che considera l'individuo solo come fonte di bilancio.
    La cultura libera fa più danni della c.d. pirateria. Naturalmente i danni per uno sono la giustizia per tutti gli altri.
    non+autenticato
  • ma che cazzo state a di' ? jimmy wales prima di wikipedia ha fatto i milioni con siti porno a pagamento, informatevi ! wikipedia nacque come "NuPedia" e fu un disastro fino a che il suo socio ebbe l'idea di farne un wiki, Wales non sapeva manco cazzo fosse un wiki, ha solo messo i soldi, altro che benefattore e' una gallina dalle uova d'oro che gli e' venuta fuori per puro culo !

    nel frattempo le altre enciclopedia a pagamento online hanno chiuso baracca causa concorrenza sleale : come possono sostenere i costi di produzione contro wikipedia che e' gratuita, non ha pubblicita', e non paga gli autori ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pizza e fichi
    > ma che cazzo state a di' ? jimmy wales prima di
    > wikipedia ha fatto i milioni con siti porno a
    > pagamento, informatevi ! wikipedia nacque come
    > "NuPedia" e fu un disastro fino a che il suo
    > socio ebbe l'idea di farne un wiki, Wales non
    > sapeva manco cazzo fosse un wiki, ha solo messo i
    > soldi, altro che benefattore e' una gallina dalle
    > uova d'oro che gli e' venuta fuori per puro culo !

    Buon per noi, il risultato e' un'enciclopedia pubblica gratuita.

    > nel frattempo le altre enciclopedia a pagamento
    > online hanno chiuso baracca causa concorrenza
    > sleale : come possono sostenere i costi di
    > produzione contro wikipedia che e' gratuita, non
    > ha pubblicita', e non paga gli autori ?

    A chi interessa pagare per consultare qualcosa a pagamento quando cen'e' un'altra gratuita ? Quale sarebbe il valore aggiunto ? Forse alla gente va bene cosi' no ?
    krane
    22544
  • tutte le pubblicazioni scientifiche decenti sono a pagamento, non vedo dove stia il problema, a voi pezzenti lasciamo pure wikipedia, il problema e' che sta uccidendo il mercato anche delle enciclopedie cartacee e questo va a danno di tutti perche' e' puro regresso !
    non+autenticato
  • Ma vendi enciclopedie cartacee per caso?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pizza e fichi
    > tutte le pubblicazioni scientifiche decenti sono
    > a pagamento, non vedo dove stia il problema, a
    > voi pezzenti lasciamo pure wikipedia

    Neanche io vedo dove stia il problema: se hai bisogno di informazioni certificare paghi, se hai bisogno di informazioni generalista sono aggratis. Quindi il problema dove sta ?

    > , il problema
    > e' che sta uccidendo il mercato anche delle
    > enciclopedie cartacee e questo va a danno di
    > tutti perche' e' puro regresso !

    Perche' mai sarebbe regresso ?
    krane
    22544
  • lo uso anche io spesso wikipedia, per avere un'idea di base di molti argomenti che si possono affrontare in alcune conversazioni...
    fatto sta che se uno volesse fare una ricerca approfondita, wikipedia non va bene, ma servono dei testi autorevoli, che ti diano un'informazioni precise e non sommarie...
    però se loro lo propongono come patrimonio dell'unesco per il semplice fatto che è cambiato il modo di informarsi della gente, che è passata a cercare su un fenomeno culturale come wikipedia allora lo posso accettare...
    ma solo in questo caso
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 maggio 2011 20.17
    -----------------------------------------------------------
  • Infatti è più un raccoglitore di fonti. Se vuoi davvero informarti, meglio che guardi quelle. Poi se sai l'inglese, meglio en.wiki.
    non+autenticato
  • Forse non ti è chiara la differenza tra enciclopedia e saggio.

    Wikipedia è una insostituibile enciclopedia, se hai bisogno di maggiori informazioni ti cercherai che so, un saggio sulle caratteristiche di rimbalzo molecolare dei nanotubi di carbonio piegati ad "U".
    non+autenticato
  • forse non ti è chiaro il fatto che ho detto la stessa cosa...
    però ho anche ribadito, che patrimonio internazionale dell'UNESCO mi sembra eccessivo...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)