Mega alleanza per l'home networking

Alcuni dei pesi massimi dell'IT, fra cui Microsoft e Sony, hanno varato un'iniziativa comune per lo sviluppo di uno standard che faccia dialogare i dispositivi elettronici, dai PC ai cellulari, attraverso le reti wireless domestiche

San Francisco (USA) - Un'alleanza costituita da 18 fra i maggiori produttori di hardware e di software operanti nel settore dei dispositivi elettronici di consumo, dei personal computer e delle mobile appliance annuncerà, la prossima settimana, le specifiche di uno standard di rete che permetterà ai propri prodotti di "parlarsi" attraverso le reti wireless domestiche.

Il Digital Home Working Group (DHWG), questo il nome dell'alleanza, comprende nomi del calibro di Microsoft, Sony, Intel, HP e Nokia. L'obiettivo di questi colossi è promuovere la diffusione dell'home networking attraverso la garanzia, per gli utenti, che la stragrande maggioranza dei futuri prodotti wireless sul mercato sarà in grado di connettersi e scambiare dati con gli altri dispositivi grazie all'adozione di uno standard comune.

Questo significherà, secondo il DHWG, che nel prossimo futuro un impianto hi-fi potrà riprodurre, via wireless, brani di musica memorizzati su di un PC, o che una stampante potrà essere connessa, sempre via wireless, indifferentemente a più dispositivi, come PC, notebook, PDA e persino telefoni cellulari.
Uno standard comune permetterà, in definitiva, di condividere con più facilità dati e contenuti digitali fra PC, dispositivi mobili e elettrodomestici intelligenti, quali set-top box, videoregistratori digitali, stereo e TV.

La prossima settimana DHWG dovrebbe annunciare quale, fra le attuali tecnologie wireless - 802.11b, 802.11a, 802.11g, Bluetooth, Zigbee o HomeRF - verrà adottata come base del neo standard. La favorita, naturalmente, è Wi-Fi, che per diffusione batte tutte le altre, tuttavia fra i più probabili candidati ci sono anche i suoi più recenti fratelli e, per le comunicazioni a corto raggio, Bluetooth.

Fra le altre tecnologie supportate dal consorzio vi saranno Universal Plug and Play e IEEE 1394.

I primi prodotti basati sul nuovo standard dovrebbero apparire sul mercato durante il prossimo anno ed essere contraddistinti da uno speciale logo.
4 Commenti alla Notizia Mega alleanza per l'home networking
Ordina
  • Non ci sono già abbastanza standard per fare la stessa cosa che si propongono questi signori?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non ci sono già abbastanza standard per fare
    > la stessa cosa che si propongono questi
    > signori?

    Quelli da te citati, e contenuti nell'articolo, diciamo sono standardi di livello "fisico"
    Cioè dicono COME trasportare un informazione, non dicono COSA trasportare.
    e invece pc, elettrodomestici ed affini, necessitano di sapere COSA si vogliono dire.
    In un analogia col linguaggio, ...
    si cerca a questo punto di definire la grammatica e il vocabolario di una lingua.
    L'apparato fisico, cioè quello fonatorio è già presente e si sa come usarlo grazie agli standard Bluetooth e Wi-Fi

    r4w
    non+autenticato
  • ...così quando la RIIA verrà a controllare se sul mio computer ci sono mp3 e non ne troverà, vorranno guardare nel frigo, nel forno, nello stereo, in tutte le mie vhs, nel beaty di mia moglie, nel cellulare (opps, già lo vorrebbero fare per le suonerie...), nello spazzolino elettrico, nello scaldabagno, sul lampadario....

    Acc, tutta questa tecnologia!! Forse conviene tornare a commerci illegali più tradizionali e meno incasinati....

    Poi, adesso che in Afghanistan è tornata l'Alleanza del Nord, i prezzi di certi prodotti dovrebbero essere tornati convenienti, no?
    SymoPd
    1581
  • E speriamo con la stessa qualità .....

    ehehehehehehe Sorride
    non+autenticato