Mauro Vecchio

Gameternity, download sotto sequestro

La Procura della Repubblica del Tribunale di Arezzo ha ordinato l'improvvisa chiusura del portale specializzato in videogame e fumetti manga. Si attendono ulteriori chiarimenti da parte delle autorità toscane - UPDATE

UPDATE 17:00 - Lo stesso Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze ha sigillato anche il sito downloadzone.altervista.com, apparentemente legato al portale Gameternity.

Roma - "A causa di seri problemi, il portale Gameternity è stato chiuso. Per rimanere in contatto sono state riaperte le sezioni del vecchio forum, ci scusiamo per l'inconveniente". Così un recente aggiornamento di status sulla bacheca Facebook di Gameternity, sito specializzato in videogiochi, fumetti manga e filmati anime.

Uno specifico sigillo è stato infatti apposto sulle pagine del portale - il cui traffico proviene al 90 per cento dall'Italia - ordinato dal Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze. "Sito sottoposto a sequestro in esecuzione di provvedimento dell'Autorità Giudiziaria - si può leggere nell'avviso - Procedimento penale nr. 3952/11 - Mod. 21, incardinato presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Arezzo".
I responsabili del portale hanno subito riaperto il vecchio forum, dal momento che la nuova community era stata spostata all'interno del sito. Al momento, nessun servizio di proxy riesce a restituire la pagina iniziale di Gameternity. La webcache del motore di ricerca Google mostra però ancora la prima pagina del portale, che offriva la possibilità di scaricare giochi, guide e cheat.

"Tutti i download di roms presenti sono protetti dal copyright dei rispettivi autori, e sono intesi solo come scopo dimostrativo, assolutamente gratuito e non commerciale - si legge in un disclaimer sul sito - Nel caso non aveste l'originale regolarmente acquistato dovete eliminarlo 24 ore dopo averlo scaricato, in caso contrario sarete voi a dovervene assumere tutte le responsabilità del caso. Lo staff di Gameternity.com non ha alcuna responsabilità sull'uso illecito che gli utenti fanno di questi file".

Il sequestro di Gameternity ha fatto seguito ad altre operazioni simili, a partire da quella condotta da Fiamme Gialle e FAPAV contro Linkstreaming.com, ospitato su server svedesi ma italianissimo nella gestione. Alla fine di aprile, l'operazione Poisonous Dahlia aveva portato all'inibizione del motore di ricerca BitTorrent BtJunkie.org, descritto da FIMI come uno dei più importanti supermercati mondiali del falso multimediale.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
246 Commenti alla Notizia Gameternity, download sotto sequestro
Ordina
  • Nulla di ciò passerà in sordina.
    non+autenticato
  • La legge sul copyright esiste e va rispettata.
    Se uno sviluppa codice open ha un altro modello di business e va rispettato.
    Pensate davvero che assassins'creed possa essere sviluppato col modello opensource? guardate che esiste la gente che lavora e vuole essere pagata...
    penso anche che la pirateria sia una forma di pubblicità e possa essere a volte utile, ma deve essere combattuta dalle istituzioni
    Non capisco come si possano difendere siti come questi, esistono ok? sono "utili" agli utenti, ma creano un danno agli sviluppatori e tolgono risorse al mercato.
    Vorrei proprio sapere quanti di quelli che scrivono qui fanno un lavoro intellettuale...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paul
    > La legge sul copyright esiste e va rispettata.
    > Se uno sviluppa codice open ha un altro modello
    > di business e va
    > rispettato.
    > Pensate davvero che assassins'creed possa essere
    > sviluppato col modello opensource?

    Allora, non svilupparlo.

    PS. Hai citato un pessimo esempio, perchè:
    http://punto-informatico.it/2827106/PI/News/drm-ub...

    > guardate che
    > esiste la gente che lavora e vuole essere
    > pagata...

    Dipende se a qualcuno interessa il tuo lavoro.

    > Non capisco come si possano difendere siti come
    > questi, esistono ok? sono "utili" agli utenti, ma
    > creano un danno agli sviluppatori e tolgono
    > risorse al
    > mercato.

    No: tolgono risorse a chi vuole rivendere ancora e ancora gli stessi identici giochi, e chiedere ancora soldi. Ora, chi fa così è inutile, e non merita di essere pagato. È un bene se va in bancarotta.

    Qui si parla di gente che vorrebbe ancora vendere (e farsi pagare) pacman e giochi simili.

    > Vorrei proprio sapere quanti di quelli che
    > scrivono qui fanno un lavoro
    > intellettuale...

    Quasi tutti.
    non+autenticato
  • In linea di principio non fa una grinza ma spiegami allora com'è che dopo decenni, sì decenni visto che le copie si sono sempre fatte pure con l'analogico, di pirateria, abbiamo ancora in piedi multinazionali miliardarie che sfornano contenuti a una frequenza spaventosa e pur sbraitando di crisi a dx e sx non sono ancora fallite???? Nessuno mi ha ancora risposto....

    Se hanno ragione loro allora, se (diciamo tra 50 anni) ci saremo stancati di fruire di contenuti vecchi e nessuno produrrà nulla da anni e saremo tutti poveri e tristi allora ci prostreremo chiedendo umilmente scusa e innalzeremo un monumento al copyright, ok?

    Si sentono derubati da anni e sono ancora là e sfornano versioni su versioni, sequel su sequel... se a te ti fregano ogni giorno soldi sul lavoro e dal conto, l'auto e la casa e non becchi mai chi è stato e non riesci a rivalerti continui a fare lo stesso lavoro e tieni lo stesso stile di vita???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paul
    > La legge sul copyright esiste e va rispettata.

    Anche i limiti di 20 kmh su strada a 3 corsie per senso di marcia, senza nebbia, senza pioggia, senza cantieri.
    Anche il divieto di fumo su banchine di stazioni all'aperto.

    > Se uno sviluppa codice open ha un altro modello
    > di business e va rispettato.
    > Pensate davvero che assassins'creed possa essere
    > sviluppato col modello opensource?

    Penso che i videogiochi potrebbero essere sviluppati come fa World of Warcraft o come i vari giochi di Zynga. Non guadagnano poco. Anzi.

    > guardate che
    > esiste la gente che lavora e vuole essere
    > pagata...

    Chi dice di no. Ma perché dovrebbe guadagnare rubando ai clienti senza nemmeno permettergli il diritto di recesso se il gioco fa schifo?

    > penso anche che la pirateria sia una forma di
    > pubblicità e possa essere a volte utile, ma deve
    > essere combattuta dalle istituzioni

    Se è utile, e lo ammetti tu stesso, perché mai dovrebbe essere combattuta?

    > Non capisco come si possano difendere siti come
    > questi, esistono ok? sono "utili" agli utenti, ma
    > creano un danno agli sviluppatori e tolgono
    > risorse al mercato.

    Creano un danno solo a chi si illude di fare il parassita utilizzando modelli di business obsoleti. Ed è solo un bene che i parassiti vengano attaccati, combattuti, sterminati ed eliminati.

    > Vorrei proprio sapere quanti di quelli che
    > scrivono qui fanno un lavoro
    > intellettuale...

    Io compongo musica, mi faccio pagare per farlo su commissione e poi quello che faccio va sotto Creative Commons. Gli altri soldi li prendo andando in giro a suonare. Non certo vendendo cerchi di plastica con le mie musiche: quelli sono materiale promozionale, valgono come dei volantini, li regalo, così come regalo quello che faccio su imslp.
    Se lo faccio io, che famoso non sono, potrebbero farlo benissimo i vari Vasco Rossi & company. Non lo fanno perché il sistema attuale del copyright tende a fare promozioni e pubblicità sui sistemi mainstream abbassando la qualità generale (perché non è certo la qualità a discriminare chi promuovere e chi no) e non lasciando abbastanza visibilità a chi come me non accetta lo stato di cose. Significa che o ognuno si promuove direttamente, senza nessun intermediario in mezzo, con prezzi popolari e alla portata di tutti e non solo dei megabig, oppure è meglio se le promozioni mainstream venissero abolite per legge.
  • - Scritto da: Paul
    > La legge sul copyright esiste e va rispettata.
    [...]
    > Pensate davvero che assassins'creed possa essere
    > sviluppato col modello opensource?

    Be' si, è possibile.

    > guardate che
    > esiste la gente che lavora e vuole essere
    > pagata...
    E il modo per farsi pagare c'e' eccome.
    Zynga ha scoperto l'H2O a elevata temperatura.

    Immagina un Ezio Auditore qualsiasi che nella versione "gratis" del gioco gira solo con le armi "standard" e la difficoltà del gioco calibrata per farti superare in scioltezza solo 1/4 della trama e il resto se e soltanto se sei un giocatore come ne esistono solo 1 ogni milione di abitanti.
    Non solo.
    Non essendo registrato il gioco non puoi nemmeno accedere al network ufficiale dove poter mostrare a tutti gli altri giocatori quanto sei stato abile.
    Ovviamente la registrazione, previo pagamento di tot euro, da diritto ad accedere al servizio di cui sopra e ad un credito da spendere nel negozio online per armi, vestiti, bonus e avventure extra.
    Un modello simile è quello che Valve ha proposto con steam, anche se i giochi sono a pagamento.

    > penso anche che la pirateria sia una forma di
    > pubblicità e possa essere a volte utile,
    Ni.
    Al momento la pirateria software è un buon metodo per diffondere virus e malware ovunque.
    Quella audiovisiva invece rompe le uova nel paniere dei discografici non tanto perché causa "mancati acquisti", ma perché permette agli utenti di ascoltare e vedere quello che gli pare, non quello che passa per radio e TV.

    > ma deve
    > essere combattuta dalle
    > istituzioni
    > Non capisco come si possano difendere siti come
    > questi, esistono ok? sono "utili" agli utenti, ma
    > creano un danno agli sviluppatori e tolgono
    > risorse al
    > mercato.
    Vedi, un sito come quello appena chiuso, che offre "link" a risorse in rete è molto prezioso finché resta attivo.
    Indica dove effettivamente ci sono beni "illeciti" e permette di correre ai ripari.
    Chiuderlo significa semplicemente perdere queste informazioni e con esse la possibilità di risalire ai condivisori.
    Il problema è politico, ma il legislatore è ignorante e le forze di polizia altro da fare che mettere in galera chi usa software pirata.
    Questi ultimi si puniscono da soli.
    Hai mai provato a comprare un CD di software pirata (5 euro), tenerlo da parte e controllarlo con un antivirus bene aggiornato a distanza di 9-10 mesi?

    > Vorrei proprio sapere quanti di quelli che
    > scrivono qui fanno un lavoro
    > intellettuale...
    Molto pochi, a giudicare dagli strafalcioni grammaticali.

    GT
  • quando si tratta di emulazione, ciò che dici non è propriamente corretto. se vai su questo sito http://romhustler.net/ ti renderai conto di ciò che dico. permettono il download solamente di rom di piattaforme non più in commercio. dove posso comprare cassette nuove per il gameboy advance?? o nuovi giochi per la playstation? nuove cartucce per il nes, l'atari, l'amiga, il neogeo degli anni 80 eccetera eccetera? che io sappia e con tutta sincerità ci credo non ci sono negozi che le vendano nuove (apparte gli emulatori "ufficiali") e su cartuccia quindi la loro compravendita non va più a vantaggio direttamente dei produttori, perché se una persona vende una cartuccia usata si tiene i soldi. per questo esistono gli archivi come questo sito ed altri, perché se l'ultima copia fisica andasse distrutta o danneggiata, a meno che gli sviluppatori conservino una copia del programma il gioco sarebbe perduto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > 21 aprile 2009.
    > Oltre 25 mesi senza avere avuto alcuna risposta:
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2605143&m=260

    Ma tu sei ancora convinto che il soggetto sappia leggere?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > > 21 aprile 2009.
    > > Oltre 25 mesi senza avere avuto alcuna risposta:
    > >
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2605143&m=260
    >
    > Ma tu sei ancora convinto che il soggetto sappia
    > leggere?

    No. Ma ripeterlo ogni tanto e dimostrare che il tizio non mi risponde, fa capire AGLI ALTRI (soprattutto ThenOra) di che soggetto si tratta e a chi si affidano per difendere le loro (patetiche) teorie e/o leggi.
  • Mi ha chiamato Enzo e mi ha chiesto di inviarti questo contributo video come risposta al tuo post.

    http://www.youtube.com/watch?v=LDRV93xH7v8

    Cordialmente A bocca aperta

    Ps.
    Grazie per avermela servita su un piatto d'argento.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Mi ha chiamato Enzo e mi ha chiesto di inviarti
    > questo contributo video come risposta al tuo
    > post.
    >
    > http://www.youtube.com/watch?v=LDRV93xH7v8
    >
    > Cordialmente A bocca aperta
    >
    > Ps.
    > Grazie per avermela servita su un piatto
    > d'argento.

    EPIC FAIL
    Prova a chiedere all'autore di quel video cosa ne pensa di Enzo Mazza e di cosa ho scritto io in quel messaggio...
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

    > EPIC FAIL

    /b/ è da quella parte ------------------>

    Senso dell'umorismo sotto la suola delle scarpe, proprio...
    non+autenticato
  • Che serioso... Annoiato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Mi ha chiamato Enzo e mi ha chiesto di inviarti
    > questo contributo video come risposta al tuo
    > post.
    >
    > http://www.youtube.com/watch?v=LDRV93xH7v8
    >
    > Cordialmente A bocca aperta
    >
    > Ps.
    > Grazie per avermela servita su un piatto
    > d'argento.

    Un po' quello che pensano tutti dei commenti contro la pirateria?Sorride
    non+autenticato
  • Il falso multimediale è una totale idiozia.

    L'informazione è una sola.

    Una sequenza di bit è sempre la stessa indipendentemente dal supporto fisico.

    E questo è esattamente il motivo per cui scaricando un file non lo si ruba, ma lo si duplica.

    Pirata
    non+autenticato
  • Vallo a spiegare al babbeo della FIMI
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio quanta ciccia
    > Vallo a spiegare al babbeo della FIMI

    Io sono due anni che aspetto risposta da quello lì:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2605143&m=260...
  • ma che cazzo ci si comprava??? dove sta un supermercato che mi da gratis copie di un pezzo di pane o di una pesca che vado di corsa???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jacopo Monegato
    > ma che cazzo ci si comprava??? dove sta un
    > supermercato che mi da gratis copie di un pezzo
    > di pane o di una pesca che vado di
    > corsa???

    Se esistessero supermercati che duplicano pezzi di pane e pesche...
    Ma non è così. Paragonare la pirateria, sempre in questa maniera, è da idioti.
    non+autenticato
  • Semplicemente Fimi e co parlano senza avere le idee chiare.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Semplicemente Fimi e co parlano senza avere le
    > idee
    > chiare.

    Le hanno chiarissime invece, ma cercano di imporre una visione utile a mantenere lo status-quo. Si sa che ripetendo una cosa prima o poi la gente ci crede. In questo caso è più difficile perché ci si scontra con la logica e quindi solo in pochi si allineano a quel pensiero. Vedi anche qui nel forum, alla fine mi pare siano in due o tre a insistere sulla tesi che scaricare equivalga a rubare, e non importa se spieghi loro che non è così o mostri sentenze della Cassazione, ormai sono convinti.
    non+autenticato
  • non hai mai visto il forum delle videoteche, comunque conosco persone che non sono pirate haters, ma pensano realmente che scaricare una copia sia come il furto <_<
    Sgabbio
    26178
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)