Roberto Pulito

BlueStacks, Windows e Android convolano a nozze

Entro luglio le app mobile di Google gireranno anche sulle piattaforme Microsoft, grazie all'ingegno di una startup e alla magia della virtualizzazione. Utile per gli sviluppatori o per chiunque?

Roma - Eseguire applicazioni Android sui PC con Windows? L'utopia del matrimonio potrebbe diventare realtà grazie al progetto della start-up BlueStacks. Un macchinoso emulatore per il computer esiste già, dedicato ai test degli sviluppatori, ma in questo caso si parla di pura virtualizzazione e della possibilità di saltare facilmente da un sistema operativo all'altro.

Lavorando in ambiente Android con questo runtime, scritto per l'architettura x86, l'interfaccia del computer si trasformerà in quella di un tipico tablet, con tutte le icone della applicazioni ordinate in una griglia. I pulsanti "fisici" tipici dei dispositivi mobile finiranno nella parte superiore dello schermo. A quanto sembra, il download delle app avverrà principalmente tramite il canale dello store Amazon.

BlueStacks supporterà tastiere, mouse, touchpad e webcam PC ma presumibilmente non potrà usare "trucchi" per rimediare alla mancanza di sensori come accelerometro e giroscopio, presenti in smartphone e tavolette. Grazie alla comunicazione a due vie sarà comunque possibile andare oltre: creare collegamenti per le app mobile di Google direttamente sul desktop Microsoft o richiamare i driver Windows per stampare una schermata su carta.

Ovviamente l'ambizioso software si prefigge di far girare l'OS Android anche sui tablet con Windows 7, senza rallentamenti di sorta, per l'unificazione definitiva. La release beta di BlueStacks verrà rilasciata entro luglio e scaricando la versione finale, a pagamento, ci si assicurerà il diritto a ricevere gli aggiornamenti automatici. Nel frattempo, qualcuno sta anche realizzando una console da salotto incentrata sul robottino verde.

Roberto Pulito
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia BlueStacks, Windows e Android convolano a nozze
Ordina