Dinox PC

PI Hardware/ Acer Aspire 5750G

Uno dei notebook Sandy Bridge più convenienti sul mercato. Se siete disposti ad accettare l'economicità dello chassis e del display avrete prestazioni eccezionali ad un prezzo interessante

Il bug dei chipset Intel Sandy Bridge è stato finalmente risolto e, conseguentemente, la produzione di personal computers portatili e schede madri per sistemi basati su CPU Core di seconda generazione è ripartita a pieno regime: i maggiori produttori scendono in campo fornendo modelli per tutte le tasche, col chiaro intento di recuperare i tre mesi di buio sulle piattaforme Intel che hanno caratterizzato l'inizio del 2011.

Dopo la recensione del Packard Bell TS13HR, presentata su queste pagine qualche tempo fa, è la volta di una serie di modelli che, per rapporto tra prezzo e prestazioni, sono destinati a far parlare di sé e destare l'interesse di chi vuole necessita di una macchina leggera, veloce ed, allo stesso tempo, che costi relativamente poco. Stiamo parlando di Acer e, nello specifico dei modelli Aspire 5750G, realizzati con uno chassis carbon design e dotati di caratteristiche tecniche tali da entrare in un ampio range di prezzi che va da 499 euro a 999 euro (prezzi ufficiali Acer).

La linea completa raccolta sotto il marchio 5750G comprende sei modelli, tutti basati su piattaforma Intel Sandy Bridge e dotati di core grafico integrato e/o scheda grafica discreta NVIDIA GT520 o GT540. La dotazione di memoria RAM va da 4GB a 6GB mentre in quanto a spazio disco si va da 500GB a 750GB. In tutti i casi ci troviamo di fronte ad un display da 15,6" LED con risoluzione di 1366x768 pixel.
Il modello che vi proponiamo nella recensione odierna utilizza un processore Core i7 2630QM piattaforma con chipset Intel H65, sottosistema memorie dual channel DDR3 1333MHz ed una scheda video discreta NVIDIA Geforce GT540M abbinata a tecnologia Optimus.

In un certo senso ci aspettiamo di trovare qualcosa di simile al prodotto Packard Bell: bisogna ricordare che questo marchio è, da qualche anno, strettamente connesso ad Acer, ragion per cui è facile individuare soluzioni comuni.


Il notebook Acer Aspire 5750G

La CPU Sandy Bridge Core i7-2630QM utilizzata nel modello in esame è un processore di fascia medio alta che integra un core grafico Intel HD Graphics 3000 e prevede un TDP di 45W.


CPU Intel Sandy Bridge Mobile

Questo computer portatile è venduto ad un prezzo inferiore a 749 euro tanto che, se si ha la pazienza per farsi un giro nelle catene di informatica ed elettronica di consumo italiane, è facile trovarlo anche a 650 Euro o meno.
17 Commenti alla Notizia PI Hardware/ Acer Aspire 5750G
Ordina
  • Ciao,
    Ho un Acer Aspire 5750G 15,6", 4 g di ram e monta un processore Intel Core I3 2310 M. Per esigenze lavorative devo installare un software che tra i requisiti hardaware d'installazione mi chiede di usare un processore Intel i7 Q820 1.7GHz.
    vi chiedo: è possibile cambiare processore?
    La domanda può essere idiota (ma spero mi rispondiate comunque) Grazie
    non+autenticato
  • Scusate, ho un acer aspire 5750, e non mi funziona la webcam! ho comprato una webcam della logitech e neppure quella periferirica hardware esterna mi funziona! qualcuno mi saprebbe dire il perchè??

    grazie!
    non+autenticato
  • - Scritto da: mario rossi
    > Scusate, ho un acer aspire 5750, e non mi
    > funziona la webcam! ho comprato una webcam della
    > logitech e neppure quella periferirica hardware
    > esterna mi funziona! qualcuno mi saprebbe dire il
    > perchè??

    > grazie!

    Ma ti ha mai funzionato ?
    Hai installato i driver che dovrebbero esserci stati con la logitec ? Ti da' qualche problema sui driver ? Io per escludere un problema software partirei da usb linux e vedrei se li' le vede normalmente alla prima tipo lanciando skype o qualche utility relativa alle quickam.
    krane
    22544
  • Sono molto indeciso tra questo portatile e un desktop fisso x editing video in ambito amatoriale.

    Si puo avere qualche considerazione in proposito ?
    Grazie.
    non+autenticato
  • Dei server non è necessario guardare il monitor e l'estetica nonché robustezza delle pastiche è irrilevante, bastano le prestazioni.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Dei server non è necessario guardare il monitor e
    > l'estetica nonché robustezza delle pastiche è
    > irrilevante, bastano le
    > prestazioni.

    un server fatto con un portatile? stai scherzando, vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: il signor rossi
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Dei server non è necessario guardare il monitor
    > e
    > > l'estetica nonché robustezza delle pastiche è
    > > irrilevante, bastano le
    > > prestazioni.
    >
    > un server fatto con un portatile? stai
    > scherzando,
    > vero?

    Ovvio.
    ruppolo
    33146
  • Non pensare che i monitor dei portatili apple siano tanto migliori.
    L'unica differenza a vantaggio apple è nella retinatura, che non si vede. Però la temperatura colore cambia con luminosità, sui macbook. Geniale.....
    Comunque tampo fa ne ho acquistato uno simile, per pilotare un videoproiettore.
    E va benissimo. Volevo usare il macbook, ma non ce la fa a gestire il sw che uso. Peccato, perchè con quel che è costato doveva pilotarne due!
    non+autenticato
  • Dipende... se il server ti serve solo per qualche pagina web, non ti servono nemmeno grandi prestazioni. A questo punto, ti basta addirittura un plug computer.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Dipende... se il server ti serve solo per qualche
    > pagina web, non ti servono nemmeno grandi
    > prestazioni. A questo punto, ti basta addirittura
    > un plug
    > computer.

    Era solo per dare un senso ad un prodotto portatile progettato trascurando gli elementi fondamentali che caratterizzano un prodotto portatile: qualità, robustezza, autonomia, affidabilità.
    ruppolo
    33146
  • Qualità, robustezza, autonomia e affidabilità hanno però un prezzo. Se si vuole limare quest'ultimo da qualche parte occorre agire e se non lo si fa sulla piattaforma hardware si sacrificano la scocca, il display o la tastiera. Sono solo scelte. L'importante è che l'utente ne sia consapevole.
  • Ma includere un test su come funziona con le distribuzioni linux?
    Ce ne sono diverse che per mettono un'installazione su pennetta e ti permettono di testare l'hw in modo indolore.
    Magari per i linari potrebbe essere un aiuto per sapere cosa acuistare senza impazzire successivamente
    Saluti
  • Che intendi però sul "come funziona"? Cioè avviare una distribuzione e vedere se tutto va, oppure fare dei test prestazionali?

    Nel primo caso credo non ci siano problemi (a dire il vero ho almeno un paio di distro già su chiavetta) anche se la ricerca di eventuali soluzioni per far funzionare componenti non riconosciuti potrebbe non essere una operazione non proprio indolore (mi riferisco in particolare alle webcam o alle schede audio).

    Nelle prossime review vedremo cosa si potrà fare
  • Mi accodo alla richiesta, non sarebbe male avere 3/4 loghi tipo:

    - funziona tutto out-of-the-box
    - richiede semplici accorgimenti (evv. con link)
    - accorgimenti per esperti
    - non si conoscono soluzioni per far funzionare xyz

    ..di base i primi due punti sarebbero i più importanti per chi deve decidere e non ha voglia di girare 20 forum. grazie e buon lavoroOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dinox PC
    > Che intendi però sul "come funziona"? Cioè
    > avviare una distribuzione e vedere se tutto va,
    > oppure fare dei test prestazionali?
    >
    >
    > Nel primo caso credo non ci siano problemi (a
    > dire il vero ho almeno un paio di distro già su
    > chiavetta) anche se la ricerca di eventuali
    > soluzioni per far funzionare componenti non
    > riconosciuti potrebbe non essere una operazione
    > non proprio indolore (mi riferisco in particolare
    > alle webcam o alle schede
    > audio).
    >
    > Nelle prossime review vedremo cosa si potrà fare

    sì esatto, sarebbe utile anche semplicemente metterci su una Ubuntu (ora so che molti storceranno il naso, io stesso sono un utente Debian, ma qualcosa si deve pur scegliere, non si può pretendere che si testi ogni distro e Ubuntu è la più diffusa) e vedere se tutto l'hardware è più o meno supportato o se bisogna fare i salti mortali per installare le cose più critiche (scheda video, rete, wireless) o se ci sono problemi evidenti per esempio nella gestione dell'energia.
    non+autenticato
  • Io direi Ubuntu e OpenSUSE
  • Eccomi qui con i risultati (che ovviamente saranno inclusi in maniera formale nelle prossime recensioni). Ho installato (Live CD) Ubuntu 11.04 e OpenSUS 11.4 (entrambe a 64-bit) sul notebook in oggetto. Ecco il responso (Ubuntu/OpenSUSE):

    - Wi-Fi: Ok/No
    - Tasti Fn: Ok/Parzialmente riconosciuti
    - Scheda audio: Ok/Ok
    - Webcam: No/No
    - USB 2.0: Ok/Ok
    - USB 3.0: Ok/Ok
    - Lettore SDCard: No/Ok
    - Lan cablata: Ok/Ok
    - Power saving: No/No
    - Regolazione luminosità schermo: No/No
    - Display (risoluzione nativa): Ok/Ok
    - Installazione: Senza alcun intervento/Necessario impostare il display a VESA