Mauro Vecchio

LibreOffice 3.4, l'unione fa la release

Annunciato il rilascio della nuova versione della popolare suite per ufficio. Grazie al lavoro di un numero sei volte superiore di developer. Con qualche avviso per gli impieghi mission critical

Roma - Ad annunciarlo è stato un recente comunicato apparso sul blog ufficiale della Document Foundation, l'ormai nota organizzazione open source al lavoro sul fork LibreOffice. È così disponibile la seconda major release della suite libera per ufficio, frutto del contributo collettivo di oltre 120 sviluppatori volontari.

Un lavoro durato circa otto mesi, messo a punto da un numero di developer sei volte superiore a quello della prima beta rilasciata nel settembre 2010. La release LibreOffice 3.4 offre dunque nuove funzionalità a tutti gli utenti, alcune delle quali realizzate interamente dai nuovi contributor della Document Foundation.

"Noi ci teniamo agli sviluppatori, e i risultati si vedono - ha spiegato Italo Vignoli, portavoce e membro dello Steering Committee di TDF - I core developer hanno inventato il meccanismo degli easy hack, che permette agli sviluppatori volontari di conoscere il codice di LibreOffice in modo facile e divertente, mettendo alla prova le proprie skill su progetti di piccole dimensioni e complessità".
Stando al comunicato della fondazione, LibreOffice 3.4 aggiunge nuove funzionalità a Calc, con una maggiore velocità e una migliore compatibilità con i fogli elettronici di Excel. E Pivot Table - nuovo nome assegnato a DataPilot - prevederà il supporto per un numero praticamente illimitato di campi.

Migliorata in diverse aree l'interfaccia utente di Writer, Impress e Draw. Sotto il profilo del codice, diverse migliaia di righe di commenti in tedesco sono state tradotte in inglese, e oltre 5mila linee di codice "morto" sono state rimosse da Writer, Calc e Impress.

"Una volta completati i primi easy hack, i contributor sono pronti per passare alle attività più complesse - ha spiegato Michael Meeks, un senior developer che lavora per SUSE - Abbiamo investito una percentuale importante del tempo nella formazione dei nuovi sviluppatori, per aumentare il numero delle persone in grado di lavorare alla soluzione dei bug, e allo sviluppo di patch e funzionalità".

LibreOffice 3.4.0 - prima versione della serie 3.4 - è di fatto indirizzata ai vari membri della comunità, così come agli utenti più avanzati. Non dovrebbe però essere utilizzata in ambiente aziendale. I membri di TDF hanno spiegato che, con la calendarizzazione dei rilasci, la versione migliore per un utilizzo a livello aziendale comincia dalla versione x.x.1. Per questo motivo, LibreOffice 3.3.x verrà aggiornato per diversi mesi, fino alla fine del 2011, a vantaggio degli utenti più prudenti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia LibreOffice 3.4, l'unione fa la release
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)