Claudio Tamburrino

iCloud, antitrust sulle approvazioni delle app

Un servizio di streaming musicale tedesco si lamenta del blocco della sua app per iPad. Primo attacco con al centro iCloud?

Roma - Il servizio di cloud storage di Apple, iCloud, annunciato all'ultimo WWDC e non ancora sul mercato, si trova già al centro di problemi legali.

Le prime questioni che lo coinvolgono sono state sollevate in Germania, dove il servizio di musica in streaming Simfy non ha atteso neanche che arrivasse effettivamente online il concorrente per adire l'Autorità garante della concorrenza locale, Bundeskartellamt, con l'accusa per Apple di tenerla fuori da App Store perché in diretta opposizione al suo servizio di streaming musicale prossimo venturo.

I rappresentanti di Simfy, attivo per il momento in Germania, Svizzera e Austria, dicono infatti di aver recentemente visto la sua app per iPad bloccata nei meandri della procedura di approvazione per accedere a App Store (mentre quelle per iPhone e iPod Touch sono già attive) e ritengono che questo sia legato proprio allo sviluppo di iCloud.
"Noi - precisano peraltro da Simfy facendo ricorso alla carota dopo il bastone - siamo veri fan di Apple e dei suoi prodotti. Per questo siamo così delusi e non ci riusciamo a capacitare del fatto che apparentemente ci hanno bloccato intenzionalmente per mesi".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaApple, tutti gli annunci della WWDCdi D. Galimberti - Jobs, assieme ai suoi manager, da San Francisco parla solo di software. Con un occhio alla moda del cloud computing, e con novità per OS X e iOS: che tentano di mantenere il vantaggio sulla concorrenza
  • AttualitàApp Store, sviluppatori senza licenza?I vertici di Lodsys LCC hanno risposto alle numerose critiche piovute dopo l'invio di minacciose lettere legali a vari developer dell'universo Apple. Avrebbero guadagnato dalla violazione di un brevetto per gli acquisti interni
4 Commenti alla Notizia iCloud, antitrust sulle approvazioni delle app
Ordina
  • Apple si sta magnando tutto come Google e come pure Microsoft. Alle startup non restano che pochissmi settori. Negli store poi se non investi almeno 100k l'applicazione non vedrà mai nemmeno la millesima posizione e non rientrerai mai nell'investimento, rientrano solo gli indie che ci tirano su 400 euro al mese con app scadenti scaricate o comprate per curiosità.

    La cuccagna dei soldi "facili" è finita, le applicazioni sono ormai sature e la maggior parte sono e saranno scadenti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gilbyuiol
    > Apple si sta magnando tutto come Google e come
    > pure Microsoft. Alle startup non restano che
    > pochissmi settori. Negli store poi se non investi
    > almeno 100k l'applicazione non vedrà mai nemmeno
    > la millesima posizione e non rientrerai mai
    > nell'investimento, rientrano solo gli indie che
    > ci tirano su 400 euro al mese con app scadenti
    > scaricate o comprate per
    > curiosità.
    >
    > La cuccagna dei soldi "facili" è finita, le
    > applicazioni sono ormai sature e la maggior parte
    > sono e saranno
    > scadenti

    Sei tutta una contraddizione. Se la maggior parte delle applicazioni è scadente, significa che c'è spazio per applicazioni ben fatte.
    Ma purtroppo, per quelle ci vuole un cervello brillante, che pochissimi hanno. E di certo quelli che hanno quel cervello, non pensano ai soldi facili. Chi pensa ai soldi facili è solitamente l'inetto di turno, o il delinquente.
    ruppolo
    33147
  • > Ma purtroppo, per quelle ci vuole un cervello
    > brillante, che pochissimi hanno. E di certo
    > quelli che hanno quel cervello, non pensano ai
    > soldi facili.

    Vero: chi ha cervello rilascia software open.

    > Chi pensa ai soldi facili è
    > solitamente l'inetto di turno, o il
    > delinquente.

    Verissimo, quoto. Su questo punto sono d'accordissimo con te... e penso che citerò questa tua frase.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Gilbyuiol
    > > Apple si sta magnando tutto come Google e come
    > > pure Microsoft. Alle startup non restano che
    > > pochissmi settori. Negli store poi se non
    > investi
    > > almeno 100k l'applicazione non vedrà mai nemmeno
    > > la millesima posizione e non rientrerai mai
    > > nell'investimento, rientrano solo gli indie che
    > > ci tirano su 400 euro al mese con app scadenti
    > > scaricate o comprate per
    > > curiosità.
    > >
    > > La cuccagna dei soldi "facili" è finita, le
    > > applicazioni sono ormai sature e la maggior
    > parte
    > > sono e saranno
    > > scadenti
    >
    > Sei tutta una contraddizione. Se la maggior parte
    > delle applicazioni è scadente, significa che c'è
    > spazio per applicazioni ben
    > fatte.
    > Ma purtroppo, per quelle ci vuole un cervello
    > brillante, che pochissimi hanno. E di certo
    > quelli che hanno quel cervello, non pensano ai
    > soldi facili. Chi pensa ai soldi facili è
    > solitamente l'inetto di turno, o il
    > delinquente.

    o apple
    non+autenticato