Gabriele Niola

WebTheatre/ Zombie canterini mordono lo stesso

di G. Niola - Un musical di genere, fatto di canzoni, nato in rete per la rete e popolato da non morti decisamente umani

Roma - A fine maggio è arrivato online Rigamortis, un musical a tema zombie. Si tratta di un esperimento in tre parti che guarda in tutto e per tutto (forma, contenuto, stile, idee e chi più ne ha più ne metta) a Dr. Horrible Sing-along blog, senza averne l'allure da Hollywood-off e senza poter godere del genio di Joss Whedon ma con la ferma intenzione di fare un prodotto godibile a più livelli.
L'uscita di Rigamortis segna (e finalmente!) lo sblocco di un periodo di forte stallo e ripetitività produttiva nel genere musicale per la rete, causato da una parte dal devastante ingresso di Dr. Horrible nel mondo delle webserie (un prodotto che per creatività, notorietà e successo sarà inarrivabile ancora per molto), e dall'altra dal mutato sentimento generale nei confronti del genere da quando prodotti come Glee hanno riportato in auge la musica nei racconti. Certo un musical non è Glee (che è una serie con intermezzi musicali), un musical porta avanti il racconto attraverso i brani musicali, ma l'evoluzione di un genere passa anche per questo genere di prodotti.

Rigamortis


Rigamortis quindi è una webserie della durata complessiva di poco più di mezz'ora (quindi poco più di dieci minuti ad episodio) che, partendo da un tema estremamente in voga al momento nelle altre forme di produzione culturale, aggiunge una visione da webserie. Il tema sono gli zombie, sempre più presenti al cinema, nei videogiochi, in tv con il successo di The Walking Dead e ovviamente anche nella rete stessa dove il non morto è un must da tempo. L'ottica da webserie è quella del microcosmo e delle idee e valori della rete.
Si racconta infatti di un'invasione zombie fallita. Un colossale fail che lascia i due zombie protagonisti da soli di fronte ad un esercito di umani esaltati ed agguerriti, pronti ad uccidere ogni rimanente non morto. I due vivono una romantica storia d'amore funestata dal maschio alfa degli umani (corrispettivo di Captain Hammer), fuggono, cercano salvezza e in ultima analisi si dimostreranno più umani degli umani.
Dunque di nuovo l'opera di genere raccontata dal punto di vista del villain e con grande sentimento, ribaltando i ruoli e mostrando il tradizionale cattivo come lo sfigato della situazione che, in quanto tale, lotta contro un bullo per le sue piccole e idealistiche conquiste. Il mondo a dimensione di high school.
È a questo punto utile confrontare la visione di musical di Rigamortis (cioè l'evoluzione e la continuazione delle idee di Dr. Horrible) con quella di The Battery's Down, webserie andata online tra il 2008 e il 2009 con un ottimo successo (per l'epoca).
La differenza che passa tra Rigamortis e The Battery's Down segna il passaggio che la produzione per la rete tutta (non solo quella musicale) ha fatto in questi anni. La webserie nata nel 2008 era un prodotto che guardava a The Office nella fattura ed aveva valori produttivi estremamente inferiori a quelli degli odierni corrispettivi, una fotografia inesistente oltre ad un audio pessimo ma molte idee. Soprattutto era qualcosa che, per quanto colmo di trovate e di ottima musica, veniva da un mondo che non era quello della rete. Una webserie che usciva dal mondo dei teatri newyorchesi e a quel mondo parlava con molti riferimenti impossibili da cogliere dai non appassionati. Era insomma la trasferta in rete di persone che non gli appartengono e che ad essa si rivolgono sperando di ottenere un lasciapassare per tornare con maggiore forza nel proprio mondo d'appartenenza.

Rigamortis invece ha tutto un altro target e, pur continuando ad avere riferimenti a prodotti per mezzi di comunicazione che non sono la rete, parla al popolo della rete allargato (quello più geek), non viene da quella che è la vecchia guardia del musical ma è fatto da appassionati (non a caso le musiche non sono assolutamente a livello).
Rigarmortis è un modello esportabile, replicabile e, come già dimostrava Dr. Horrible, pensato con un'idea di mercato (sul sito già vendono il merchandise, i video sono andati online tutti insieme e per il momento gratis). Un netto passo in avanti in materia di maturazione della forma produttiva rispetto a The Battery's Down.

RIGAMORTIS - EPISODIO 1


RIGAMORTIS - EPISODIO 2


RIGAMORTIS - EPISODIO 3


THE BATTERY'S DOWN - EPISODIO 1 PART I


THE BATTERY'S DOWN - EPISODIO 1 PART II


Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate